Dizionario Italiano





vedére 
ve|dé|re
pronuncia: /veˈdere/
sostantivo maschile

1 letterario (solamente al singolare) il percepire con gli occhi, vista; azione, facoltà del vedere al vedere quella scena, non ebbe più parole | perdere il vedere | il nostro vedere non arriva fin laggiù | il vedere certe cose fa rabbrividire | da quinci innanzi il mio veder fu maggio / che ‘l parlar mostra [Dante] | ciò procede da perfetto veder [Dante] | 'l veder giochi, né musici udire, dramma del suo dolor può sminuire [Ariosto]

2 (solamente al singolare) ciò che si vede, vista, veduta; aspetto, apparenza, impressione che si riceve vedendo fare un bel vedere | il vostro comportamento non è un bel vedere | fare un brutto vedere | si mise a stare un po' più sulla vita, che faceva un tutt'altro vedere [Manzoni]

3 (solamente al singolare) giudizio, punto di vista, parere, opinione a mio vedere | a suo vedere | a mio vedere la situazione non è così disperata | a mio vedere, ti stai sbagliando

 
MASCHILE
FEMMINILE
SINGOLARE
SINGOLAREvedere
PLURALE
PLURALE
SINGOLARE
PLURALE
continua sotto




verbo intransitivo

(AVERE)
possedere la facoltà visiva, avere il senso della vista; è frequente nella forma vederci e con specificazione modale non vederci | vedere bene | vedere poco | senza occhiali ci vedo poco | ormai vedo bene solo con gli occhiali | non vede da un occhio | da quell'occhio non ci vede più | in questo locale non ci si vede | vedere da un occhio solo


Indicativo presente:  io vedo, veggo, tu vedi
Passato remoto:       io vidi, vedetti, tu vedesti
Participio passato:        veduto, visto

Vedi la coniugazione completa



verbo transitivo

1 percepire qualcosa attraverso gli occhi, con il senso della vista, scorgere (anche in senso figurato) vedere una luce | se ne videro di tutti i colori | sta così bene che è un piacere vederlo | non ho visto in tempo l'ostacolo | vide chiaramente quello che accadde | avergli raccontato tutto | vedere molte persone | vedeva il sole calare dietro le montagne | vedere i fiori | doveva essere qui un’ora fa, ma ancora non s'è visto | vedere da lontano | non riesco a vedere nulla a causa della nebbia | vedere la gente | se ne vedono delle belle | vedere un viso amico | vedere da vicino | lo vedi da questa distanza? | da qui si vede il mare | vedi come si è fatto grande | vedere il sole | di qui si vede un panorama stupendo | dal belvedere si vede un bel panorama | sono lieto di vederti guarito | lo vidi partire | non vide il veicolo arrivare e l'investì in pieno | con questa nebbia non si vede nulla | vedi quant'è bello questo luogo | vedere la luna | vedere in modo confuso | sta così male che è penoso vederlo | sono felice di vederti in ottima salute | vedete come è cresciuto? | mi par di vedere, in lontananza, una persona arrivare | vedere le stelle in cielo | vedi che bel regalo ti ho portato | hai visto in giro il capoufficio? | li ho visti cadere ad uno ad uno | non vedeva più niente a causa del fumo | quando lo vide così turbato si pentì di | vedere un albero | vide il nemico venirgli incontro minaccioso | lo vidi avvicinarsi da lontano | dalla mia finestra si vede il mare | vedere le stelle | vedere chiaramente gli oggetti | vedere gli animali | un bambino così in salute ch'era un piacere vederlo | dal balcone della mia stanza si vede tutta la catena delle montagne | e come in fiamma favilla si vede, / e come in voce voce si discerne … [Dante] | el disse: «Or vedi»; e mostrommi una piaga a sommo 'l petto [Dante] | e chi nol crede, venga egli a vedella [Petrarca] | vede la donna il suo amatore in fronte, / e di subito gaudio si scolora [Ariosto] | nel cieco labirinto / errar vedeva un miserello amante [Poliziano] | veggiono il ciel di tenebre coperto [Poliziano] | vedi chi tu se' or, chi pur dianzi eri [Poliziano] | o patria mia, vedo le mura e gli archi … / ma la gloria non vedo [Leopardi] | ma vedendo che, invece d'animarsi, Lucia s'andava accorando … [Manzoni] | «io lo vidi mentre lo strascinavan così», dice il Ripamonti [Manzoni]

2 assistere allo svolgersi di un particolare avvenimento, spettacolo, trasmissione, o pubblica manifestazione; essere testimone diretto vedere uno spettacolo | la casa che lo ha visto nascere | vedere un incontro di boxe | vedere una partita di calcio | vedere una trasmissione televisiva | vedere un saggio ginnico | vedere una partita di calcio | devo ancora vedere il suo ultimo film | hai visto la commedia? | essere presente nel momento in cui si verifica un avvenimento | hai visto la partita? | stasera andremo a vedere un balletto | vedere la TV | ho visto nascere l'idea della sua nuova commedia | andare a vedere un film | hai visto domenica la partita? | andremo a vedere «La locandiera» di Goldoni | quei ragazzi li ho visti nascere tutti | andare a vedere una rivista | né tante vede mai l'autunno al suolo / cader co' primi freddi aride foglie [Tasso]

3 visitare un luogo o qualcosa domani andremo a vedere la mostra | andai a vedere il giardino zoologico | vedere un museo | non ho mai visto Londra | non hai visto la mostra del Caravaggio? | è una casa da vedere | vedere un'esposizione | ho visto tutto il mondo | non sono riuscito a vedere il Louvre | andare a vedere un museo | vedere una fiera

4 incontrare, trovare o ricevere qualcuno oggi pomeriggio vedrò tua sorella | è un buon amico, ma ci vediamo di rado | lieto di vederla! | lo sai chi ho visto oggi? | verrò uno di questi giorni a vederla | non lo vedevo da molto tempo | si faccia vedere | vedere un amico al bar | guarda chi si vede! | ci siamo visti recentemente | sono felicissimo di vedervi | che piacere vederti! | sono lieto di vederti | non voglio più vederlo! | è molto tempo che non vediamo i nostri amici | ho visto un vecchio amico | s'è chiuso in casa e non vuol vedere nessuno | l'ho visto ieri per caso | sono lieto di vederti | da tutti i gentili uomini di Genova fu onorato e volentier veduto [Boccaccio]

5 riferirsi, essere in rapporto, in relazione, specialmente nella locuzione «avere a che vedere con qualcosa, con qualcuno» non ho nulla a che vedere con quella persona | è un argomento che non ha nulla a che vedere con ciò di cui si discute | non ho nulla a che vedere con quell’ambiente

6 prendere in considerazione, in esame; leggere, guardare con attenzione per acquisire una conoscenza, specialmente con riferimento a scritti sarò più preciso dopo aver visto i conti | ho visto il tuo articolo | ho appena visto il tuo libro | vediamo ora un'altra questione | vedere il giornale | devo vedere come stanno le cose | in base ai documenti visti finora … | vedere i conti | oggi non ho ancora visto il giornale | vorrei vedere un testo di storia | non ho ancora visto il tuo articolo | per trovare una soluzione dovrai vedere molti libri | vedere il testo della legge | vediamo; vediamo un po' (con soggetto sottinteso) | ho visto il tuo tema, ma non mi è piaciuto

7 per estensione avere a propria disposizione, godere di qualcosa ci aveva promesso di pagarci, ma ancora non s'è visto nulla | in tutta vita mia non ho mai visto tanti soldi | mi avevano promesso un nuovo ufficio, ma ancora non ho visto niente

8 per estensione vivere di persona, sperimentare direttamente un'esperienza, vivere qualcosa sulla propria pelle nella vita ho visto tempi peggiori | ne ho viste di cotte e di crude | in questi anni ne ho viste tante | sapessi quante ne ho viste | ne ho viste di tutti i colori | ne hanno viste tante | ne ho viste delle belle

9 per estensione sentire vedi cosa ha da dirti | hai visto cosa sono capaci di dire? | vedrai cosa ti risponderà | voglio proprio vedere cosa dirà a propria discolpa | l'ho fatto per vedere cosa avrebbero detto

10 letterario contemplare Dio, il Paradiso, specialmente riferito alle anime del Paradiso dantesco noi che Dio vedemo [Dante]

11 editoria vedi, seguito dall'indicazione di pagina, capitolo, paragrafo o altra opera, rimanda il lettore ad altri passi dello stesso testo o ad altri testi in esso citati

12 giochi nel poker: controllare, verificare il punteggio dell'avversario

13 figurato verificare, mettere alla prova vediamo se l’asse resiste al carico | vediamo se funziona! | voglio vedere se ne ha il coraggio | voglio proprio vedere se ne sei capace | vedi se spingendo si apre | vediamo chi è più forte tra noi | or vedrò, figli, qual di voi più vale [Poliziano] | dunque veggiàn chi sia di miglior razza [Pulci]

14 con uso interiettivo: esprime sfida e minaccia, spesso in tono polemico, volendo verificare ulteriormente un comportamento già considerato negativamente vedrai! | voglio proprio vedere! | te la farò vedere! | vedremo! | vuoi vedere che tarderà di nuovo? | la vedremo! | vedrai che ho ragione io!

15 con uso interiettivo: esprime rassicurazione, incoraggiamento vedrai che ce la farai! | vedrai che ne uscirai! | vedrete che vi troverete bene!

16 figurato notare, accorgersi, prendere atto, rendersi conto di qualcosa vide che gli mancava una valigia | la vedo tranquilla e serena | vedo che sei molto triste | si vede subito che è matto | vedi che non ci riesci! | vedo bene che mi sono sbagliato | vedo che sei molto stanco | vedo che è tardi | quando lo vide pentito, gli perdonò | avete visto come sta male? | vedo che avete capito | vedo che è ora di partire | l'ultimo trimestre ha visto un aumento di consumi | ho visto che hai dimenticato un quaderno | non vedi come soffre? | amor, io fallo e veggio il mio fallire [Petrarca]

17 figurato intendere, capire, comprendere, riconoscere, percepire con l'intelletto, specialmente in base a congetture, indizi, constatazioni non vedo la ragione di agire diversamente | non vedo cosa vogliate da me | si vede la bontà sul suo viso | non vedo come potrei dirgli di no | dai fatti si vede il valore di un uomo | non riesco a vedere bene le sue intenzioni | solo ora vedo che mi sono sbagliato | vedo solo ora che avevi ragione | ho visto troppo tardi che era un disonesto | non vedo perché dovrei ubbidirti | non ne vedo la ragione | non vedo come tu possa riuscirci | gli si vede la gioia negli occhi | non vedo cosa vogliate da me | non vedi come è facile? | non vedo la ragione di questa spesa | vedere il vero | come? — rispose Agnese — non vedi quante cose possiamo fare, con tanti danari? [Manzoni]

18 figurato giudicare, considerare, valutare, ritenere qualcuno o qualcosa in un dato modo vedrò se sarà il caso di intervenire | ti vedo troppo nervoso | lo vedo bene | lo vedo in ottima forma | non la vedo troppo bene | non vedo come potrei aiutarla | vedrò io se pubblicare l'articolo o no | non so che dirle, veda lei | non so che dirle, veda lei | mi ci vedi a scalare quella parete? | è un affare che vedo male | vedo bene che non ci riesco | lasciami vedere bene tutta la faccenda | vedo bene che mi sono sbagliato | non ti ci vedo a fare un lavoro del genere | ti vedo animato dei migliori propositi | lasciami vedere bene la situazione | vede bene che ciò è impossibile | nei pericoli si vede l'uomo | non vedi come sei stanco? | questo matrimonio lo vedo bene | come veggion le terrene menti / non capere in triangol due ottusi [Dante] | vede qual loco d'inferno è da essa [Dante]

19 figurato seguito da di e da un verbo all'infinito o da che e un verbo al congiuntivo: fare in modo di, cercare, tentare di fare qualcosa vedi di decidere | oggi vedo di comprare la torta per domani | vediamo se il gioco riesce | vedi che non ti capiti nulla! | vedi se riesci a trovarlo | vedi di non sporcarti | vedi di tornare in tempo | vediamo di decidere in fretta | vedrò di fare il possibile

20 figurato immaginare, scorgere con la fantasia, raffigurarsi nel pensiero; avere una visione in sogno o per altra illusione dei sensi vedere qualcuno in sogno | vedere la Madonna | vedere la propria infanzia | mi sembra di vederlo ancora tra noi | vedere immagini irreali | vedere mostri fantastici | vedere in sogno una persona | l'avrai visto in sogno | vedo i bei tempi della mia fanciullezza | nel sogno vidi una grande piazza vuota | vide nel sonno il mirabile frutto / ch'uscir dovea di lui [Dante] | e se pur mira / dopo l'esequie, / errar vede il suo spirto / fra 'l compianto de' templi acherontei [Foscolo]

21 figurato prevedere, vaticinare, scorgere col presentimento vedo complicazioni in arrivo | vedo un futuro poco roseo | si vede già nonno | vedo prospettive rosee | non riesco a vedere la fine di questa vicenda | vedo guai in arrivo | vedere un futuro radioso | ti vedo già brillante avvocato | el par che voi veggiate, se ben odo, / dinanzi quel che 'l tempo seco adduce [Dante]

Indicativo presente:  io vedo, veggo, tu vedi
Passato remoto:       io vidi, vedetti, tu vedesti
Participio passato:        veduto, visto

Vedi la coniugazione completa
continua sotto



vedérsi 
ve|dér|si
pronuncia: /veˈdersi/
verbo pronominale intransitivo

1 vedere la propria immagine; osservarsi, guardarsi vedersi riflesso in uno specchio | si guardò allo specchio e si vide spettinato | mi vedo riflessa nell’acqua | si vide in uno specchio | vedersi in fotografia | vedersi allo specchio | vedersi in un filmato | vedersi nello specchio

2 figurato con valore copulativo, avere una determinata immagine o percezione di sé stessi o della propria condizione; credersi, immaginarsi, sentirsi, ritenersi vedersi brutto | mi vedo obbligato a risponderle | mi vedo costretto a rifiutare | si vedeva ormai spacciato | vedersi costretto a rinunciare | si vede più bella di quello che è | vedersi costretto a reagire | vedersi bello | vedersi sconfitto | si vide perduto | in quell'ambiente non mi ci vedo | vedersi in pericolo | vedersi salvo | mi vedevo già nella nuova sede | vedersi perduto

3 figurato riconoscersi, riconoscere la propria immagine o la propria situazione in un'altra persona o circostanza in mio figlio mi vedo bambino | non mi vedo in questa descrizione | non mi vedo nel ruolo di dirigente | mi vedo in questa descrizione | in lui mi vedo bambino

4 (reciproco) incontrarsi, trovarsi non ci vedremo più | ci vediamo alle tre in piazza | vedersi ogni mattina | domani ci vedremo in fabbrica | vedersi in treno | ci vedremo al corteo | vedersi per strada | ci vediamo domani | ci vediamo domani alle sette | vedersi a casa di qualcuno | vedersi a scuola | vedersi per strada | vedersi sull'autobus | vedersi da qualcuno | vedersi al cinema

5 per estensione (reciproco) frequentarsi le nostre famiglie non si vedono più | quei due è da tempo che si vedono | con i vicini ci vediamo raramente | mi vedo spesso con Lidia | ci vediamo spesso per lavoro

Indicativo presente:  io mi vedo, veggo, tu ti vedi
Passato remoto:       io mi vidi, vedetti, tu ti vedesti
Participio passato:        veduto, vistosi/asi/isi/esi

Vedi la coniugazione completa

permalink
<<  vedente vedesetese  >>

continua sotto


Locuzioni, modi di dire, esempi


notare il fuscello negli occhi altrui e non vedere la trave nel proprio = rilevare puntualmente i difetti altrui senza vedere i propri || andiamo a vedere = si dice in luogo di analizzare, esaminare, verificare || venire alla luce vedere la luce aprire gli occhi alla luce = nascere || non avere a che fare a che vedere con qualcuno o qualcosa = non avere rapporti, somiglianza, relazione con qualcuno o qualcosa || avere a che fare a che vedere con qualcuno o qualcosa = avere rapporti con qualcuno o qualcosa || vederne delle belle = assistere a cose strane, singolari o gravi || veder bene qualcuno qualcosa = guardare qualcosa di buon occhio, favorevolmente || vederci vedere bene = avere buona vista, distinguere chiaramente | figurato, vedere giusto, con discernimento || dare a intendere o a vedere bianco per nero = far credere una cosa per un'altra || vedere tutto bianco tutto rosa = essere ottimista || vedersela brutta = trovarsi in una situazione di grave pericolo me la sono vista brutta || guardare vedere di buon occhio = guardare qualcuno o qualcosa benevolmente, favorevolmente il tuo amico non mi vede di buon occhio || vedere esaminare cosa per cosa = esaminare minutamente || a veder la croce da lontano il ladro si segna = || leggere vedere nel cuore di qualcuno = capire, indovinare i suoi pensieri, scoprire i suoi sentimenti più nascosti || dare a vedere = fare apparire, fare sembrare || voler vedere il fondo di qualcosa = voler andare fino alla fine || vedere la luce del giorno uscire alla luce del giorno = nascere || non vedere più la luce = si dice di persona cieca, di chi è morto o di chi è stato condannato a vita || veder male = non vedere chiaramente | figurato considerare qualcosa o qualcuno sfavorevolmente || modo di pensare di vedere = atteggiamento mentale, forma mentis, orientamento di giudizio personale | opinione, punto di vista || a mio (tuo suo ecc.) modo di vedere = a mio (tuo, suo ecc.) parere, secondo il mio (tuo, suo ecc.) modo di vedere || vedersela = avere a che fare con qualcuno, specialmente in modo conflittuale te la vedrai tu con lui! || qui ti voglio (vedere)! qui vi voglio (vedere) = si dice rivolgendosi a qualcuno di cui si vuole verificare la capacità di trarsi d'impaccio, di risolvere una difficoltà, di come si comporta alla prova dei fatti || voglio vedere se... = ritengo improbabile che... || vuoi vedere che ... = si dice accennando a una supposizione che pare ricevere conferma dai fatti || quattro occhi vedono meglio che due = si vede o si giudica meglio quando si è in più d'uno specialmente a controllare || avere (a) che vedere con qualcuno, con qualcosa = avere rapporto, relazione, comunità d'interessi, somiglianza, con qualcuno o qualcosa; averci qualcosa in comune, qualcosa da spartire, detto per lo più in frasi negative non ho nulla a che vedere con lui § questo discorso non ha che vedere con quello di cui stiamo parlando || dare a vedere, dare a intendere = far parere una cosa diversa da quello che è dato a vedere al padre || non vedere l’ora = desiderare ardentemente, con impazienza non vedo l’ora di arrivare a casa § non vedo l’ora che sia sabato § non vedo l'ora di sdraiarmi sul divano || non vedere qualcuno a = non ritenere qualcuno adatto a un posto, una mansione, un ruolo || qui non ci si vede = c'è troppo buio, fumo o nebbia || vedono più quattr'occhi che due = frase con cui si invita altri, o ci si offre, a partecipare o collaborare a ricerche, indagini, controlli che impegnano la vista || il buongiorno si vede dal mattino = || vedere le stelle, far vedere le stelle = sentire o far sentire dolore momentaneo acutissimo quel pugno gli fece vedere le stelle || come sopra, vedi sopra = formule usate nei rinvii a quanto è scritto poco prima || beati gli occhi che ti vedono = arcaico modo con cui ci si rivolge a persona che da lungo tempo non si faceva vedere || me lo vedo sempre davanti agli occhi = si dice con riferimento a persona lontana o morta la cui immagine rimanga nel pensiero, o a un fatto rimasto particolarmente impresso || non vedere che per gli occhi di qualcuno = amare qualcuno teneramente, ciecamente || quattro occhi vedono meglio che due = si vede o si giudica meglio quando si è in più d\'uno specialmente a controllare || vedere di buon occhio o di mal occhio o di cattivo occhio = giudicare favorevolmente o sfavorevolmente, con amore o con disamore, con simpatia o antipatia || voler vedere con i propri occhi = volere constatare di persona || non vedere l\'ora = desiderare ardentemente, con ansia, con impazienza il verificarsi di qualcosa || non poter vedere, non poter soffrire qualcosa, qualcuno = provare un sentimento di antipatia, odio, o avversione verso qualcosa o qualcuno; non poterlo sopportare quei due non si possono soffrire § non posso soffrire la musica jazz || andare a Roma senza vedere il papa = andare in un luogo senza fare o vedere la cosa più importante || vedi sotto = nei testi: vedi oltre, o vedi in nota || sta a vedere che = introduce un\'ipotesi o un\'affermazione, di cui non si è sicuri, che appare in qualche misura sorprendente sta a vedere che se n\'è dimenticato | sta a vedere che anche oggi non verrà | sta a vedere che se la piglia anche con me [Manzoni] | sta a vedere che in casa mia non sono padrona di fare quello che mi pare [Verga] || stare a guardare, a vedere = non agire, restare inattivo aspettando l\'evoluzione dei fatti; non dare aiuto aiutami, non stare lì a guardare || staremo a vedere = vedremo || stare a vedere = specialmente all\'imperativo: esprime sarcastica meraviglia sta\' a vedere che ora la colpa è mia! | state a vedere che tornerà a chiedere aiuto | tenersi inoperoso guardando agire gli altri, in attesa di conoscere la piega che gli avvenimenti prenderanno io per ora sto a vedere, poi deciderò || vedersela con qualcuno = affrontare qualcuno | risolvere una contesa o un problema tra due o più persona devono vedersela loro due || vedersela brutta = correre un grave rischio, passare un momento difficile || a mio modo di vedere = a mio parere, secondo il mio giudizio, la mia opinione || al vedere, da quel che si vede = vedendo al vedere che il frigo era vuoto, usci a comprare | a quanto pare || andare a vedere qualcuno = andare a far visita a qualcuno sono andato a vederlo all\'ospedale § devo andare a vedere il medico || avere (a) che vedere con qualcuno, con qualcosa = avere rapporto, relazione, comunità d\'interessi, somiglianza, con qualcuno o qualcosa; averci qualcosa in comune, qualcosa da spartire, detto per lo più in frasi negative non ho nulla a che vedere con lui § questo discorso non ha che vedere con quello di cui stiamo parlando || avere gli occhi per vedere = figurato potere appurare, di sapere o di capire qualcosa da soli || avere visto qualcosa con i propri occhi = si dice per assicurare di essere stati presenti a un fatto || averne viste tante = avere avuto tante esperienze || bel vedere = grafia unita di belvedere || chi s’è visto, s’è visto = familiare sia andata com’è andata, vada come vada e simili | formula per troncare la conversazione bruscamente, o per risolvere bruscamente una situazione, manifestando indifferenza e disinteresse per le eventuali conseguenze di ciò che si è detto o fatto || chi si vede!, guarda chi si vede! = indica lo stupore, la lieta sorpresa che si prova nell\'incontrare qualcuno che non si vede da tempo o che non ci si aspettava di incontrare || chi vivrà vedrà = il futuro dirà chi aveva ragione, con riferimento a fatti di esito incerto || cosa che si vede a occhi chiusi = si dice di cosa molto evidente || cosa che la vedrebbe anche un cieco = si dice di cosa molto evidente || dare a vedere, dare a intendere = far parere una cosa diversa da quello che è dato a vedere al padre ? che andar voleva alla perdonanza a San Gallo [Boccaccio] | vorrebbe dare a vedere chissà che cosa; voleva dare a vedere di non saperne niente. § palesare, rendere manifesto fa di tutto per dar vedere che è scontento || essere bene o mal visto = essere in grazia o in odio || far vedere, farsi vedere = dimostrare, dimostrarsi || far veduto = arcaico mostrare, esporre e così a Andreuccio fecer veduto [Boccaccio] || fare bel vedere = arcaico mettersi in mostra maledette le giovani, che fanno bel vedere a piangere e a ridere [Manzoni] || fare un bel, un brutto vedere = apparire bene, male; fare un bello, un brutto effetto || farne vedere di tutti i colori, di cotte e di crude, di belle e di brutte a qualcuno = fare subire o sopportare dolori, delusioni, disagi d\'ogni genere a qualcuno || farsi vedere dal dottore = farsi visitare dal medico || fatevi vedere, si faccia vedere presto = formule di saluto o di esortazione con cui si invita qualcuno a renderci visita || hanno gli occhi per vedere e non vedono = frase biblica riferita che non vuol vedere le cose come stanno || la casa, la terra ecc. che lo ha visto nascere = la casa, la terra ecc. dove qualcuno è nato || la vedremo! si vedrà!, è da vedere! = esclamazione di minaccia detta in tono di sfida || l\'ho visto io = si dice per confermare e garantire la veridicità di un fatto, di quanto si afferma || l\'ho visto nascere = l\'ho accudito fin dal primo giorno di vita || lieto di vederla! = si dice per complimento incontrando qualcuno || lo vedo e non lo vedo = si dice a proposito di persona o cosa minacciata da un grave pericolo o anche solo da incertezza o comunque in una situazione precaria || lo vedrebbe anche un cieco! = è evidentissimo!, è ovvio!; si dice di cosa evidentissima || non ci vide più = perdette il lume della ragione per ira, dolore, indignazione || non dare a vedere = nascondere, non lasciar capire || non essersi fatto vedere, non essersi visto = si dice di chi non è ancora arrivato o di chi non si è ancora mostrato in giro || non essersi visto = si dice di chi non è ancora arrivato ancora non si è visto || non farsi vedere = agire di nascosto | sparire dalla circolazione, non incontrare nessuno è un anno che non si fa vedere || non lo vedo neppure, neanche lo vedo = non lo giudico degno di attenzione; esprime un giudizio negativo, sprezzante nei confronti di qualcuno || non mi ci posso vedere = stare di malavoglia in un luogo, in una situazione, in un ruolo; non volerci stare || non mi ci vedo a… = non m\'immagino, mi sento incapace, fuori luogo a… || non mi vedrai mai più = me ne vado definitivamente, per sempre || non poter vedere qualcuno = non sopportare qualcuno, averlo in antipatia, odiarlo || non potersi vedere, in un luogo, in un posto, ecc. = stare controvoglia in un luogo, in un posto ecc. || non vederci chiaro = si dice a proposito di situazioni particolarmente confuse, complesse, non chiare || non vederci (più) per la fame = essere molto affamato || non vederci (più) dalla rabbia = essere molto adirato || non vedere l’ora = desiderare ardentemente, con impazienza non vedo l’ora di arrivare a casa § non vedo l’ora che sia sabato § non vedo l\'ora di sdraiarmi sul divano || non vedere più avanti, più in là del proprio naso = figurato aver poco ingegno, vedute corte, scarso discernimento, non essere previdente né lungimirante | non vederci bene || non vedere a un palmo dal naso = non vederci bene | figurato mancare di lungimiranza || non vedere più avanti, più lunge di qualcuno = arcaico essere perdutamente innamorato di qualcuno sì forte di lei s\'innamorò, che più avanti di lei non vedea [Boccaccio] § più lunge non vedea del giovinetto / la donna, né di lui potea saziarsi [Ariosto] || non vedere qualcuno (assoluto) = non tenere in alcun conto qualcuno || non vedere qualcuno a? (+ infinito) o in (+ sostantivo) = non ritenere qualcuno adatto a un posto, una mansione, un ruolo || non vedere, non vederci, = essere privo della vista, parzialmente o totalmente o non riuscire a percepire le cose che ci circondano a causa delle condizioni di visibilità || non vedi?, non vede?, non vedete? = si dice per richiamare l\'attenzione con qualche vivacità, per lo più in tono polemico non vedi che non ce la fai? || non voler vedere qualcuno = sfuggire, evitare qualcuno || quattro occhi vedono meglio di due = se ci si aiuta si ottengono migliori risultati, insieme agli altri si riesce meglio che da soli || quei due li vedo male = prevedo brutte cose per loro || qui non ci si vede = c\'è troppo buio, fumo o nebbia || se vedessi!, bisogna vedere che cose! = si dice per accentuare la propria meraviglia mentre si racconta qualcosa || si faccia vedere = venga a farmi visita || si vede che… = è chiaro, è evidente che… si vede che non ha studiato | è probabile, è logico supporre che… si vede che ha avuto un contrattempo || stare a vedere = assistere a qualcosa senza prendervi parte, senza intervenire; non immischiarsi, essere spettatore stiamo, Amor, a veder la gloria nostra [Petrarca] || staremo a vedere! vedremo! = aspettiamo lo svolgersi degli eventi per vedere quel che accadrà || sta a vedere che … = si dice di un fatto che non sembra ammissibile state a vedere che la giustizia di Dio avrà riguardo a quattro pietre [Manzoni] || te lo farò, te lo faccio vedere io = esclamazione di minaccia, anche scherzosa || veda!, vedete! = invito, esortazione a ben considerare qualcosa || veda, vedi, vediamo = incisi con cui si inizia un discorso per richiamare l’attenzione di chi ascolta || veder bene, male qualcuno o qualcosa = considerare, giudicare favorevolmente o sfavorevolmente qualcuno o qualcosa | prevedere il buono o cattivo esito di un evento || vederci bene = avere acuto il senso della vista | figurato essere avveduto, oculato || vederci chiaro = capire bene, conoscere precisamente i dettagli, farsi un\'opinione precisa su qualcosa || vederci doppio = vedere gli oggetti sdoppiati per un difetto ottico | avere le traveggole, avere la vista poco chiara | figurato aver bevuto troppo || vederci senza occhiali = avere la vista perfetta || vederci = essere in grado di percepire con la vista || vedere chiaro in una situazione = rendersi conto delle ragioni evidenti o nascoste || vedere coi propri occhi = assistere direttamente a qualcosa, essere testimone di qualcosa || vedere col binocolo = figurato familiare non vedere affatto perché non se ne ha la possibilità || vedere di buon occhio = avere in simpatia (cosa o persona) || vedere di… = cercare, fare in modo di… vedi di non farti fregare § vedrò di accontentarla || vedere doppio = avere le traveggole | figurato essere ubriachi || vedere i conti = esaminare, controllare i conti || vedere il giornale = leggere, scorrere, sfogliare il giornale || vedere il medico, l\'avvocato = andare dal medico, dall\'avvocato per consultarlo || vedere il modo, la maniera, la via = cercare di, trovare il modo, la maniera, la via per raggiungere un dato scopo || vedere la luce = (di persona) nascere | (di cosa) apparire, comparire per la prima volta; essere presentato in pubblico, essere pubblicato | (di lavoro, progetto e simili) essere portato a compimento || vedersela brutta o nera = trovarsi in una situazione molto difficile, essere in grave pericolo o rischio || vedere la morte in faccia = figurato trovarsi in una situazione di gravissimo pericolo || vedere le stelle = figurato provare un dolore fisico acutissimo || vedere per credere = appurare, verificare direttamente qualcosa per convincersene || vedere bene in viso qualcuno = figurato affrontare qualcuno apertamente || vedere qualcuno o qualcosa di buon occhio = figurato considerare qualcosa con favore, qualcuno con simpatia || vedere (tutto) rosa = figurato fare previsioni ottimistiche; essere ottimista || vedere (tutto) nero = figurato fare previsioni pessimistiche; essere pessimista || vedere rosso = figurato essere accecato dall’ira || vedere una commedia, un film, una partita… = assistere a una commedia, un film, una partita… || vedere una cosa come sta = esaminare attentamente qualcosa, riflettervi sopra || vedere una mostra, un\'esposizione ecc. = visitare una mostra, un\'esposizione ecc. || vedere, vederci chiaro = capire bene || vedere, vederci da un occhio (solo) = disporre di un solo occhio || vedere, vederci poco, male, o poco e male = non distinguere bene le cose || vedere, vederci = avere il senso della vista || vederne delle belle, di tutti i colori, di cotte e di crude = assistere a fatti d’ogni genere, avere esperienze di ogni genere, per lo più negative || vedersi con qualcuno = comparire in un luogo con qualcuno | frequentare qualcuno || vedersi da qualcuno = vedersi a casa di qualcuno, presso di lui || vedersi in pericolo = essere consapevoli di essere in pericolo || vedersi, non vedersi in un luogo, in una situazione ecc. = sentirsi, non sentirsi a proprio agio in un luogo, in una situazione ecc. || vedessi! , se vedessi! , se avessi visto! = esprime stupore, meraviglia o ammirazione || vedetevela voi = familiare sbrigatevela voi, pensate voi a togliervi d\'impaccio || vedi pagina, capitolo, paragrafo… = in un testo, si usa per rimandare il lettore ad esaminare passi della stessa o di altra opera || vedi, veda, vedete = di dice, nel discorso, per richiamare l\'attenzione di chi ascolta vedi, donna, tu hai fatto male [Boccaccio] || vedi retro = in un testo, rimanda il lettore a una parte del testo stesso che si trova sull\'altra facciata del foglio || vedi sopra, sotto = in un testo, rimanda il lettore a una parte del testo che precede, che segue || vedi un po’, vedi tu = pensaci tu, lascio a te decidere || vediamo un po\' = facciamo una prova vediamo un po\' se ci riusciamo || vediamo! , vedrò! , vedremo! = esprime la volontà di tergiversare, di evitare di decidere | formula per iniziare l\'esame di una situazione | formula per incoraggiare altri a esporre le proprie ragioni || vediamo, vediamo un po\' = formula con cui si introduce un tentativo, una prova vediamo un po\' se funziona || vedo! = capisco, comprendo, mi rendo conto | giochi nei giochi di carte, specialmente nel poker: formula per confermare che si accetta la puntata dell\'avversario e che invita l\'avversario a mostrare il suo punteggio || vedono più quattr\'occhi che due = frase con cui si invita altri, o ci si offre, a partecipare o collaborare a ricerche, indagini, controlli che impegnano la vista || vedrai che, vedrete che = si dice rassicurare le altrui aspettative, che qualche cosa avverrà nel modo desiderato o per confermare una promessa vedrai che ce la farai § vedrete che con me vi troverete bene || vedrai, vedremo, vedrete = giudicherai, giudicheremo, giudicherete dai fatti, formula con cui si rimanda ad epoca futura l\'accertamento di qualcosa vedrai che andrà come ho detto io § vedremo cosa succederà || vedremo! si vedrà! = formula con cui si cerca di prendere tempo, per tergiversare, per evitare di decidere, per esprimere riserva o prudenza e simili mi porti al cinema? — Vedremo! || vedremo!, la vedremo!, = esclamazione di minaccia, di sfida, specialmente in risposta a minacce altrui || visto che = poiché, giacché visto che ho tempo, ti accompagno || vorrei vedere te, voi, lui al posto mio = esprime risentimento per una critica che si ritiene ingiustificata e invita a immedesimarsi nella propria situazione || vorrei vederlo… = esclamazione che esprime un desiderio vorrei vederti felice § vorrei vederlo morto || cose mai viste sotto le stelle! = si dice per indicare cose eccezionali mai viste prima, inaudite || vedranno, giudicheranno i posteri = si dice riguardo a fatti sui quali si preferisce non esprimere un giudizio || la vedranno i posteri = si dice di cosa che vada molto per le lunghe



Proverbi


occhio che non vede, cuore che non desidera || chi non va non vede; chi non prova, non crede || chi non vede il fondo, non passi l'acqua || chi più guarda, meno vede || chi Roma non vede, nulla non crede || chi sta a sportello, ne vede mezza || chi sta a vedere, ha due terzi del gioco || chi ti dà un osso, non ti vorrebbe veder morto || chi vivrà, vedrà || chi vuol bene, vede da lontano || chi vuol riposo a questo mondo, deve ascoltare, vedere e tacere || chi vuol veder discortesia, metta il villano in signoria || chi vuol vedere il bambino fiorito, non lo levi dal pan bollito || chi vuol vedere il bel figliuolo, sia rinvolto nel cenciuolo || chi vuol vedere il padrone, guardi i servitori || chi vuol vedere quel che ha da essere, veda quello che è stato || chi vuol vedere Satana nell'Eden, guardi una donna vestita di celeste || chi vuol vedere un uomo (o una donna) da poco, lo metta a accendere il lume e il fuoco || c'è chi vede male, e vorrebbe veder peggio || come più si vede, manco si crede || con gli occhi altrui, bisogna vedere i propri difetti || con i nostri occhi, non si vedono che i difetti degli altri || danari di poveri e arme di poltroni si veggono spesso || delle cose che tu vedi, sbattine tre quarti; e di quelle che tu senti, sbattine più || di quel che vedi poco credi; di quel che senti non creder niente || Dio non mangia né beve, ma giudica ciò che vede || Dio vede e provvede || è meglio esser cieco, che veder male || galantuomo ha piacere di veder chiudere || gente ubriaca, vede doppio || gioco di bambara, chi più vede manco impara || gli scogli che il navigante non vede, sono i più pericolosi || guado non passo, se non vedo il sasso || occhio non vede, cuore non duole o cuore non crede = il male o i torti che si fanno a una persona assente non le procurano dolore se essa non ne viene a conoscenza || ho veduto assai volte, un piccol male non rispettato, divenir mortale || il cuore non si vede || il galantuomo ha piacere di veder chiudere || il gioco di bambara, chi più vede manco impara || il più bell'amore è quello con la vicina, che si vede sera e mattina || il sospetto in ogni filo di fumo vede un incendio || il veder è facile, il prevedere è difficile || la capacità si vede nelle difficoltà || la fede sta nel credere, e non nel vedere || la fortuna è cieca; ma la sfiga ci vede benissimo || la paura ode con gli occhi e vede con le orecchie || la ragazza è come la perla, men che si vede e più è bella || occhio non vede, cuore non duole = non si soffre per ciò che non si vede o non si sa || l'amore e la fede dall'opere si vede || le cose non sono come sono, ma come si vedono || le pitture e le battaglie si veggono meglio da lontano || l'uomo savio non ha né orecchi, né occhi, né bocca, né vede o sente ciò che non gli tocca || marìtati, e vedrai; perderai i sonni e più non dormirai || vedi Napoli e poi muori = frase proverbiale per dire che non si può vedere cosa più bella di Napoli || molti parlan d'Orlando che non vider mai il suo brando || nei pericoli si vede chi d'amico ha vera fede || nelle sventure si vede l'amico || nell'oscuro si vede meglio con uno che con due occhi || non c'è maggior cieco di chi non vuol vedere || non è più bell'amor che la vicina; la si vede da sera e da mattina || non puoi vedere il bosco se sei tra gli alberi || non si può veder pasqua, né dopo san Marco, né prima di san Benedetto || non sia superbo chi il suo albero vede fiorire || non tutte le volte che si veggono i denti, s'ha paura dei morsi || occhio non vede, cuore non duole || odi, vedi e taci, se vuoi vivere in pace || ogni casa vede il sole || ognun vede il mantello, nessun vede il budello || ovunque vai, fai come vedrai || per san Bastiano (gennaio), sali il monte e guarda il piano; se vedi molto, spera poco; se vedi poco, spera assai || pranzo di parata, vedi grandinata || proseguite fermamente e vedrete meraviglie || punisci i falli piccoli e vedrai che di rado punirai i grandi || quando a Roma andrai, fa' come vedrai || quando la terra vede la vena per sett'anni la terra trema || quando rabbrusca verso levante, se non t'immolla vedrai avante || quando si nomina il diavolo se ne vede spuntar la coda || quando tu vedi il lupo, non ne cercar le pedate || quando vedi la nespola e tu piangi, ch'ell'è l'ultima frutta che tu mangi || quanto più si vede, e meno si crede || quel che l'occhio non vede, cuore non crede || quel che si vede non è di fede || quel che vedi, poco credi; quel che senti non creder niente || rivoltami, che mi vedrai || se a febbraio vedi gli uccelli grassi, aspettati un freddo che spacca i sassi || se la donna di gran beltade non ha angelica onestade, non gli far veder le strade || se tu vedi del formento per natale, ammazza il cane; se non lo vedi dagli del pane || se vuoi vedere il buon temporale, la mane tramontana e il giorno maestrale || se vuoi vedere un uomo quanto è brutto, un uomo senza denaro dice tutto || si vede il fine della nostra vita, ma non quello della nostra pazzia || il buongiorno si vede dal mattino || sposati e vedrai, perderai il sonno e più non dormirai || tal ti guarda la coppa, che non ti vede la borsa || tristo a quell'avere che il suo signor non vede || tutti i mestieri che finiscono in ai, non vedranno cristo mai || tutti voglion vedere i matti in piazza, ma nessuno della sua razza || v’è chi bacia tal mano che vorrebbe veder mozza || va' in piazza, vedi e odi; torna a casa, bevi e godi || v'è chi bacia tal mano che vorrebbe veder mozza || vede più un occhio del padrone, che quattro del servitore || vedendo uno, il conosci mezzo; e sentendolo parlare, il conosci tutto || vedere è facile, e il prevedere è difficile || vedere e non toccare è una cosa da imparare || vedere e non toccare, è un bello spasimare || vedi Napoli e poi muori || vedono più quattr'occhi che due (o quattro occhi vedono meglio che due) || Venezia bella, fabbricata sul mare; chi non la vede non la può stimare || vidi assai volte il mal tessuto inganno, dell'artefice suo tornare a danno || Vinegia, chi non la vede non la pregia || marzo pazzerello, vedi il sole e prendi l'ombrello = nel mese di marzo, data la sua variabilità, non si è mai certi del tempo che farà


continua sotto


Sfoglia il dizionario

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

veddaschese (s. masch. e femm.)
veddide (agg.)
vedelaghese (agg.)
vedelaghese (s. masch. e femm.)
vedente (agg. e s. masc.)
vedere (s. masch.)
vedere (v. intr.)
vedere (v. trans.)
vedersi (v. pron. intr.)
vedesetese (agg.)
vedesetese (s. masch. e femm.)
vedetta (s. femm.)
vedette (s. femm.)
vedevole (agg.)
vedibile (agg.)
vedico (agg.)
vedico (s. masch.)
vedimento (s. masch.)
vedismo (s. masch.)
veditore (s. masch.)

Sfoglia il dizionario italiano a partire da:


---CACHE---