Dizionario Italiano





lùpo 1 
lù|po 1
pronuncia: /ˈlupo/
sostantivo maschile

1 zoologia nome comune di un mammifero selvatico del genere Cane (Canis lupus) diffuso nelle foreste e sulle montagne dell'Europa, dell'Asia e dell'America settentrionale, dal tronco snello e agile, con zampe lunghe, sottili e nervose, testa grande e forte, con muso aguzzo, orecchie grandi e appuntite, pelame folto di colore variabile a seconda degli individui e muscolatura robusta, caratterizzato da un'eccezionale voracità; vive in branchi poco numerosi caratterizzati da una struttura sociale gerarchica con un maschio e una femmina dominanti un branco di lupi | gli ululati del lupo

2 come simbolo di voracità, ferocia, rapacità, aggressività, prepotenza, minaccia, specialmente contro l'innocenza indifesa, la figura del lupo entra in numerose espressioni figurate e modi di dire essere affamato come un lupo | mangia come un lupo | mettere il lupo nell'ovile | gridare al lupo | il lupo e la volpe | lupo solitario | il lupo e l'agnello | avere una fame da lupi | si gettarono sui viveri come un branco di lupi affamati | in bocca al lupo! | se non stai buono chiamo il lupo | avevo una fame da lupo | hai veduto il lupo? | tempo da lupi | provare il morso del lupo | finire nella tana del lupo | chi può saziarli questi lupi? | finire in bocca al lupo | mangiare come un lupo | taci, maledetto lupo / consuma dentro te con la tua rabbia [Dante]

3 popolare spauracchio invocato in passato per mettere paura ai bambini o per farli star buoni guarda che chiamo il lupo | state buoni altrimenti viene il lupo! | non entrare lì dentro, c'è il lupo! | ora viene il lupo | se non stai buono chiamo il lupo | se non stai buono il lupo ti mangia! | se sei cattivo, ti mangia il lupo

4 la pelle conciata di tale animale, usata in pellicceria

5 il nome di lupo è dato anche ad altri animali o entra nella composizione del loro nome; in particolare è detto comunemente cane lupo o, assoluto, lupo il cane pastore tedesco, detto anche lupo d'Alsazia cane lupo | lupo d'Alsazia | lupo cerviere o cerviero | lupo delle praterie

6 marineria vela nera che si usava, specialmente sulle galee, per non essere visti di notte o in segno di lutto

7 storia nell'antica Roma: strumento costituito da un grosso rampone a tenaglia, munito di denti, usato dai difensori delle mura per ostacolare la manovra di macchine belliche leggere usate dagli assedianti

8 tessitura macchina per la battitura, apertura e pulitura dei cascami di cotone provenienti da altre lavorazioni e renderli nuovamente utilizzabili

9 medicina raro forma italianizzata, poco comune, del termine medico lupus

10 sport (specialmente al plurale) giocatore o tifoso della squadra di calcio della Roma, per via dell'emblema raffigurante la lupa capitolina che recano sulla maglia

11 astronomia nome di una costellazione del cielo australe, tra il Centauro e lo Scorpione, con stelle poco brillanti

 
MASCHILE
FEMMINILE
SINGOLARE
SINGOLARElupo
PLURALE
PLURALE
SINGOLARElupi
PLURALE
continua sotto



lùpo 2 
lù|po 2
pronuncia: /ˈlupo/
aggettivo

in funzione aggettivale, posposto al sostantivo cane lupo | pesce lupo

 
MASCHILE
FEMMINILE
SINGOLARE
SINGOLARElupo
PLURALE
PLURALE
SINGOLARElupi
PLURALE

permalink
<<  lupinosi lupo– 2  >>


Locuzioni, modi di dire, esempi


cadere cacciarsi in bocca al lupo = cadere in un pericolo o in potere di una persona pericolosa || bocca di lupo = botanica nome comune di una pianta erbacea perenne delle Labiate (Melittis mellissophyllum), con foglie cuoriformi e fiori rossi e bianchi | botanica altro nome della pianta altrimenti nota come bella vedova militare nelle opere di fortificazione, cavità per riparare chi combatte | militare difesa accessoria di luoghi fortificati, costituita da una serie di buche tronco-coniche molto ravvicinate nel cui fondo sono piantati uno o due paletti verticali aguzzi | edilizia collegamento semplice fra due travi a sezione rettangolare, normali fra loro | architettura vano di aerazione per locali interrati, la cui apertura prende aria e luce da un'intercapedine, chiuso, al piano stradale, da una grata; anche le aperture a livello del piano stradale | architettura nell'edilizia carceraria, finestra di cella con chiusura inclinata in modo da permettere il passaggio di luce e aria solo dall'alto | marineria nodo scorsoio semplice che si fa girando su sé stesso il doppino di una corda usato per assicurare un cavo a un gancio | gastronomia nome di piccole paste dolci, formate con l'impasto del savarin o del babà, ma senza uvetta, cotte in stampini bassi, inzuppate di liquore e farcite di panna da un taglio che si fa alla loro sommità e che le apre come bocche || in bocca al lupo! = augurio scaramantico per chi deve affrontare una prova difficile o pericolosa o di esito incerto; si usa rispondere: crepi il lupo! || tempo da cani da lupi = pessime condizioni meteorologiche, tempo molto brutto, assai rigido || (lupo) cerviero = zoologia arcaico la lince || lupo mannaro = licantropo | familiare il lupo delle favole, o l\'orco mangiabambini cui si fa riferimento nei racconti per l\'infanzia | arcaico popolare uomo affetto da epilessia || loffa di lupo = botanica regionale nome toscano del fungo altrimenti noto come vescia || peto di lupo = botanica regionale nome toscano di alcuni funghi commestibili altrimenti noti come vescia o vescia di lupo (Lycoperdon maximum) e (Lycoperdon gemmatum) || andare come l'agnello tra i lupi = figurato andare disarmati in mezzo ai violenti || andare, finire, mettersi, cascare in bocca al lupo = esporsi a un pericolo certo, affidarsi o affidare persona o cosa a un nemico, a chi ci può facilmente danneggiare || aver provato il morso del lupo = regionale nell'uso toscano: aver sofferto la fame, la miseria, avere fatto esperienza delle durezze e dei pericoli della vita || fame da lupo, da lupi = per iperbole fame molto forte || nodo a bocca di lupo = marineria nodo scorsoio || cane lupo = cane da pastore tedesco, detto pure lupo d'Alsazia o pastore alsaziano || chi va col lupo impara a ululare = a frequentare male compagnie ci si guasta || da lupi = di tempo: burrascoso | di luogo: isolato e inospitale || denti di lupo = storia decorazione che compare nelle ceramiche preistoriche a motivi geometrici, formata da triangoli avvicinati, oppure da una serie di linee tangenti in alto | paleografia i tratti verticali aggiunti ad alcune lettere nella scrittura insulare || gridare «al lupo» = figurato con riferimento a una famosa favola, chiedere aiuto per burla o quando non è realmente necessario, con la conseguenza che nel momento del vero bisogno nessuno più crederà alle invocazioni || ha veduto il lupo o è stato guardato dal lupo = si dice a chi si mostra impaurito o è rimasto senza parole || il lupo e la volpe = figurato la crudeltà e l'astuzia || il lupo e l'agnello = figurato persona forte o prepotente che soperchia il più debole; la soperchieria e la mansuetudine || in bocca al lupo! = formula scaramantica con cui si buona fortuna a chi sta per affrontare una prova difficile;la risposta tradizionale è: crepa!, oppure crepi il lupo! || lupi grigi = storia organizzazione terroristica turca d'estrema destra || lupo cerviero o cerviere = zoologia altro nome comune dell'animale altrimenti noto come lince (Lynx lynx) || lupo d'Alsazia = zoologia lo stesso che (cane) pastore tedesco || lupo dei metalli = storia nome dato dagli alchimisti al solfuro d'antimonio, per la sua proprietà di disciogliere, allo stato puro, molti metalli || lupo della prateria = zoologia altro nome comune dell'animale altrimenti noto come coyote (Canis latrans) || lupo di mare = ittiologia nome comune nome comunemente dato ai pesci della famiglia degli Anaricadidi e specialmente all'Anarrhicas lupus, lungo più di un metro, dotato di fortissima dentatura, diffuso lungo le scogliere dell'Atlantico settentrionale, attivamente pescato sia per le carni che per la pelle coriacea, dalla quale si ottiene un tipo speciale di cuoio | figurato marinaio esperto e vecchio del mestiere, che non teme il mare || lupo mannaro = nelle credenze popolari: creatura perversa e selvaggia, capace di trasformarsi in belva o di comportarsi come tale; licantropo | nelle favole: mostro, spauracchio invocato per intimorire i bambini | storia (specialmente al plurale) in Germania: gli appartenenti a bande di franchi tiratori organizzatesi subito dopo l'occupazione alleata, alla fine della seconda guerra mondiale; in tedesco Wehrwölfe || lupo solitario = figurato individuo che rifugge la compagnia e i rapporti sociali || mangiare come un lupo = per iperbole mangiare molto e avidamente || mettere il lupo nell'ovile = figurato porre qualcuno in una situazione di cui può abusare a proprio vantaggio || fare il lupo pecoraio = figurato arcaico versione arcaica del modo di dire mettere il lupo nell'ovile || pesce lupo = ittiologia altro nome del pesce detto lupo di mare (Anarrhicas lupus) || tempo da lupi = tempo pessimo, burrascoso e freddo



Proverbi


chi non vuole somigliare al lupo non porti la sua pelle || chi pecora si fa , lupo se lo mangia || chi perdona al lupo, nuoce alla pecora || chi si fa pecora, il lupo se lo mangia || chi vive tra lupi, impara a urlare || dal conto, sempre manca il lupo || dal lupo non nascono agnelli || dalle grida, ne scampa il lupo || dove i cani e i lupi fanno Iega, Dio protegga il gregge || e non si grida mai al lupo, che non sia in paese || fate del bene al lupo, che il tempo l'ha ingannato || gastiga il cane, gastiga il lupo, non gastigar l'uomo canuto || i pastori, per rubare le pecore, si mettono nome lupi || il lupo avanti, al gridare fugge || il lupo cambia (o perde) il pelo, ma non il vizio || il lupo d'esser frate ha voglia ardente mentre è infermo; ma sano se ne pente || il lupo mangerà chi pecora si fa || il lupo mangia ogni carne, e lecca la sua || il lupo non caca agnelli || il lupo non è buono da vivo e neppure da morto || il lupo non guarda che le pecore sieno conte || il lupo sogna le pecore e la volpe le galline || il numero delle pecore non fa paura al lupo || la fame caccia il lupo dal bosco || la fame fa uscire il lupo dal bosco || la morte dei lupi è la salute delle pecore || la notte è fatta per i lupi || lupo affamato mangia pan muffato || lupo avanti al gridare fugge || lupo cambia (o perde) il pelo, ma non il vizio || lupo d'esser frate ha voglia ardente mentre è infermo; ma sano se ne pente || lupo mangia ogni carne, e lecca la sua || lupo non caca agnelli || lupo non guarda che le pecore sieno conte || lupo non mangia lupo || lupo sogna le pecore, e la volpe le galline || matta è la pecora che si confida (o si confessa) al lupo || morte di lupo, sanità di pecora || non tutte le pecore sono per il lupo || pecore contate (o conte), il lupo se le mangia || per la pecora è lo stesso che la mangi il lupo o che la scanni il beccaio || piuttosto pecora giusta, che lupo grasso || quando il gregge si sbanda, il lupo acciuffa sempre qualche pecora || quando il lupo mangia il compagno, creder si dee sterile la compagna || quando nevica, il lupo predica || quando tu vedi il lupo, non ne cercar le pedate || se il lupo sapesse come sta la pecora, guai a lei || si parla del lupo e ne spunta la coda || tutte le bocche son sorelle: ed aggiungesi da quella del lupo in fuori, che vuole tutto per sé


Sfoglia il dizionario

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

lupino 1 (agg.)
lupino 2 (s. masch.)
lupino 3 (s. masch.)
lupino 3 (s. masch.)
lupinosi (s. femm.)
lupo 1 (s. masch.)
lupo 1 (agg.)
lupo– 2 (pref.)
lupoide 1 (agg.)
lupoide 1 (s. femm.)
lupoide 2 (s. masch.)
lupolina (s. femm.)
lupoma (s. masch.)
luposo (agg.)
lupotico (agg.)
lupo–viscerite (s. femm.)
luppolare (v. trans.)
luppolato (part. pass.)
luppoleto (s. masch.)
luppoliera (s. femm.)

Sfoglia il dizionario italiano a partire da:


---CACHE--- 5