Dizionario Italiano





lèggere 1 
lèg|ge|re 1
pronuncia: /ˈlɛdʤere/
verbo transitivo

1 (assoluto) scorrere con la vista i caratteri della scrittura distinguendo i suoni rappresentati dalle lettere, riunendone in modo da comprendere più o meno completamente il significato s'è fatto buio e non riesco più a leggere | imparare a leggere | leggere silenziosamente | leggere in silenzio | leggere speditamente | leggere adagio | leggere a stento | leggere piano | leggere sottovoce | leggere stentatamente | saper leggere | non sa ancora leggere e scrivere | saper leggere e scrivere | scrittura difficile a leggersi | insegnare a leggere | leggere tra le righe | leggere a voce alta | leggere in fretta | imparare a leggere | leggere forte

2 prendere conoscenza del contenuto di uno scritto attraverso la lettura è uno scrittore molto letto | leggere un libro | leggere una poesia | sto leggendo un bel romanzo | leggere Dante | leggere un manoscritto antico | è un romanzo piacevole a leggersi | leggere un articolo | leggere Omero nell'originale | leggere il giornale | che ci leggi tu in questa frase? | leggere un autore | leggere Manzoni | leggere una lettera | questo episodio si legge in Dante

3 capire i testi scritti in una certa lingua leggere l'inglese | leggere il francese | legge correntemente il tedesco

4 seguito da aggettivo, da proposizione oggettiva o da complemento di argomento: venire a conoscenza di una notizia, di un fatto tramite la lettura ho letto della riapertura del teatro | ho letto che questa sera ci sarà un concerto | ho letto che pioverà | ho letto sul giornale che domani i ferrovieri scioperano | ho letto nel giornale che il concerto è stato rinviato | leggere una notizia | hai letto dell'aumento della benzina? | ho letto sul giornale che domani ci sarà uno sciopero | hai letto del nuovo sistema di tassazione? | hai letto di quel poveretto? | quando leggemmo il disïato riso / esser basciato da cotanto amante [Dante]

5 (assoluto) amare la lettura, dedicarsi alla lettura nel tempo libero leggo | è una persona che ha letto molto | nei ritagli di tempo libero mi piace leggere | leggere per svago | è uno che legge moltissimo | mi piace leggere | leggere tanto | leggere per ammazzare il tempo | gli italiani leggono poco | la sera leggo sempre prima di addormentarmi | leggere di tutto | leggere per istruzione

6 pronunciare a voce alta un testo scritto per comunicare ad altri il contenuto leggere un discorso | tu leggi molto male | leggere una favola al bambino | leggere una sentenza | dare per letto | leggere una favola | non leggere così in fretta | leggere una relazione | leggere con sentimento

7 tenere una pubblica lettura spiegando e commentando un testo leggere le notizie del telegiornale | sono stati letti passi dei Promessi Sposi | durante la messa il celebrante legge il vangelo

8 per estensione intendere, interpretare in un determinato modo uno scritto, un passo di un autore, allo scopo di formulare un giudizio sintetico leggere Manzoni in chiave strutturalista | leggere un testo in chiave filologica | leggere il Risorgimento in chiave marxiana | alcuni commentatori leggono erroneamente questo verso | leggere i Promessi Sposi in chiave gramsciana | i critici dell'Ottocento leggevano erroneamente questa strofa | leggere Dante in chiave semiologica

9 filologia per estensione di un manoscritto, di un'edizione a stampa ecc.: recare una determinata lezione il codice laurenziano legge questo passo diversamente dal codice vaticano | i codici antichi leggono in modo diverso questo passo | in quel passo di Dante i codici leggono 'vede' e non 'rende' | sono due codici che leggono diversamente questo verso

10 analizzare, interpretare un'opera, un fatto, un avvenimento e simili leggere l'ultima crisi ministeriale alla luce della congiuntura economica | leggere un quadro | leggere un film in chiave psicologica | leggere un film in chiave critica | leggere in modo nuovo un quadro famoso | leggere la situazione politica alla luce dei risultati elettorali | leggere gli avvenimenti in chiave politica

11 per estensione decifrare, interpretare scritture o segni naturali o convenzionali leggere i numeri arabi | leggere un codice cifrato | leggere la carta geografica | leggere una radiografia | leggere la mano | leggere un diagramma | leggere i segnali Morse | leggere una formula chimica | leggere i numeri romani | i ciechi leggono con le dita | leggere a prima vista | leggere una carta topografica | i ciechi leggono con i polpastrelli | leggere un disegno tecnico | leggere un grafico | la cassa del supermercato legge i codici a barre

12 figurato intuire, indovinare stati d'animo, condizioni fisiche, pensieri, intenzioni, sentimenti semplicemente osservando l'espressione del volto, dello sguardo, l'aspetto ecc. gli si leggeva il terrore sul volto | leggere la paura | il dolore gli si leggeva sul volto | ti leggo negli occhi la bugia | leggere la speranza in volto | leggere nel pensiero | leggere nel cuore | è difficile leggere nella sua anima | leggere la gioia | gli si leggeva in volto l'invidia | leggere nella mente | ti si legge negli occhi la menzogna | leggere la rabbia negli occhi di persona | gli si leggeva nel viso la gioia | leggere nell'animo | la paura gli si leggeva in faccia | se a ciascun l'interno affanno / si leggesse in fronte scritto [Metastasio]

13 musica distinguere sullo spartito i suoni rappresentati dalle note; cantare o suonare un brano senza averlo prima studiato imparare a leggere la musica | leggere a vista | leggere a prima vista

14 informatica prelevare da un'unità di memoria dei dati memorizzati per visionarli, elaborarli o trasferirli in un'altra memoria

15 tecnologia rilevare e interpretare le indicazioni fornite da uno strumento di misura leggere un amperometro | leggere il contatore della luce

16 tipografia correggere il testo di una bozza

17 letterario insegnare, esporre una scienza, una dottrina, una disciplina da una cattedra, specialmente universitaria (in quanto in origine gran parte dell'insegnamento universitario era costituito dalla lettura e commento degli autori) fu chiamato a leggere filosofia allo Studio fiorentino | vollono lasciare a me solo che io leggessi … le medicine [Boccaccio] | Maestro Taddeo leggendo a' suoi scolari in medicina, trovò che … [Masuccio] | a Genova ancora sono invitato a legger l'etica e la poetica d'Aristotele [Tasso]

18 arcaico eleggere, preferire

Indicativo presente:  io leggo, tu leggi
Passato remoto:       io lessi, tu leggesti
Participio passato:        letto

Vedi la coniugazione completa
continua sotto



lèggersi 1 
lèg|ger|si 1
pronuncia: /ˈlɛdʤersi/
verbo pronominale intransitivo

con valore intensivo: dedicarsi alla lettura di qualcosa leggersi un romanzo | leggersi un libro

Indicativo presente:  io mi leggo, tu ti leggi
Passato remoto:       io mi lessi, tu ti leggesti
Participio passato:        lettosi/asi/isi/esi

Vedi la coniugazione completa

permalink
<<  leggeramente leggere 2  >>


Locuzioni, modi di dire, esempi


farsi fare o leggere le carte = farsi predire il futuro da una cartomante || leggere fare le carte = praticare la cartomanzia, predire il futuro, interpretando le carte || leggere vedere nel cuore di qualcuno = capire, indovinare i suoi pensieri, scoprire i suoi sentimenti più nascosti || leggere la mano = esaminare la mano secondo le regole della chiromanzia || leggere negli occhi = penetrare nel pensiero, nell'animo d'una persona || leggere negli occhi = penetrare nel pensiero, nell\'animo d\'una persona || che ci leggi tu qui? = si dice mostrando uno scritto di lettura incerta | può anche significare: come la intendi tu questa frase? || leggere una lingua = conoscere una lingua tanto da poter capire ciò che in quella lingua è scritto legge correntemente il tedesco | leggere correntemente il greco || un libro che si legge, che si fa leggere = un libro piacevole, che desta interesse || leggere un autore = letteratura leggere gli scritti di una autore, la sua opera || dare per letto = in una riunione: omettere la lettura di qualche carta, documento, ecc. di cui già i presenti conoscono più o meno il contenuto || ho avuto finalmente il piacere di leggerti = formula di cortesia usata specialmente nella corrispondenza commerciale ho il piacere di leggervi || i ciechi leggono con i polpastrelli, con le dita = i ciechi leggono riconoscendo appositi segni alfabetici in rilievo, scorrendo con le dita sopra i caratteri rilevati || io non ci leggo nulla = si dice a proposito di uno scritto che non si riesca a decifrare || leggere i suoni = tecnologia nella tecnica della registrazione sonora: riprodurre, direttamente o mediante un trasduttore elettrosonoro, una registrazione || leggere il futuro, nel futuro = prevedere il futuro o presumere di poterlo fare || leggere il/nel pensiero = conoscere o presumere di conoscere il pensiero altrui in virtù di percezioni extrasensoriali | per estensione indovinare, intuire ciò che qualcuno ha in mente senza che questi lo esprima ormai ti leggo nel pensiero || leggere la mano di, a qualcuno = cercare di predire il suo destino interpretando le linee del palmo della mano di qualcuno; praticare la chiromanzia || leggere la musica = musica capire i suoni rappresentati dalle note del pentagramma; eseguire un brano musicale seguendo con gli occhi ciò che è scritto sullo spartito || leggere a prima vista = musica eseguire un brano musicale con speditezza, leggendolo per la prima volta, senza cioè averlo prima studiato || leggere la vita a qualcuno = familiare sindacare la sua vita privata raccontando di qualcuno soprattutto gli aspetti peggiori || leggere le carte = conoscere il futuro o presumere di poterlo fare basandosi sulla disposizione delle carte | giochi nel poker: guardare le carte aprendole a ventaglio con l'indice e il pollice della mano quel tanto che basti a riconoscerle || leggere nel cuore, nell'anima, nella mente, nella coscienza di qualcuno = indovinare i pensieri più intimi e riposti di una persona || leggere nel libro del destino o del futuro = prevedere il futuro, indovinare l'avvenire || leggere qualcosa negli occhi, nello sguardo di qualcuno = indovinare i pensieri e le emozioni di qualcuno || leggere tra le righe = capire ciò che non viene detto o scritto esplicitamente, ma anche ciò che è intenzionalmente taciuto || leggere Dante, Foscolo, Montale ecc. = letteratura leggere gli scritti e l'opera di Dante, Foscolo, Montale ecc. || leggere un disegno tecnico = ricavare da un disegno tecnico tutti gli elementi e i dati necessari alla realizzazione del progetto || leggere un quadro = arte interpretare un quadro || leggere una carta geografica, topografica = riconoscere la configurazione di una regione attraverso l'interpretazione dei segni convenzionali tracciati sulla carta stessa || leggere una sentenza = diritto pronunciare una sentenza || leggere uno strumento di misura = rilevare le indicazioni dello strumento, che possono esser date da un indice mobile su una scala graduata, da un numero negli strumenti digitali, e così via || leggersi in viso, negli occhi, in fronte, e simili = apparire esternamente negli atti d'alegrezza spenti / di fuor si legge com'io dentro avampi [Petrarca] | se a ciascun l'interno affanno / si leggesse in fronte scritto [Metastasio] || scrittore molto, poco letto = letteratura scrittore molto, poco gradito ai lettori | figurato Leggere tra le righe, capire una cosa sottintesa, non espressa chiaramente || si legge = equivale spesso a «si trova scritto», «è stampato», «si tramanda» e simili ell'è Semiramìs, di cui si legge / che succedette a Nino e fu sua sposa [Dante] || chi non sa leggere la sua scrittura è un asino di (o per) natura =


Proverbi


chi parla sempre di galateo, non Io ha mai letto || chi sa leggere nel libro del mondo è savio davvero || chi sa leggere nel libro del mondo, non ha bisogno di altri libri


Sfoglia il dizionario

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

leggendario (agg.)
leggendario (s. masch.)
leggera (s. femm.)
leggera (s. masch. e femm.)
leggeramente (avv.)
leggere 1 (v. trans.)
leggersi 1 (v. pron. intr.)
leggere 2 (agg.)
leggerezza (s. femm.)
leggeri (agg.)
leggerissimo (avv. e s. masch.)
leggermente (avv.)
leggero (agg. e s. masc. e avv.)
leggerone (s. masch.)
leggerume (s. masch.)
leggiadramente (avv.)
leggiadria (s. femm.)
leggiadro (agg.)
leggiaio (s. masch.)
leggiaiolo (agg. e s. masc.)

Sfoglia il dizionario italiano a partire da:


---CACHE--- 5