Dizionario Italiano





fortùna 
for|tù|na
pronuncia: /forˈtuna/
sostantivo femminile

1 sorte, variamente buona o cattiva, di qualcuno o qualcosa

2 buona sorte

3 sostanza in denaro

4 fortunale, tempesta

5 caso fortuito

 
MASCHILE
FEMMINILE
SINGOLARE
SINGOLARE
PLURALEfortuna
PLURALE
SINGOLARE
PLURALEfortune

permalink
<<  fortume fortunaghese  >>

continua sotto


Locuzioni, modi di dire, esempi


catena di Sant'Antonio della fortuna della felicità = pratica della superstizione popolare consistente in una lettera anonima che invita a spedire una serie di lettere simili allo scopo di ottenere favori divini, pena gravi disgrazie per chi interrompa la catena | per estensione serie di lettere spedite a più persone contemporaneamente, che invitano a versare una somma che si recupererà moltiplicata spedendo la stessa lettera ad altre persone || avere fortuna = essere fortunato || bene di fortuna = economia (specialmente al plurale) ricchezza patrimoniale || campo di fortuna = aviazione campo d'aviazione improvvisato per atterraggi di emergenza, specialmente di piccoli aerei in avaria o costretti all'atterraggio per cause di forza maggiore || colpo di fortuna = evento positivo, fortunato che giunge quasi fortuito o inatteso | raro evento sfortunato, avversa fortuna || cuffia della fortuna = insieme delle membrane fetali che avvolgono il cranio e la faccia del neonato al momento dell'espulsione del capo, così detta perché considerata di buon auspicio || fare fortuna = arricchirsi || il gioco della fortuna = le vicende, i mutamenti, l'avvicendarsi di fatti che sembrano determinati dai capricci della fortuna || mezzo di fortuna occasionale = automobile o altro veicolo a cui si fa ricorso in circostanze di emergenza o in mancanza di servizio pubblico



Proverbi


chi sa sopportare la propria fortuna, è savio davvero || ci vuol molta fatica a salir sulla ruota della fortuna || ci vuole un'oncia di fortuna e un diavolo che ti porti || come la fortuna toglie, così dà || con la fortuna, ci vuol coraggio || contro l'uomo retto. non ha forza alcuna né il fato, né il destin, né la fortuna || denti radi, fortuna spessa || divenir ricco è fortuna, divenir savio è arte || donna, vento e fortuna, mutano e cambiano come la luna || dove entra la fortuna esce l'umiltà || dove la fortuna giuoca più che il senno, la gente vi corre || è meglio nascer senza naso, che senza fortuna || è meglio smarrir la strada con la buona fortuna, che star sempre al bivio || fortuna cieca, i suoi acceca || fortuna i forti aiuta, e i timidi rifiuta || fortuna, e dormi || fortunato (o chi ha fortuna) in amor, non giochi a carte || gli uomini son la palla della fortuna || gran fortuna passa, chi puttana lascia || i gobbi portano fortuna e le gobbe disgrazia || i grandi ingegni e le grandi fortune, non sempre vanno insieme || il mare fa fortuna, non le fonti || infelice che abbisogni dell'aiuto d'altri per liberarsi dal male o per cercar fortuna || la fortuna aiuta gli audaci || la fortuna aiuta i matti e i fanciulli || la fortuna ci può togliere solo quello che ci ha dato || la fortuna come dà, così toglie || la fortuna del savio ha per figliola la modestia || la fortuna e cieca || la fortuna è cieca; ma la sfiga ci vede benissimo || la fortuna è di chi se la fa || la fortuna è di vetro, risplende ma è fragile || la fortuna è una fonte, ma non tutti hanno un secchio per attingervi || la fortuna è una vacca, a chi mostra il davanti, a chi il di dietro || la fortuna ha i capelli dinanzi || la fortuna non ci può togliere se non quello che ci ha dato || la fortuna non si siede mai || la fortuna non vuol fare anticamera || la fortuna si stanca di portar sempre in spalla il medesimo uomo || la fortuna vien tre volte (e non più) || la fortuna, il fato ed il destino non valgono un quattrino || la ruota della fortuna non è sempre una || la saggezza domina la fortuna || la saggezza dovrebbe avere per compagna la fortuna, ma la fortuna è nemica della saggezza || l'altrui fortuna è una corda al collo dell'invidioso || l'eclissi sia del sole o della luna, freddo la porta e mai buona fortuna || l'industria è la mano destra della fortuna || l'occasione e la fortuna, bisogna saperle afferrare || l'oro rende sordo e la fortuna cieco || l'uomo ordisce e la fortuna tesse || l'uomo timido ha poca fortuna || mare fa fortuna, non le fonti || nessuno è contento della propria fortuna || non comincia fortuna mai per poco, quando un mortal si piglia a scherno e gioco || non val sapere, a chi fortuna ha contra || ognuno è artefice della propria fortuna || ognuno è fabbro della sua fortuna || ognuno sa ballare quando la fortuna suona || quando comincia ad innalzarsi la superbia, allora comincia ad abbassar la fortuna || quando del ben servir mal si raduna, non si deve incolpar se non fortuna || quando fortuna dona all'uom rispetto, gli dà favore e aiuto a suo dispetto || quando la fortuna accarezza l'uomo è per mettergli il laccio al collo || ragazza vecchia fortuna aspetta || ricchezza e fortuna cambiano come la luna || se fortuna travaglia un nobil core, raro è che alfine non gli dia favore || tempo, vento, signor, donna, fortuna, voltano e tornan come fa la luna || un buon re è una benedizione per il paese ed una fortuna per il suo popolo || un vento di fortuna suscita spesso una tempesta di disgrazie || virtù e fortuna non istanno di casa assieme



Sfoglia il dizionario

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

FORTRAN (s. masch.)
fortuità (s. femm.)
fortuitamente (avv.)
fortuito (agg.)
fortume (s. masch.)
fortuna (s. femm.)
fortunaghese (agg.)
fortunaghese (s. masch. e femm.)
fortunale (agg. e s. masc.)
fortunalmente (avv.)
fortunare (v. trans.)
fortunatamente (avv.)
fortunatissimo (agg.)
fortunato (agg.)
fortunella (s. femm.)
Fortunella (s. femm.)
fortunello (s. masch.)
fortunite (s. femm.)
fortunosamente (avv.)
fortunoso (agg.)

Sfoglia il dizionario italiano a partire da:


---CACHE--- 3