Dizionario Italiano





mèglio 
mè|glio
pronuncia: /ˈmɛʎʎo/
aggettivo e sostantivo maschile e avverbio

1 più buono, migliore

2 maggiormente

 
MASCHILE
FEMMINILE
SINGOLARE
SINGOLAREmeglio
PLURALEmeglio
PLURALE
SINGOLAREmeglio
PLURALEmeglio

permalink
<<  megliadinese meglioramento  >>


Locuzioni, modi di dire, esempi


accompàgnati con chi è meglio di te e fagli le spese = || andar di bene in meglio = procedere con miglioramento, spesso ironicamente in senso antifrastico || alla bell'e meglio = come si può, arrangiandosi in qualche modo, in modo affrettato, approssimativo ci siamo arrangiati alla bell'e meglio || alla bene e meglio = variante meno comune di alla bell'e meglio || di bene in meglio = sempre meglio, ottimamente gli affari vanno di bene in meglio | il lavoro va di bene in meglio; anche in senso ironico con valore antifrastico: sempre peggio ieri avevo la tosse, oggi la febbre, di bene in meglio! || per meglio dire = introduce un'ulteriore precisazione o una correzione a quanto si è appena detto || è meglio intenderci subito = si dice quando si vuole mettere subito bene in chiaro una questione in modo da evitare poi discussioni o contrasti futuri || meno… e meglio = si dice per indicare che riducendo una certa azione aumenta l'effetto desiderato meno lo tocchi e meglio è | meno stai fermi meglio guarirai || sai sai bene lo sapete bene meglio di me = si dice per rammentare ciò che si suppone sia noto, accentuandone l'importanza sai bene che non posso fare ciò che mi chiedi | lo sapete bene che non posso fare di più || lei sa benissimo che ... tu sai meglio di me che ... = formule introduttive nel ricordare cose ovvie o note, ma usate con valore asseverativo sai bene che ti amo | sai quanto io tenga a questo incarico | sai bene che io non ho secondi fine || mi sa meglio = preferisco, mi pare meglio, mi è più gradito || sai bene sai meglio di me si sa sai com’è = espressioni usate per preannunciare o anche avvalorare l’ovvietà di ciò che si sta per dire, per ricordare cose ben note: sai com’è, da cosa nasce cosa o per sottolineare ciò che si sta dicendo tu sai benissimo come stanno le cose | sapete meglio di me che devo andare via || quattro occhi vedono meglio che due = si vede o si giudica meglio quando si è in più d'uno specialmente a controllare || è meglio sentire tutte e due le campane = è meglio ascoltare le ragioni dell\'uno e dell\'altro, o le diverse versioni che d\'uno stesso fatto danno le due parti in contrasto || quattro occhi vedono meglio che due = si vede o si giudica meglio quando si è in più d\'uno specialmente a controllare || si stava meglio quando si stava peggio = si dice per indicare che il troppo benessere è arrivato a noia || quattro occhi vedono meglio di due = se ci si aiuta si ottengono migliori risultati, insieme agli altri si riesce meglio che da soli



Proverbi


chi peggio fa, meglio l'accomoda || chi prima arriva, meglio alloggia || chi si marita fa bene, chi non si marita fa meglio || con l'oro, meglio che con l'eloquenza, si prova la propria innocenza || coraggio copre l'eroe meglio che lo scudo il codardo || dopo un meglio, ne viene un peggio || due bene, tre meglio, quattro male, e cinque peggio || è buona cosa la messa udire, ma è meglio la casa custodire || è meglio ardere (o bruciare) una città, che mettere una cattiva usanza || è meglio allegare che fiorire || è meglio ammazzare uno, che mettere una cattiva usanza || è meglio andare in paradiso stracciato, che all'inferno in abito ricamato || è meglio aver che fare coi matti che con i traditori || è meglio aver la paura, che la paura e il danno || è meglio avere i pantaloni rotti nel culo, che il culo rotto nei pantaloni || è meglio avere in borsa, che stare in (o vivere di) speranza || è meglio bere acqua in patria, che vino all'estero || è meglio cader dal piede, che dalla vetta || è meglio cappello in mano, che la borsa || è meglio cento beffe, che un danno || è meglio che mentisca io, che il pane || è meglio città guasta, che perduta || è meglio compatire, ch'esser compatiti || è meglio conservare il proprio paese, che conquistare l'altrui || è meglio consumar le scarpe, che le lenzuola || è meglio corta follia, che lunga || è meglio dar la lana, che la pecora || è meglio dare, che avere a dare || è meglio dare e pentire, che tenere e patire || è meglio dir «che pane è questo?», che «non ce n'è» || è meglio dir poveretto me, che poveretti noi || è meglio diventar rosso una volta, che pallido tante || è meglio donare, che prestare || è meglio educare i bambini con le parole, che con la verga || è meglio esser capo di luccio, che coda di storione || è meglio esser capo di gatto, che coda di leone || è meglio entrare saltando, che strisciando || è meglio errar con molti, ch'esser savio solo || è meglio esser amato, che temuto || è meglio esser capo di lucertola, che coda di dragone || è meglio esser cieco, che veder male || è meglio esser cortese morto, che villan vivo || è meglio esser dotto, che dottore || è meglio esser geloso, che becco || è meglio esser il primo a casa sua, che il secondo a casa d'altri || è meglio esser invidiati, che compatiti || è meglio esser martire, che confessore || è meglio esser padrone di un testone, che servo di un milione || è meglio essere di man battuto, che di lingua ferito || è meglio essere digiuno fuori, che satollo in prigione || è meglio essere mendicante, che ignorante || è meglio essere mezzo appiccato, che male ammogliato || è meglio far la storia, che scriverla || è meglio essere padrone di una barca, che capitano di un bastimento || è meglio essere piccolo padrone, che gran servo || è meglio essere uccel di bosco, che uccel di gabbia || è meglio imbattersi, che andare apposta || è meglio il pan nero che dura, che il bianco che si finisce || è meglio fare una cosa, che desiderarla fatta || è meglio il danno, che cattivo guadagno || è meglio imbattersi. che cercarsi apposta || è meglio indarno stare, che indarno lavorare || è meglio la musica, che la battuta || è meglio la pace dei villani, che la guerra dei cittadini || è meglio libero e povero, che schiavo con catena d'oro || è meglio mangiare quanto s'ha, che dire quanto si sa || è meglio mendicare, che sulla forca sgambettare || è meglio mieter due giorni prima, che uno tardi || è meglio misurar due volte, che tagliar male || è meglio morir con onore, che viver con vergogna || è meglio morir di fame, che di stento || è meglio morire, che ridire || è meglio nascer senza naso, che senza fortuna || è meglio non acquistar, che perdere || è meglio non avere legge, che non farla osservare || è meglio onore, che boccone || è meglio pagare e poco avere, che molto avere e sempre dovere || è meglio pentirsi una volta, che non pentirsi mai || è meglio perdere beni e vita, che giurare il falso || è meglio perdere, che disperdere || è meglio piegar, che rompere || è meglio pioggia e vento, che non il mal tempo || è meglio poco, che nulla || è meglio prendere, che esser presi || è meglio punire apertamente, che odiare segretamente || è meglio puzzar di porco, che di povero || è meglio qualcosa, che nulla || è meglio ricordare due volte, che dimenticare una || è meglio ricorrere al re, che ai suoi ministri || è meglio sdrucciolar coi piedi, che colla lingua || è meglio sentir cantare il rusignolo, che rodere il topo || è meglio servire un ricco avaro, che un povero liberale || è meglio smarrir la strada con la buona fortuna, che star sempre al bivio || è meglio spendere i soldi dal macellaio, che dal farmacista || è meglio star sotto barba, che sotto bava || è meglio stare al bosco e mangiar pignoli, che stare in castello con gli Spagnoli || è meglio stare al bosco strutto, che stare in carcere ben ridutto || è meglio sudare, che tremare || è meglio tale e quale, che senza nulla stare || è meglio tardi, che mai || è meglio tenere a terra, che vendere a calcina || è meglio tornare in sé, che esserci stati sempre || è meglio ubbidire, che santificare || è meglio un aiuto, che cento consigli || è meglio un andare, che cento andremo || è meglio un beccafico, che una cornacchia || è meglio un cattivo vicino, che un fratello lontano || è meglio un dolor di tasca, che di cuore || è meglio un leone, che mille mosche || è meglio un libro corretto, che bello || è meglio un magro accordo, di una grassa sentenza || è meglio un papa vivo, che cento morti || è meglio un silenzio parlante, che un irragionevole parlare || è meglio un soldo di buon acquisto, che mille d'imbrogli || è meglio un tieni tieni, che cento piglia piglia || è meglio una buona e secca scalfittura, che una buona e molle aratura || è meglio una cattiva parola del marito, che una buona del fratello || è meglio una mano dal giudice, che un abbraccio dall'avvocato || è meglio una volta, che mai || è meglio un'ape sola, che un esercito di vespe || è meglio vestir cencio con leanza, che broccato con disonoranza || è meglio vin torbo, che acqua chiara || è meglio viver da massai, che da prodighi || è meglio viver piccolo, che morir grande || è meglio vivere e patire, che allontanarsi per dover morire || è meglio vivere un giorno da leone, che cento anni da pecora || è meglio volta, che stravolta || e sa meglio il pazzo i fatti suoi, che il savio quelli degli altri || è, meglio che stia un solo bene, che tutti male || è meglio pagare e poco avere che molto avere e sempre dovere || è meglio un silenzio parlante che un irragionevole parlare || egli è meglio pincione in mano, che tordo in frasca || fidarsi è bene, non fidarsi è meglio || Fidati era un buon uomo, Nontifidare era meglio || fieno folto, si taglia meglio del chiaro || fino a san Martino, sta meglio il grano al campo, che al mulino || fra due litiganti, il terzo gode e delle lor sostanze, il meglio rode || giovane e bello è bene; brutto e casto è meglio || i giorni spesi bene, sono i meglio impiegati || i meglio bocconi son quelli che strozzano || il buon nome è meglio di tutte le ricchezze del mondo || il coraggio copre l'eroe meglio che lo scudo il codardo || il fieno folto si taglia meglio del chiaro || il meglio di ogni cura cercalo in natura || il meglio è nemico del bene || il riflettere è quello che c'è di meglio nell'uomo || la matassa quanto più è arruffata e meglio s'accomoda || la mercanzia rara è meglio che buona || la natura tende sempre al meglio || la saggezza che viene dall'esperienza è meglio di quella appresa sui libri || l'arcolaio, quanto più è vecchio, e meglio gira || le pitture e le battaglie si veggono meglio da lontano || l'esperienza senza il sapere è meglio del sapere senza esperienza || marito vecchio, meglio che nulla || meglio affrontare che temere il pericolo || meglio andare a letto senza cena che alzarsi con i debiti || meglio aperto rimprovero che odio segreto || meglio assolvere un peccatore, che condannare un giusto || meglio assolvere un reo che condannare un innocente || meglio aver delle corna che delle croci || meglio aver regola che rendita || meglio buon desinare che una bella giubba || meglio cavallo fatto che puledro matto || meglio cecità d’occhi che cecità d’intelletto || meglio che un fanciullo impari con molti a scuola, che da solo in casa || meglio che un leone guidi la lepre piuttosto che la lepre guidi il leone || meglio comandare che fottere || meglio con un avaro che ne ha che con un prodigo disperà || meglio dieci donare che cento prestare || meglio diventar mori che rossi || meglio è nemico del bene || meglio è non dire, che cominciare e non finire || meglio è vedova sedere, che essere maritata e male avere || meglio errar con molti che da sé stesso || meglio essere invidiati che compatiti || meglio essere previdenti che penitenti || meglio essere un cortese morto che un villano vivo || meglio far invidia che far pietà || meglio fra il canto degli uccelli che fra il suono delle arpe || meglio il marito senza amore che con gelosia || meglio in vita un complimento che dopo morti un monumento || meglio la corte che la croce || meglio la morte del soldato che il pane del mendicante || meglio l'ultimo sorriso che il primo riso || meglio l'uovo oggi che la gallina domani || meglio mendicante che ignorante || meglio minuzzoli con amore, che polli grassi con dolore || meglio onore senza vita che vita senza onore || meglio pace certa che vittoria sperata || meglio perder l'amico che un bel detto || meglio perdere l'occhio che la reputazione || meglio pigliar moglie che insidiar l'altrui || meglio poco che niente || meglio povero e allegro che ricco e malinconico || meglio povertà onorata che ricchezza svergognata || meglio prevedere che rimediare || meglio qualcosa che nulla || meglio saperne uno bene che trenta male || meglio soli che male accompagnati || meglio star vicini a un crudo che a un nudo || meglio tardi che mai || meglio tardi e bene, che presto e male || meglio troppo presto che troppo tardi || meglio un aiuto che cinquanta consigli || meglio un asino (o un cane) vivo che un dottore morto || meglio un bene lontano che un male vicino || meglio un buon re che una buona legge || meglio un esercito di cervi sotto il comando di un leone, che un esercito di leoni sotto il comando di un cervo || meglio un fiorino guadagnato che cento ereditati || meglio un fringuello in gabbia che un tordo in frasca || meglio un magro accordo, che una grassa sentenza || meglio un marito vecchio e a tavola mangiare,che un marito giovane e a tavola digiunare || meglio un medico fortunato che uno dotto || meglio un morto in casa che un Pisano all'uscio o alla porta || meglio un ordine di ferro che un'anarchia d'oro || meglio un prossimo vicino che un lontano cugino || meglio un uovo oggi che una gallina domani || meglio una festa che cento festicciole || meglio una parola prima che due dopo || meglio una sassata nella testa, che una ferita nell'onore || meglio una torta in due che una cacca da soli || meglio una vecchia capanna in terra che una nave nuova in mare || meglio uno spirito che vola, che un'anima che striscia || meglio un'oncia di libertà che dieci libbre d'oro || meglio un'ora troppo presto che un minuto troppo tardi || meglio vendere che viver senza spendere || meglio vivere che morire || nell'oscuro si vede meglio con uno che con due occhi || non si sta mai tanto bene che non si possa star meglio, né tanto male che non si possa star peggio || ogni cosa è meglio che la morte || ogni sarto crede di tagliare il mantello meglio dell'altro || ogni uccello canta meglio nel suo nido che in quello degli altri || ognuno vuol meglio a sé che agli altri || pentirsi è bene, non peccare è meglio || per tutto bene, ma in famiglia meglio || quanto più la matassa è arruffata, tanto meglio si accomoda || se devi dare, meglio non tardare || si fa presto a schernire una cosa, ma bisogna saper far meglio || si stava meglio quando si stava peggio || sta meglio il grano al campo, che al mulino || studia, non per sapere di più, ma per sapere meglio degli altri || su questa terra nulla c'è di meglio che pace e buon nome || tutto è meglio della morte || un buon riposo val meglio di un buon pranzo || va' con chi è meglio di te e pagagli le spese || vaso vuoto suona meglio || vedono più quattr'occhi che due (o quattro occhi vedono meglio che due) || è meglio pentirsi una volta che non pentirsi mai



Sfoglia il dizionario

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

meglenitico (agg.)
meglenoromeno (agg.)
meglenoromeno (s. masch.)
megliadinese (agg.)
megliadinese (s. masch. e femm.)
meglio (agg. e s. masc. e avv.)
meglioramento (s. masch.)
meglioranza (s. femm.)
megliorare (v. trans e intr.)
megliorato (part. pass.)
megliore (agg. e s. masc. e avv.)
megliorismo (s. masch.)
megofride (s. femm.)
Megofride (s. femm.)
megura (s. femm.)
Megura (s. femm.)
mehalla (s. femm.)
mehari (s. masch.)
meharista (s. masch.)
mehelya (s. femm.)

Sfoglia il dizionario italiano a partire da:


---CACHE---