Dizionario Italiano





matto 
pronuncia: /ˈmatto/
aggettivo e sostantivo maschile

che è privo della ragione

permalink
<<  Mattmalerei mattocchio  >>

Locuzioni, modi di dire, esempi


cose dell'altro mondo cose da pazzi da matti = cose inconcepibili, fatti inauditi, assurdi, incredibili; si dice per sottolineare l'assurdità di un fatto, di un comportamento, di un ragionamento || andare matto pazzo = avere una grande passione o predilezione per qualcosa o qualcuno, amare molto va matto per i piselli | va matto per la sua fidanzata || avere del buono del matto del galantuomo = avere di tali qualità || pazzo matto da catena = si dice di pazzo furioso, ma anche di persona molto stravagante che commette stranezze || dare fuori da di matto = dare manifestazioni di squilibrio || dare di testa dare nei matti dar di matto = impazzire || un gusto matto = un piacere molto intenso


Proverbi


baldezza di signore cappello di matto || buone parole e cattivi fatti ingannan savi e matti || chi fugge un matto ha fatto buona giornata || chi canta a tavola e (fischia) a letto è matto perfetto || che colpa ci ha la gatta se la massaia è matta? || chi è al coperto quando piove è ben matto se si muove || a lacrime di erede è matto chi ci crede || chi crede di non essere matto è matto da legare || chi dice il suo segreto o è matto o è ubriaco || chi ha un figliuolo solo lo fa matto; chi ha un porco lo fa grasso || chi non crede esser matto è matto spacciato || chi nasce matto non guarisce mai || chi non ha poveri o matti nel parentato è nato o di lampo o di tuono


Sfoglia il dizionario

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z