Pillole linguistiche

a cura del dott. Fausto Raso


Indice articoli

Il ladro e il gorilla


Avreste mai pensato che un tempo in compagnia dei ladri si stava molto bene? Anzi, che ogni persona avrebbe voluto al suo fianco un ladro per sentirsi più tranquilla, più sicura?
In origine, infatti, questo termine indicava l’uomo che scortava una persona di alto rango, era — diremmo oggi — il gorilla addetto alla tutela di personaggi importanti. Il ladro, insomma, dal latino latro, tratto da latus (fianco, lato), era la persona che camminava a lato di un’altra persona per proteggerla da eventuali aggressori.
Con il trascorrere del tempo attraverso un processo di degenerazione semantica (la semantica è lo studio del significato dei vocaboli e del suo sviluppo storico) il termine ladro ha acquisito l’accezione odierna di… ladro, cioè di brigante, rapinatore.


18-11-2011 — Autore: Fausto Raso

Articolo più recenteIndice articoliArticolo precedente