Dizionario Italiano





cavàllo 
ca|vàl|lo
pronuncia: /kaˈvallo/
sostantivo maschile

1 zoologia grosso mammifero erbivoro con testa lunga, collo diritto rivestito di criniera coda corta con peli lunghissimi, orecchie corte e diritte, arti con un solo dito coperto dallo zoccolo; serve da cavalcatura e da tiro (famiglia: Equidi)

2 fisica unità di misura della potenza di un motore

3 attrezzo usato in ginnastica per fare volteggi

4 nel gioco degli scacchi, pezzo a forma di testa di cavallo

5 una delle figure delle carte napoletane

 
MASCHILE
FEMMINILE
SINGOLARE
SINGOLAREcavallo
PLURALEcavalla
PLURALE
SINGOLAREcavalli
PLURALEcavalle

permalink
<<  cavallirese cavallona  >>

continua sotto


Locuzioni, modi di dire, esempi


cavallo di bocca dura o duro di bocca = sport nell'equitazione, si dice di cavallo che non obbedisce al morso || condurre a mano un cavallo = condurre un cavallo per la briglia senza cavalcarlo || cavallo di corso = cavallo veloce || a tempo di guerra ogni cavallo ha soldo = || cavallo quotato a tre a cinque a dieci = sport nei concorsi ippici, significa che il cavallo, in caso di vittoria, frutterà a chi ha scommesso su di esso, una somma tre, cinque, dieci volte maggiore || cavallo scalzato = zootecnia cavallo avvezzo a camminare senza ferri, cosicché manca quasi completamente di unghia || prendere il cavallo per le briglie il toro per le corna = figurato affrontare direttamente e con estrema decisione una persona problematica o una situazione difficile || cavallo che sente il freno, che sente il morso = equitazione cavallo sensibile al freno o al morso, docile || un cavallo che non sente la frusta = si dice di cavallo che non obbedisce neanche alle frustate (anche in senso figurato e esteso) || giocare sopra un numero, una carta, un cavallo = giocare puntando su quel numero, su quella carta, su quel cavallo || cavallo–vapore ora o cavallo ora = fisica unità pratica di misura del lavoro, pari al lavoro compiuto in un\'ora da una macchina che sviluppi la potenza di 1 cavallo–vapore e cioè a 270.000 chilogrammetri e a 2 650 000 Joule || cavallo quadrigario = raro cavallo da tiro a quattro || razza anglo–normanna cavalli anglo–normanni = zootecnia razza di cavalli, distinta in varie sottorazze, originaria del nord della Francia, notevole per la robustezza e l\'eleganza del portamento, a mantello baio || mettere un cavallo alla cravache = equitazione aizzare un cavallo con il frustino al massimo sforzo in prossimità del traguardo || salire o credersi sul cavallo d\'Orlando = arcaico essere troppo sicuro di sé, avere grandi pretese || un cavallo che va al passo = equitazione cavallo che non va al trotto o al galoppo || cavalli di branco = zootecnia cavalli allevati in stato di libertà || campa cavallo, che l'erba cresce = nelle cose ci vuole pazienza || far cavalli e fanti = arcaico arruolare truppe || cavallo pegaseo = mitologia letterario Pegaso || cavalli di branco = zootecnia cavalli allevati in stato di libertà || campa cavallo, che l'erba cresce = nelle cose ci vuole pazienza



Proverbi


l'occhio del padrone ingrassa il cavallo = nessuno può curare i propri interessi meglio del diretto interessato, le proprie faccende si fanno meglio da sé | per il buon funzionamento di una azienda è necessaria la presenza vigile di chi vi è più direttamente interessato || chi porta la moglie a ogni festa e il cavallo a bere a ogni fontana, alla fine dell'anno avrà il cavallo bolso e la moglie puttana || chi tiene il cavallo e non ha strame, in capo all'anno si gratta il forame || chi va a cavallo da giovane, va a piedi da vecchio || comprar cavalli e tor moglie; serra gli occhi e raccomandati a Dio || con un cavallo d'oro, si va per tutto il mondo || da puledro scabbioso, talvolta cavallo prezioso || da ricca casa compra il cavallo e da casa povera piglia moglie || dappoiché i decreti hanno avuto ale, e i soldati valigie, e che i monaci vanno a cavallo, ogni cosa è andata male || di puledro scabbioso, alle volte hai cavallo prezioso || dodici galline e un gallo, mangiano come un cavallo || donna che piange, cavallo che suda, sono più falsi di giuda || donna in treccia, cavallo in cavezza || e cade anche un cavallo che ha quattro gambe || femmine, vino e cavallo, mercanzia di fallo || figliuole d'osti e caval di mugnai, non te n'impacciar mai || i danari fan correre i cavalli || i soldati fanno come i cavalli che annitriscono a chi li governa e tiran calci al padrone || il cavallo tanto va tanto vale || il fatto dei cavalli non istà nella groppina || il male viene a cavallo e se ne va a piedi || in mancanza di cavalli, trottano anche gli asini || l’occhio del padrone ingrassa il cavallo || la briglia regge il cavallo e la prudenza l'uomo || la cavalla per un fil d'erba si spalla || la fame in Inghilterra comincia dalla mangiatoia del cavallo || la gatta caro vende, e il cavallo mezzo dona || la sferza al cavallo, la cavezza all'asino || la statura del cavallo sta nel cassone della biada || la superbia andò a cavallo e tornò a piedi || la superbia va a cavallo e torna a piedi || legna, fieno e cavalli mercanzia da disperati || letame di cavallo non fa fallo, quello di bue fa quello che può, quello di pecora fa moltissimo || libri e cavalli non s'imprestan mai || l'Inghilterra è il paradiso delle donne, il purgatorio degli uomini e l'inferno dei cavalli || l'occhio del padrone ingrassa il cavallo || mal si giudica il cavallo dalla sella || meglio cavallo fatto che puledro matto || molti cavalli e molti cani fanno di un signore un contadino || né cavalli né giardini, non son pei poverini || né cavallo, né moglie, né vino non li lodare a nessuno || non c'è uomo che non erri, né cavallo che non sferri || non creder lode a chi suo caval vende, né a chi dar moglie intende || non si giudica il cavallo dalla sella || ognuno sa quanto corre il suo cavallo || per un chiodo si perde un ferro, e per un ferro un cavallo || piccion grossi e cavalli a vettura, è bravo chi la dura || quando crediamo d'essere a cavallo siamo per terra || quando i cavalli ruzzano, il padrone stenta || quando il villano è a cavallo, non vorrebbe mai che facesse sera || quando la greppia è vuota, i cavalli si tirano calci || se il cavallo è buono e bello, non guardar razza o mantello || se viene dal monte affrontalo, se viene da valle sprona il cavallo || si batte la sella per non battere il cavallo || tardi vien la biada, se il cavallo è morto || tre cose sono ingannevoli in ogni tempo: erba in rugiada, cavallo in arnese e donna in bella veste || una giovine in mano a un vecchio, un uccello in mano a un ragazzo, un cavallo in mano a un frate, son tre cose strapazzate || uomo a cavallo, sepoltura aperta || vale di più un asino che porti, che un cavallo che butti in terra || viene asin di monte, caccia caval di corte


continua sotto


Sfoglia il dizionario

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

cavallino 1 (agg.)
cavallino 1 (s. masch.)
cavallino 2 (s. masch.)
cavallirese (agg.)
cavallirese (s. masch. e femm.)
cavallo (s. masch.)
cavallona (s. femm.)
cavallone (s. masch.)
cavallottino (s. masch.)
cavallotto (s. masch.)
cavallo–vapore, cavallo vapore (s. masch.)
cavalluccio (s. masch.)
cavalocchi (s. masch.)
cavalocchio (s. masch.)
cavamacchie (s. masch.)
cavamento (s. masch.)
cavana 1 (s. femm.)
cavana 2 (s. femm.)
cavana 3 (s. femm.)
cavanella (s. femm.)

Sfoglia il dizionario italiano a partire da:


---CACHE---