Dizionario Italiano





tenére 
te|né|re
pronuncia: /teˈnere/
verbo intransitivo

1 (AVERE)
non rompersi, non cedere, resistere a una sollecitazione, a una tensione, a una pressione, a un urto, ecc. l'asse non ha tenuto e si è rotto | il chiodo tiene | quel ripiano sembra fragile, ma tiene | la corda tiene | è una chiusura che non tiene | una serratura che tiene bene | occorrono chiodi che tengano


2 (AVERE)
di colore, tessuto e simili: essere resistente, non sbiadire il colore dell'intonaco non ha tenuto molto


3 (AVERE)
non disfarsi, non scomporsi la messa in piega tiene ancora bene | la tua acconciatura non tiene


4 (AVERE)
detto di recipiente o mezzo di chiusura o di protezione: non lasciar fuoriuscire un liquido o un gas la guarnizione non tiene più | il rubinetto tiene | il serbatoio tiene | il tappo della vasca da bagno non tiene | un ombrello che tiene | queste scarpe non tengono | questa borraccia non tiene più | un tappo che tiene


5 (AVERE)
figurato nel linguaggio militare: resistere agli attacchi del nemico, mantenere la posizione il fronte sta tenendo


6 (AVERE)
figurato detto di persone: saper affrontare situazioni difficili o incresciose, mantenere il controllo di sé, perlopiù con specificazione modale tenere alla tensione della situazione | Maria ha tenuto bene, nonostante tutto | con questo caldo non riuscirò a tenere ancora a lungo | la nostra famiglia continuerà a tenere


7 (AVERE)
figurato durare nel tempo è un matrimonio che non può tenere | un'amicizia che ha tenuto nonostante il tempo | un'amicizia che tiene | è un matrimonio che tiene


8 (AVERE)
resistere, fare buona presa la colla non tiene | la corda tiene bene | i ganci tengono bene | l'ancora tiene | è un cemento che tiene all'istante | se il mastice terrà, i pezzi non cadranno | il nodo che hai fatto non tiene


9 (AVERE)
di pianta: mettere radici nel terreno, attecchire, crescere in questo terreno la vite non tiene | un terreno in cui l'olivo non tiene | nel tuo campo le melanzane non tengono | gli ulivi in questo terreno non tengono | quest'anno le rose hanno tenuto bene


10 (AVERE)
figurato di discorso, di ragionamento: essere convincente, valido il tuo ragionamento non tiene | non c'è scusa che tenga | la tua ipotesi tiene | le tue ragioni non tengono | la tua storia tiene poco


11 (AVERE)
parteggiare per qualcuno, sostenerne le idee non so se tieni per me o per lei | non sapevo se tenere per l'uno o per l'altro | tenere per qualcuno | bisognerebbe che tutti i preti … tenessero un po' dalla parte de' poveri [Manzoni]


12 (AVERE)
fare il tifo tenere per il Torino | per quale squadra tieni? | tenere per l'Inter | tenere per la Sampdoria | tenere per l'Inter | tenere per una squadra | tenere per il Genoa


13 (AVERE)
attribuire grande importanza, avere a cuore, essere molto interessato a qualcosa o a qualcuno (anche rafforzato dalla particella pronominale ci) tenevo molto a che anche tu fossi presente | tengo molto a lei | ci terrei a fare una bella figura | ci tengo molto che tu superi gli esami | tengo a dichiarare che … | è uno che tiene alle apparenze | ci teniamo alla nostra indipendenza economica | Piero ci tiene al denaro | ci tieni a vedermi? | tengo a precisare che io non c'entro | teneva moltissimo alla sua donna | tengo a ribadire che … | ci teniamo molto che tu sia felice | ci tengo a fare bella figura | è uno che tiene alla forma | tenere molto a una persona | tenere ai propri figli


14 (AVERE)
economia di moneta, titolo, azione e simili: rimanere stabile il dollaro tiene | l'euro tiene


15 (AVERE)
economia detto del mercato, della produzione e simili: mantenersi su livelli soddisfacenti il mercato tiene | la domanda tiene


16 (AVERE)
figurato mantenere le proprie posizioni il partito ha tenuto


17 (AVERE)
seguire, procedere in una determinata direzione tenere a sinistra | tenere a destra | tenere rasente l'argine


Indicativo presente:  io tengo, tu tieni
Passato remoto:       io tenni, tenetti, tu tenesti
Participio passato:        tenuto

Vedi la coniugazione completa
continua sotto




verbo transitivo

1 stringere, reggere, afferrare qualcosa, specialmente con la mano, perché non cada, non si muova, non sfugga, stia fermo ecc. tenere in mano un bastone | tenere l'anima coi denti | tenere in braccio un cagnolino | tenere la penna in mano | teneva un sacco sulle spalle | tenere le briglie | teneva la giacca sul braccio | tocca a lui tenere tutto il peso della famiglia | tenere il lume | teneva una cartella sottobraccio | tenere mano a qualcuno | tenere in mano un libro | tenere in mano un giornale | tenere il cane al guinzaglio | tenere un sostegno a qualcuno che sale | tieni la scala mentre salgo | tenere bordone a qualcuno | tenere in mano una borsa | non riesce a tenere il bicchiere | tenere il cappello in mano | tenere qualcuno per mano | tenere il sacco a qualcuno | tieni la scala mentre salgo | tenere l'ombrello con la destra | non ce la faceva più a tenere quel baule sulle spalle | tenere la scala | tieni questa statuetta con tutte e due le mani | da solo non ce la faccio a tenere questa cassa

2 sostenere, sorreggere qualcuno o stringerlo tra le braccia; abbracciare tenere un bambino in braccio | la teneva sulle spalle, perché potesse vedere la corsa | tenere un bambino per mano | tenere qualcuno tra le braccia

3 afferrare qualcuno impedendogli i movimenti; trattenere tenere qualcuno per il bavero | tenere un ladro per il collo | tenetelo, sta scappando!

4 sport nell'alpinismo: arrestare la caduta del compagno di cordata che ha perso la presa

5 sport nel pugilato: ostacolare le mosse dell'avversario trattenendogli le braccia

6 di chiodo, gancio, appiglio, ecc.: avere la funzione di mantenere sospeso, di trattenere qualcosa in una determinata posizione il chiodo che tiene il quadro | il lampadario è tenuto da una corda

7 trattenere, non lasciar sfuggire; non lasciar passare scarpe che non tengono l'acqua | l'ombrello non tiene più la pioggia | è una stoffa che tiene l'acqua

8 trattenere, non lasciare libero sfogo, mantenere sotto il proprio controllo tenere la testa a posto | tenere il pianto | tenere la lingua a posto | tenere il riso | tenere le mani a posto | non so chi mi tenga dal dargli un ceffone! | tieni il cane ché ho paura | non si poté tenere dal rispondere | tenere la lingua a freno | tenere la testa a partito | tenere la pancia dal ridere | tenere la rabbia | non ebbi la forza di tenere le lacrime

9 mantenere inalterato o conservare qualcosa per un certo tempo in una determinata posizione o situazione o luogo determinati dal complemento o dal predicato tenere le mani in tasca | abbiamo tenuto il vino in fresco | tenere alto l'onore | tenere il broncio | tenere il vino al fresco | tenere d'occhio | le bretelle tengono i pantaloni | tenere gli occhi bassi | con l'umidità gli strumenti a corde non tengono l'accordatura | tenere il piede in due scarpe | tiene i capelli con un nastro | tenere in equilibrio | tenere da conto | tenere la finestra socchiusa | tenere testa a qualcuno | tenere alti i prezzi | tenere il piede in due staffe | tenere il cappotto abbottonato | è un tessuto che tiene la stiratura | tenere un dolce al fresco | tenere conto di qualcosa | tenere qualcosa a mente | tenere l'anello al dito | teneva i gioielli in cassaforte | tenere un campo a grano | tenere le valigie in deposito | ho tenuto per te una bottiglia in fresco | tenere il cappello in testa | tenere la finestra aperta | tenere gli occhi aperti | questo clavicembalo non tiene più l'accordatura | tenere in piedi un'attività | questo lavoro mi terrà impegnato fino a tardi | tenere una vivanda in caldo | tenere stretto | tenere le mani lungo i fianchi | tenere le distanze | tenere in bilico | tenere in sospeso una pratica | tenere la porta chiusa | tenere qualcosa a memoria | tenere l'orologio accanto al letto

10 mantenere qualcuno in una determinata condizione o in un determinato luogo tenere il figlio in collegio | tenere sotto qualcuno | il professore l'ha tenuto sotto più di un'ora | tenere a bada qualcuno | tenere buono qualcuno | tenere qualcuno in sospeso | tenere qualcuno al corrente | tenere a stecchetto qualcuno | lo ha tenuto in piedi per due ore | lo tennero a dieta per un mese | tenere qualcuno prigioniero | tenere qualcuno in ostaggio | tenere qualcuno in ansia | tenere sotto qualcuno | tenere qualcuno in pugno | tenere un animale in gabbia

11 trattenere, fare restare con sé non vi terremo a cena: è troppo tardi | tenere qualcuno a pranzo | tenere qualcuno a cena | vollero tenerci a colazione | lo abbiamo tenuto a dormire da noi

12 dar ricetto, fare vivere con sé provvedendo al sostentamento di persone o animali lo tenne in casa dieci anni | tenere una persona in casa | costa caro tenere un cavallo | ho trovato un cucciolo e ho deciso di tenerlo | a sua posta tenendolo in una casa a Camaldoli [Boccaccio]

13 arcaico trattare una persona o un animale in un determinato modo tenere bene qualcuno | lo teneva come un principe | la teneva come una regina | tenere qualcuno come un cane | la teneva come una principessa

14 usare, trattare una cosa in un determinato modo tenere bene i vestiti | tenere bene la casa | tenere i libri in ordine | tenere male la casa

15 regionale nell'uso meridionale: lo stesso che avere tengo famiglia | che bella casa che tiene! | tengo l'automobile | tengo sonno | tengo fame | non tiene un centesimo | non tengo voglia | non tengo un soldo | teneva moglie | non tengo un euro

16 mantenere in proprio possesso o in proprio uso tenga pure il resto! | la macchina posso tenerla io | questo libro non mi serve più, tienilo tu | tenete fra le mani una ricchezza e non lo sapete

17 di cosa: conservare presso di sé per un certo tempo ha tenuto le sue lettere come ricordo | in quel cassetto tiene i ricordi più cari | tengo il tuo ritratto sul comodino | tenere bene le cose | tenere male le cose | perché tieni così male i tuoi libri | tenere da conto | tenere da parte | tenere copia di un documento | tengo ancora tutte le mie vecchie pagelle | tengo con cura le fedi nuziali dei miei genitori

18 avere cura di qualcuno o di qualcosa per conto di persona mi ha tenuto il gatto mentre ero in vacanza | mi ha tenuto il bambino | tenere il posto a qualcuno | tienimi il posto

19 afferrare, prendere per sé, specialmente come ordine o in formule di cortesia, in genere accompagnato dal gesto di porgere qualcosa, spesso abbreviato all'imperativo te', tie' e talvolta con argomento sottinteso ti serve l'accendino? tieni il mio! | tieni questo libro | tieni pure! | te'!, prendi! | può tenere il resto | tieni! | tienilo per mio ricordo | tenetevela! | tieni il resto

20 riservare, serbare per qualcuno, mettere da parte mi ha tenuto il giornale? | mi son fatto tenere un palco a teatro | fatti tenere il pane per domani

21 musica mantenere, prolungare una nota o un acuto nell'esecuzione vocale o strumentale

22 avere alle proprie dipendenze, al proprio servizio tenere una baby–sitter | tiene un maggiordomo scozzese | tiene un cuoco e un segretario

23 avere in gestione, amministrare tenere un ristorante | da qualche tempo tiene un ristorante sulla costa | tenere il banco | tenere una locanda | tenere un bar | tenere i registri contabili | tenere bottega | teneva una trattoria | tenere una pensione | tenere un caffè | è lui che tiene la cassa | tenere una trattoria in centro | tenere un banco lotto

24 davanti a un pubblico uditorio: fare, organizzare, coordinare, eseguire, pronunciare; spesso col si passivante tenere una conferenza | tenere consiglio con qualcuno | tenere una riunione | tenere un corso di matematica | la prossima riunione si terrà tra un mese | tenere un corso di arte culinaria | tenere un adunanza, un discorso | tenere una lezione | l'assemblea si terrà domani mattina | oggi il professore terrà una lezione su Pascoli | tenere un'assemblea | tenere un discorso | tenere un consiglio di amministrazione | ebbe l'onore di tenere il discorso commemorativo | tenere un concerto

25 esercitare, essere investito di una carica, svolgere un ruolo, un determinato ufficio tenere una carica pubblica | tenere l'assessorato all'istruzione | tenere un ruolo di grande responsabilità | tenere banco | tenere l'incarico di storia | tenere un incarico al ministero | tenere una posizione di riguardo | tenere una posizione di comando | tenere un ruolo scomodo

26 trattare, vendere determinati articoli, merci, ecc. quel negozio tiene anche le pentole

27 rispettare, mantenere ciò che si è detto o promesso tenere la parola | tenere una regola | tenere fede alla parola data | tenere il punto d'onore | tenere un impegno | tenere un segreto | tenere fede a un giuramento | sai tenere un segreto? | tenere una confidenza

28 far rimanere qualcuno in un posto, trattenervelo, non lasciarlo andar via la malattia lo ha tenuto a letto un mese | tenere i bambini in casa | l'influenza mi tiene a letto | la febbre lo tenne a letto una settimana

29 letterario ottenere, raggiungere, conseguire e tiene un premio / ch'era follia sperar [Manzoni]

30 occupare uno spazio, un luogo o un posto determinato (anche in senso figurato) l'armadio tiene tutta la parete | tenere la scena | il nuovo mobile tiene troppo posto | stai più attento, così tieni tutta la strada! | il carro tiene tutta la strada | il quadro teneva tutta la parete | questo scatolone tiene poco posto | quell'arazzo tiene tutta la parete | il pullman teneva gran parte della strada | questo argomento tiene troppo spazio nella discussione

31 militare occupare un luogo con le armi per conservarlo impedendo ad altri di accedervi; difendere dagli attacchi del nemico tenere la posizione | tenere una fortezza | i nemici tenevano la valle | tenere il campo | le terre italiane ch'erano tenute dall'Austria | il nemico tiene la città | i partigiani tenevano il ponte sul fiume | le truppe sbarcate tenevano saldamente la spiaggia | le nostre truppe tengono le vie di accesso alla città | tenere una posizione strategica | tenere una via di comunicazione | ormai il nemico teneva tutta la regione | tien quelle rive altissima quiete [Leopardi]

32 occupare un luogo per abitarvi tenere un appartamento al primo piano

33 familiare avere una determinata capienza, contenere la sala tiene trecento persone | il teatro tiene quasi mille spettatori | ho bisogno di una damigiana che tenga venti litri | il fiasco tiene due litri | la platea tiene ottocento spettatori | un fiasco che tiene un litro d'olio | lo stadio tiene centomila spettatori | questa bottiglia tiene un litro scarso

34 mantenere una determinata direzione, un senso determinato, ecc. tenere la rotta | tenere la destra | tenere la sinistra | tenere bene la strada | quella è la via da tenere | tiene la mano destra della strada | tenere sempre la medesima strada | tenere la mano

35 figurato mantenere un determinato comportamento morale o intellettuale; seguire un certo modo di vivere, di agire, di comportarsi tenere un contegno esemplare | tenere una condotta irreprensibile | tenere un contegno scorretto

36 figurato letterario giudicare, considerare, stimare qualcuno o qualcosa in un certo modo lo tenevo per un caro amico | lo tengo per quel che vale | tenere qualcuno in conto | Dante teneva Virgilio in conto di maestro | tenere qualcuno in conto di guida | tenere sicuro | teneva il padre in conto di maestro di vita | è tenuto in grande considerazione | ti tenevo un vero amico | lo avevano tenuto come un fratello | tenere per certo qualcosa | lo tenevo per un buon bravo giovane | tenere qualcuno in molto conto | tenere probabile | tenere per fermo qualcosa | mi tenni perduto | tenere qualcuno in poco conto | tenere certo | lo tenevo per un amico sincero | tenere per sicura la partenza | per invidia non già che non mi tiene / maggior di sé [Leopardi]

37 letterario avere parsimonia nello spendere perché tieni?, e ''perché burli?'' [Dante]

38 letterario di luogo: accogliere in sé, ospitare La tua città … / seco mi tenne in la vita serena [Dante]

Indicativo presente:  io tengo, tu tieni
Passato remoto:       io tenni, tenetti, tu tenesti
Participio passato:        tenuto

Vedi la coniugazione completa
continua sotto



tenérsi 
te|nér|si
pronuncia: /teˈnersi/
verbo pronominale intransitivo

1 appoggiarsi, reggersi, aggrapparsi a un sostegno o a un appiglio, specialmente con le mani, per non cadere tenersi al braccio di persona | tenersi a un sostegno | devi tenerti a quel sostegno | il vecchio si teneva alla ringhiera | tieniti stretto al manubrio | tenersi a una corda | tenetevi forte! | tienti stretto al manubrio | tienti bene a cavallo | si tenga forte al mancorrente | il naufrago si teneva a un relitto della nave

2 (reciproco) sorreggersi a vicenda, sostenersi l'un l'altro; stare attaccati, addossati l'uno all'altro gli scolari si tenevano per mano a due a due | li ho visti passeggiare tenendosi per mano | si tenevano per mano | si tenevano stretti sottobraccio

3 reggersi, essere saldo, stare dritto non si tiene sulle gambe! | non si tiene in piedi | tenersi in piedi | cerca di tenerti in piedi!

4 restare mantenersi in una certa posizione; stare in un luogo, in un posto tenersi in equilibrio | tenersi inginocchiato | tenersi a gambe unite | si teneva in un angolo | si teneva al centro della sala

5 mantenersi in una determinata condizione o situazione tenersi pronto | tenersi al corrente | tenersi sulla difensiva | è meglio tenersi da parte | tenersi aggiornato | tenersi a galla | tenersi sulle proprie | tenersi da parte | tenersi a distanza | tenersi in primo piano | tenersi a disposizione

6 seguire una direzione determinata occorre tenersi a destra e poi seguire le indicazioni | tenersi al vento | tenersi al largo | tenersi a sinistra | tenersi rasente il muro

7 contenersi, trattenersi, frenare un proprio impulso non riuscii a tenermi e scoppiai a ridere | non posso davvero tenermi dal rimproverarti | non riusciva a tenersi dal ridere | mi tenni a stento dal ridere | mi tengo dal rispondere | non riusciva a tenersi dalle risa | non potemmo tenerci dal rimproverarlo

8 colloquiale avere cura del proprio aspetto fisico e del proprio abbigliamento; limitarsi nel mangiare, nel bere devo tenermi, sono a dieta

9 rispettare qualcosa, attenervisi, non discostarsene tenersi alle prescrizioni del medico | mi tengo al consiglio di mio padre | tenersi ai fatti | tenersi a un metodo | tenersi ai regolamenti | tenersi ai patti | tenersi alle regole | tenersi al parere di qualcuno | ci teniamo alle informazioni che abbiamo | è bene che vi teniate al regolamento | tienti a quanto ti ho detto

10 letterario anticamente con significato affine a quello di dimorare al bosco, / si tenne Diana, ed Elice caccionne [Dante]

11 raro essere in uno stato di reciproca dipendenza, specialmente nella locuzione «tutto si tiene», tutto è connesso, interdipendente tutto in un'epoca si tiene [Saba]

12 raro regolarsi, comportarsi gli dirò nei minimi dettagli come tenersi | sapere a che tenersi | dovete dirgli come tenersi | tenetevi bene a tavola

Indicativo presente:  io mi tengo, tu ti tieni
Passato remoto:       io mi tenni, tenetti, tu ti tenesti
Participio passato:        tenutosi/asi/isi/esi

Vedi la coniugazione completa
continua sotto




verbo pronominale transitivo

1 raro ritenersi, giudicarsi si tiene un genio incompreso | si tiene un grande uomo | si teneva onorato dell'incarico | mi tengo offeso di quanto avete detto | ci teniamo onorati di conoscervi | non si tiene un gran che

2 mantenere, trattenere su di sé o per sé una determinata cosa preferisco tenermi il cappotto | preferisco tenermi il libro | credi che voglia tenermi il tuo danaro? [Pirandello]

Indicativo presente:  io mi tengo, tu ti tieni
Passato remoto:       io mi tenni, tenetti, tu ti tenesti
Participio passato:        tenutosi/asi/isi/esi

Vedi la coniugazione completa

permalink
<<  teneranese tenereto  >>


Locuzioni, modi di dire, esempi


stare tenersi tra le due acque = non compromettersi troppo || vivere allevare tenere qualcuno nell'ovatta o nella bambagia = con grande, eccessivo riguardo, nella mollezza, negli agi hai allevato tuo figlio nell'ovatta || andare col capo alto tenere o portare il capo alto = mostrare orgoglio o sicurezza di sé; si dice più comunemente andare a testa alta || tenere alto il morale = (a sé stessi) non abbattersi, non avvilirsi, sforzarsi di essere ottimisti | (agli altri) infondere entusiasmo, coraggio, fiducia, ottimismo || tenere alto l'onore il proprio nome = difendere la propria reputazione con un comportamento esemplare || avere tenere le chiavi dell'azienda = figurato dirigere l'azienda || tenere o portare un bambino in collo al collo = portare un bambino tenendolo appoggiato alla spalla davanti e sorretto con un braccio || tenere la carta bassa = nascondere le proprie intenzioni || tenere la bocca chiusa cucita = mantenere un segreto, tacere, rimanere in silenzio con ostinazione || tenere a bocca dolce = tenere buoni, a bada con promesse, lusinghe || avere tenere portare sotto braccio = di cose: stringere una cosa tra il braccio e il fianco | di persone: portare una persona a braccetto || avere tenere portare in braccio = cose: tenere qualcosa appoggiata al petto sostenuta dalle braccia | persone: detto specialmente di bambino, sostenerlo sul braccio appoggiandolo al petto || avere tenere in buon in gran conto qualcuno = stimare molto qualcuno, tenerlo in grande considerazione || tenere qualcuno in buona = tenere qualcuno quieto, tranquillo, o bendisposto con l'amico avrebbe desiderato ora più che mai d'entrare in discorso, tanto per tastarlo sempre più, come per tenerlo in buona [Manzoni] || tenersi buono qualcuno = trattare bene qualcuno per conservarne il favore, la benevolenza, la simpatia e per propiziarsene i favori || tener campo a qualcuno = contrastare validamente qualcuno, tenergli testa, resistergli efficacemente || tenere il campo = militare difendere vittoriosamente la propria posizione contro il nemico, aver ragione di tutti gli avversari | sport negli sport di squadra: disporsi e giocare secondo uno schema tattico opportuno ed efficace | sport negli sport individuali: mantenere un primato | figurato mantenere le proprie posizioni, la propria superiorità, il proprio primato in un'arte o in altri campi credette Cimabue nella pintura / tener lo campo [Dante] | figurato mantenere con decisione le proprie posizioni in una disputa, contesa, discussione || mettersi tenere il cappello in capo = indossare il cappello || frenare la lingua tenere la lingua a freno tener la lingua a casa mordersi la lingua = controllarsi nel parlare, sapersi contenere con le parole || tenere la lingua a casa = figurato tenere la lingua a posto, frenarla || tenere le mani a casa = figurato tenere le mani a posto, non metterle addosso ad altri, non fare atti confidenziali o maneschi || ridurre tenere qualcuno in catene = figurato ridurre, tenere qualcuno in completa schiavitù e sottomissione || avere tenere le chiavi del cuore di qualcuno = figurato essere in grado di dominare la volontà e i sentimenti di qualcuno || tener sotto chiave = custodire gelosamente, con molta diligenza || tenere la mannaia sul collo a qualcuno = tenere qualcuno sotto scacco o in stato di dipendenza opprimente || tener conto di qualcosa = considerare, calcolare, valutare qualcosa o una circostanza nella giusta misura; prenderne nota | figurato tenere qualcosa in considerazione || tenere di o da conto qualcosa = custodire, conservare con cura qualcosa questa cosa va tenuta da conto | tiene molto da conto le sue cose || tenere di o da conto qualcuno = tenersi amico qualcuno, conservarsi la sua benevolenza || mettere o tenere al corrente una persona = informare, tenere informato, tenere aggiornato qualcuno || tenersi al corrente = tenersi informato, aggiornarsi || racchiudere nascondere tenere in cuore = nascondere qualcosa, guardarsi dal manifestarlo; || tenere duro = non lasciarsi piegare o convincere, resistere, non cedere || mettere porre tenere in evidenza dare evidenza = dare rilievo, risalto, far rilevare, fare notare, sottolineare, rendere evidente, manifesto, mettere in mostra il professore mise in evidenza le mie lacune | i fatti hanno in evidenza le sue capacità di gestire i problemi | gli esami hanno messo in evidenza problemi di fegato || mettere tenere in evidenza una pratica = burocrazia negli uffici, mettere in vista l'inserto che la contiene affinché venga evasa al più presto e prima delle altre || avere tenere famiglia = avere moglie a carico ed eventualmente dei figli | regionale nell'uso meridionale, affermazione che viene assunta per giustificare comportamenti opportunistici o che, in altre situazioni, cercano di ottenere clemenza, col pretesto di reali o presunte esigenze e responsabilità familiari || tenere il ferro in linea orizzontale = sport nella scherma, tenere l'arma puntata verso il petto o altra parte valida del corpo dell'avversario || muovere tenere reggere manovrare i fili o le fila di qualcosa = essere l'ispiratore occulto, l'arbitro di qualcosa || tenere in filo far stare in filo qualcuno = far rigar dritto qualcuno || tenersi forte = aggrapparsi energicamente, con forza || tenere sotto il fuoco = militare tenere sotto tiro || tenersi fuori dai guai dai pasticci = evitare guai, tenersi lontano da situazioni potenzialmente pericolose || tener gioco = si dice di locali nei quali si svolge il gioco d'azzardo || mettersi rimettersi tenersi a giorno = mettersi o tenersi in pari, al corrente || tenere in giorno o a giorno un registro = tenere aggiornato, in regola un registro giorno per giorno || stare tenersi a giorno = tenersi bene informato, al corrente, aggiornato || tenere a giorno = aggiornare costantemente || tenere il supremo grado = arcaico avere il primato tenevano il supremo grado nella pittura [Vasari] || tenere grado = arcaico tenere un contegno, stare contegnoso || tenere qualcuno al guinzaglio = figurato porre qualcuno sotto il proprio controllo, frenarlo, controllarlo continuamente || mettere tenere in purgo il legname = stagionare il legname tenendolo a lungo nell'acqua || tenere luogo = arcaico avere uguale valore; valere in luogo di, al posto di, in qualità di gli tenne luogo di padre | questo scontrino tiene luogo di ricevuta || tenere la (propria) mano = trasporti nella circolazione, procedere rimanendo sul lato della carreggiata prestabilito dal codice della strada || tener mano a qualcuno = appoggiare qualcuno, favorirlo, specialmente essergli complice in azioni non lecite || tenere in mano = figurato controllare, dominare || tenersi per mano = si dice di persone che vanno insieme stringendo l'uno la mano dell'altro | figurato si dice di due o più persone affiatate che stanno sempre insieme e che si spalleggiano l'un l'altra || tenere a memoria = fermare nella mente qualcosa in modo da poterla ricordare || tenere a mente ritenere in mente = serbare nella memoria, ricordare terrò a mente quanto mi hai detto || tenere a mente = ricordare || essere messo tenuto nei pupilli = arcaico essere considerato un incapace, un inetto | arcaico essere interdetto per cattiva amministrazione delle cose proprie || mettere tenere in susta = arcaico animare, mettere in moto, eccitare, vivacizzare || tenere la puntaglia = arcaico non cedere al nemico || sapere dove il diavolo tiene la coda = essere molto astuto, scaltro, conoscere ogni inganno || andare a tempo tenere il tempo = musica rispettare il ritmo prescritto suonando, cantando o ballando || tenere un buon tempo = sport compiere una gara a una velocità piuttosto elevata, secondo ritmi costantemente elevati || tenere dalla parte del più forte, del più debole = affiancarsi al più forte o al più debole bisognerebbe che tutti i preti fossero come vossignoria, che tenessero un po' dalla parte de' poveri [Manzoni] || tenere sulle petacchine = arcaico far condurre una vita agiata, dispendiosa || stare, tenersi in uno scatolino = figurato trattarsi con eccessivi riguardi, dimostrarsi persona assai delicata || tenere, avere qualcuno per scusato = arcaico aver scusato, perdonato qualcuno || mettere, tenere, lasciare in chiappolo = mettere, tenere, lasciare nel dimenticatoio || avere, tenere sott\'occhio = avere, tenere vicino, a portata di vista, o anche sotto il proprio controllo, sotto la propria vigilanza || tenere gli occhi ben aperti = stare vigili, fare attenzione || non riuscire a tenere gli occhi aperti = avere molto sonno, morire di sonno || stare continuamente con gli occhi addosso, non levare un momento gli occhi di dosso, tenere gli occhi addosso a qualcuno = vigilare attentamente, fissare una persona con insistenza o in modo continuo, anche con diffidenza o per controllarne i movimenti || tenere d\'occhio, non perdere d\'occhio = sorvegliare continuamente || tenere qualcuno in parola = tenere impegnato qualcuno per la conclusione di un affare || tenere dalla parte del più forte, del più debole = affiancarsi al più forte o al più debole bisognerebbe che tutti i preti fossero come vossignoria, che tenessero un po\' dalla parte de\' poveri [Manzoni] || tenere il passo = militare seguire una cadenza di marcia, mantenere il ritmo di marcia | figurato sostenere un certo ritmo, essere all’altezza tenere il passo nel lavoro || tenere qualcuno sotto chiave = tenere qualcuno nascosto, segregato | || tenere sott\'occhio qualcuno, qualcosa = non perdere di vista qualcuno o qualcosa, controllare || tenere in vilanza = arcaico spregiare, dispregiare || tenere qualcuno sulla corda = tenere qualcuno in sospeso, tenerlo nell\'incertezza || tenere, piantare gli occhi addosso a qualcuno = osservare fissamente qualcuno con insistenza, sorvegliarlo || tenere gli occhi addosso a una persona = rivolgere la propria attenzione ad una persona || tenere gli occhi addosso a qualcosa = tenere sotto il proprio sguardo || tenersi, mantenersi calmi = non agitarsi || stare, tenersi contento a una cosa = contentarsi di quella cosa, limitarsi a quella, non chiedere altro state contenti, umana gente, al quia [Dante] || avere, tenere qualcuno, qualcosa in dispetto = non curare, disprezzare qualcuno o qualcosa li buoni erano in dispetto tenuti [Dante] || tener tavola imbandita = accogliere continuamente ospiti a mensa || tenere, portare qualcuno in palmo di mano = avere qualcuno in grande considerazione || tenere in potestà qualcuno = arcaico disporre di una persona secondo la propria volontà || tenere, piantare gli occhi addosso a qualcuno = osservare fissamente qualcuno con insistenza, sorvegliarlo || tenere gli occhi addosso a una persona = rivolgere la propria attenzione ad una persona || tenere gli occhi addosso a qualcosa = tenere sotto il proprio sguardo || tenersi, mantenersi calmi = non agitarsi || stare, tenersi contento a una cosa = contentarsi di quella cosa, limitarsi a quella, non chiedere altro state contenti, umana gente, al quia [Dante] || navigare, trovarsi, tenersi sopravvento = marineria essere più vicino alla parte da cui soffia il vento rispetto a un oggetto che si trova in mare || avere, tenere in spregio = disprezzare avere in spregio qualcuno | tenere in spregio una persona | tenere in spregio gli onori | avere in spregio le adulazioni | tenere in spregio gli ipocriti || tenere per abietto = letterario spregiare || mettere, far stare, tenere uno a segno = frenare qualcuno, richiamarlo al dovere, farlo rigare diritto || tenere il segno perdere il segno = seguire o perdere il punto a cui si è arrivati leggendo || non c'è santo (che tenga) o non ci sono santi (che tengano) = non c'è niente e nessuno che possa impedire un determinato fatto; non c'è niente da fare || tenere a badalucco = arcaico lo stesso che tenere a bada || tenere in celato = arcaico tener nascosto, segreto la quale si reputò opportuno tenere in celato [Carducci] || tenere o far bordone = musica accompagnare con note basse una melodia li augelletti … cantando … intra le foglie, / che tenevan bordone a le sue rime [Dante] | figurato aiutare, assecondare qualcuno, dargli manforte nelle sue malefatte gli tiene sempre bordone || tenere a balia qualcosa = figurato si dice di chi manda in lungo la realizzazione di un progetto o l'esecuzione di un lavoro qualsiasi || tenere basso qualcuno = soggiogare qualcuno, opprimerlo || la produzione, il mercato tiene = economia figurato le capacità produttive dell'industria e il livello delle vendite si mantengono a livelli soddisfacenti || tenersi sulle difese = tenersi pronto a difendersi || tenersi pronto = essere pronto, essere a disposizione || stare, tenersi sulle sue = avere un contegno sostenuto o risentito || te', tie' = familiare tieni, prendi || tenere dietro (a qualcuno) = seguire qualcuno, tenendone il passo è arrivato primo, ma quel ragazzo gli ha tenuto dietro fino all'ultimo | non riesco a tenere dietro al tuo passo | figurato seguire, comprendere quanto qualcuno dice o espone legge così velocemente che non riusciamo a tenergli dietro | parlava di argomenti troppo difficili perché gli potessimo tenere dietro || tenere duro = non cedere, resistere tieni duro, abbiamo quasi finito | occorre tenere duro se vogliamo spuntarla | figurato saper fronteggiare situazioni difficili, mantenendo il controllo di sé, specialmente dal punto di vista emotivo il campione ha tenuto grazie alla sua forza di carattere || tenere per fermo, per certo qualcosa = considerare come cosa sicura, esserne convinto || tenere la parte o le parti di qualcuno = tenere per uno dei due contendenti, parteggiare per lui, condividerne le opinioni, difenderlo, sostenerlo || tener mano, tenere il sacco, tenere bordone a qualcuno = aiutare, favorire qualcuno, avere con esso un rapporto di complicità || tenerci = attribuire importanza a qualcosa o a qualcuno a questo libro ci tengo | a te ci tengo molto || tenere (bene) il mare = marineria si dice di imbarcazione in grado di sopportare il mare mosso o tempestoso perché dotata di stabilità, manovrabilità ecc. || tenere (il) banco = giochi in un gioco: accettare le puntate degli altri giocatori e guidare il gioco || tenere banco = figurato si dice di chi, in un gruppo di persone, guida la conversazione catalizzando su di sé l'attenzione generale; primeggiare || tenere a bada = di persona: tenere qualcuno impegnato o sotto controllo o sotto sorveglianza per evitare che si opponga o sia d'ostacolo a qualcuno o qualcosa, per evitare che compia atti ostili o combini guai vai pure, li tengo a bada io | aver cura di qualcosa tenere a bada la casa || tenere a battesimo = propriamente: fare da padrino o da madrina a qualcuno | per estensione presenziare all'inaugurazione di imprese, al varo di navi, ecc. | per estensione essere il fondatore di un'impresa o assistere, essere presente ai suoi inizi || tenere a cresima qualcuno = far da padrino o da madrina a qualcuno || tenere a distanza = impedire a qualcuno di instaurare un rapporto confidenziale o amichevole || tenersi a distanza = stare lontano da qualcuno o da qualcosa specialmente considerato pericoloso o fastidioso | figurato comportarsi in modo riservato, distaccato, non dare confidenza a nessuno; tenersi in disparte || tenere le distanze = figurato non dare confidenza, non entrare in dimestichezza, mantenere sempre un certo distacco, specialmente nei confronti di chi viene considerato inferiore o pericoloso || tenere alla distanza = sport reggere bene allo sforzo fino al termine della gara || tenere a freno = trattenere qualcuno impedendogli di fare qualcosa non riesco più a tenerlo a freno | trattere un pensiero, un sentimento, una reazione e simili tenere a freno la rabbia | tenere a freno la lingua || tenere a mente, a memoria = ricordare || tenere a stecchetto = tenere in soggezione, in ordine || tenere qualcuno informato, al corrente di qualcosa = informare qualcuno di qualcosa || tenersi al corrente = tenersi informato, seguire le azioni, gli sviluppi, aggiornarsi sugli sviluppi di una situazione o vicenda || tenere (bene) la strada = di autoveicolo: avere una buona stabilità durante la marcia, non sbandare || tenere botta = familiare resistere, non mollare nelle situazioni difficili || tenere caldo = di indumento, di tessuto e simili: trattnere bene il calore corporeo || tenere compagnia (a qualcuno) = intrattenere una persona, farla sentire meno sola, passarci del tempo insieme || tenere consiglio con qualcuno = consultarsi con qualcuno per decidere su qualcosa || tenere conto (di qualcosa) = tenere qualcosa in considerazione, darle la giusta importanza || tenere da o raro di conto qualcosa = conservare, custodire qualcosa con cura || tenere qualcuno in molto, in poco, in nessun conto = stimare qualcuno molto, poco, nulla || tenere qualcuno in conto di …, in concetto di … = letterario considerare qualcuno come … teneva il padre in conto di maestro | Dante teneva Virgilio in conto di maestro || tenere copia di qualcosa = provvedere a ricopiare o duplicare qualcosa per conservarla || tenere da parte = conservare, in genere per qualcun altro ti ho tenuto da parte il libro che hai chiesto || tenere da … = arcaico assomigliare a … tenere qualcosa dalla madre | tiene un poco dalla madre | tiene dal padre | tiene dalla nonna || tenere di = arcaico avere qualcosa, possedere elementi comuni, partecipare alla natura di la sua forza tiene del prodigioso | un fenomeno che tiene del miracoloso || tenere d'occhio qualcuno = sorvegliare qualcuno a vista, spiarlo, controllarne le mosse, i movimenti || tenere gli occhi aperti = stare bene attento || tenere il broncio (a qualcuno) = familiare mostrarsi scontento o risentito nei confronti di qualcuno || tenersi il broncio = (reciproco) tenere l'un l'altro un contegno ostentatamente freddo rimasero… lì fuori a tenersi il broncio [Verga] || tenere il campo = militare respingere gli attacchi nemici | figurato eccellere, primeggiare in un dato settore credette Cimabue ne la pittura tener lo campo [Dante] || tenere il filo del discorso = figurato seguire un ordine logico, non divagare || tenere il pianto, il riso, la rabbia ecc. = frenare, contenere il pianto, il riso, la rabbia ecc. || tenere il piede in due staffe o in due scarpe = figurato barcamenarsi tra due posizioni fra loro contrastanti, allo scopo di uscire senza danno da una situazione difficile o di ricavare il massimo profitto da entrambe || tenere il posto = occupare un posto per sé o per qualcun altro mi tieni due posti sul treno || tenere il tempo = non perdere il ritmo || tenere in piedi un'attività = mandare avanti un'attività, farla funzionare || tenersi in piedi = reggersi sulle gambe || tenere in pugno = dominare, soggiogare, avere in proprio potere || tenere insieme = di cose: unire saldamente, collegare in modo stabile questa vite tiene insieme i due pezzi | di persone o animali: tenere unito tenere insieme un gregge | tenere insieme un esercito | tenere insieme una classe || tenere la cappa = marineria navigare a un'andatura particolarmente ridotta per non subire la furia del vento || tenere la destra o la sinistra = marciare, procedere lungo il lato destro o sinistro di una strada || tenere la lingua a freno o a posto = non parlare a sproposito, non dire cose disdicevoli o offensive, non insolentire o insultare qualcuno || tenere la mano = trasporti procedere a destra o sinistra secondo le prescrizioni del codice stradale || tenere la rotta = marineria aviazione di imbarcazione o aeromobile: rispettare la rotta prestabilita; navigare mantenendo la rotta || tenere la testa a partito = agire con senno, comportarsi in modo saggio, ponderato || tenere l'anima coi denti = trovarsi in precarie condizioni di salute con pericolo di vita || tenere l'avversario = sport nel pugilato: impedire all'avversario di combattere, usando tattiche ostruzionistiche || tenere le mani a posto = non toccare qualcosa | non mettere le mani addosso ad altra persona || tenere per certo qualcosa = essere convinto di qualcosa || tenere qualcuno come un cane = trattare qualcuno come un cane, cioè malissimo || tenere qualcuno in parole = trattenere qualcuno, distrarlo parlando || tenere qualcuno in sospeso = non dare una risposta definitiva a qualcuno, lasciarlo nell'incertezza || tenere sotto qualcuno = figurato mantenere qualcuno in una situazione di inferiorità, sottomissione o soggezione il professore lo tenne sotto quasi un'ora || tenere stretto = stringere | figurato conservare gelosamente, scrupolosamente || tenere sulle spine = lasciare qualcuno nell'incertezza riguardo a una risposta || tenere testa (a qualcuno) = opporsi e resistere tenacemente a qualcuno, non essergli inferiore tenere testa agli avversari || tenere tra le braccia = abbracciare || tenere udienza = diritto concedere udienza, celebrarla || tenere un campo a grano = agricoltura coltivare un campo a grano || tenere un comportamento = comportarsi in un certo modo || tenere un concerto = musica esibirsi suonando in pubblico || tenere un discorso = pronunciare un discorso || tenere un impegno = onorare un impegno, rispettarlo || tenere un linguaggio sconveniente = esprimersi in modo sconveniente || tenere un segreto = non rivelare un segreto || tenere una cameriera = avere in casa, alle proprie dipendenze una cameriera || tenere una lezione = fare una lezione, impartirla || tenere una nota = musica prolungare il suono di una nota con la voce o con uno strumento || tenere una pratica in sospeso = non evadere una pratica || tenere una regola = osservare una regola, seguirla || tenersi a galla = galleggiare | fare o guadagnare ciò che basta per vivere o per far fronte agli impegni | non lasciarsi travolgere dagli eventi; riuscire a cavarsela malgrado le difficoltà della vita || tenersi a un metodo o al metodo = seguire un medico totalmente, scrupolosamente || tenersi a un sostegno = reggersi per non cadere || tenersi ai fatti = limitarsi a registrare e a esporre l'accaduto senza aggiungere opinioni o commenti personali i testimoni si tengano ai fatti || stare, tenersi ai patti, ai regolamenti = rispettare i patti, i regolamenti || tenersi al largo = marineria stare lontano dalla terra, navigare lontano dalle coste | figurato stare lontano da qualcuno o da qualcosa specialmente perché considerato pericoloso o fastidioso per evitare guai o problemi || tenersi al vento = marineria avanzare con l'imbarcazione rivolta sottovento cercando di non lasciarsi spingere sottovento dal vento stesso scarrocciando | figurato prevedere le circostanze sfavorevoli nell'eseguire una qualsiasi azione, e tenersi preparati a superarle || tenersi alla larga = figurato star lontano da qualcuno o da qualcosa per evitare eventuali pericoli, guai, noie e simili || tenersi buono qualcuno = comportarsi con qualcuno in modo amichevole per motivi di interesse, perché non possa nuocere o per calcolo || tenersi caro = conservare la benevolenza, l'amicizia di persona || tenersi corto = lo stesso che tenersi stretto || tenersi di qualcosa = letterario farsi vanto di qualcosa, esserne orgoglioso sono povero e me ne tengo || tenersi la pancia dal ridere = ridere a crepapelle, sbellicarsi dalle risate || tenersi sulla difensiva = attendere sempre le parole o le mosse degli altri prima di agire, evitando di attaccare per primi || tenersi sulle proprie = non dare confidenza a nessuno, dimostrarsi offeso o superiore, trattare con distacco || tengo famiglia = popolare si dice usata per esprimere di fronte a terzi un generico bisogno di aiuto o per giustificare la propria mancanza di coraggio || tenere contro = fare opposizione, parteggiare per la parte avversaria, scommettere che uno perderà || tenersi corto in qualche cosa = limitarsi in qualcosa || tenersi corto nelle spese = risparmiare || tenere, ridurre, mettere qualcuno a dovere = arcaico costringere qualcuno a eseguire il proprio dovere; farlo rigare diritto || tenere molto, troppo, poco posto = essere, o non essere, ingombrante || tenere le mani a posto = astenersi dal compiere gesti di violenza o di eccessiva confidenza, non toccare ciò che non si deve || tenere la lingua a posto o a freno = badare a come si parla, controllare il proprio linguaggio, fare attenzione a non parlare troppo o a sproposito, pensare alle conseguenze delle proprie parole || tener fermo = familiare tenere duro, resistere || non tenere il fermo = arcaico cambiare idea || tener ferma una merce = commercio astenersi, per speculazione, dal metterla in commercio || tener fermo = immobilizzare | figurato resistere, non cedere a pressioni od ostilità || tenere per fermo = raro ritenere per sicuro che se nel vero, com'io per fermo estimo, il vivere è sventura [Leopardi] || essere con, avere, tenere un piede nella fossa = essere prossimo a morire, per malattia o vecchiaia | per estensione essere in grave pericolo || tenere a freno = dominare, controllare, contenere tenere a freno la lingua || tenere a freno la lingua = moderare il linguaggio || tenere l'invito = arcaico accettare l'invito aveva dubitato che essi non avesser tenuto lo 'nvito se, quando gli trovò, invitati gli avesse [Boccaccio] | d'un ostier paesan lo 'nvito tenne, / che lo pregò che rimanesse seco [Ariosto] || tenere qualcuno a scotto = arcaico tenere qualcuno a pensione, passargli il vitto || tenere, portare qualcuno in palma, in palmo di mano = figurato fare qualcuno oggetto della propria stima e della propria considerazione a preferenza di ogni altro, tenerlo in gran conto, lodarlo pubblicamente || tenersi addietro = non voler apparire tra i primi || tenere per sé qualcosa = non condividere o non rivelare ad altri qualcosa tenere per sé segreto | tenere per sé una notizia in genere || tenere qualcuno a sedere = impedire a qualcuno di svolgere la sua normale attività, tenerlo in ozio || tenere al seno = allattare || tenersi in allenamento = svolgere una determinata attività in modo costante leggere per allenamento | scrivere per tenersi in allenamento | fare conversazione in francese per non perdere l'allenamento || tenere il viso alzato = tenere il viso volto verso l'alto || tenere i soldi ad ammuffirsi = non fare fruttare il denaro, tenerlo inattivo, non investirlo || stare, tenersi in tono = darsi un contegno sussiegoso e sostenuto | non uscire dai termini del discorso || tenere a tono = raro tenere a freno || tenersi su un alto tono = di locali pubblici: essere frequentati da gente di alto livello sociale || fare, tenere una via = seguire un determinato percorso (anche in senso figurato) Maestro mio — diss'io — che via faremo? [Dante] | gridando il padre a lui «Mala via tieni!» [Dante] || tenersi bene in arcione o in arcioni = andare bene a cavallo || tenersi male in arcione o in arcioni = andare male a cavallo || tenere albergo = raro fare l'albergatore || stare a occhi aperti, tenere gli occhi aperti = figurato stare ben attenti, stare in guardia, stare sul chi vive || tenere le orecchie aperte = seguire con attenzione, vigilare || tenere, badare alle apparenze = tenere in gran conto l'esteriorità delle cose, le manifestazioni esterne e convenzionali || tenere, reggere l'anima coi denti = figurato esser molto malandato in salute, tenersi in vita come per miracolo || tenere, prendere l'anguilla per la coda = figurato destreggiarsi in una situazione difficile



Proverbi


chi non tien conto del poco, non acquista l'assai || chi non tiene conto dello spillo, non avrà mai l'ago || chi parla rado, è tenuto a grado || chi piglia l'anguilla per la coda e la donna per la parola, può dire di non tener nulla || chi pon mèle in vaso nuovo, provi se tiene acqua || chi si vuol bene, poco luogo tiene || chi sta fermo in casi avversi, buon amico può tenersi || chi tiene il cavallo e non ha strame, in capo all'anno si gratta il forame || chi tiene il letame nel suo letamaio, fa triste il suo pagliaio || chi tiene il piede in due scarpe (o staffe), spesso se Io trova fuori || chi tiene la scala non è meno colpevole del ladro || chi tristo non è tenuto, se fa mal non è creduto || chi troppo in sé confida, pazienza non tiene || chi vuol ben dal popolo, lo tenga scusso || chi vuol la casa monda, non tenga mai colomba || chi vuol l'amore celato, lo tenga bestemmiato || compar di Puglia, l'un tiene e l'altro spoglia || contro la paura, non c'è ragione che tenga || da curati, compari e cognati, tieni lontana tua moglie, perché son malfidati || di' all'amico il tuo segreto e ti terrà il piede sul collo || di mattina, l'aria fresca tien la vita sana e lesta || dice il frumentone: tienmi largo, se vuoi che io ti carichi || donna che per amor si piglia, si tenga in briglia || donne e fanciulli, tengono segreto quel che non sanno || donne e oche, tienine poche || dove ci son donne innamorate, è inutile tener porte serrate || è ladro chi ruba e chi gli tiene il sacco || è meglio dare e pentire, che tenere e patire || è meglio tenere a terra, che vendere a calcina || è meglio un tieni tieni, che cento piglia piglia || è tanto colpevole il ladro, quanto chi gli tiene il sacco || è un di più tender bene, se la rete non tiene || fa' di essere tale quale vorresti essere tenuto || fazzoletti che si tengono a mostra, non si vendono || fra il promettere e il tenere, si smarrisce il mantenere || gennaio e febbraio, tieniti il pollaio; marzo e aprile capretto gentile; maggio e giugno erbette col grugno || giudice e scrivano, vuol tenere il piede in mano || i Iadri sarebbero pochi, se nessuno tenesse loro la mano || i piccoli doni, tengono viva l'amicizia || il cane che ha rubato il lardo al cuoco, si tiene la coda fra le zampe al fuoco || il male che non ha riparo, è bene tenerlo nascosto || il primo grado di pazzia è tenersi savio, il secondo farne professione, il terzo sprezzare il consiglio || la pace dipinta non tiene il colore || la paura può tener l'uomo fuori dal pericolo, ma il coraggio solo può aiutarlo in esso || la roba sta con chi la sa tenere || la seta non tiene il nodo || l'acqua e il popolo non si può tenere || le donne sono una certa mercanzia da non le tener troppo in casa || loda il mare e tienti alla terra (o alla riva) || loda il monte (o il poggio) e tienti al piano || l'uomo onesto tien parola come un re || male che non ha riparo, è bene tenerlo nascosto || non dà chi tiene, ma da chi vuol bene || non è ricco chi il denaro tiene chiuso, ma chi lo spende per farne buon uso || non è saggio insiem tenere noci e uova in un paniere || non portar groppa (o non tener groppa) || non si può tenere la lingua a nessuno || o bella o brutta che la moglie sia, l'importante è che tenga compagnia || ottobre è bello, ma tieni pronto l'ombrello || pane e feste tengono il popolo quieto || per chi vuol essere libero non c'è catena che tenga || per parlare di giuoco, bisogna aver tenute le carte in mano || per quanto puoi tieni di casa fuori gli intriganti, i curiosi e i seccatori || primo grado di pazzia è tenersi savio, il secondo farne professione, il terzo sprezzare il consiglio || promessa ingiusta tener non è giusto || quando canta il fringuello, buono o cattivo, tienti a quello || quando canta il pigozzo (picchio) di gennaio, tieni a mano il pagliaio || quando è poco pane in tavola, tienti il tuo in mano || quando il benessere passa le porte, poveri e onesti tenetevi forte || quando il bosco tiene la neve, aspettate ancora neve || quando il capello tira al bianchino, lascia la donna e tienti il vino || quando il diavolo prega, tien d'occhio una preda || quando il filo è in istanga, non tenere il culo in panca || quando la vacca tien su il muso, brutto tempo salta suso || quegli tien gran prudenza che alla morte sempre pensa || ragione e persuasione tengono uniti gli uomini || sacco rotto non tien miglio, pover'uom non va a consiglio; || scarsa messe daranno i campi tuoi, se grassi nella stalla avrai tenuto i buoi || se il dì di san Martino il sole va in bisacca, vendi il pane e tienti la vacca; se il sole va giù sereno, vendi la vacca e tienti il fieno || se non tieni il passo, subirai il sorpasso || superbia senza avere, mala via suol tenere || tanto è ladro chi ruba, come chi tiene il sacco || tanto è tenere che scorticare || tanto ne va a chi tiene, quanto a chi scortica || tenere (custodire, guardare) due amorosi, è come tenere un sacco di pulci || tien dietro un anno a un anno e ad altri ancora, finché vien l'anno estremo e l'ultima ora || tieni la bocca chiusa, se non vuoi che ti sfugga l'oro di bocca || tienti al mestier che il viver ti procaccia e lascia gli altri a far quel che a lor piaccia || tramontana torba e scirocco chiaro, tienti all'erta, marinaro || tre cose non si possono tener nascoste, donne in casa, fusi in sacco e paglia nelle scarpe || trentadue denti non riescono a tenere a bada una lingua || vino amaro, tienilo caro



Sfoglia il dizionario

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

tenentino (s. masch.)
tenenza (s. femm.)
teneramente (avv.)
teneranese (agg.)
teneranese (s. masch. e femm.)
tenere (v. intr.)
tenere (v. trans.)
tenersi (v. pron. intr.)
tenersi (v. pron. trans.)
tenereto (s. masch.)
tenerezza (s. femm.)
tenerina (agg. e s. femm.)
tenerino (s. masch.)
tenerità (s. femm.)
teneritudine (s. femm.)
tenerizzatore (s. masch.)
tenero (agg. e s. masc.)
tenerone (agg. e s. masc.)
tenerore (s. masch.)
tenerume (s. masch.)

Sfoglia il dizionario italiano a partire da:


---CACHE--- 5