Dizionario Italiano





ùno 
ù|no
pronuncia: /ˈuno/
aggettivo numerale cardinale

1 che è pari a una unità

2 davanti a sostantivi serve a indicare in senso generico un componente di una classe

 
MASCHILE
FEMMINILE
SINGOLARE
SINGOLAREuno
PLURALEuna
PLURALE
SINGOLARE
PLURALE

permalink
<<  unno unoculo  >>


Locuzioni, modi di dire, esempi


trenta dì conta novembre con april giugno e settembre di ventotto ce n'è uno tutti gli altri ne han trentuno = filastrocca mnemonica per ricordare la durata dei mesi || l'uno dice bianco e l'altro nero = si dice a proposito di opinioni o testimonianze divergenti || uno più uno meno una cosa più una cosa meno = indica un’approssimazione che non incide sostanzialmente sull’insieme il film dura due ore, minuto più, minuto meno | per quella pratica ci vogliono 30 giorni uno più uno meno || fuori uno! fuori due! = militare sui sommergibili, comando di lanciare i siluri nell'ordine indicato | per estensione indica la progressiva eliminazione di oggetti, argomenti, all'interno di una serie || in uno di questi giorni = prossimamente || uno di questi giorni = un giorno futuro indeterminato, ma abbastanza vicino || uno di meno = esprime sollievo o soddisfazione per la diminuzione di un'unità nel numero complessivo di determinate persone o cose non è venuto? bene, uno di meno! || vuoi sentirne una?, senti questa! = si dice per sottolineare la sorpresa, lo sdegno e simili suscitato dal fatto che si sta per raccontare || generale a una stella = militare generale di brigata || coma uno, due, tre, quattro = medicina valutazione della gravità dello stato di coma || RAI uno, RAI due, RAI tre = denominazioni correnti delle tre reti e dei relativi canali gestiti dalla televisione pubblica italiana || coma uno, due, tre, quattro = medicina valutazione della gravità dello stato di coma



Proverbi


Roma non fu fatta in un giorno = si dice a chi si lamenta accusandoci di non essere solleciti a finire un lavoro, a sbrigare un'operazione importante || chi ruba una volta, è sempre ladro || chi ruba, pecca uno; e chi è rubato pecca cento || chi uno ne punisce, cento ne ammonisce || chi vuol un pero ne ponga cento, e chi cento susini ne ponga uno solo || compagnia di uno, compagnia di nessuno; compagnia di due, compagnia da Dio; compagnia di tre, compagnia da re; compagnia di quattro, compagnia da matto || compra uno e vendi tre; se fai male, apponlo a me || corte e morte, e morte e corte, fu tutt'uno || è meglio mieter due giorni prima, che uno tardi || è meglio ricordare due volte, che dimenticare una || frasche, fumo e vanità è tutt'uno || fumo, fiore e corte, è tutt'uno || funghi e poeti: per un buono, dieci cattivi || gli uomini son come i tegoli, si danno da bere l'un con l'altro || i belli spiriti, si conoscono l'un l'altro || i preti hanno sette mani per prendere e una per dare || i Vicentini quando piscia uno, piscian tutti || il castigo dell'uno deve servire da esempio agli altri || in mille uno, in cento nessuno || la tosse a non curarla dura cento giorni e a curarla dura cento e uno || le disgrazie sono come le ciliegie: una tira l'altra || le donne ne sanno una più del diavolo || meglio saperne uno bene che trenta male || meno uno sa, più leva in alto il naso || misura sette volte e taglia una volta || neanche orlando ne voleva più d'uno || nell'oscuro si vede meglio con uno che con due occhi || non lasciare il poco per l'assai, che forse l'uno e l'altro perderai || non pianse mai uno che ridesse l'altro || ogni dì ne passa uno || ogni dì ne va un dì || per sant'Ansano (dicembre), uno sotto e uno in mano || preso per uno, preso per mille || quando si va a messa a mezzanotte con la luna, chi ha due vacche ne vende una || quando uno è in ballo, deve ballare || quando uno ha disgrazia, gli va sul cotto l'acqua bollita || quand'uno per bugiardo è conosciuto, anche se dice il ver non è creduto || sant'Antonio (gennaio), gran freddura, san Lorenzo (agosto) gran caldura, l'uno e l'altro poco dura || se entri in mischia, due sacchi devi portare, per ricever l'un, l'altro per dare || sii mille volte disgraziato piuttosto che una sola ingiusto || solo allora conosciamo il male e il bene, quando l'uno parte da noi e l'altro viene || trenta dì ha novembre, april, giugno e settembre; di ventotto ce n'è uno tutti gli altri n'han trentuno || tutti per uno, uno per tutti || un occhio alla pentola, e uno alla gatta || un po' per uno non fa male a nessuno || un uomo ne val cento (o mille), e cento non ne vagliono uno || un uomo nuoce a cento, e cento non giovano a uno || una ne paga cento (o una le paga tutte) || una ne pensa il cuoco, una il goloso || una ne pensa il ghiotto, un'altra il tavernaio (o l'oste) || una tira l'altra || una volta per uno non fa male a nessuno || una volta per uno tocca a tutti || uno da sé non può far nulla || uno e nessuno è tutt'uno || uno fa i miracoli, e un altro raccoglie i moccoli || uno fa il letto e l'altro vi si sdraia || uno fa il ponte e l'altro vi passa su || uno fa le veci, e l'altro ha le noci || uno leva la lepre, e un altro la piglia || uno ordisce la tela, e l'altro la tesse || uno semina l'altro raccoglie || uno si fa il proprio destino, l'altro lo trova bell'e fatto || uno, nessuno : due come uno; tre così così; quattro il diavolo a quattro || val più uno a fare che cento a comandare || vedendo uno, il conosci mezzo; e sentendolo parlare, il conosci tutto



Sfoglia il dizionario

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

unnilpenzio (s. masch.)
unnilquadio (s. masch.)
unno (agg.)
unno (agg. e s. masc.)
unno (agg. e s. masc.)
uno (agg. num. card.)
unoculo (agg.)
uno–due (s. masch.)
unoppi (int.)
unoqque (int.)
Unp (simb.)
UNPA (sigla)
UNPF (sigla)
unplugged (agg. e s. masc.)
Unq (simb.)
unqua (avv.)
unquanche (avv.)
unquanco (avv.)
unquanno (avv.)
unque (avv.)

Sfoglia il dizionario italiano a partire da:


---CACHE---