Pillole linguistiche

a cura del dott. Fausto Raso


Indice articoli

Spopolare


Ci scrive Rolando V. da Trieste: « Gentilissimo Prof. Raso, la seguo da tempo immemorabile nei suoi percorsi linguistici che non hanno pari in altri blog sulla lingua italiana. Le scrivo per una curiosità. Come mai si usa il verbo “spopolare” nel significato di “avere successo”? Si dice, infatti, che quel tale attore ha spopolato quando ottiene un grande riconoscimento. Spopolare non significa — stando all’etimologia — “rendere un luogo privo di popolazione”? La paura del sisma ha spopolato il paese. Come si spiega questo passaggio semantico del verbo? Grazie ».

Cortese Rolando, ha ragione, spopolare significa sottrarre il popolo , quindi privare di popolazione. In senso figurato tuttavia, e familiarmente, ha anche l’accezione di ottenere un successo straordinario ; da non adoperare, però, in uno scritto sorvegliato.

Per il mutamento di significato le faccio rispondere dal linguista Ottorino Pianigiani, clicchi sul collegamento in calce:

Etimo.it - spopolare


24-02-2017 — Autore: Fausto Raso — permalink



Cavare


Ci scrive Marco T. da Ravenna: « Gentile dott. Raso, il verbo “cavare” — come sappiamo — significa “estrarre”, “tirar fuori” e simili: cavare le patate dalla terra. Mi piacerebbe sapere come si è giunti dal significato di “estrarre” a quello di “uscire da una situazione difficile”, “ottenere un certo successo”, “riuscire in qualcosa”: Giulio, in quell’occasione, se l’è cavata egregiamente. Grazie e distinti saluti ».
————————————
Cortese Marco, la risposta è semplicissima. Il verbo cavare nelle accezioni da lei indicate è adoperato figuratamente. Chi se la cava si tira fuori da una situazione difficile.

Ecco anche ciò che dice il “Treccani”: «...nella forma cavarsela, uscire con poco danno da un pericolo, da una malattia, superare alla meglio una prova difficile, o riuscire a sbrogliarsi in qualche difficoltà: ha avuto una polmonite e se l’è cavata per miracolo; ho sostenuto l’esame e spero di essermela cavata; il francese non lo conosco perfettamente, ma, per farmi capire, me la cavo...».


23-02-2017 — Autore: Fausto Raso — permalink



Intendersi come i ladri alla fiera


Intendersi come i ladri alla fiera vale a dire superare i dissapori personali in vista di un vantaggio comune.

I ladri, infatti, quando lavorano nello stesso posto cercano di portare a termine la loro impresa senza darsi fastidio gli uni con gli altri.

Nel modo di dire, la fiera rappresenta il luogo ideale per ogni tipo di furto, grazie alla confusione e alla folla, che permettono ai lavoratori di... lavorare indisturbati.

22-02-2017 — Autore: Fausto Raso — permalink



 Indice articoliArticoli precedenti