Dizionario Italiano





parlàre 
par|là|re
pronuncia: /parˈlare/
sostantivo maschile

1 l'atto, il fatto di parlare si fa un gran parlare ma non si agisce mai | il parlare è inutile, bisogna agire | se n'è fatto un gran parlare | col parlare si ottiene sempre qualcosa

2 modo di parlare, con riguardo alla pronunzia, all'intonazione, allo stile un parlare aspro | un parlare scorretto | un parlare sconcio | un parlare volgare | un parlare equivoco | un parlare lento | un parlare ornato | un parlare forbito | un parlare caustico | un parlare elegante | un parlare triviale | un parlare turpe | un parlare sprezzante | un parlare mellifluo | un parlare franco | un parlare gentile | un parlare ambiguo | fidandomi del tuo parlare onesto [Dante] | un parlare ambiguo, un tacere significativo [Manzoni] | intercalava a quando a quando pause sapienti, anche per dar tempo a chi l'ascoltava d'assaporare quel suo parlar dipinto [Pirandello]

3 linguistica il linguaggio verbale, in contrapposizione alle altre forme di linguaggio

4 parlata, dialetto, lingua, idioma il parlare fiorentino | il parlare canavesano | il parlare friulano | il parlare ligure | il nostro parlare | il parlare romanesco | il parlare umbro | il parlare torinese | al mercato si ode il parlare locale | i parlare d'Italia | il parlare piemontese | il parlare popolaresco | gli antichi parlare toscani | il parlare napoletano | il parlare toscano | il parlare fiorentino | i parlari volgari debbon esser i testimoni più gravi degli antichi costumi de' popoli [Vico] | il toscano tuo parlar celeste [Foscolo] | modo ancora vivo in certi parlare emiliani [Baldini]

5 letterario discorso, anche scritto iniziare il parlare | cominciare il parlare | interrompere il parlare | concludere il parlare | propuosi di prendere per matera de lo mio parlare sempre mai quello che fosse loda di questa gentilissima [Dante] | ripensando a quel parlar che mi parea nemico [Dante] | qui la donzella il suo parlar conchiuse [Ariosto]

 
MASCHILE
FEMMINILE
SINGOLARE
SINGOLAREparlare
PLURALE
PLURALE
SINGOLAREparlari
PLURALE
continua sotto




verbo intransitivo

1 (AVERE)
articolare suoni, manifestare con la voce la facoltà del linguaggio, pronunciare parole non riuscivo a parlare | parlare con voce gutturale | gli animali non parlano | fu tale il suo stupore, che appena poteva parlare | parlare con calore | parlare piano | parlare con passione | parlare scandendo le sillabe | parlare lentamente | il bambino ha parlato presto | di solito, le bambine parlano prima dei maschietti | non parla a causa del suo grave turbamento | parlare sottovoce | il bambino comincia già a parlare | parlare in tono agitato | non parlava per la commozione | parlare con voce forte | un bambino che ha imparato a parlare molto presto | parlare in modo chiaro | parlare tra i denti | parlare in modo forbito | parlare a stento | parlare in modo confuso | parlare a fior di labbra | non smette mai di parlare | parlare sul serio | ero così emozionato che non riuscivo a parlare | parlare all'orecchio | il bambino comincia ora a parlare | non parla e non sente, perché è sordomuto | non riuscire a parlare per lo spavento | parlavano tutti insieme | parlare a voce bassa | parlare tra i denti | i muti non parlano | il maestro l'ha rimproverato perché parlava durante la lezione | parlare a fior di labbra | non può parlare perché ha la bocca piena | non sapere parlare | chi ha parlato alzi la mano | parlare con voce chiara | il bambino non sa ancora parlare | parlare in modo sgarbato | parli troppo veloce | parlare in modo corretto | se n'andò senza parlare | parlare per scherzo | parlare a bocca chiusa | parlare a voce alta | non poter parlare per l'emozione | parlare da solo | parlare forte | ha solo due anni, ma parla già chiaramente | il ferito non è ancora in grado di parlare | parlare con voce nasale | parlare a fatica


2 (AVERE)
comunicare attraverso il linguaggio, esprimere con parole pensieri o sentimenti, comunicandoli ad altri perché non parli? | ne parlava con aria di mistero | di chi stai parlando? | rispondi: sto parlando con te! | cominciare a parlare | parlare con dolcezza | terminare di parlare | parlare al vento | parla senza sapere quello che dice | parla pure liberamente | non interrompermi, sto ancora parlando | parlare con un parente | parlare con forza | vorrei parlare con il responsabile | è uno che parla senza riflettere | parlare senza riflettere | parlare in modo triviale | parlare ai colleghi | parlare con enfasi | parlare in modo sgarbato | parlare senza mezzi termini | non farmi parlare! | parlare in modo sibillino | tocca a te parlare | cerca di parlare come si deve! | parlare in punta di forchetta | tu parli senza pensare | parla, parla ma non dice nulla | parlare con entusiasmo | parlare grasso | parlare con precisione | parlare franco | parlare con simpatia di qualcuno | parlare in modo chiaro | parlare con semplicità | parlare a un amico | parlare con calore | tocca a te ora parlare | chi comincia a parlare? | lasciatelo parlare! | parla come Dio comanda! | parlo sul serio | parlare in modo astruso | è uno che parla senza riflettere | parlare freddamente | bada a come parli | parlare con proprietà di linguaggio | parlare schietto | parlare con malanimo di qualcuno | parlare in modo volgare | parlare apertamente | parlare con arroganza | parlare concitatamente | cercherò di parlargli | parlare con chiarezza | ha parlato l'oracolo! | è così che parli a tuo padre? | parlare del più e del meno | parlare senza timore | parlare in modo confuso | ti parlo da amico | non parlò neanche sotto la tortura | parlare in modo incomprensibile | o Tosco che per la città del foco vivo ten vai così parlando onesto [Dante]


3 (AVERE)
conversare, discorrere, intrattenersi dialogando, discutere di un argomento; conferire con qualcuno, avere un colloquio; narrare, raccontare devo parlare con te | vorrei parlare con l'addetto dell'ufficio | i due parlavano di musica | parlare di filosofia | non se ne parla nemmeno | ho bisogno di parlarti al più presto | non parlo con chi non conosco | il preside mi ha chiamato per parlarmi di mio figlio | parlare d’arte | di questo avvenimento vi parlerò la prossima volta | parlavano sottovoce fra loro | parlare delle ultime novità | parlare di lavoro | parlare di meccanica | ne ho sentito parlare | sono stato tutta la sera a parlare con Mario | parliamo d'altro | non la finiva più di parlarmi dei suoi guai | parlare con i colleghi dello sciopero | parlare in tono confidenziale | il capo del governo parlerà domani alla radio | io parlo per esperienza | vorrei parlare col direttore | dobbiamo riunirci per parlare del bilancio | non vale la pena parlarne | tu parli a sproposito | ero di là che parlavo con un collega | stanno parlando insieme al telefono | parlare di letteratura | parlare di cinema | ho parlato poco fa con lui per telefono | parlare dei mutamenti politici | parlare di politica | non parliamo del passato, parliamo dell'avvenire | rimasero a parlare per più di un'ora | parlare di questioni delicate | parlare di affari | mi parla sempre dei suoi zii | si cominciò a parlare di politica | abbiamo passato tutta la sera a parlare | proprio lui si mette a parlare di correttezza! | non so se te ne ho già parlato | le due ragazze si parlavano dai balconi | parlavano tra loro da molto tempo | parlare di politica | parlare di sport | non voglio più sentirne parlare | parlavano animatamente | non me ne parlare | mi parlò a lungo dei suoi progetti | parlami delle tue vacanze


4 (AVERE)
pronunciarsi su un argomento, dire la propria opinione le mie proposte le conosci: ora tocca a te parlare


5 (AVERE)
rivolgersi a qualcuno con parole a chi stai parlando? | io parlo a chi m'intende | parlare a un amico | parlare ai colleghi | rispondi, sto parlando con te! | ehi, parlo a voi! | quando ti parlo, rispondimi | parlavi a me?


6 (AVERE)
riferirsi, alludere nel discorso o nella narrazione mi hai frainteso, io parlavo d'altro | ma io parlavo di tutt'altro | di cosa intendete parlare? | di chi stai parlando? | non parlavamo di voi | di quale giorno volete parlare? | non stavo parlando di te! | non stavo parlando di quello che pensi


7 (AVERE)
esprimere giudizi, per lo più negativi, fare commenti, chiacchiere tutti parlano della sua improvvisa fortuna | parlano tutti dei suoi facili costumi | in giro se ne parla apertamente | si comincia a parlare un po' troppo di questa loro frequentazione | ne ho già sentito parlare | la gente parla


8 (AVERE)
rendere palese, manifestare un'intenzione, ventilare una decisione, fare progetti riguardo a qualcosa, ipotizzare qualcosa è da tanto che parlava di dimettersi | si parla di nuove elezioni | parlare di cambiare casa | parlano di andare in Svizzera | si parlava di arrendersi | non avevano mai parlato di matrimonio | chi parla di farlo di persona? | di quella legge si parla da dieci anni | parlare di trasferirsi | da tempo quei due parlano di matrimonio | parla spesso di volersi ritirare | parlano di andare in Germania | si parlava di chiedere un armistizio | si parla di andare al mare, quest'estate


9 (AVERE)
tenere una lezione, una conferenza, una predica, un’arringa, pronunciare un discorso in pubblico rivolgendosi a un uditorio parlare al popolo | parlare in una riunione | parlare ai rappresentanti degli Stati esteri | il presidente parlerà stasera all'assemblea | oggi vi parlerò della seconda guerra mondiale | parlare in piazza | parlare in un'assemblea | parlare alla classe di Pirandello | ha parlato per oltre un'ora | parlare a favore di qualcuno | il presidente parlerà alle Camere riunite | parlare in un comizio | parlare brevemente | parlare in televisione | parlare a carico di qualcuno | parlerò delle opere minori di Dante | salì sul palco per parlare alla folla | il capo del governo parlerà domani | parlare dei problemi della disoccupazione | parlare alla folla | parlare a un uditorio attento | parlare dalla cattedra | parlare a discarico di qualcuno | parlare contro la guerra | tutti stavano a sentirlo parlare | parlare a difesa di qualcuno | parlare della riforma fiscale | parlare alla radio | parlare a lungo


10 (AVERE)
per estensione di scritto, film, soggetto teatrale, trasmissione: trattare di un determinato argomento si parla anche di te nel mio libro | ti scrivo per parlarti di una questione | scusa se te ne parlo per lettera | il documentario parlava delle foche | il codice non ne parla | te ne parlerò nella prossima lettera | il Machiavelli ne parla più volte ne «Il principe» | tutti i giornali parlano del processo | il regolamento parla chiaro | domani ne parleranno i giornali | si parla anche di te nell'articolo | l’autore parla di due personaggi storici | il contratto parla chiaro | un libro che parla della vita mondana | il problema di cui s'è parlato nel capitolo precedente | tutti i giornali parlano del fatto | la legge parla chiaro | io parlo per ver dire, / non per odio d'altrui né per disprezzo [Petrarca] | o mio tenero verso, / di chi parlando vai …? [Parini]


11 (AVERE)
per estensione esprimere, comunicare pensieri o sentimenti con mezzi diversi dal linguaggio verbale parlare a gesti | parlare con gli occhi | i muti parlano a segni | parlare con le mani | parlare con lo sguardo


12 (AVERE)
assoluto: confessare, rivelare informazioni segrete, notizie riservate mi è stato ordinato di non parlare | qualcuno deve aver parlato | bisogna farlo parlare a tutti i costi | l'imputato non si decide a parlare | ho promesso di non parlare | non parlò nemmeno sotto tortura | perché non hai parlato prima? | finalmente ti sei deciso a parlare | puoi dirmelo, sai che io non parlo | il prigioniero ha parlato | il testimone non vuole parlare | se sai qualcosa parla! | mi è stato ordinato di non parlare | il colpevole ha parlato | il reo finalmente ha parlato


13 (AVERE)
colloquiale essere in rapporto, avere relazione con altri; amoreggiare parlava con tutti i gerarchi della zona | da giovane parlava con una del luogo | non parlo più con mia sorella


14 (AVERE)
figurato essere particolarmente vivace o espressivo occhi che parlano


15 (AVERE)
figurato influire sulla sensibilità di qualcuno; suscitare, ispirare sentimenti, sensazioni gesti che parlano al cuore | è una persona che parla al cuore della gente | musica che parla alla fantasia | il suo sguardo parla da solo | racconti che parlano all'anima | né più nel cor mi parlerà lo spirto / delle vergini Muse e dell'amore [Foscolo]


16 (AVERE)
figurato essere significativo, avere importanza determinante, costituire una prova decisiva gli indizi parlano da soli | lasciar parlare i fatti | i fatti parlano chiaro | i fatti parlano da soli


17 (AVERE)
figurato specialmente di divinità, di sentimenti personificati, manifestarsi attraverso fatti o parole o con atti umani è il suo odio che parla | in lui è l'invidia che parla | Dio parla per bocca dei suoi ministri | Dio gli ha parlato e ha toccato il suo cuore | lasciar parlare la coscienza | in lui parla l'odio | non lasciar parlare il tuo risentimento | lasciare parlare l'onestà | da quella religiosa pace un Nume parla [Foscolo]


18 (AVERE)
figurato far ricordare, far venire in mente, evocare; indurre al ricordo, al rimpianto, alla speranza in questa casa tutto parla della povera mamma | quelle poche cose oggetti le parlano di lui | luoghi che parlano dei bei tempi che furono | tutto in casa parla di te | vecchi giocattoli che parlano della mia infanzia | tutto laggiù mi parla della nostra gioventù


Indicativo presente:  io parlo, tu parli
Passato remoto:       io parlai, tu parlasti
Participio passato:        parlato

Vedi la coniugazione completa
continua sotto




verbo transitivo

1 usare una determinata lingua nell’esprimersi, conoscerla parlare l'inglese | non parliamo la stessa lingua | parlare in dialetto | parlo bene l'inglese | parla correntemente quattro lingue | parlare bene il tedesco | parlavano forestiero | in dialetto | non parlo inglese | non parla ancora la vostra lingua | che dialetto si parla a Reggio Emilia? | parlare il russo | al congresso parlavamo tutti in inglese | parlare l'italiano | parliamo due lingue diverse | parli francese? | parla l'inglese fluentemente | parla cinese ma non sa scriverlo | lingua parlata da milioni di persone | sa parlare cinque lingue | parlare in dialetto | parlare male il francese | sentii che parlava straniero | con i genitori parla | sa parlare quattro lingue | l'inglese è una delle lingue più parlate | parlare solo dialetto | parlare in lingua

2 esprimersi in un determinato modo, usare un certo linguaggio parlare una lingua difficile | parlare un linguaggio schietto | parlare un linguaggio cifrato | parlare un linguaggio franco | parlare una lingua chiara | parla un linguaggio tutto suo | parlare un linguaggio oscuro | parlare il linguaggio della verità | parlare una lingua oscura | parlare un linguaggio ambiguo | parlare un linguaggio chiaro | parlare un italiano stentato

3 letterario dire parlando cose che 'l tacere è bello [Dante] | el si fuggì che non parlò più verbo [Dante] | parlando cose che 'l tacere è bello, / sì com'era 'l parlar colà dov'era [Dante] | possa … parlare alquante parole alla donna vostra [Boccaccio] | udiva ciò che l'oste e Alessandro parlavano [Boccaccio] | e parlo cose manifeste e conte [Petrarca] | eleggendo nel suo stato uomini savi, e solo a quelli debbe dare libero arbitrio a parlarli la verità [Machiavelli] | allor che il Nume in petto / le fea parlar di Troia il dì mortale [Foscolo] | in mezzo / pien di senno parlò queste parole [Monti]

Indicativo presente:  io parlo, tu parli
Passato remoto:       io parlai, tu parlasti
Participio passato:        parlato

Vedi la coniugazione completa


parlàrsi 
par|làr|si
pronuncia: /parˈlarsi/
verbo pronominale intransitivo

1 (reciproco) rivolgersi reciprocamente la parola, colloquiare, discutere si parlavano senza capirsi | si parlavano senza capirsi | ci siamo parlati pochi minuti | si parlavano da un lato all’altro della strada | si parlarono senza conoscersi

2 per estensione (reciproco) intrattenere buoni rapporti, avere rapporti amichevoli, specialmente in frasi negative non si parlano più da mesi | dopo quel litigio non si parlano più | i due fratelli non si parlano più | non si parlano più da molto tempo

3 popolare amoreggiare, essere fidanzati, avere una relazione amorosa quei due si parlano da tempo | quei due si parlano da vari mesi | quei due si parlano da un pezzo

Indicativo presente:  io mi parlo, tu ti parli
Passato remoto:       io mi parlai, tu ti parlasti
Participio passato:        parlatosi/asi/isi/esi

Vedi la coniugazione completa

permalink
<<  parlardo parlaschese  >>


Locuzioni, modi di dire, esempi


fare agire parlare a fin di bene = agire con buone intenzioni, con lo scopo di giovare, di essere utile || parlare alto = parlare con voce forte | figurato parlare con tono risentito o in modo nobile || parlare all'aria = parlare al vento inutilmente, senza essere ascoltato || parlare bene una lingua = usare con efficacia una lingua || parlare bene = dire cose giuste o con belle parole | parlare correttamente, in buono stile e senza errori | parlare senza adoperare termini sconvenienti o volgari || recitare parlare scrivere a braccio = improvvisare, senza essersi preparati in precedenza discorso a braccio | non predica sempre a braccio, come faceva qui, per i pescatori e i contadini [Manzoni] | parlò una mezz'ora, così a braccia, come gli veniva [De Sanctis] || parlare come un libro stampato = si dice di chi parla con eleganza, chiarezza e estrema precisione | ironico si dice di chi parla con precisione o gravità affettata con una punta di pedanteria e saccenza || parlare col cuore col cuore in mano = sinceramente, con la massima schiettezza ti parlo col cuore in mano || non parlare la stessa lingua parlare (due) lingue diverse = non riuscire a intendersi, a mettersi d'accordo, riferito specialmente a persone che sostengono opinioni divergenti e del tutto inconciliabili fra loro || si è fatto un gran parlare di questo = se ne è parlato molto || parlare con un fil di voce = parlare con la voce fioca || parlare forte = parlare ad alto volume | figurato dire il proprio parere con franchezza, fermezza e vivacità || parlare italiano = parlare chiaro, esprimersi in modo comprensibile questo sì che si chiama parlare italiano || parlare per lettera scrivere per lettera = parlare, scrivere in latino || essere libero nel parlare = essere sfacciato, maleducato, sboccato || in che lingua parlo? in che lingua debbo parlarti? = si dice rivolgendosi a chi, specialmente un subordinato, pare non volere capire quanto spiegato o comandato || parlare scrivere in lingua = parlare o scrivere in lingua italiana, evitando il ricorso a forme dialettali o gergali || parlare la stessa lingua = figurato concordare, essere pienamente d'accordo || dire parlare male di qualcuno = dire cose malevole di qualcuno, sottoporlo a critica più o meno meritata || parlar male = esprimersi in modo scorretto o scurrile; dire cose non giuste || parlare del più e del meno = parlare di cose non importanti, passando da un argomento all'altro senza troppo impegno || i muri parlano i muri hanno orecchi = c'è sempre pericolo che qualcuno origli e riferisca un segreto || parlare al muro = si dice riferito a persona che non vuole ascoltare, che fa finta di non capire, che non vuol sentire ragione alcuna || ragionare parlare con l'utero = spregiativo si dice di chi fa ragionamenti strampalati e privi di senso o mossi da ragioni meramente viscerali || parlare turco = figurato scherzoso esprimersi in maniera oscura, incomprensibile || parlo turco? = si dice a chi mostra di non volerci capire || parlare del tempo = conversare di cose di nessuna importanza || far parlare di sé = attirare su di sé l'attenzione dell'opinione pubblica, in senso positivo o negativo, suscitare l’interesse, la discussione, i commenti della gente, divenire oggetto di chiacchiere, critiche o divenire famoso || ha parlato l'oracolo, così parlò Zaratustra = ironico si dice di persona saccente, sentenziosa che si esprime con sentenze o dà consigli con aria d'autorità e d'importanza || in giro se ne parla = l'argomento è trattato da molti || non voglio più sentirne parlare = si dice di persona che ci ha delusi, o di fatto spiacevole | l'argomento è chiuso || si parla di… = corre voce che || chi parla per udita, aspetti la mentita = || parlare per ambagi = letterario parlare in modo oscuro, con tergiversazioni || parlare senza ambagi = letterario schiettamente, chiaramente, senza giri di parole, in modo chiaro e diretto, con risoluta chiarezza, senza tanti preamboli || parlare in quinci e squinci o in squinci e squindi = raro familiare parlare con vistosa affettazione || occhi che parlano = occhi, sguardo che riescono a esprimere molte cose || parlare con gli occhi = far capire, rendere palesi i propri desideri, sentimenti, intenzioni e simili mediante l\'espressione degli occhi, con lo sguardo || bada a come parli!, badi come parla! = formula per invitare una persona a non offendere, a misurare bene i termini || c\'è chi parla di, si comincia a parlare di, si parla di… = si fanno delle ipotesi su… || chi parla? con chi parlo? = formule che si usano nelle conversazioni telefoniche per chiedere chi è l’interlocutore || con chi credi, crede di parlare? = rimprovero che si rivolge a chi usa un tono eccessivamente confidenziale, familiare o scorretto o con termini che riteniamo irrispettosi || con chi ho l\'onore di parlare? = formula di cortesia usata per chiedere il nome di qualcuno che non è stato presentato || con rispetto parlando = formula con cui si usa precedere o concludere un discorso in cui si sono usate parole scorrette, forti o sconvenienti, quasi a chiedere scusa || di chi, di cosa parlate? = a chi, a cosa vi riferite? || Dio, quanto parli!; tu parli troppo = si dice a persona troppo loquace o che si lascia sfuggire cose che avrebbe dovuto tacere || e chi parla? = modo di rispondere a chi ci impone silenzio || è come parlare al vento, al muro, al deserto = parlare inutilmente, senza essere ascoltato o senza ottenere l\'effetto voluto || è forse proibito parlare? = modo di rispondere a chi ci invita al silenzio o ci raccomanda discrezione; || è un tipo che parla poco, che non parla molto = si dice di persona, di poche parole, laconica || far parlare di sé = attirare su di sé l\'attenzione dell\'opinione pubblica, in senso positivo o negativo, suscitare l’interesse, la discussione, i commenti della gente, divenire oggetto di chiacchiere, critiche o divenire famoso || far parlare uno strumento musicale = musica suonare uno strumento con espressione || generalmente parlando = da un punto di vista generale, tenendosi sulle generali senza scendere a casi particolari | familiare generalmente, per lo più, di regola, di solito || ha parlato l\'oracolo, così parlò Zarathustra = ironico si dice di persona saccente, sentenziosa che si esprime con sentenze o dà consigli con aria d\'autorità e d\'importanza || ho parlato italiano? = mi sono espresso chiaramente, ci siamo intesi? || i fatti parlano (da soli) = i fatti sono la prova eloquente di qualcosa, non c\'è bisogno di ulteriori spiegazioni || non parlare con uno = non essere in buoni rapporti con qualcuno, non volerci avere niente a che fare io con te non parlo || in giro se ne parla = l\'argomento è trattato da molti || la gente parla, mormora = la gente fa pettegolezzi || lascia che parli!, lascialo parlare! = non dare retta, non dare importanza a ciò che dice o dicono || lasciami parlare = non interrompermi || lasciar parlare i fatti = attenersi a quanto i fatti provano o dimostrano || luoghi che parlano di qualcosa = luoghi che ricordano qualcosa, che ne portano i segni | || ma che mi vieni a parlare di… = si dice tagliando corto a un discorso che si ritiene fuor di luogo o che comunque non si vuole ascoltare || ne ho sentito parlare = è argomento di cui molti parlano || non me ne parlare!, non ne parliamo! = si dice a proposito di un argomento che si vuole evitare, perché particolarmente fastidioso, penoso o doloroso o per riferirsi a fatti o situazioni spiacevoli sperimentati personalmente non me ne parlare! è una situazione che conosco fin troppo bene || non mi fate parlare! = non mi obbligate a dire cose che preferisco tacere, che non posso dire o che, se dette, sarebbero per voi spiacevoli || non parlare d\'altro = soffermarsi sempre e troppo a lungo sullo stesso argomento || non parlavo con te, con lei = si dice quando uno ci risponde o reagisce alle nostre parole senza che queste fossero rivolte a lui || non parli più? = si dice a chi è improvvisamente ammutolito || non parliamone più! = si dice per troncare una discussione, una lite || non parlo con te = invito qualcuno a non intromettersi in una conversazione che non lo riguarda || non posso parlare = non posso dire nulla perché mi è stato vietato o per ragioni di opportunità o di educazione || non se ne parla neanche! = nemmeno per idea! si dice di cosa che non si vuole assolutamente fare || non se ne parla più = si dice di un progetto ormai accantonato || non si parlano più = si dice di persone che hanno litigato e che non si rivolgono più la parola || non venirmi a parlare di educazione = si dice a persona che ha dato prova di maleducazione || non voglio più sentirne parlare = si dice di persona che ci ha delusi, o di fatto spiacevole | l\'argomento è chiuso || parla per te! = quello che dici vale soltanto per te, si dice prendendo le distanze da qualcuno || parla, ti ascolto = si dice a qualcuno per incoraggiarlo a dire || parlare francese come una vacca spagnola = parlare male il francese || parlare in punta di forchetta = parlare affettatamente, con esagerata ricercatezza, con parole affettatamente scelte || parlare a braccia o a braccio = parlare senza preparazione, improvvisando; senza un testo scritto || parlare a cuore aperto, col cuore in mano = parlare sinceramente e disinteressatamente, con affetto || parlare a fior di labbra = parlare piano, quasi tra sé e sé, sussurrando appena le parole | parlare stentatamente, con fatica || parlare a quattr\'occhi, a tu per tu = parlare in privato, da soli, senza testimoni || parlare a vanvera = parlare a caso, in modo avventato, a sproposito, senza riflettere || parlare ai banchi = parlare a studenti disattenti, a una scolaresca svogliata che non trae profitto dalle lezioni || parlare ai sordi = parlare a chi non vuol sentire || parlare al cuore, all\'animo di qualcuno = cercare di commuovere qualcuno || parlare agli occhi = fare impressione sopra di essi || parlare al deserto, al vento, al muro, a vuoto = parlare a chi non vuole ascoltare; parlare inutilmente || parlare al plurale = usare, in un discorso, la prima persona plurale facendo un caso generale invece di riferirsi alla persona cui si allude | parlare usando il noi maiestatico || parlare alla buona = parlare informalmente || parlare arabo, ostrogoto, turco, cinese = esprimersi poco chiaramente, senza farsi capire || parlare bene di qualcosa o di qualcuno = esprimere giudizi positivi su qualcosa o su qualcuno, rilevarne i pregi, tesserne le lodi || parlare male di qualcosa o di qualcuno = esprimere giudizi negativi su qualcosa o su qualcuno, rilevarne i difetti o le mancanze, fare della maldicenza sul suo conto || parlare bene, male (assoluto) = parlare pronunciando con chiarezza o meno le parole || parlare chiaro = dire le cose come stanno in maniera decisa, senza giri di parole || parlare col o nel naso = parlare con risonanza nasale || parlare come un libro stampato = esprimersi con grande proprietà di linguaggio | spregiativo esprimersi in maniera pedante, didascalica, libresca || parlare con gli spiriti, con i morti ecc. = essere con loro in comunicazione, per virtù medianiche || parlare con i piedi = parlare male o dire spropositi || parlare contro qualcuno = manifestare sentimenti ostili verso qualcuno, assumere atteggiamento contrario, o in genere dirne male || parlare da sé, da solo, tra sé e sé = esprimere ad alta voce i propri pensieri, come se ci si rivolgesse a un interlocutore immaginario, spesso facendosi da sé domande e risposte || parlare dal pulpito = figurato assumere un tono saccente, pedante, didascalico e professorale || parlare del più e del meno, del vento e della pioggia = conversare senza impegno di cose varie, anonime, banali e poco importanti, soprattutto col fine di passare il tempo || parlare di testa = parlare con voce impostata alta || parlare due lingue diverse = si dice di chi ha opinioni completamente discordanti o non riesce a trovare un accordo || parlare grasso (o di grasso) = parlare di argomenti erotici e con frasi sboccate || parlare in gola = parlare con risonanza gutturale || parlare in grammatica = popolare parlare correttamente || parlare perché si ha la bocca, perché si ha la lingua, per dar aria ai denti e simili = dire delle sciocchezze, delle stupidaggini || parlare tra i denti = parlare a voce bassa, in modo indistinto, senza esprimere bene le parole || parlare una lingua = conoscere e sapersi esprimere in quella lingua || parlarne = affrontare una discussione dobbiamo parlarne || parlarsi addosso = parlare in continuazione, specialmente di sé, con compiacimento o vanteria || parliamo d\'altro = cambiamo discorso | non se ne parla neanche, detto di cosa che non si vuole assolutamente fare || parliamoci chiaro! = parliamoci senza ambiguità o reticenze, dicendo le cose come stanno || parlare difficile = parlare con parole scelte o troppo tecniche || parlo sul serio! = non sto scherzando, detto a chi mostra di credere che si scherzi o si finga || per il momento non se ne parla = per ora non se ne fa niente, è prematuro discuterne || personaggi che non parlano = teatro raro le comparse in rappresentazioni teatrali || pronto chi parla? con chi parlo? = formula introduttiva nelle conversazioni telefoniche || proprio lui ne parla! = si dice di persona che pretende di trattare determinati argomenti, non avendone assolutamente il diritto o la capacità || proprio lui si mette a parlare di … = si dice di chi non se ne intende affatto di una certa materia || proprio voi venite a parlarmi di giustizia = si dice a persone che troppo spesso hanno tradito la giustizia || quando imparerai a parlare? = di dice a chi si esprime male oppure usa espressioni non appropriate alla circostanza || questo si chiama parlare! = frase di entusiastica approvazione per la chiarezza, la forza, l\'efficacia, la franchezza e il coraggio con cui uno esprime la propria opinione o dibatte un problema || senti chi parla! = si dice per sottolineare che la persona che parla è la meno adatta a fare determinate affermazioni o a pronunciarsi su certi argomenti || si parla di… = corre voce che?, si fa l\'ipotesi, si dà come probabile che.. || sta a te parlare = giochi in alcuni giochi di carte sei tu che devi pronunciarti sulle tue intenzioni riguardo alla prosecuzione del gioco, sulla posta da mettere, ecc. || tutti ne parlano = si dice con riferimento a un fatto o a una persona che è oggetto di chiacchiere, di pettegolezzi oppure di discussioni o di interesse || umanamente parlando = da un punto di vista umano || parlare con le seste = arcaico parlare con grande esattezza, con affettazione, in punto e virgola || parlare sotto voce = parlare con voce sommessa || parlare o fare sul serio = parlare o fare seriamente, per davvero || parlarsi, scriversi addosso = parlare o scrivere troppo e in modo compiaciuto per il piacere di starsi a sentire || parlare a còmpito = arcaico parlare con parsimonia, stando attenti a quel che si dice || parlare in gala = arcaico parlare con eleganza || parlare a pera = familiare parlare in maniera sciocca o a sproposito || parlarsi, scriversi addosso = parlare o scrivere troppo e in modo compiaciuto per il piacere di starsi a sentire || parlare a còmpito = arcaico parlare con parsimonia, stando attenti a quel che si dice



Proverbi


chi parla doppio è infame || chi parla due lingue, è doppio uomo || chi parla per udita, aspetti la mentita || chi parla poco, dice tanto || chi parla poco, realizza poco || chi parla rado, è tenuto a grado || chi parla semina, chi tace raccoglie || chi parla sempre di galateo, non Io ha mai letto || chi parla troppo adagio, a chi l'ascolta dà disagio || chi parla, deve fare anche volentieri || chi poco sa, presto parla. || chi presto parla, poco sa || chi sa parlare bene esce facilmente d'impaccio || chi tace acconsente (e chi non parla non dice niente) || chi ti parla male degli altri, parla agli altri male di te || chi vuol ben parlare, ci deve ben pensare || chi vuole mostrarsi intelligente, deve parlare saviamente || confida il tuo segreto a un muto ed esso parlerà || da quattro cose l’uomo si fa capire: dal parlare, mangiare, bere e vestire || di notte, parla piano, e di giorno, guardati d'intorno || dice ogni linguaggio: chi troppo parla, non è saggio || Dio ama parlare con chi ama tacere || dolce parlare fa gentilezza || altro è parlar di morte, altro è morire || donna ciarliera parla di tutti, e tutti parlano di lei || dotto molto pensa e poco parla, non pensa l'ignorante e sempre ciarla || dove l'oro parla, la lingua tace || dove parla un cuore, un cuore ascolta || dove parlano i tamburi, tacciono le leggi || è arte di parlare, il parlare a tempo || è ignorante, chi sempre parla || pensa molto, parla poco e scrivi meno || è meglio un silenzio parlante, che un irragionevole parlare || è meglio un silenzio parlante che un irragionevole parlare || febbraio è il mese in cui le donne parlano poco || finché parla lo stolto, il savio tace || gli uomini si conoscono dal parlare, e le campane dal suonare || i libri parlano allo spirito, gli amici al cuore, il cielo all’anima e tutto il resto agli orecchi || il bel del giuoco, è far dei fatti e parlar poco || il Bergamasco ha il parlare grosso e l'ingegno sottile || il cuore deve raffreddarsi, prima di parlare con la testa || il dotto molto pensa e poco parla, non pensa l'ignorante e sempre ciarla || il parlare vien da natura e il tacere dall'intelletto || il poco mangiare e poco parlare non fece mai male || il tacere è rispondere a chi parla senza ragione || il semplice parla e l'astuto ne approfitta || il villano, l'uomo grossolano parla e tratta da par suo || in casa del diavolo non parlar di acqua santa || la gente onesta parla bene anche delle cose cattive || lascia colui parlare che suol saper ben fare || le leggi parlano, quand'anche si spezzino le tavole || lo scimunito (o lo sciocco) parla col dito || l'uomo loquace sente parlar volentieri di se stesso || mascherarsi non può l'uomo ignorante, se parla è conosciuto al primo istante || molti parlan d'Orlando che non vider mai il suo brando || non c'è vantatore che parli senza errore || non cercare chi parla, ma di cosa parla || non disprezzare chi non sa parlare || non si parla di corda in casa dell'impiccato || ognuno parla ben del suo mestiere || parla all'amico come se avesse a diventar nemico || parla e imparerai a parlare || parla poco e ascolta assai, e giammai non fallirai || parlare a nuora, perché suocera intenda || parlare è più facile che fare; promettere più facile che mantenere || parlare e riflettere non sempre camminano insieme || parlare e tacere a tempo è la vera saggezza || parlare onesto costa poco e val di più || pensa molto, parla poco e scrivi meno || pensa oggi e parla domani || per ben parlare e assai sapere, non sei stimato senza l'avere || per parlare di giuoco, bisogna aver tenute le carte in mano || per ben parlare e assai sapere, non sei stimato senza l'avere || poco mangiare e poco parlare non fecero mai male || quando il piccolo parla il grande ha sparlato || riflettere e parlare non sempre camminano insieme || se d'altrui parlar vorrà, guardi se stesso e tacerà || se il marito parla bene e la moglie tace, la famiglia vive in pace || si ascoltano con profitto e con piacere gli artefici parlar del lor mestiere || si dura più fatica a tacere che a parlare || si parla del diavolo e spuntano le corna || si parla del lupo e ne spunta la coda || tacere è rispondere a chi parla senza ragione || troppo grattar cuoce, e troppo parlar nuoce || vedendo uno, il conosci mezzo; e sentendolo parlare, il conosci tutto || villano, l'uomo grossolano parla e tratta da par suo || vuoi tu farti credere donne beata, parla bene di tua cognata || chi parla per udita, aspetti la mentita



Sfoglia il dizionario

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

parlantiere (agg. e s. masc.)
parlantina (s. femm.)
parlantino (agg.)
parlanza (s. femm.)
parlardo (s. masch.)
parlare (s. masch.)
parlare (v. intr.)
parlare (v. trans.)
parlarsi (v. pron. intr.)
parlaschese (agg.)
parlaschese (s. masch. e femm.)
parlaschino (agg. e s. masc.)
parlascino (agg.)
parlascino (s. masch.)
parlascio (s. masch.)
parlasia (s. femm.)
parlata (s. femm.)
parlato (agg.)
parlato (agg. e s. masc.)
parlatoio (s. masch.)

Sfoglia il dizionario italiano a partire da:


---CACHE---