Dizionario Italiano





cadére 
ca|dé|re
pronuncia: /kaˈdere/
verbo intransitivo

1 (ESSERE) di cosa: precipitare, andare dall'alto verso il basso, mosso dal proprio peso improvvisamente; cascare, crollare (anche in senso figurato) cadere dal tetto sul terrazzo | cadere nel vuoto | cadere in acqua | cadere dalle scale | gli è caduta una tegola in testa | cadere dalla scala | il lampadario è caduto dal soffitto | cadere da una finestra | cadere a/in/per terra | la borsa è caduta in acqua | gli è caduto un mattone in testa | il terremoto ha fatto cadere il soffitto | cadere dal tetto | la tazza gli cadde dalle mani | mi è caduta di mano la borsa | far cadere qualcosa dall'alto

2 (ESSERE) di persona: finire improvvisamente a terra per aver perso l'equilibrio o per il venir meno di un sostegno o il per altro motivo cadere a gambe all'aria | il bimbo piange perché è caduto | cadere supino | cadere bocconi | cadere male | è caduto dall'albero | cadere morto | ho inciampato e sono caduto | si scivola: attento a non cadere | cadere a testa in giù | cadere ferito | cadere di bicicletta | cadere sciando | cadere a capo in giù | cadere lungo disteso | cadere dal seggiolone | cadere bene | cadere di/da cavallo | cadere svenuto | è caduto per la stanchezza | e caddi come corpo morto cade [Dante]

3 (ESSERE) di fenomeni celesti o atmosferici e simili: scendere dal cielo è caduto un bolide | cade la neve | è caduto un fulmine | cade la grandine | cadeva fitta la pioggia | cade la pioggia | cade la rugiada | un fulmine è caduto sull'albero | è caduto un meteorite

4 (ESSERE) capelli, denti, foglie e simili: staccarsi o perdersi naturalmente o per malattia al cader delle foglie | in autunno cadono le foglie | non gli sono ancora caduti i denti da latte | gli cadono i capelli | l'intonaco cade dal soffitto | già cadono le foglie | mi cadono i capelli | gli sono caduti tutti i capelli

5 (ESSERE) di persona: lasciarsi andare, quasi buttandosi si lasciò cadere sul letto | cadere in ginocchio | cadere in ginocchio | gli cadde ai piedi supplicandolo | cadere stanco sul letto | cadde sfinito sulla poltrona

6 (ESSERE) figurato rimanere ucciso, morire, specialmente in combattimento i soldati caduti nella prima guerra mondiale | cadere in battaglia | cadere in guerra | cadere sul campo di battaglia | cadere sulla breccia | cadere in uno scontro | cadere sul campo | nella battaglia caddero seicento uomini | è caduto da eroe | cadere in combattimento

7 (ESSERE) crollare, piombare al suolo rapidamente e rovinosamente il soffitto cadde con gran rumore | è caduto il campanile | gli alberi cadevano sotto la furia del vento | è caduto il tetto | il terremoto fece cadere il soffitto | è caduta un'impalcatura | è caduto un cornicione | è caduto un albero | la casa è caduta | è caduto il soffitto

8 (ESSERE) figurato di governo, organismo politico, regime, dinastia e simili: essere rovesciato, perdere il potere la dittatura cadde dopo anni di lotte | la dittatura è caduta | è caduto il governo

9 (ESSERE) di città, fortezza, e simili: capitolare, essere espugnata o costretta alla resa il baluardo cadde in mani nemiche | la fortezza cadde dopo un lungo assedio | la città è caduta

10 (ESSERE) figurato di persona: fallire a una prova è caduto alla prova scritta | cadere agli esami | ha passato lo scritto, ma è caduto all'orale

11 (ESSERE) teatro figurato di spettacolo teatrale: fare fiasco, non avere successo lo spettacolo è caduto | la commedia cadde dopo poche rappresentazioni | il dramma cadde alla prima rappresentazione

12 (ESSERE) religione figurato peccare gli uomini spesso cadono | cadere nel peccato | cadere in tentazione | anche il giusto cade sette volte al giorno

13 (ESSERE) di cosa, specialmente abiti, capelli e simili: essere sospeso, scendere, pendere fino a toccare qualcosa le tende nuove cadono molto bene | i capelli le cadevano sulle spalle | far cascare le braccia | il cappotto cade bene | la parete del monte cade a picco | l'abito ti cade bene | i capelli le cadevano in disordine sulle spalle | far cadere le braccia | un largo scialle le cadeva sulle spalle | il vestito cade male | questa giacca cade benissimo | lasciò cadere le braccia | cadere in/a piombo | i capelli le cadevano fino alla vita | i capelli le cadono sulle spalle | i capelli gli cadevano sulla fronte | la tenda cadeva in mille pieghe

14 (ESSERE) figurato calare, scendere (spesso sostantivato) al cadere del giorno | cade la notte | cade la nebbia | cadevano ormai le tenebre | cadono le tenebre | al cader della sera

15 (ESSERE) cessare, placarsi la notte cadeva sul paese | il vento è caduto | il vento è caduto all'improvviso | ormai il vento cadeva | il vento sta cadendo | il suo furore cadde come d'incanto

16 (ESSERE) letterario del sole o di altri astri: tramontare (anche sostantivato e anche in senso figurato) al cader del Sole | il sole cadeva all'orizzonte | il Sol che tra lontani monti … / cadendo si dilegua Leopardi

17 (ESSERE) figurato venire meno, svanire, finire, terminare, esaurirsi tutti i suoi sospetti sono caduti | sono cadute tutte le accuse | cade così ogni opposizione | caddero tutte le mie speranze | il dibattito cadde improvvisamente | la conversazione cadde a poco a poco | la conversazione cadde rapidamente | le mie speranze erano destinate a cadere | è caduta ogni speranza | lasciar cadere il discorso | cade ogni sospetto | di fronte a prove così schiaccianti, cadde tutta la sua sicurezza

18 (ESSERE) terminare, interrompersi bruscamente mentre le telefonavo cadde la linea | è caduta la linea | è caduto il collegamento

19 (ESSERE) figurato riferito all'entità di un fenomeno: abbassarsi, diminuire bruscamente i prezzi caddero di colpo | le temperature sono cadute | la mortalità infantile è caduta | la pressione è caduta

20 (ESSERE) figurato passare contro volontà da uno stato a un altro peggiore, venirsi a trovare in una situazione negativa cadere nell'eccesso opposto | cadere in miseria | cadere in letargo | cadere nell'eccesso opposto | cadere in trappola | cadere in un tranello | cadere in basso | cadere prigioniero | cadere nella più cupa disperazione | cadere in un'imboscata | cadere in servitù | cadere in oblio | cadere in rovina | cadere in disgrazia | cadere nell'abiezione | cadere malato | cadere in errore | cadere in un equivoco | cadere dalla padella nella brace | cadere in disuso | cadere in sospetto

21 (ESSERE) figurato scadere l'ode cade nelle ultime strofe | il romanzo cade nel finale | cadere nel ricercato | cadere nell'esagerato | cadere nel generico | cadere nel trito | cadere nel volgare | cadere nel banale | cadere nel manierato | nel secondo atto, la commedia cade

22 (ESSERE) figurato di cosa, per lo più negativa: sopravvenire, giungere dev'essere caduta una maledizione su di noi | mi è caduta questa disgrazia tra capo e collo | è un guaio che mi cade tra capo e collo | cadere a proposito | le colpe dei padri cadranno sui figli | mi è caduto nell'animo un sospetto | giusto giudicio da le stelle caggia / sovra 'l tuo sangue [Dante]

23 (ESSERE) posarsi, collocarsi, rivolgersi, andare a finire per caso lo sguardo le cadde sulla lettera | mi cadde l'occhio su quella scritta | lo sguardo gli cadde su quell'oggetto | le cose che cadono sotto i nostri occhi | mi è caduto l'occhio su quella frase

24 (ESSERE) per iperbole non reggersi in piedi per il sonno, per la stanchezza o per altra causa cadere dal sonno | cadere dalla stanchezza

25 (ESSERE) linguistica di accento: collocarsi, posarsi per regola fonetica in francese l'accento cade di solito sull'ultima sillaba | l'accento cade sull'ultima sillaba | l'accento cade sulla terzultima sillaba | la cesura cade a metà del piede

26 (ESSERE) linguistica di parola: uscire, terminare due parole in rima cadono allo stesso modo | parole che cadono in consonante | questo verbo cade in –ere | voci che cadono in vocale

27 (ESSERE) figurato andare a finire, vertere o rivolgersi, per lo più casualmente il discorso cadde sugli ultimi avvenimenti | la scelta è caduta sulla persona giusta | il discorso cadde sulle vacanze | il discorso cadde sui recenti sviluppi

28 (ESSERE) figurato ricorrere periodicamente quest'anno Pasqua cade di marzo | quest'anno il Natale cade di domenica | oggi cade il mio compleanno | Natale cade il 25 dicembre | l'anniversario della Liberazione cade il 25 aprile | Pasqua cade il 17 aprile | la festa dei lavoratori cade il 1 maggio | quest'anno Natale cade di sabato | la festa della Repubblica cade il 2 giugno

29 (ESSERE) figurato capitare in un dato momento il tuo discorso cade in un momento delicato | questa vacanza cade a proposito

30 (ESSERE) figurato letterario accadere se ti cade d'incontrarlo | mi cadde negli scritti miei di toccarne più d'una volta [Tommaseo]

31 (ESSERE) figurato letterario trovarsi, presentarsi tanto affetto quanto può mai cadere in anima viva Leopardi

32 (ESSERE) incorrere, incappare, andare a finire cadere sotto le sanzioni di legge | cadere nelle mani dei briganti | cadere in mano ai nemici | cadere sotto negli artigli di uno strozzino | i cannoni caddero in mano al nemico | cadere nella rete | cadere nelle grinfie della polizia | cadere in trappola

33 (ESSERE) raro rientrare, essere compreso ciò non cade sotto le nostre competenze | questo verbo cade sotto la II coniugazione

Indicativo presente:  io cado, tu cadi
Passato remoto:       io caddi, tu cadesti
Participio passato:        caduto/a/i/e

Vedi la coniugazione completa

permalink
<<  cadenzato cadetteria  >>

continua sotto


Locuzioni, modi di dire, esempi


ad albero che cade dàgli dàgli = || far cadere cascare le cose dall'alto = concedere qualcosa con aria di degnazione, come se si trattasse di un enorme favore, esagerandone l'importanza, e le difficoltà o facendo aspettare lungamente || cadere in basso luogo = arcaico decadere, perdere autorità, prestigio, lustro e potenza || cadere cacciarsi in bocca al lupo = cadere in un pericolo o in potere di una persona pericolosa || finire cadere in bocca a qualcuno = finire in suo potere, in sua balìa || cadere in bocca al nemico = figurato finire proprio nel mezzo del pericolo || cadere le braccia cascare le braccia = di dice quando venire lo sconforto, lo scoraggiamento, la delusione || sentirsi cadere le braccia = sentirsi spossato per la fatica | figurato perdersi d'animo, avvilirsi, scoraggiarsi || cascare cadere male = parlare, giungere a sproposito || cadere giacere lungo disteso = col corpo disteso orizzontalmente a terra in tutta la sua lunghezza || è caduta la linea = si dice quando si verifica un'interruzione in un collegamento telefonico o telematico || essere cadere nelle mani di qualcuno = figurato essere, cadere sottoposti alla volontà, al potere o all'arbitrio di qualcuno || cadere in mano del nemico = figurato cadere in potere del nemico; esserne sopraffatto || cadere a rifascio = raro cadere uno sopra l'altro || cadere in disusanza = arcaico scomparire dall'uso, cadere in disuso || cadere, capitare sotto gli occhio o sott'occhio, correre agli occhi = si dice di cosa che si offre improvvisamente allo sguardo || cadere d'ala = si dice di un uccello che, ferito all'ala, cade obliquamente || non è la fine del mondo, non cascherà il mondo e simili = figurato si dice per attenuare quanto si dirà in seguito; non è un male irreparabile non sarà la fine del mondo se stai a casa un giorno | non aver paura, non casca il mondo per rassicurare || cadere in basso = figurato degradarsi, cadere in condizione infima di miseria materiale o morale; perdere le ricchezze o la reputazione || far cadere il discorso su qualcosa o su qualcuno = portare l'attenzione parlando su qualcosa o su qualcuno || il discorso cadde su … = si parlò di … || lasciar cadere il discorso = non dar seguito, non rispondere, distogliere l'attenzione da un argomento || cadere, finire nelle granfie di una persona = figurato cadere nel potere di una persona cadde nelle granfie di uno strozzino | guai a lui se mi capita tra le granfie! || cadere sempre in piedi come i gatti = riuscire a cavarsela anche in circostanze pericolose o imbarazzanti || il giusto cade sette volte al giorno = versetto biblico che afferma che il giusto potrà cadere sette volte ma si rialzerà sempre, mentre gli empi precipiteranno nel male || cadere malato = ammalarsi || fare, commettere peccato, cadere in peccato = religione peccare || cadere, venire, tornare in acconcio = tornare utile, venire a proposito || uscire, cadere dall'animo di qualcuno = perdere la stima, l'affetto di qualcuno || cadere in animo o nell'animo = venire in mente || cadere sotto gli artigli, negli artigli di qualcuno = figurato cadere in potere, in balia di qualcuno || cadere a, in pezzi = di cosa: essere rovinato, rotto, decrepito casa mia cade a pezzi | figurato andare in rovina || cadere dal cielo = di cosa: arrivare inaspettatamente, essere ottenuto facilmente o gratuitamente, specialmente in espressioni negative datti da fare, la promozione non cade mica dal cielo! § non aspettare che il lavoro cada dal cielo § il nuovo lavoro gli è caduto dal cielo || cadere dalle nuvole = rimanere molto sorpreso, meravigliarsi, stupirsi moltissimo, non capacitarsi di qualcosa quando l'ha saputo, è caduto dalle nuvole || cadere in basso = perdere guadagni, ricchezza, prestigio; scadere moralmente || cadere in piedi = uscire bene da una situazione pericolosa; cavarsela con poco o nessun danno || far cadere o cascare le braccia = detto del comportamento di qualcuno, o di situazione: che scoraggia, che provoca sconforto e infastidisce profondamente queste storie mi fanno cadere le braccia || cadere nelle grinfie, nelle mani, nelle maglie di qualcuno = essere irretito, finire sotto il controllo, trovarsi in potere di persona per lo più in seguito a un inganno o a una trappola è finito nelle grinfie di un usuraio § le armi sono cadute nelle mani del nemico § il malvivente è incappato nelle maglie della polizia || cadere nel vuoto = detto di parole, proposte, suggerimenti e simili: non essere ascoltato, non avere seguito, non essere preso in considerazione || cadere in aria = aviazione di aereo che precipita per un certo tratto senza controllo || cadere dalla padella nella brace = figurato passare da una situazione negativa a una ancora peggiore | || cadere bene, male = si dice con riferimento alle conseguenze della caduta è caduto male e si è storto una caviglia | abbigliamento di abito: stare bene o male indosso || è caduto da piccolo, caduto dal seggiolone = popolare scherzoso si dice per dare dello scimunito a qualcuno || al cader delle foglie = in autunno || cadere sulla breccia = figurato cadere nell'adempimento del proprio dovere || cadere di peso, a corpo morto = cadere per il venir meno della tensione muscolare che tiene eretti || far cadere qualcosa dall'alto = figurato concedere qualcosa con difficoltà e in modo altero esagerandone l'importanza || il governo è caduto = politica il governo si è dimesso, ha perso la fiducia del parlamento || cadere agli esami = raro essere bocciati || cadere in/a piombo = scendere, pendere ben diritto || questa giacca cade benissimo = abbigliamento questa giacca sta molto bene addosso || cadere in oblio = essere dimenticato || cadere in disgrazia = incorrere in qualcosa di negativo, perdere il favore di un potente || cadere malato o ammalato = ammalarsi || cadere in contravvenzione = trasgredire una norma ed essere colti mentre la si commette e dover subire la multa che ne consegue || cadere in disuso = non essere più attuale || cadere ai piedi di qualcosa o qualcuno = inginocchiarsi per supplicare o per rendere omaggio || lasciar cadere il discorso = non continuare il discorso o portarlo su un altro argomento || è caduta la linea = si dice quando si interrompe il collegamento telefonico o telematico nel corso di una conversazione || lasciar cadere una domanda = non tenere conto di una domanda, non rispondere || cadere dal sonno = non poterne più per il sonno || lasciar cadere una parola, una frase e simili = presentare con falsa noncuranza per saggiare la reazione degli interlocutori || lasciar o far cadere i fuochi = marineria non alimentare più i forni d'una caldaia lasciando che si spengano || cadere in contraddizione = contraddirsi || gli è caduta la benda dagli occhi = si dice di chi comincia a rendersi conto di come stanno le cose, di qualcosa che prima ignorava o non credeva giù dagli occhi la benda allor la frode / manifesta m'apparve [Monti] || morire, cadere sulla breccia = figurato morire al proprio posto di combattimento o nell'adempimento del proprio dovere o nel pieno della propria attività || cadere, cascare dalla padella nella brace = figurato passare da un guaio in un altro peggiore, finire di male in peggio lo fare' volentieri, ma non vorrei uscir dalla padella e cascar nella brace Michelangelo || cadere, cascare a brani = cadere a pezzi, crollare, andare in rovina



Proverbi


chi scava la fossa agli altri, vi cade dentro egli stesso || chi segue il rospo, cade nel fosso || chi si giustifica dalla legge, cade dalla grazia || chi sta seduto su due sedie cade per terra || chi troppo in alto sal, cade repente precipitevolissimevolmente || chi troppo in alto va, cade sovente || chi troppo si stima, cade sovente in fondo dalla cima || è meglio cader dal piede, che dalla vetta || e cade anche un cavallo che ha quattro gambe || forte non è chi non cade mai, ma chi cadendo riesce a rialzarsi || gira gira, la freccia cade addosso a chi la tira || giusto cade (o pecca) sette volte al giorno || governo tirannico, facilmente cade || ha la giustizia in mano bilancia e spada, perchè il giusto s'innalzi e l'empio cada || il diritto trionfa, il torto cade a terra || il frutto non cade lontano dall'albero || il giusto cade (o pecca) sette volte al giorno || in bocca chiusa non cade pera || in cibo soave spesso mosca cade || la pena del tradimento cade sempre sopra al traditore || la saetta non cade in luoghi bassi || mettiti in basso e non cadrai dall'alto || non cade foglia che Dio non voglia || per la patria è gloria combattere e cadere || per più non potere, l'uomo si lascia cadere || quando cadono i maccheroni in bocca tutti li sanno mangiare || quando è caduta la scala, ognuno sa consigliare || quando il capo è caduto, la famiglia è perduta || quando la lepre perde il passo, convien che cada in bocca ai cani || quando la pera è matura, casca (o cade) da sola || quando un trono cade, s'alza molta polvere || tutto quel che ciondola, non cade


continua sotto


Sfoglia il dizionario

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

cadenzamento (s. masch.)
cadenzare (v. intr.)
cadenzare (v. trans.)
cadenzatamente (avv.)
cadenzato (part. pass.)
cadere (v. intr.)
cadetteria (s. femm.)
cadetto 1 (agg.)
cadetto 1 (s. masch.)
cadetto 1 (s. masch. e femm.)
cadetto 1 (s. masch. e femm. pl.)
cadetto 2 (s. masch.)
cadevole (agg.)
cadì (s. masch.)
Cadibona (nome pr. femm.)
Cadigia (nome pr. femm.)
cadimento (s. masch.)
cadinene (s. masch.)
cadino 1 (agg.)
cadino 2 (s. masch.)

Sfoglia il dizionario italiano a partire da:


---CACHE--- 6