Dizionario Italiano





mólto 
mól|to
pronuncia: /ˈmolto/
aggettivo e sostantivo maschile, pronome e avverbio

in gran quantità o numero

 
MASCHILE
FEMMINILE
SINGOLARE
SINGOLAREmolto
PLURALEmolta
PLURALE
SINGOLAREmolti
PLURALEmolte

permalink
<<  Moltkia moltospite  >>


Locuzioni, modi di dire, esempi


essere passata molt'acqua sotto i ponti = si dice quando è trascorso molto tempo || non andare non arrivare molto in là = familiare difettare di comprendonio, non capire molto || avere molto di qualcuno = assomigliargli ha molto di suo padre || avere molte bocche da sfamare = avere molte persone a carico || disporre di molte cose = possedere molti averi || dare molto poco = concedere molto o poco di sé stessi || a trincar senza misura molto tempo non si dura = || fare molto per qualcuno o qualcosa = adoperarsi molto per qualcuno o qualcosa || ci unisce un filo molto resistente = abbiamo un legame affettivo o pratico molto solido || avere poco molto lavoro = essere poco o molto impegnato || essere molto preso = essere molto occupato, avere molti impegni || volere molto bene un gran bene un bene dell'anima = amare molto, moltissimo litigano spesso ma si vogliono un bene dell'anima || non ci vuole molto a capirlo a capire che... = si dice di cosa lapalissiana, evidente, manifesta per cui non occorre molto acume, molta intelligenza per capirla || volerci molto poco = sottinteso tempo, fatica, denaro e simili: essere necessario, occorrere ci vorrà molto per finire? | non ci vuole molto a capire | ci vuol poco per arrivare | per fare una camicia ci vogliono due metri di stoffa | per andare a scuola ci vogliono cinque minuti || aver poca, molta, buona rattenitiva = regionale nell\'uso toscano: aver memoria, capacità di tenere a mente || sentire molto, altamente, umilmente ecc. di sé = avere una grande, una modesta, opinione di sé stesso || aver poca, molta, buona ratteniva = regionale nell\'uso toscano: aver memoria, capacità di tenere a mente || è un tipo che parla poco, che non parla molto = si dice di persona, di poche parole, laconica || essere di poche o di molte parole = essere sbrigativo o loquace, amante o non amante delle chiacchiere || a gran o grandi passi, con passi molto lunghi, a passi da gigante = rapidamente, in fretta, velocemente | figurato realizzando notevoli e rapidi progressi || stare poco, molto, tanto a fare qualcosa = impiegare poco, molto, tanto tempo || avere molti anni addosso = essere vecchio || avere molti anni addosso = essere vecchio || un atleta, un cavallo che ha molti numeri = atleta, cavallo che ha molte probabilità di vincere la gara || avere molte frecce al proprio arco = figurato essere versatile, avere mezzi e risorse materiali e mentali per raggiungere uno scopo o, in una contesa, disporre ancora di validi argomenti || tenere qualcuno in molto, in poco, in nessun conto = stimare qualcuno molto, poco, nulla || avere molta carne addosso = essere grasso || personalità molto discussa = persona di incerta moralità o affidabilità || tenere molto, troppo, poco posto = essere, o non essere, ingombrante || molto, troppo gentile! = formula di cortesia per ringraziare qualcuno di un invito, di un complimento o per troncare le altrui insistenti profferte || mare molto grosso o mare 8 = meteorologia stato del mare quasi tempestoso con onde alte in media tra i 9 e i 14 metri || scrittore molto, poco letto = letteratura scrittore molto, poco gradito ai lettori | figurato Leggere tra le righe, capire una cosa sottintesa, non espressa chiaramente || né poco né molto = raro per nulla, niente affatto || aprire molte porte, tutte le porte = figurato facilitare molto, far ottenere tutto ciò che si vuole il denaro apre tutte le porte | quella conoscenza gli aprirà tutte le porte



Proverbi


chi perde la roba perde molto, ma chi perde il cuore perde tutto || chi ride degli altri, ha molto da imparare || chi risparmia oggi, domani molto avrà || chi si attacca al poco, non esiterà a rubare molto || chi sta molto in casa d'altri, doventa forestiero in casa propria || chi vuol punire i pensieri, ha bisogno di molte forche || ci vuol molta fatica a salir sulla ruota della fortuna || con bocca e lingua castigate, molte pene avrai risparmiate || contento di bella moglie, poco ti dà e molto ti toglie || dolce canto, molti ne ha ingannati || dolcezza e bellezza molto possono al mondo || donna che ha molti amici, ha molte lingue mordaci || donna che ti stringe e le braccia al collo ti cinge, poco t'ama e molto finge, e nel fine ti abbrucia e tinge || dono molto aspettato, è venduto e non donato || dotto molto pensa e poco parla, non pensa l'ignorante e sempre ciarla || dove molti galli cantano, non si fa mai giorno || dove molti peccano, nessuno si gastiga || dove son molte mani, chiudi || dove son molti, son degli stolti || è difficile molto contrattare con chi non sa né vendere né comprare || è meglio errar con molti, ch'esser savio solo || pensa molto, parla poco e scrivi meno || è meglio pagare e poco avere, che molto avere e sempre dovere || egli è molto da pregiare, chi ha perduto e lascia andare || fra dire e fare, si consumano di molte scarpe || guai a quella famiglia che non ha vecchi per molto senno e per età || i cattivi scrittori, sciupano molta buona carta || il contento di bella moglie poco ti dà e molto ti toglie || il dotto molto pensa e poco parla, non pensa l'ignorante e sempre ciarla || il fiume che si divide in molti rami si secca || il libro del perché è molto grande || il molto fa l'uomo stolto || il padre che ha molti figli da nutrire di rado ingrassa || il pensare è molto lontano dall'essere || il rider molto non si addice alle fanciulle || il solo cibo può appagar le brame, di chi per lunga inedia ha molta fame || il sempre sospirar molto consola || in fatto di politica, è più utile un po' di buon senso, che molta astuzia || la cortesia ottiene molto con poca spesa || la guerra molti atterra || la molta cortesia, fa temere che inganno vi sia || la molta roba fa l'uomo stolto || la paura e la vergogna legano molte mani || la pianta che ha molti frutti, non li matura tutti || la pulizia costa poco e molto vale || la verità fa poche parole e la menzogna molti complimenti || la volontà, il potere e il sapere possono molto || l'aratro ha la punta di ferro; la zappa l'ha d'argento; d'oro l'ha la vanga; e quando vuoi far lavoro degno, metti tra la vanga molto ferro e poco legno || le belle parole giovano molto e costano poco || libro del perché è molto grande || l'orgoglio unito a molte virtù le uccide tutte || l'uso serve di tetto ai molti abusi || maggio ortolano (cioè acquoso), molta paglia e poco grano || mal consigliare e buona intenzione fan piangere molto || meglio che un fanciullo impari con molti a scuola, che da solo in casa || meglio errar con molti che da sé stesso || modestia e pazienza molto possono || molta neve d'invemo promette un'estate secca e calda || molta prudenza è nei giudizi essere tardo perchè inganna, spesse volte, al primo sguardo || molta terra, terra poca; poca terra, terra molta || molte cose il tempo cura che la ragione non sana || molte formiche divorano un leone || molte opinioni rompono l'unione || molte paglie unite possono legare un elefante || molte volte i nocumenti sono agli uomini documenti || molte volte la bellezza più adorabile si unisce alla sciocchezza più insopportabile || molte volte si perde per pigrizia, quel che si è guadagnato per giustizia || molti anni e molti pericoli assennano l'uomo || molti beffano i nudi ma non hanno essi stessi la camicia || molti cavalli e molti cani fanno di un signore un contadino || molti del ricco sono parenti stretti, ma non trovano parenti i poveretti || molti fanno prima la roba e poi la coscienza || molti hanno insegnato a ingannare temendo d'essere ingannati || molti hanno la coscienza dove i corbelli hanno la croce || molti hanno la coscienza si larga che avanza una nave di chiesa || molti ladri siedon bene || molti nemici, molto onore || molti parenti, molti tormenti || molti parlan d'Orlando che non vider mai il suo brando || molti pochi fanno un assai || molti possono saper molto, ma nessuno può saper tutto || molti rigagnoli fanno gran fiume || molti sanno tutto di tutti e di sé stessi nulla || molti servitori, molti rumori || molti sfuggono alla pena, ma non ai rimorsi della coscienza || molti si fanno coscienza di sputare in chiesa, e poi cacano sull'altare || molti soffrono (o patiscono) per necessità, ma l'avaro per volontà || molti sono i verseggiatori, pochi i poeti || molti sono la vernice, pochi il legno || molti vogliono sposare la saggezza, ma non vogliono poi sposar le spese delle nozze || molti volano così in alto coi loro pensieri, che non toccano né il cielo né la terra || molti, poi che l'hanno avuto, piangon quel che han voluto || molto finge, e infine ti brucia e tinge || molto fumo poco arrosto || molto onore, molto ardire || molto più fanno gli anni che i libri || molto pulciaio, molto granaio || molto sa il topo, ma però più il gatto || non disprezzare mai la voce del popolo: esso è in molti e tu sei solo || non è sapiente chi ha letto molto, ma chi ha letto bene || paesi fecondi rendon molti vagabondi || pensa molto, parla poco e scrivi meno || pensare è molto lontano dall'essere || per amore di pace se ne ingoiano molte || per andare a piano si scendon molte miglia || per l'onor si studia molto || per san Bastiano (gennaio), sali il monte e guarda il piano; se vedi molto, spera poco; se vedi poco, spera assai || per andare a piano si scendon molte miglia || piace quel ballo che non molto dura; se troppo in lungo va, cambia natura || poca scienza e molta coscienza || poca uva, molto vino; poco grano, manco pane || pochi denari e molto onore || poco fiele fa amaro molto miele || prima di conoscere bene un amico conviene mangiare molto sale con lui || quando un trono cade, s'alza molta polvere || rimedio a molti mali s'è trovato, tranne all'osso del collo, se è slogato || Roma a chi nulla in cent'anni, a chi molto in tre dì || scienza, casa, mare, molto fan l'uomo avanzare || se d'aprile a potar vai, contadino, molt'acqua beverai e poco vino || se l'orgoglio fosse un'arte, vi sarebbero molti maestri || sempre sospirar molto consola || si perde molto, per essere stolto || solo cibo può appagar le brame, di chi per lunga inedia ha molta fame || temporale di notte, molto fracasso e nulla di rotto || un piacere è ben pagato, quando molto si è aspettato || un ricco solo impoverisce molti || un traditore ha molte armi per ferire || una pianta che ha molti frutti non li matura tutti || un'ora di buon sole rasciuga molti bucati


Sfoglia il dizionario

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

moltissimo (avv.)
moltitudine (s. femm.)
moltivago (agg.)
moltkia (s. femm.)
Moltkia (s. femm.)
molto (agg. e s. masc., pron. e avv.)
moltospite (agg.)
moltospito (agg.)
moltrasino (agg.)
moltrasino (s. masch.)
moluccella (s. femm.)
Moluccella (s. femm.)
Molucche (nome pr. femm. pl.)
molucchese (agg.)
molucchese (s. masch. e femm.)
moluro (agg.)
molva (s. femm.)
Molva (s. femm.)
molvacuometro (s. masch.)
molvenese (agg.)

Sfoglia il dizionario italiano a partire da:


---CACHE--- 2