Dizionario Autori



Indietro Indice Autori Italiani

Paolo Emiliani Giudici
(✶1812   †1862)

Paolo Emiliani Giudici (Mussomeli, 13 giugno 1812 – Tonbridge, 8 settembre 1872) è stato uno scrittore, storico, critico letterario e storiografo italiano.

Entrato nell'ordine domenicano, a Palermo contro il suo volere, ne uscì nel 1841. Esule dalla Sicilia per motivi politici nel 1843, riparò dapprima a Livorno e poi a Firenze dove divenne professore di Estetica all'Accademia di Belle Arti. Nel 1867 fu eletto deputato; dopo le dimissioni di Rattazzi (27 ottobre 1867) militò nell'opposizione.

Si dedicò soprattutto agli studi letterari. La sua opera più importante è "La Storia delle Belle Lettere in Italia" (1844). Uscì in seconda edizione nel 1855 con il titolo "Storia della Letteratura italiana". Fu il primo autore a scriverne una. L'opera subordinava la letteratura all'elemento politico. Per Emiliani-Giudici Il "periodo della letteratura originale" italiana andava dagli inizi del volgare fino a Lorenzo de Medici; seguiva l'"età di decadenza" (XVI e XVII secolo); la letteratura italiana rifioriva un po' con l'Alfieri, ma questo risorgimento veniva soffocato sul nascere dal romanticismo, importato dalla Francia.

Nella città di Palermo e di Caltanissetta gli è stata dedicata una via, Via Paolo Emiliani Giudici.

continua sotto




Opere

Storia delle Belle Lettere in Italia, 1844 (ristampata nel 1855 col titolo di "Storia della letteratura italiana")
I quattro poeti italiani, con apposite prefazioni e commento di P. Emiliani-Giudici, 1845
Florilegio dei lirici più insigni d'Italia, preceduto da un discorso di P. Emiliani-Giudici, 1846
Beppe Arpia, 1851 (romanzo)
Storia dei Comuni italiani, 1851-1855
Storia del Teatro in Italia, 1860 (incompiuta)
Storia politica dei Municipi italiani, 1864-1866
La città dei Califfi (romanzo) edito a fascicoli dalla Casa Editrice G. Nerbini di Firenze (senza data)

Traduzioni

Thomas Babington Macaulay, Storia d'Inghilterra, tr. di Paolo Emiliani-Giudici, 2 voll., Firenze, Le Monnier, 1859-1860.

continua sotto




Testi elettronici on-line

Paolo Emiliani Giudici. Storia della letteratura italiana, Firenze, F. Le Monnier, II edizione, 1855: Vol. I, Vol. II
Paolo Emiliani Giudici. Storia della letteratura italiana, Firenze, F. Le Monnier, IV edizione, 1865: Vol. I, vol. II
Paolo Emiliani Giudici. Storia del teatro in Italia, Milano; Torino: Casa editrice italiana di M. Guigoni, 1860
Paolo Emiliani Giudici. Storia dei Comuni italiani, Firenze, F. Le Monnier, 1864-1866, Vol. I, Vol. II, Vol. III
Paolo Emiliani Giudici. Florilegio dei lirici più insigni d'Italia: volume unico, preceduto da un discorso di Paolo Emiliani-Giudici, Firenze, Poligrafia Italiana, 1848
Torquato Tasso. Prose filosofiche di Torquato Tasso, a cura di Paolo Emiliani-Giudici, Firenze, A. Parenti, 1847, Vol. I e II
Gian Vincenzo Gravina, Prose, per cura di Paolo Emiliani-Giudici, Firenze, Barbera, Bianchi e Comp., 1857
Paolo Emiliani Giudici, I quattro poeti italiani: con apposite prefazioni e commenti, Firenze, Società editrice fiorentina, 1845, pp.980.

Bibliografia

Emanuele Scolarici. Paolo Emiliani-Giudici: la vita e le opere, con un'appendice di centosessanta lettere inedite e brevi note. Palermo, Libreria Ed. A. Trimarchi, 1917.
Giovanni Orioli, Teorici e critici romantici, in Emilio Cecchi e Natalino Sapegno (a cura di), Storia della letteratura italiana, Milano, Garzanti, 1966, vol. VI, 499-501.

Fonte: Wikipedia, l'enciclopedia libera

Indietro Indice Autori Italiani