Pillole linguistiche

a cura del dott. Fausto Raso


Indice articoli

Un latte macchiato, due latti macchiati


«Cortese dott. Raso,
qualche giorno fa ero al bar con alcuni amici e ho ordinato tre
latti macchiati. Uno di questi mi ha ripreso sostenendo che è errato pluralizzare il latte. Avrei dovuto ordinare «tre latte macchiati». Ho proprio commesso uno strafalcione? Tre latte macchiati mi suona veramente male. Un suo cortese parere.
Grazie e cordiali saluti.
Umberto C.
Verona
»

Fino a qualche tempo fa il latte era considerato un "nome di massa", per tanto non essendo numerabile era difettivo del plurale. Ora esistono vari latti: latte detergente, latte tonico ecc. Il suo plurale, quindi, anche se veramente bruttino, è latti.
A mio avviso, quindi, si può dire benissimo latti macchiati. Qualche vocabolario comincia, infatti, a riportare il plurale latti. È lo stesso caso, insomma, di acqua e riso (la pianta), un tempo classificati tra i sostantivi invariabili.
Insomma, gentile Umberto, al bar ordini pure tre latti macchiati e il conto lo faccia pagare a chi non è d'accordo sul plurale. Se non piace latti (che, ripeto, non si può considerare un errore) c'è l'alternativa: tre bicchieri o tazze di latte macchiato.


23-03-2020 — Autore: Fausto Raso

Articolo più recenteIndice articoliArticolo precedente