Dizionario Italiano





amìco 
a|mì|co
pronuncia: /aˈmiko/
aggettivo e sostantivo maschile

affezionato, benevolo, caro

 
MASCHILE
FEMMINILE
SINGOLARE
SINGOLAREamico
PLURALEamica
PLURALE
SINGOLAREamici
PLURALEamiche

permalink
<<  Amiclei amicofobia  >>


Locuzioni, modi di dire, esempi


mio buon amico = nelle lettere e in genere quando si vuol rivolgere la parola a qualcuno con particolare benevolenza e confidenza || amico amica del cuore = il preferito, il più amato, il più intimo || fare Pasqua con gli amici = trascorrere la Pasqua con i propri amici || fuoco amico = militare attacco rivolto per errore contro forze amiche, anche in senso figurato || abbi piuttosto il piccolo per amico che il grande per nemico = || ricevere da mano amica = ricevere da una persona amica || gli amici di Bacco = letterario gli ubriaconi || numeri amicabili o amici = matematica secondo i pitagorici, due numeri interi tali che ciascuno dei quali sia uguale alla somma dei divisori dell\'altro, escluso il numero stesso; i numeri amicabili di se stessi si chiamano numeri perfetti



Proverbi


chi offende l'amico, non la risparmia al fratello || chi presta all'amico perde quello ed il denaro || chi sempre prende e niente dona, l’amore dell’amico Io abbandona || chi smette di essere amico, non lo è stato mai || chi sta fermo in casi avversi, buon amico può tenersi || chi trova un amico, trova un tesoro || chi visita nelle nozze e non nell'infermità, non è amico in verità || chi vuol conservare un amico, osservi tre cose: l'onori in presenza, lo lodi in assenza, l'aiuti nei bisogni || chi vuol fare onore all'amico, ciccia di troja e legna di fico || chi vuole amici assai, ne provi pochi || chi vuole conservare un amico, l'onori in presenza, Io lodi in assenza, l'aiuti nel bisogno || cogli amici, non bisogna andar con i se in capo || con gli amici, bisogna chiudere un occhio || con ognun fai patto, coll'amico fanne quattro || cuor sincero, amico vero || dagli amici mi guardi Dio, che dai nemici mi guardo io || di' all'amico il tuo segreto e ti terrà il piede sul collo || di amico menzognero e di frate senza monastero non ti curare || donna che ha molti amici, ha molte lingue mordaci || dove due amici s'incontrano, dio gli fa da terzo (o v'entra per terzo) || dove vi son figliuoli, non vi son parenti né amici || è bene aver degli amici per tutto || è cattivo amico chi ha sé stesso per nemico || è male amico, chi a sé è nemico || è bene aver degli amici per tutto || esempi e benefici, fanno gli amici || essere l'amico del giaguaro || francese per amico, ma non per vicino, se tu puoi || giammai il mio segreto altrui non dico, ch'io non so fino a quando mi sarà amico || gli amici di scuola, sono i migliori || gli amici e gli avvisi, aiutano fare le faccende || gli amici hanno la borsa legata con un filo di ragnatela || gli amici sono buoni in ogni piazza || i buoni amici, non si separano volentieri || i falsi amici corrono con le lepri e cacciano con i cani || i libri parlano allo spirito, gli amici al cuore, il cielo all’anima e tutto il resto agli orecchi || i libri, come gli amici, devono essere pochi ma buoni || I malvagi, come i cani arrabbiati, mordono amici e nemici || i veri amici son come le mosche bianche || il cane è il miglior amico dell'uomo || il Francese per amico, ma non per vicino, se tu puoi || il mattino è amico dello studio || il miglior specchio è un amico vecchio || il nemico, pensa che può diventarti amico || il paese dove non si hanno amici, è un cattivo paese || in casa dell'amico ricco sempre ammonito; in quella dell'amico povero, sempre lodato || in tempo dei fichi, non si hanno amici || la fede fa gli amici, il biasimo i nemici || la superbia moltiplica i nostri nemici e mette in fuga i nostri amici || la sventura non scaccia il vero amico || l'amico accenna e non balestra || l'amico certo lo conosci nell'incerto || l'amico del re è quello che gli dice il vero || l'amico deve essere come il denaro || l'amico non è conosciuto finché non è perduto || l'amico si riconosce nel momento del bisogno || l'orgoglio accresce il numero dei nostri nemici e mette in fuga i nostri amici || l'oro s'affina al fuoco e l'amico nelle sventure || meglio perder l'amico che un bel detto || mercanzia non vuole amici || né amico riconciliato, né pietanza due volte cucinata || né amico riconciliato, né pietanza due volte cucinata || negli interessi non esistono amici || nei pericoli si vede chi d'amico ha vera fede || nel bisogno si riconosce il vero amico || nel vino si fanno gli amici, nel pianto si provano || nel volerti giovar, Io stolto amico ti nuoce più d'ogni crudel nemico || nelle sventure si vede l'amico || nell'ora delle angosce l'amico si conosce || nemico, pensa che può diventarti amico || non avrete mai un amico se lo volete senza difetti || non c'è migliore specchio dell'amico vecchio || non c'è schiavo più Iegato dell'amico obbligato || non è amico in verità chi ti visita nelle nozze e non nelle infermità || non è amico mio quel che risparmia il suo e mangia il mio || non mancano mai amici a tavola || ognuno è amico di chi ha buon fico || parla all'amico come se avesse a diventar nemico || patti chiari, amici cari || peggio è l'invidia dell'amico che l'insidia del nemico || pela il fico all'amico e la pesca al nemico || per far un amico basta un bicchier di vino, per conservarlo è poca una botte || per un bel detto si perde un amico || parenti, amici, pioggia, dopo tre giorni vengono a noia || prima di conoscere bene un amico conviene mangiare molto sale con lui || prima di scegliere l'amico bisogna averci mangiato il sale sett'anni || quando il villano è sul fico, non conosce né parente né amico || quando la necessità siede a tavola, invano s'invitano gli amici || ricco, nobile e dotto come sei, io non ti voglio fra gli amici miei || ricorda che il nemico può diventarti amico || se hai per amico un orso, avrai bisogno di soccorso || se lasci far torto all'amico, non sei amico || se trovi un amico nuovo non obliar l'antico || servire e non gradire, aspettare e non venire, stare a letto e non dormire, aver cavallo che non vuol ire e servitore che non vuole obbedire, esser in prigione e non poter fuggire, essere ammalato e non poter guarire, smarrir la strada quando un vuol ire, || si può vivere senza fratelli ma non senza amici || si sta più amici a stare un po' lontani || simili con simili fanno buoni amici || sol di parole amico, non vale un fico || tre cose mostrano l'indole altrui: i libri, gli amici, i regali || tre cose sono rare: un buon melone, un buon amico e una buona moglie || trova un amico e troverai un tesoro, dice la Bibbia e son parole d'oro || un buon libro è un buon amico || un fido amico e ricchezze ben acquistate, son due cose rare || un nemico è troppo e cento amici non bastano || un saluto con buona grazia vi fa un amico || una berretta manco o più, è un quattrino di carta l'anno, poco ti costano, e amici ti fanno || val più avere amici in piazza, che danari nella cassa || val più un amico che cento parenti


Sfoglia il dizionario

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

amicizia (s. femm.)
amicizie (sost femm. pl.)
amicleo (agg.)
amicleo (s. masch.)
Amiclei (s. masch. pl.)
amico (agg. e s. masc.)
amicofobia (s. femm.)
amicone (s. masch.)
amicrobico (agg.)
amicrone (s. masch.)
amicronico (agg.)
amiculare (agg.)
amida, Amida (s. femm.)
amidaceo (agg.)
amidasi (s. femm.)
amidatore (s. masch.)
amidatura (s. femm.)
amidazione (s. femm.)
amide (s. femm.)
amidico (agg.)

Sfoglia il dizionario italiano a partire da:


---CACHE--- 2