Dizionario Italiano





campàre 1 
cam|pà|re 1
pronuncia: /kamˈpare/
verbo intransitivo

1 (ESSERE o AVERE) vivere; mantenersi in vita, sostentarsi, sopravvivere, specialmente con sforzi, difficoltà, sacrifici campano con la pensione minima | cosa non si deve fare per campare | campare del proprio lavoro | campare di carità | campare alla giornata | campare di elemosina | campare alla meglio | campare di rendita | campare del lavoro altrui | campare con poco | campare di poco | campare di stenti | campare alla meglio | e come avete fatto a campare? [Collodi] | era un povero diavolo che campava su di quel po' di mandra [Verga]

2 (ESSERE o AVERE) familiare restare in vita, vivere camperà fino a cent'anni | finché campo io, non gli mancherà nulla | speriamo di campare a lungo

3 (ESSERE o AVERE) letterario salvarsi, trovare scampo, scampare da un qualche pericolo se vuo' campar d'esto loco selvaggio [Dante] | sta molto male, ma si spera che campi; degli uomini campati alcuni tornarono sani e lieti [Colletta] | campar dalle fiere [Vico]

4 arcaico resistere, durare con questi rumori, non si campa più

Indicativo presente:  io campo, tu campi
Passato remoto:       io campai, tu campasti
Participio passato:        campato/a/i/e

Vedi la coniugazione completa
continua sotto




verbo transitivo

1 arcaico scampare, sfuggire, evitare campare la morte | campare il pericolo

2 regionale nell'uso popolare meridionale: mantenere in vita, sostentare ha campato da sola due figli | finora t'ho campato io, adesso devi provvedere da solo | è lui a campare la famiglia | l'ho campato io fino a vent'anni | un padre campa cento figli [D'Annunzio]

3 arcaico liberare, salvare da un pericolo campare qualcuno da morte | fui mandato ad esso / per lui campare [Dante] | voglio andare a campare il podestà delle mani del popolo [Compagni]

Indicativo presente:  io campo, tu campi
Passato remoto:       io campai, tu campasti
Participio passato:        campato/a/i/e

Vedi la coniugazione completa


campàre 2 
cam|pà|re 2
pronuncia: /kamˈpare/
verbo transitivo

1 arte in pittura e in scultura: mettere in rilievo, far risaltare su uno sfondo campare una figura sulla tela | campare una figura nel marmo | campare una figura nel bronzo | campare una figura nel centro di un dipinto | il Sansovino … ha campato nel marmo la grossezza che 'l naturale fa nelle pieghe [Vasari]

2 figurato collocare in posizione centrale

Indicativo presente:  io campo, tu campi
Passato remoto:       io campai, tu campasti
Participio passato:        campato/a/i/e

Vedi la coniugazione completa

permalink
<<  camparadese campareccio  >>


Locuzioni, modi di dire, esempi


campare d'aria = mangiare pochissimo | figurato esser ridotto in miseria | figurato accontentarsi di poco || campare con le proprie braccia = vivere col frutto esclusivo del proprio lavoro || tirare a campare = vivere giorno per giorno, senza preoccuparsi del futuro e senza impegnarsi troppo | barcamenarsi, arrangiarsi «Come va?» «Si tira a campare!» || campare alla giornata = vivere senza certezza del domani || campare d'aria, d'amore, a pane e acqua = mangiare poco, non avere mezzi sufficienti per vivere || campare su qualcosa = trarre i mezzi da qualcosa || si campa = si tira avanti alla meno peggio tra il mestiere di mio marito, e qualcosa che abbiamo al sole, si campa [Manzoni] || campa cavallo, che l'erba cresce = nelle cose ci vuole pazienza || campare del proprio = mantenersi con mezzi proprî || qui non si campa più = in questo luogo non si può vivere | in questo modo non si riesce più a tirare avanti || campare la vita = salvare la vita per campare la vita, gli convenne fuggire travestito [Machiavelli] | figurato provvedere alla meglio al proprio sostentamento per campare la vita, si adatta a ogni lavoro || tirare a campare = vivere giorno per giorno, senza preoccuparsi del futuro e senza impegnarsi troppo | barcamenarsi, arrangiarsi «Come va?» «Si tira a campare!» || campare alla giornata = vivere senza certezza del domani || campare d'aria, d'amore, a pane e acqua = mangiare poco, non avere mezzi sufficienti per vivere || campare su qualcosa = trarre i mezzi da qualcosa || si campa = si tira avanti alla meno peggio tra il mestiere di mio marito, e qualcosa che abbiamo al sole, si campa [Manzoni] || campa cavallo, che l'erba cresce = nelle cose ci vuole pazienza || campare del proprio = mantenersi con mezzi proprî || qui non si campa più = in questo luogo non si può vivere | in questo modo non si riesce più a tirare avanti || campare la vita = salvare la vita per campare la vita, gli convenne fuggire travestito [Machiavelli] | figurato provvedere alla meglio al proprio sostentamento per campare la vita, si adatta a ogni lavoro



Proverbi


chi si fa i fatti suoi, campa cent'anni || dei giovani ne muor qualcuno, dei vecchi non ne campa niuno || Dio dice: a camparvi non mi sgomento, a contentarvi sì || il male è per chi va, chi campa si rifà || lavora come avessi a campare ognora; adora come avessi a morire allora || male è per chi va, chi campa si rifà || non è mai sì gran morìa, che non campi chicchessia || non si campa d'aria || ognuno ha le sue magagne occulte; ed anche, ognuno ha gente che campano alle sue spalle || più che vecchi non si campa || un padre campa cento figli e cento figli non campano un padre || non è mai sì gran moria, che non campi chicchessia = non c'è male così grande da essere definitivo



Sfoglia il dizionario

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

campanuliforme (agg.)
campanuloto (s. masch.)
Campanuloto (s. masch.)
camparadese (agg.)
camparadese (s. masch. e femm.)
campare 1 (v. intr.)
campare 1 (v. trans.)
campare 2 (v. trans.)
campareccio (agg.)
camparo (s. masch.)
campata (s. femm.)
campatico (s. masch.)
campato 1 (part. pass.)
campato 2 (part. pass.)
campeccio (s. masch.)
campedano (agg.)
campedano (s. masch.)
campefaga (s. femm.)
Campefaga (s. femm.)
campefagide (s. masch.)

Sfoglia il dizionario italiano a partire da:


---CACHE---