Dizionario Italiano





cantàre 
can|tà|re
pronuncia: /kanˈtare/
verbo intransitivo

1 (AVERE)
di persona: modulare la voce, secondo le regole della musica, una sequenza di suoni musicali, seguendo un ritmo e una melodia preordinati su, cantiamo insieme | mi piace cantare | canta che ti passa | lasciar cantare qualcuno | cantare come un usignolo | carta canta | cantare a solo | cantare a mezza voce | cantare a squarciagola | gli piace cantare | cantare a orecchio | cantare dolcemente | in falsetto | cantare con sentimento | cantare in coro | cantare appassionatamente


2 (AVERE)
fare il cantante di professione da giovane cantava all'Opera | cantare da soprano | cantare alla radio | cantare all'Opera | cantare da baritono | cantare a teatro | cantare da tenore | cantare alla Regio | canta alla Scala da tre anni | cantare in televisione


3 (AVERE)
di animali, specialmente uccelli: emettere suoni armoniosi simili a un canto gli uccelli cantano | l'allodola canta nel bosco | gli uccelli cantano in primavera | l'usignolo cantava mestamente | il gallo canta al mattino | gallina che canta ha fatto l'uovo | gli usignoli cantavano tra le fronde | il gallo canta all'alba | cantano flebilmente gli uccelli come se piangessero il giorno che muore [Foscolo]


4 (AVERE)
per estensione di animali, specialmente insetti: emettere un verso sonoro e uniforme i grilli cantano | le cicale cantano d'estate


5 (AVERE)
musica suonare con espressione cantare col pianoforte | pochi sanno cantare col pianoforte come lui


6 (AVERE)
declamare, recitare, parlare o leggere con monotonia e affettazione, cantilenando recita con sentimento, ma canta troppo | non cantare così quando leggi! | cerca di non cantare quando leggi


7 (AVERE)
di strumenti musicali o di oggetti fatti risuonare o tintinnare: suonare armoniosamente o dolcemente, risuonare nel silenzio della notte, si sentiva cantare un violino | si sentiva cantare un violino | un violino cantava in lontananza | faceva cantare i soldi in tasca [Verga]


8 (AVERE)
di cose, di oggetti che scricchiolano o stridono: emettere un rumore uniforme, simile a un canto; di congegno: emettere un rumore uniforme che segnala buon funzionamento le onde cantano infrangendosi sugli scogli | senti come canta questo motore | il vento faceva cantare i rami degli alberi | come canta questo motore! | guardava con tenerezza il suo minacciato castagno, il quale cantava al sole, agitando maestoso la folta chioma nel vento [Fucini] | finalmente il motore cantò [Pavese]


9 (AVERE)
raro scricchiolare, cigolare senti come canta questa sedia | gli cantano le scarpe nuove


10 (AVERE)
esprimere sentimenti di gioia, esultare, farsi sentire, manifestarsi gioiosamente cantare vittoria


11 (AVERE)
letterario poetare chioccola il merlo, fischia il beccaccino; | anch'io torno a cantare in mio latino [Pascoli]


12 (AVERE)
di compositori la cui musica mostra in prevalenza i caratteri della melodia vocale Chopin canta più di Schumann


13 (AVERE)
figurato raro risuonare interiormente la speranza gli canta in cuore | l'inno della vittoria gli cantava nel cuore [Nievo]


14 (AVERE)
gergale rivelare segreti, confessare sotto interrogatorio, fare la spia dopo tre giorni di interrogatori ha cantato | il complice ha cantato | l'imputato ha cantato | uno della banda ha cantato | l'hanno fatto cantare | qualcuno dei complici deve aver cantato | riuscirono a farlo cantare soltanto dopo un estenuante interrogatorio | uno degli arrestati ha cantato | mi viene alle mani uno che, si vede, non vorrebbe altro che cantare Manzoni


Indicativo presente:  io canto, tu canti
Passato remoto:       io cantai, tu cantasti
Participio passato:        cantato

Vedi la coniugazione completa
continua sotto




verbo transitivo

1 eseguire una melodia col canto cantare le litanie | cantare una canzone | cantare una romanza | cantar messa | cantare un'aria del Trovatore | cantare un motivo | cantare un inno | cantare una melodia | cantare il de profundis | cantare un canto di montagna | cantare un'aria | cantare un brano d'opera | cantare il miserere | cantare una ninnananna | cantarono un vecchio motivo popolare

2 figurato celebrare, narrare in versi

3 Dante cantò Beatrice | cantare le gesta degli eroi | cantare le imprese di qualcuno e canterò di quel secondo regno Dove l'umano spirito si purga [Dante] | or quando tu cantasti le crude armi [Dante] | canto l'armi pietose e 'l capitano Tasso | le donne, i cavallier, l'arme, gli amori, / le cortesie, l'audaci imprese io canto [Ariosto]

4 raro di scritto, documento e simili attestare, far fede, esprimere qualcosa in modo da non lasciar dubbi carta canta, villan dorme | carta canta | la carta canta chiaro | la lettera canta chiaro | il vostro caso è serio …: la grida canta chiaro Manzoni

5 (AVERE)
in senso figurato gridare, proclamare, dire chiaro e tondo specialmente cose sgradite lasciamolo cantare | cantare le proprie ragioni | cantarla chiara | cantare a chiare note | cantarla chiara a qualcuno | ha un bel cantare! | cantare la solfa a qualcuno | quante gliene ho cantate!


Indicativo presente:  io canto, tu canti
Passato remoto:       io cantai, tu cantasti
Participio passato:        cantato

Vedi la coniugazione completa
continua sotto




sostantivo maschile

canto, melodia il cantare degli uccelli

 
MASCHILE
FEMMINILE
SINGOLARE
SINGOLAREcantare
PLURALE
PLURALE
SINGOLARE
PLURALE



sostantivo maschile

letteratura nella letteratura italiana del XIV e XV secolo: poema o singolo canto di un poema generalmente di argomento epico cavalleresco, di carattere popolare, recitato nelle piazze dai cantastorie; i singoli canti di tale poemetto i cantari siciliani

 
MASCHILE
FEMMINILE
SINGOLARE
SINGOLAREcantare
PLURALE
PLURALE
SINGOLAREcantari
PLURALE

permalink
<<  cantarata cantarella 1  >>


Locuzioni, modi di dire, esempi


carta canta = si dice per ribadire che i documenti scritti non sono contestabili quando ci si vuole richiamare a fatti o detti documentati || cantare il tantum ergo a qualcuno = scherzoso popolare cantargliele chiare, dirgli a chiare parole il fatto suo, spiattellargli le cose in faccia || canta che ti passa! = esortazione che invita a non preoccuparsi e a non dare troppa importanza agli eventi spiacevoli o sfavorevoli || battere, cantare la (solita) solfa = ripetere qualcosa insistentemente fino alla noia || cantare, fare da secondo = musica fare l'accompagnamento a chi cantando o suonando esegue la parte del canto || cantarla = lo stesso, ma meno comune, che cantarle || cantarle = dire apertamente e schiettamente cose spiacevoli o sgradite a qualcuno questa volta gliele ha cantate chiare || alla fine del salmo si canta il gloria = conviene attendere l'esito di una cosa prima di rallegrarsene o di giudicare || cantare l'alleluia = rallegrarsi per il felice esito di qualcosa; esprimere una grande gioia || cantare, intonare il Te Deum = familiare ringraziare Dio per avere finalmente ottenuto qualcosa || cantare le armi = letteratura narrare in versi imprese guerresche || recitare, cantare con anima = figurato con calore, con passione, con partecipazione emotiva || cantare, dire qualcosa a chiare lettere, a chiare note = esprimere con franchezza idee, opinioni, critiche e simili, senza peli sulla lingua, specialmente per mostrare risentimento || cantare come un cane = cantare in modo stonato e sgraziato || cantare in/di bernesco = letterario nell'uso dei cantori rustici toscani: cantare in rima improvvisando || cantare chiaro, cantarla chiara, cantarne quattro = figurato parlar chiaro, senza peli sulla lingua, essere inequivocabile, esprimere apertamente critiche, rimproveri e simili la lettera canta chiaro § finalmente gliel'ho cantata || cantare di/in gola = cantare con voce gutturale || cantare il de profundis = dare qualcuno per spacciato, considerarlo in fin di vita ormai gli hanno cantato il de profundis || cantare le lodi = elogiare, lodare grandemente qualcuno ha cantato le lodi del suo capo || canta che ti passa = scherzoso invito a non preoccuparsi, a non dar troppo peso a fatti spiacevoli, ecc. || cantare a orecchio = cantare senza conoscere la musica, o ripetere a memoria un'aria musicale senza leggere la musica || la carta canta chiaro; carta canta = i documenti scritti sono prove inoppugnabili, non ammettono ambiguità || cantare vittoria = proclamarsi vincitore | esultare, rallegrarsi per un successo aspetta a cantare vittoria || cantare messa = ecclesiastico celebrare la messa con l'esecuzione cantata delle parti prescritte dalla liturgia | ecclesiastico per antonomasia celebrare la prima messa dopo aver ricevuto gli ordini || lasciar cantare qualcuno = figurato lasciar qualcuno parlare senza ascoltarlo e senza dare peso a ciò che dice || cantare come un usignolo = figurato cantare molto bene || cantare la solfa a qualcuno = figurato rimproverare qualcuno || cantare le proprie ragioni = figurato dichiarare apertamente una posizione, anche negativa, nei confronti di qualcuno || cantare a chiare note = figurato dire chiaro e tondo || quante gliene ho cantate! = figurato quante gliene ho dette! || ha un bel cantare! = figurato ha un bel dire!, spreca inutilmente il fiato



Proverbi


chi vive contando, vive cantando || chi vive sperando, muore penando (o cantando o cagando) || ci sono troppi galli a cantare nel pollaio || diedi al cieco un quattrin perché cantasse e poi due perché tacesse e se ne andasse || dove molti galli cantano, non si fa mai giorno || è meglio sentir cantare il rusignolo, che rodere il topo || gallina che canta, ha fatto l'uovo || gallo prima di cantare, batte l'ali tre volte || gli Italiani piangono, gli Alemanni gridano, i Francesi cantano || i soldi fan cantare gli orbi || iI gallo prima di cantare batte tre votte l'ale || il gallo prima di cantare, batte l'ali tre volte || il mendicante può cantare dinanzi al ladro || il prete dove canta, vi mangia || il prete vien cantando e va via zufolando || il quattrino fa cantare il cieco || in casa non c'è pace, quando gallina canta e gallo tace || la cicala canta canta che poi la schianta || la cicala sulla pianta in estate canta e non pensa a conservare cibo per l'inverno || l'acqua fa male e il vino fa cantare || l'uccello dal becco grosso non può cantare fine || mendicante può cantare dinanzi al ladro || nel pollaio non c'è pace se canta la gallina e il gallo tace || non convien cantare il trionfo prima della vittoria || non si canta bene se dal cuor non viene || non si può cantare e portar la croce || non tutti gli uccelli cantano || ogni bel cantare va a noia || ogni uccello canta meglio nel suo nido che in quello degli altri || per ogni civetta che si senta cantare sul tetto, non sogna metter bruno || prima di fare conviene pensare, come fa il gallo, che prima di cantare batte le ali tre volte || quando canta il cucco (= a primavera), un giorno molle e l'altro asciutto (o un'ora bagna e l'altra è asciutta) || quando canta il cucco (= a primavera) v'è da far per tutto; o cantare o non cantare, per tutto c'è da fare || quando canta il Ghirlindò (o Ghirlingò), chi ha cattivo padron mutar lo può || quando canta il merlo, siamo fuori dell'inverno || quando canta il merlo, chi ha padron si attenga a quello || quando canta il pigozzo (picchio) di gennaio, tieni a mano il pagliaio || quando canta la cicala in settembre, non comprare gran da vendere || quando canta la rana, la pioggia non è lontana || quando canta l'assiolo, contadin, semina il fagiolo || quando cantano le rane, il giorno è lungo come la notte || quando il gallo canta a pollaio, aspetta l'acqua sotto il grondaio || quando il gallo canta fuor d'ora o vuol piovere, o piove, allora il bel tempo va in malora || quando il tempo è diritto, non val cantare il picchio || quando la cicala canta in settembre, non comprare grano da vendere || quando la gallina canta (o schiamazza) ha fatto l'uovo || quando la rana canta, il tempo cambia || quando sono troppi i galli a cantare, non si fa mai giorno || quattrino fa cantare il cieco || senza denari non canta un cieco || senza denari non si canta messa || tanti galli a cantar non fa mai giorno || trist'a quelle case, dove gallina canta e gallo tace || uccello che non canta non dà augurio || uccello in gabbia non canta per amor, canta per rabbia || uomo digiuno non canta || venite pìando, e tornerete cantando


Sfoglia il dizionario

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

cantapassione (s. masch.)
cantar (s. masch.)
cantaranese (agg.)
cantaranese (s. masch. e femm.)
cantarata (s. femm.)
cantare (v. intr.)
cantare (v. trans.)
cantare (s. masch.)
cantare (s. masch.)
cantarella 1 (s. femm.)
cantarella 2 (s. femm.)
cantarella 3 (s. femm.)
cantarella 4 (s. femm.)
cantarella 5 (s. femm.)
cantarellare (v. trans.)
cantarello 1 (s. masch.)
cantarello 2 (s. masch.)
cantarello 3 (s. masch.)
Cantarello 3 (s. masch.)
cantarene (s. masch.)

Sfoglia il dizionario italiano a partire da:


---CACHE--- 6