Dizionario Italiano





discórso 
di|scór|so
pronuncia: /disˈkorso/
sostantivo maschile

1 il discorrere; quindi anche conversazione, colloquio

2 trattazione di un argomento, fatta specialmente in pubblico

 
MASCHILE
FEMMINILE
SINGOLARE
SINGOLAREdiscorso
PLURALE
PLURALE
SINGOLAREdiscorsi
PLURALE

permalink
<<  discorsivo discorsone  >>


Locuzioni, modi di dire, esempi


cose discorsi parole in aria = cose, discorsi vani, senza costrutto, senza fondamento || discorso a mezz'aria = discorso ambiguo, incerto || mettere parole o discorsi in bocca a qualcuno = suggerire o attribuire a qualcuno parole o discorsi, specialmente non veri || il corpo di un discorso di uno scritto = la parte centrale e più importante di un testo, tra l'esordio e la conclusione || il filo del discorso = lo sviluppo logico, la sequenza logica di un discorso || parole frasi discorsi a mezz'aria = parole, frasi, discorsi reticenti, non espliciti || discorso o linguaggio endofasico = linguistica linguaggio o discorso articolato mentalmente, non usato cioè per comunicare con altri || rappiccare il discorso = arcaico riprenderne il filo del discorso ma il filo mi s\'era rotto, e il rappiccarlo era disperata impresa per me [Foscolo] || discorso areopagitico = religione discorso quello tenuto da san Paolo nell\'Areopago, durante la sua permanenza in Atene, riportato negli Atti degli Apostoli || di parola in parola, di argomento in argomento, di discorso in discorso = passando da un argomento all\'altro || le parti del discorso = grammatica le categorie in cui si suole suddividere il corpo lessicale di una lingua || un discorso aereo = discorso campato in aria || discorso dilavato = figurato discorso senza significato, scipito || discorso a pera = familiare discorso sconclusionato, mal fatto, sciocco, insensato, illogico o fuori luogo, che non ha alcuna attinenza con quanto si sta facendo o dicendo || un discorso aereo = discorso campato in aria || discorso dilavato = figurato discorso senza significato, scipito || portare avanti il discorso = continuare il discorso | rendere d'interesse generale un determinato argomento | impegnarsi in un certo tipo di attività, di lavoro e simili; sostenere una causa, un progetto || dove vuole uscire questo tuo discorso? = a cosa mira, dove vuole andare a parare || tenere il filo del discorso = figurato seguire un ordine logico, non divagare || tenere un discorso = pronunciare un discorso || analisi del discorso = linguistica parte della linguistica che determina le regole della produzione delle sequenze di frasi strutturate || attaccare discorso = cominciare a parlare, a chiacchierare || cambiare discorso = deviare dall'argomento, parlare d'altro, specialmente per evitare un argomento imbarazzante || che discorsi! = che affermazioni fuori luogo!, che cose senza senso!, quante sciocchezze! || discorso accademico = scuola discorso pronunciato dal rettore dell'Università all'inizio dell'anno accademico || discorso della Corona = politica discorso pronunciato dal sovrano all'atto dell'incoronazione o all'apertura delle sessioni parlamentari, nel quale si traccia il programma politico e amministrativo del governo || discorso di circostanza = discorso conveniente a una determinata situazione || discorso di replica = politica discorso tenuto da un ministro in parlamento, successivo al dibattito svoltosi sulle dichiarazioni fatte in precedenza dal medesimo || discorso diretto = linguistica tipo di costrutto in cui si ha riproduzione testuale della forma originaria delle parole pronunciate da qualcuno || discorso indiretto libero = linguistica tipo di costrutto in cui le parole o il pensiero d'una persona vengono riferiti dall'autore in forma indiretta, ma senza un verbo dichiarativo reggente, in modo da conservare alcuni caratteri tipici della forma diretta || discorso indiretto = linguistica tipo di costrutto che si ha quando la frase riportata non è riprodotta tale e quale nel racconto, ma viene introdotta da un elemento subordinante nella forma voluta dalle leggi della dipendenza sintattica || discorso senza capo né coda = discorso senza senso, disordinato, sconnesso e inconcludente | || entrare in discorso = venire a parlare di un argomento || far cadere il discorso su qualcosa o su qualcuno = portare l'attenzione parlando su qualcosa o su qualcuno || il discorso cadde su … = si parlò di … || lasciar cadere il discorso = non dar seguito, non rispondere, distogliere l'attenzione da un argomento || parte del discorso = grammatica ciascuna delle categorie nelle quali si dividono le parole di una lingua secondo la loro forma e funzione che le singole parole adempiono nella frase, in base a criteri morfologici, sintattici e semantici; in italiano si distinguono in genere nove parti del discorso: il sostantivo, l'aggettivo, l'articolo, il pronome, il verbo, l'avverbio, la preposizione, la congiunzione, e l'interiezione || perder tempo in discorsi = perdere tempo in parole inutili || perdere il filo del discorso = dimenticare l'argomento principale di cui si sta parlando, smarrire la consequenzialità delle proprie asserzioni || pochi discorsi! = alle corte!, poche chiacchiere!, non perdiamoci in chiacchiere! || portare avanti un discorso = mettere in discussione un progetto, un'iniziativa, cercando di realizzarli o di trovare una soluzione soddisfacente || questo, quello è tutto un altro discorso = questo, quello è è un'altra cosa tutta diversa, un altro paio di maniche || senza tanti discorsi = senza andare per le lunghe, con franchezza || tutti discorsi! = sono soltanto parole, niente di concreto || filare un discorso = portare avanti bene un discorso || discorso, orazione inaugurale = discorso pronunciato nell'inaugurazione di un monumento, di un anno accademico nelle università, ecc. || girare il discorso = figurato condurre accortamente il discorso ad altro argomento, dargli un altro significato, modificarne o travisarne il significato o l'argomento a proprio vantaggio || intonare un discorso = cominciare a pronunciare un discorso con voce alta e sonora, in tono solenne || discorso lineare = discorso chiaro e coerente || lasciar morire il discorso = non proseguire la conversazione, o far cadere un argomento || ammezzare un discorso = lasciare un discorso a metà || stringere un discorso = ridurre un discorso al minimo essenziale || un discorso di ampio respiro = discorso non limitato strettamente all'argomento trattato || universo del discorso = matematica in logica formale: insieme degli oggetti cui si riferiscono le espressioni di un linguaggio formale | linguistica l'insieme minimo dei dati ideologici che emergono dal contesto e che permettono di produrre un enunciato || discorso apodittico = enunciato o pronunciato in tono dogmatico, senza dimostrazione e senza sostegno di prove || discorso accademico = discorso fatto per puro esercizio dialettico || discorso dell'Areopago = religione discorso tenuto da san Paolo sull'Areoapago riportato negli Atti degli Apostoli || discorsi d'arlecchino = figurato discorsi incoerenti, senza né capo né coda, privi di serietà e di nesso logico || stile, discorso asciutto = stile, discorso sobrio, molto conciso || attaccare discorso = iniziare a parlare | figurato lo stesso che attaccare bottone


Proverbi


dai discorsi si nota se una persona è vuota || si riceve l'ospite secondo l'abito e si accommiata secondo il discorso


Sfoglia il dizionario

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

discorsino (s. masch.)
discorsione (s. femm.)
discorsivamente (avv.)
discorsività (s. femm.)
discorsivo (agg.)
discorso (s. masch.)
discorsone (s. masch.)
discortecciare (v. trans.)
discortese (agg.)
discortesemente (avv.)
discortesia (s. femm.)
discosauro (s. masch.)
Discosauro (s. masch.)
discoscendere (v. intr.)
discoscendere (v. trans.)
discosceso (part. pass.)
discosceso (s. masch.)
discosoma (s. masch.)
Discosoma (s. masch.)
discostamente (avv.)

Sfoglia il dizionario italiano a partire da:


---CACHE--- 3