Dizionario Autori



Indietro Indice Autori Italiani

Ferdinando Paolieri
(✶1878   †1928)

Ferdinando Paolieri (Firenze, 2 maggio 1878 – Firenze, 4 maggio 1928) è stato uno scrittore, poeta e commediografo italiano.

Giovanissimo si dedicò alla pittura, nella scia dei macchiaioli, esponendo anche a Berlino, ma presto si volse alla scrittura, rimanendo estraneo alle mode letterarie dell'epoca, e proseguendo sul solco tracciato da Renato Fucini, senza apportarvi le innovazioni di Giovanni Papini o Curzio Malaparte.

Il 31 agosto 1905 fu iniziato in Massoneria nella Loggia Lucifero di Firenze e il 13 marzo 1906 divenne Compagno. Si avvicinò a posizioni cattoliche fondando, insieme a Federigo Tozzi e Domenico Giuliotti, il settimanale di ispirazione cattolica La Torre nel 1913 a Siena.

Fu l'ultimo cantore della Maremma, allora selvaggia, abitata da butteri, cacciatori, briganti. Coperta di boschi intricati e di paludi e canneti. Lì e all'Isola del Giglio, all'Impruneta ambientò le sue storie di cui sono protagonisti bracconieri, doganieri e contrabbandieri, guardiani di faro, butteri, briganti, contadini illetterati ma sapienti, ergastolani in fuga dai bagni penali delle Isole toscane (Elba, Pianosa). Il suo linguaggio è semplice e al tempo stesso prezioso, in un italiano perfetto.

Per lunghi anni tenne la rubrica letteraria de La Nazione di Firenze. Fu anche autore teatrale, anche in collaborazione con Giovacchino Forzano e librettista di operette.

continua sotto




Opere principali

Novelle toscane (1914), Libreria editrice internazionale, Torino.
Uomini bestie e paesi, SEI, Torino, 1955.
Novelle selvagge, Tellini editore, Pistoia, 1984.
Vita di tutti i giorni (1920), Vallecchi, Firenze
Novelle Agrodolci (1925), Treves editore, Milano
Novelle per i Soldati (1926), Bacher editore, Firenze
Natio borgo selvaggio (1922), Vallecchi editore, Firenze
Il libro dell'Amore (1919), Vallecchi editore, Firenze
I' pateracchio, commedia (1910), Società editrice nazionale, Roma
Scopino e le sue bestie, commedia (1911), Bemporad, Firenze
La Marchesa nuda, libretto per l'opera omonima musicata da Ruggero Leoncavallo

Fonte: Wikipedia, l'enciclopedia libera

Indietro Indice Autori Italiani