Dizionario Italiano





nàscere 
nà|sce|re
pronuncia: /ˈnaʃʃere/
verbo intransitivo e sostantivo maschile

1 detto di uomini e animali essere partorito, venire alla luce

2 detto di vegetali cominciare a spuntare dal terreno

3 detto di astri spuntare, levarsi all'orizzonte

4 detto di fiumi derivare, aver la sorgente

5 in senso figurato aver principio, origine, fondamento

Indicativo presente:  io nasco, tu nasci
Passato remoto:       io nacqui, tu nascesti
Participio passato:        nato/a/i/e

Vedi la coniugazione completa

permalink
<<  nascenza naschese  >>

continua sotto


Locuzioni, modi di dire, esempi


a Venezia chi vi nasce mal si pasce chi ci viene ci sta bene = || nascere bene = nascere da famiglia agiata, socialmente elevata || nascere sotto una buona stella = nascere sotto auspici favorevoli, con il favore della fortuna; essere fortunati nella vita || nascere con la cuffia = nascere sotto buoni auspici, essere fortunato; lo stesso che nascere con la camicia || sul far del giorno sul nascere del giorno = all'alba, alle prime luci dell'alba || sente nascere l\'erba, o la gramigna = detto di persona d\'udito finissimo, o meticolosa, che fa caso a tutto, o che di tutto teme || la casa, la terra ecc. che lo ha visto nascere = la casa, la terra ecc. dove qualcuno è nato || l\'ho visto nascere = l\'ho accudito fin dal primo giorno di vita || nascere sotto una buona, cattiva stella = essere fortunato o sfortunato per natura, avere un destino favorevole, sfavorevole || esser nato di marzo = scherzoso si dice di persona che ha carattere capriccioso, bislacco e volubile || si sa dove si nasce, non si sa dove si muore = si dice per indicare l'incertezza circa il tempo e il luogo della morte



Proverbi


chi non vuol durar fatica in questo mondo, non ci nasca || chi prima nasce prima pasce || da aquila, non nasce colomba || da colpa nasce colpa || da cosa nasce cosa || da un disordine, nasce un ordine || dal lupo non nascono agnelli || dal mar salato, nasce il pesce fresco || d'aquila, non nasce colomba || deve ancor nascere quel cuoco, che possa contentare tutti i gusti || di maggio, nascono i ladri || di meo, nasce meo || di vacca non nasce cervo || dove passi il campano, nasce il grano || dove si fa fuoco, nasce del fumo || dove tu nasci, quivi ti pasci || d'un disordine, nasce un ordine || d'un male, nasce un bene || è meglio nascer senza naso, che senza fortuna || il primo figlio nasce quando vuole || il rassegnarsi non nacque mai || il sole che nasce ha più adoratori di quel che tramonta || in campo stracco, di grano nasce loglio || in casa di galantuomo nasce prima la femmina e poi l'uomo || in forno caldo non può nascer erba || in Tirolo, si semina fagioli e nascono sbirri || l’erba voglio non nasce neanche nel giardino del re || l’invidia nacque e morirà con gli uomini || la guerra nasce da due parole: «mio» e «tuo» || la legge nasce dal peccato || la nobiltà non si acquista nascendo, ma virtuosamenre vivendo || la pazienza è una buon'erba (o un'erba salutare) ma non cresce (o nasce) in tutti gli orti || la solitudine fa nascere dei buoni e dei cattivi pensieri || le meraviglie nascono senza seminarle || le piante della virtù non nascono dai semi del vizio || nacque per nulla chi vive sol per sé || nessun odio è così forte come quello che nasce dall'amore || nessuna donna nasce prostituta || nessuno nasce maestro || per san Donato (agosto), l'inverno è nato; per san Lorenzo, gli è grosso come un giovenco; per santa Maria, quanto una Badia || poeti si nasce, non si diventa || poeti si nasce, oratori si diventa || quando è larga sul fianchetto nasce un bel maschietto || quando il tuo diavolo nacque, il mio andava ritto alla panca || quando lo sdegno e la vendetta si accoppiano, nasce la ferocia || quando nascono (i figliuoli) son tutti belli, quando si maritano, tutti buoni, e quando muoiono son tutti santi || se fossi cappellaio gli uomini nascerebbero senza capo || se tagli un cardo in april, ne nascon mille || se vuoi la buona rapa, per santa Maria (settembre) sia nata || sempre ti graffierà chi nacque gatto || si sa come si nasce, non si sa come si muore || sole che nasce ha più adoratori di quel che tramonta || sotto la luna marzolina nasce l'insalatina || stoltezza e arroganza nacquero nello stesso parto || tanti ne nasce tanti ne muore || tristo è quell'uccello che nasce in cattiva valle || tutti adorano il sole che nasce || tutti si nasce piangendo e nessuno muore ridendo


continua sotto


Sfoglia il dizionario

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

nasareno (s. masch.)
nasata (s. femm.)
nasato (part. pass.)
nascente (part. pres.)
nascenza (s. femm.)
nascere (v. intr. e s. masch.)
naschese (agg.)
naschese (s. masch. e femm.)
nasciere (v. intr.)
nascimento (s. masch.)
nascione (s. masch.)
nascita (s. femm.)
nascito (s. masch.)
nascituro (agg. e s. masc.)
nasco (s. masch.)
nascondarella (s. femm.)
nascondarello (s. masch.)
nascondello (s. femm.)
nascondere (v. trans.)
nascondersi (v. pron. trans e intr.)

Sfoglia il dizionario italiano a partire da:


---CACHE--- 3