Dizionario Italiano





comùne 
co|mù|ne
pronuncia: /koˈmune/
aggettivo

1 che è nella norma, usuale, solito, normale, non eccezionale; che non esce dai limiti dall'ordinario o dal normale fenomeno comune | statura comune | avvenimento comune | uomo comune | è comune che qui piova | capacità comune

2 che è di qualità media, ordinario, di tutti i giorni e quindi può essere usato normalmente, non nelle occasioni importanti mobili comuni | una stoffa molto comune | bicchieri comuni | le faccende comuni | suppellettili comuni | sale comune | piatti comuni | bere vino comune

3 spregiativo ordinario, mediocre, volgare un'intelligenza comune | gente comune | un uomo comune | merce comune | essere vestito in modo comune | vino comune | non di legnaggio gentile, ma di meno che comune [M. Villani]

4 che si trova facilmente, diffuso è una specie comune in Europa | sono francobolli comuni

5 che appartiene o è pertinente a un insieme di persone socialmente organizzate o a cose a cui in modo esplicito o implicito ci si riferisce; che è condiviso da più persone o cose un problema comune a tutti | lingua comune | è un difetto comune | beni comuni | abitudini comuni | la morte è un destino comune | pascolo comune | le parti comuni di un edificio | fossa comune | un principio comune | casa comune | interessi comuni | comune a tutti | caratteristica comune | comune a molti | gente comune | comune a noi due | lottare per il bene comune | luogo comune | un nostro comune amico | diritti comuni | comune a pochi | nome comune | proprietà comune | una scelta di interesse comune | comune ad alcuni | un dolore comune a tutti | il bene comune dei cittadini | doveri comuni | patrimonio comune | oggetti d'uso comune | di comune accordo

6 accettato, adottato, seguito, praticato, usato da tutti o dalla maggioranza delle persone opinione comune | il metodo più comune | comune consenso | uso comune | per comune consenso | il significato più comune del termine | parola poco comune | senso comune | è un difetto comune | consuetudine comune | il procedimento più comune | luogo comune | abitudini comuni

7 linguistica detto di parola o linguaggio: di uso corrente, non letterario o tecnico o specialistico termine comune | lingua comune | vocabolo comune | parola comune

8 arcaico detto di persona: imparziale questi due frati per lo popolo di Firenze furono fatti venire, … credendo che per l'onestà dell'abito fossono comuni [G. Villani]

9 arcaico detto di paese o territorio: neutrale

10 arcaico detto di persona: affabile, amabile, cordiale, alla mano da allora innanzi diventò più comune, e mangiava e beveva di ciò che posto gli ha innanzi [Cavalca]

11 raro con valore collettivo, la maggior parte, i più; arcaicamente anche al femminile noi siamo i servitori del comune [Manzoni]

 
MASCHILE
FEMMINILE
SINGOLARE
SINGOLAREcomune
PLURALEcomune
PLURALE
SINGOLAREcomuni
PLURALEcomuni
continua sotto




sostantivo maschile

1 (solo al singolare) ciò che è normale, usuale; mediocrità, regola generale un talento fuor del comune | uscire dal comune | togliersi dal comune

2 letterario (solo al singolare) complesso, comunità, la maggior parte il comune degli uomini | il comune dei lettori | noi siamo i servitori del comune [Manzoni]

3 (solo al singolare) ciò che è comune a più persone o cose non abbiamo nulla in comune

4 nel linguaggio carcerario, detenuto che ha commesso reati comuni

5 militare nella marina militare italiana, marinaio semplice, non graduato

6 storia dall'XI al XIV secolo, forma di governo che le città si diedero acquistando autonomia dal re o dall'imperatore segnando il rifiorire dell'urbanesimo e il distacco dalle forme più tipiche della civiltà feudale; l'edificio sede di tale governo; la città così governata reggersi a comune | la lega dei comuni lombardi | suonare le campane del comune | il comune di Legnano | i comuni lombardi | l'età dei comuni | la lotta dei comuni contro l'imperatore | la piazza del comune | i comuni toscani

7 ente locale territoriale elementare autonomo comprendente un centro abitato e il territorio circostante, amministrato da un Sindaco, una Giunta e un Consiglio comunale; gli uffici dell'amministrazione comunale; l'edificio in cui questi hanno sede il comune di Torino | andare in comune a fare un documento | il comune di Aosta | andare al comune | il comune di Cuneo | comune con più di 5000 abitanti | il comune di Levone | andare in comune | residente nel comune di Ceva | gli abitanti del comune | gli impiegati del comune | fare un documento in comune | un comune montano

8 storia nel Medioevo, corporazione, consorteria operaia o artigiana o di mercanti; l'insieme dei loro iscritti

9 arcaico letterario collettività, comunità

 
MASCHILE
FEMMINILE
SINGOLARE
SINGOLAREcomune
PLURALE
PLURALE
SINGOLAREcomuni
PLURALE
continua sotto




sostantivo femminile

1 storia (specialmente con iniziale maiuscola) durante la Rivoluzione francese, il governo municipale di Parigi durante il periodo del Terrore che tra il 1789 e il 1795 ebbe carattere rivoluzionario

2 storia (specialmente con iniziale maiuscola) il governo rivoluzionario instaurato a Parigi con l'insurrezione popolare del 18 marzo 1871 contro il governo di Thiers, nel tentativo estremo di non piegarsi alle condizioni imposte dalla Prussia vincitrice alla Francia; ispirata a principi socialisti e democratici fu rovesciata da Thiers nello stesso anno con una repressione d'inaudita ferocia nella cosiddetta settimana di sangue, dal 21 al 28 maggio 1871

3 storia nella Repubblica Popolare Cinese, ciascuna delle organizzazioni economiche agricole e militare su base collettivistica di notevoli dimensioni, istituite a partire dal 1958, strutturate secondo principi collettivistici, poi divenute il fondamento della struttura produttiva e sociale del paese; a partire dagli anni '80, svolge limitate funzioni amministrative

4 per estensione gruppo spontaneo di persone che vivono in collettività, su basi egualitarie, su principi collettivistici, specialmente sulla base di affinità ideologiche una comune femminista | una comune hippy | vivere in una comune | andare a vivere in una comune | una comune di studenti | una comune evangelica

5 raro letterario insieme, complesso, comunità la comune dei lettori

6 teatro in scenotecnica, ellissi di «porta comune» che, in una scena d'interno, è generalmente posta al centro della scena, e che si presume aprirsi su un altro locale, specialmente l'atrio, le scale o l'ingresso e dalla quale entrano ed escono gli attori l'attore esce per la comune

7 raro strada, via comune

8 storia variante arcaica di comune (sostantivo maschile) per indicare il comune medievale

 
MASCHILE
FEMMINILE
SINGOLARE
SINGOLARE
PLURALEcomune
PLURALE
SINGOLARE
PLURALEcomuni

permalink
<<  comunche comunella  >>

continua sotto


Locuzioni, modi di dire, esempi


di comune accordo = in modo concorde, all'unanimità || per comune ammissione = a detta di tutti || andare per la comune = adeguarsi a ciò che fanno gli altri || andare per la (via) comune = fare ciò che fanno gli altri || anno comune = anno non bisestile || trovare una base comune = trovare un punto di intesa || bene comune pubblico = bene di proprietà pubblica di comune interesse e che può essere consumato simultaneamente da più individui || i Comuni la camera dei Comuni = storia la camera elettiva del parlamento britannico; detta anche camera Bassa || casa comune = unione ideale di forze, di intenti, di principi politicamente vicini fare casa comune || fare casa con qualcuno fare casa comune = abitare insieme, nello stesso appartamento, formando quasi un'unica famiglia; || fare causa comune con qualcuno = in un affare, un'impresa, agire insieme, in accordo con qualcuno, condividerne le idee e gli interessi condividendo rischi e vantaggi || comune di prima classe o marinaio scelto = militare il marinaio con più di un anno di servizio, che corrisponde al caporal maggiore dell'esercito || comune di seconda classe o marinaio semplice = militare il marinaio non graduato di ogni categoria, che corrisponde al soldato semplice dell'esercito || avere esserci qualcosa in comune = condividere convinzioni o interessi, o avere rapporto di dipendenza o di somiglianza || in comune = insieme ad altri, in condivisione con altri, collettivamente mettere in comune | avere in comune | abbiamo la stanza in comune | studio in comune || non comune = raro, che esce dall'ordinario, notevole, eccezionale, straordinario, eccellente un ingegno non comune | un'intelligenza non comune | doti non comuni | una forza non comune || gufo comune o duca cornuto = ornitologia nome comune dell'Asio otus, un uccello rapace notturno con corpo tozzo lungo circa 35 cm, grandi occhi rotondi e becco corto e adunco, con ciuffi auricolari relativamente lunghi, proprio delle località boscose; gregario, divoratore d'insetti, di piccoli vertebrati e soprattutto di topi, è ritenuto utile all'agricoltura || delinquente comune = delinquente non politico || prigioniero delinquente detenuto delitto comune = opposto a prigioniero, delinquente, detenuto, delitto politico o militare || diritto comune = (propriamente) l'insieme delle norme giuridiche contenute nel «Corpus Iuris Civilis» di Giustiniano, arricchite dalle glosse e dai commenti dei giuristi medievali, che sono state alla base del diritto europeo fino all'entrata in vigore delle costituzioni moderne dopo il XVIII secolo | per estensione complesso delle norme generali applicabili a tutti i cittadini di uno stato e che si contrappongono alle norme locali, a quelle individuali e alle norme di diritto speciale o eccezionale || fondo (comune) di investimento = finanza istituto di intermediazione finanziaria, organismo finanziario che investe in titoli il denaro che raccoglie presso piccoli e medi risparmiatori || fuori dal del comune = si dice di cosa o di persona singolare, eccezionale, straordinaria è una persona fuori del comune | un'intelligenza fuori del comune || genere comune = grammatica genere dei nomi o aggettivi che hanno la stessa uscita per il maschile e il femminile artista | insegnante | docente | rappresentante | barista || sale comune grosso = sale per usi di cucina || levarsi uscire dal comune = togliersi, uscire dalla mediocrità; distinguersi || lingua comune = linguistica lingua utilizzata in una zona in sostituzione di più lingue locali; la lingua corrente || luogo comune = affermazione trita, scontata e banale; frase fatta, clisché, stereotipo reso banale dall'abuso generale un discorso pieno di luoghi comuni | filosofia nella retorica e nella logica: l'argomentazione o il sillogismo che tutti accettano o che è indiscutibile per via dell'autorità di chi lo ha enunciato || massa comune = anatomia altra denominazione del muscolo sacrospinale || muscolo sacrospinale o massa comune = anatomia formazione muscolare situata in corrispondenza della parete posteriore del bacino, e inserita mediante una robusta membrana tendinea, detta aponeurosi spinale, sul sacro e sulle ultime vertebre lombari || mettere in comune = accomunare, condividere con altri, mettere a disposizione || comune mortale = persona normale che conduce una vita qualunque, non eccezionale, specialmente contrapposto a chi è in posizione elevata o vanta capacità straordinarie || muro comune = edilizia muro che divide due edifici, due locali, due proprietà adiacenti || nome comune = grammatica nome che indica persona, animale o cosa, in senso generico; si contrappone a nome proprio | nome volgare riferito a una specie animale o vegetale; si contrappone al nome latino scientifico || non aver nulla in comune con gli altri = non avere con altri nessun punto di contatto, di intesa, né alcuna affinità || regione a ordinamento comune = regione a statuto ordinario || parti comuni = in un condominio, parti che sono proprietà di tutti i condòmini || poco comune = poco usato, non diffuso || comune senso del pudore = ciò che si ritiene essere la normale sensibilità all'interno della società nei confronti di manifestazioni che posso offendere il pudore e la sensibilità altrui || reato comune = espressione senza valenza giuridica che, nel linguaggio corrente, indica quei reati di natura non politica o i reati che sono previsti dal codice penale in contrapposizione a quelli previsti da leggi speciali || salute comune = nel cristianesimo, la salvezza dell'umanità || comune dei santi = (spesso detto nella forma latina commune sanctorum), serie di formulari, antifone, orazioni e letture, da recitare nella messa e nella liturgia delle ore nei giorni della celebrazione di santi che sono privi di formulari speciali || senso comune = il modo d'intendere e di sentire della stragrande maggioranza delle persone || senza senso comune = sciocco, sconclusionato, privo di senso || sillaba comune = sillaba ancipite, cioè che può essere considerata lunga o breve || terre comuni = i beni pubblici costituiti da foreste e pascoli che nel medioevo erano assegnati ai municipi o a centri rurali minori o a gruppi di proprietari rurali; sono dette anche communia o comunalia, vicinalia o viganalia || uscire dalla comune = arcaico andarsene; togliersi di mezzo || vino comune = vino da pasto, di tutti i giorni, in contrapposizione ai vini scelti || fare vita comune = abitare e vivere insieme || cannaiola comune = regionale altro nome comune di un piccolo uccello della famiglia dei Paridi, altrimenti noto come basettino || vita comune = la convivenza di membri del clero in una stessa casa, soprattutto come forma di attuazione del voto di povertà || comune montano = burocrazia comune la cui superficie è al di sopra dei 600 m di altitudine



Proverbi


chi serve al comune, non serve a nessuno || chi vuole ingannare il comune, paghi le gabelle || comun servizio, ingratitudine rende || è assai comune usanza, credersi persona d'importanza || la morte è un debito comune || le scienze sono l'argento della gente comune, l'oro della nobiltà e la gemma dei prìncipi || mal comune mezzo gaudio || né muli, né mulini, né compari cittadini, né luoghi intorno ai fiumi, né beni di comuni, non te ne impacciar mai, ché te ne pentirai || pentola in comune, non ce n'è per nessuno || quando una cosa diventa comune, è disprezzata || una campana fa a un comune (o a un popolo)


continua sotto


Sfoglia il dizionario

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

comunanzese (agg.)
comunanzese (s. masch. e femm.)
comunardo (agg. e s. masc.)
comunare (v. trans.)
comunche (avv.)
comune (agg.)
comune (s. masch.)
comune (s. femm.)
comunella (s. femm.)
comunello (s. masch.)
comunemente (avv.)
comunero (s. masch.)
comunicabile (agg.)
comunicabilità (s. femm.)
comunicamento (s. masch.)
comunicando (s. masch.)
comunicante (agg. e s. masch. e femm.)
comunicanza (s. femm.)
comunicare (v. trans e intr.)
comunicarsi (v. pron. intr.)

Sfoglia il dizionario italiano a partire da:


---CACHE---