Dizionario Italiano





cosciènza 
co|scièn|za
pronuncia: /koʃˈʃɛntsa/
sostantivo femminile

1 consapevolezza di sé stesso, delle proprie azioni, dei propri scopi

2 sentimento che ciascun individuo ha dei valori morali; criterio di giudizio del bene e del male; dirittura morale

3 impegno, serietà nel compiere il proprio dovere o nell'eseguire un lavoro

4 sensibilità per determinati problemi che implichino un rapporto tra individuo e società

 
MASCHILE
FEMMINILE
SINGOLARE
SINGOLARE
PLURALEcoscienza
PLURALE
SINGOLARE
PLURALEcoscienze

permalink
<<  coscientemente coscienzia  >>

continua sotto


Locuzioni, modi di dire, esempi


la camera della coscienza = l'intimo della coscienza || campo della coscienza = psicologia l'insieme dei fenomeni che in un dato momento appaiono alla coscienza di un individuo || fare forza alla propria coscienza = agire in maniera contraria alle proprie inclinazioni, alla propria etica || mettersi una mano sulla coscienza = figurato fare una profonda riflessione e valutazione del proprio comportamento in base ai propri principi morali o etici || stato di coscienza = psicologia qualsiasi fenomeno psichico, e più specificamente il contenuto relativamente stabile della psiche || manipolare le coscienze = manovrare abilmente le coscienze, agire su di esse soprattutto col presentare la verità, i fatti, le notizie in modo conforme ai proprî interessi



Proverbi


coscienza di mugnai (o di fornai), coscienza d'osti || dove lega la ragione, coscienza pugne || è il miglior piacere del mondo, quello che non lascia rimorso nella coscienza || fede, occhio e coscienza non possono sopportare un granellin di sabbia || il mercante prima si fa i soldi, poi la coscienza || il principe saggio e di buona coscienza, mantien sempre la pace e l'opulenza || l’intelletto deve essere principe, la volontà suddita e la coscienza giudice || la coscienza è come il solletico (chi lo cura, e chi no) || la coscienza non dorme, rode || la coscienza vale mille testimoni e per mille accusatori || la coscienza vale per mille prove || la coscienza vale per mille testimoni || la paura è l'ombra della cattiva coscienza || la peggior compagnia è la cattiva coscienza || l'intelletto deve essere principe, la volontà suddita e la coscienza giudice || molti fanno prima la roba e poi la coscienza || molti hanno la coscienza dove i corbelli hanno la croce || molti hanno la coscienza si larga che avanza una nave di chiesa || molti sfuggono alla pena, ma non ai rimorsi della coscienza || molti si fanno coscienza di sputare in chiesa, e poi cacano sull'altare || poca scienza e molta coscienza || tre cose superano tutto: pazienza, innocenza e buona coscienza || una cattiva coscienza è un avvoltoio che rode l'anima e il corpo || una coscienza pura fa passar giorni felici || uno specchio fedele è la coscienza, una egregia maestra è l'esperienza


continua sotto


Sfoglia il dizionario

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

coscia (s. femm.)
cosciale (s. masch.)
coscialetto (s. masch.)
cosciente (agg.)
coscientemente (avv.)
coscienza (s. femm.)
coscienzia (s. femm.)
coscienziale (agg.)
coscienzialismo (s. masch.)
coscienziosamente (avv.)
coscienziosità (s. femm.)
coscienzioso (agg.)
coscinomante (s. masch.)
coscinomanzia (s. femm.)
coscio (s. masch.)
cosciotto (s. masch.)
coscoroba (s. femm.)
Coscoroba (s. femm.)
coscritto 1 (agg.)
coscritto 2 (part. pass.)

Sfoglia il dizionario italiano a partire da:


---CACHE--- 3