Dizionario Italiano





còsa 
cò|sa
pronuncia: /ˈkɔsa/, /ˈkoza/
sostantivo femminile

1 nome generico usato per indicare un'entità materiale o immateriale, concreta o astratta, reale o immaginaria e che riceve determinazione solo dal contesto del discorso o che è ancora indeterminata; spesso indica ciò che non si può o non si vuole indicare con precisione cose da mangiare | che è quella cosa lì sotto? | l'uomo è misura di tutte le cose | le cose materiali | ho una cosa da dirti | le cose invisibili | cosa spirituale | per nessuna cosa al mondo | c'è grande differenza tra l'una e l'altra cosa | questo negozio ha tante cose | cosa visibile | la miglior cosa | le cose del mondo | le cose eterne | cosa concreta | le cose animate | dammi quella cosa che hai in mano | tutte le cose che esistono al mondo | cosa incorporea | la peggior cosa | la cosa migliore | le cose temporali | cosa astratta | le cose umane | una cosa è la povertà, un'altra la miseria | voglio regalarti una bella cosa | cosa corporea | dinanzi a me non fur cose create / se non eterne [Dante] | due cose belle ha il mondo: amore e morte [Leopardi] | la luce rapida / piove di cosa in cosa [Manzoni]; in genere designa una realtà inanimata, contrapposta a persona o ad animale nome comune di cosa | è vietato il trasporto di cose | aggettivo usato solo per le cose

2 filosofia La realtà oggettiva in quanto tale nella sua essenza; ciò che sussiste indipendentemente dal nostro conoscere; nel linguaggio comune si contrappone spesso a nome, parola, apparenza e simili la cosa in sé | badare più all'apparenza che alle cose | in quel discorso ci sono tante parole e poche cose | prima furon le cose e poi i nomi [Galilei]

3 diritto contenuto di un atto giuridico e qualsiasi parte separata che può essere oggetto di un rapporto giuridico cosa semplice | cosa pubblica | cosa inconsumabile | cosa fungibile | cosa giudicata | cosa infungibile | cosa immobile | cosa composta | l'immobile deve essere consegnato libero da cose | cosa consumabile | cosa mobile

4 qualunque oggetto materiale, anche materia o sostanza, specialmente di cui non si ricorda il nome o che non si vuole specificare; al plurale indica gli averi; preceduto da aggettivo possessivo indica un oggetto personale sono cose di valore | siamo riusciti a mettere da parte qualche cosa | metti via le tue cose | regalare una cosa di valore | ha preso le sue cose e se n'è andato | non avere cura delle proprie cose | riordinare le proprie cose | aveva una cosa bianca che pareva farina | se sarai promosso ti regalerò una cosa | ho portato le cose che erano nel cassetto | quella cosa di cui ti dicevo non l'ho ottenuta | prendi le tue cose e vattene | raccogliete le vostre cose | troppe cose ci mancano! | sono geloso delle mie cose | guarda che bella cosa ti ho portato | avere cura delle proprie cose | mettere a posto le proprie cose | ogni cosa al suo posto | non puoi portarlo via, non è cosa tua | le buone cose di pessimo gusto [Gozzano] | non peste proprio, ma una cosa alla quale non si sa trovare un altro nome [Manzoni] | e par che sia una cosa venuta / da cielo in terra a miracol mostrare [Dante]

5 ciò che si mangia e si beve vorrei qualche cosa da mangiare | devo mangiare cose leggere | andiamo a bere una cosa calda | mangiare sempre le stesse cose | mangiare cose sostanziose | vuoi una cosa da bere? | cucinare una cosa buona

6 familiare qualsiasi persona di sesso femminile di cui non si ricordi, non si sappia o non si voglia dire il nome stamane ho incontrato Cosa …, come si chiama? | ah, guarda guarda, c'è anche la Cosa… [Palazzeschi]

7 opera, o parte di un'opera sono le cose più belle della letteratura | le cose più belle di D'Annunzio | la nostra letteratura ha prodotto grandi cose | queste sono le sue cose riuscite meglio | di quell'autore ho studiato le cose più appassionanti | le cose più belle della nostra arte

8 fatto, avvenimento, azione, circostanza, situazione fai sempre troppe cose insieme | allora la cosa cambia aspetto | come vanno le cose al vostro paese | le cose stanno così | allo stato delle cose | la cosa è andata così | sono cose serie | è nell'ordine delle cose | le cose si mettono bene | è accaduta una cosa terribile | sono cose che capitano | da cosa nasce cosa | una cosa da nulla | succedono cose straordinarie | non è cosa di competenza vostra | le cose parlano da sole | la cosa è andata proprio così | qui succedono delle cose strane | per necessità di cose | sono cose dell'altro mondo | succedono cose inverosimili | succedono cose imprevedibili | le cose della politica | la cosa sembra seria | succedono cose che fanno rabbrividire | sono cose grosse | mi è accaduta una cosa straordinaria | raccontami la cosa come sta | non è cosa da te fare così | succedono cose strane | non sono cose che ti riguardano | bisogna guardare le cose in faccia | sono cose che passano | a egregie cose il forte animo accendono / l'urne de' forti [Foscolo] | in due mesi, può nascer di gran cose [Manzoni]

9 atto, azione, gesto, iniziativa; talvolta in contrapposizione con nome, parola e simili è stata proprio una bella cosa da parte sua | sono le cose che importano, non le parole | è una delle sue cose meglio riuscite | fare una cosa alla volta | fare le cose in grande | sono cose da farsi queste? | fare le cose in fretta | cose, fatti, e non parole! | non è stata una bella cosa da parte tua | fare le cose come capita | possono pensare / che noi si faccia cose poco belle [Gozzano]

10 cagione, motivo, causa, scopo si inquieta per cose di poco conto | tieni da conto, potrà servire a qualche cosa | uno strumento che serve a molte cose | litigano sempre per cose da nulla | arrabbiarsi per cose da nulla | per nessuna c. al mondo lo farei | agitarsi per cose che non ne valgono la pena | risparmia le tue energie per cose più interessanti | abile a qualche cosa | si arrabbia per cose da nulla | buono per qualche cosa

11 quanto si dice, si ascolta, si pensa, si vede o si conosce dire cose molto interessanti | nel viaggio ho visto cose bellissime | dire cose di fuoco | mi ha detto delle cose che non sapevo | sapere molte cose | dire una cosa per un'altra | vuoi vedere una cosa? | abbiamo visto delle cose bellissime | leggere una cosa | sentire cose interessanti | vieni a raccontarle a me queste cose? | non fa che ripetere sempre le stesse cose | pensare una cosa | una persona che sa molte cose | ho sentito cose molto interessanti | ti dirò una cosa che ti stupirà | sentire una cosa | io non ho mai né scritta né pronunziata tal cosa [Galilei] | nel ciel … vidi cose che ridire / né sa né può chi di là su discende [Dante]

12 oggetto del pensiero, della conoscenza, di giudizio dire una cosa per un'altra | capire una cosa per un'altra | sapere poche cose e male | avere il pensiero fisso a una cosa | sono cose difficili da comprendere | non è cosa facile a intendersi | non fa che pensare alla stessa cosa

13 problema, lavoro, affare e simili le cose della politica | per necessità di cose | è cosa fatta | pensare alle cose di casa | come vanno le cose al paese? | essere addentro alle segrete cose | le cose si mettono bene | ho ancora molte cose da sbrigare | pare che le cose si stiano mettendo male | le cose della scuola | cose di religione | aggiustare le cose | tirare in lungo le cose | queste non sono cose da brave ragazze | cose di Stato | le cose si mettono male | badare alle cose di casa | le cose della casa | cose d'ufficio | non è cosa che ti riguardi | le cose dell'economia | questa non è cosa di mia competenza | le cose si complicano | nessuno deve mettere il naso nelle mie cose | le cose gli vanno a gonfie vele

14 gergale la vulva quella cosa là

15 matematica arcaico incognita

16 al plurale, con un sostantivo preceduto dalla preposizione di, per indicare una particolare dottrina, attività, ramo cose di scienza | cose di fede | cose di scuola | cose di letteratura

17 in unione con una aggettivo qualificativo, dimostrativo e specialmente indefinito assume il significato del corrispondente sostantivo astratto e può sostituire il pronome neutro una cosa nuova | questa cosa | è poca cosa | nessuna cosa | è una gran bella cosa | quella cosa | è cosa sicura | qualche cosa | è una cosa dura | è cosa difficile | è una cosa giusta | qualunque cosa | è una cosa malagevole | è cosa giusta | è cosa certa | è una cosa difficile trovarlo | mala cosa nascer povero, il mio caro Renzo! [Manzoni] | 'l sol montava 'n su con quelle stelle / ch'eran con lui quando l'amor divino / mosse di prima quelle cose belle, / dove cose belle equivale a stelle [Dante]

18 in usi prolettici, in alcuni costrutti pleonastici per dare maggior evidenza all'enunciato che segue dimmi una cosa | senti una cosa | fate una cosa, andateglielo a dire

19 in frasi interrogative dirette e indirette e in frasi esclamative segue e rafforza il pronome che; anche con ellissi del che stesso (che) cosa? | non so cosa pensare | che cosa vuoi? | non sai che cosa sia la miseria | guarda che cosa è successo! | cosa diavolo hai combinato? | cosa mi dici! | non ho capito (che) cos'hai detto | che cosa stai dicendo? | (che) cosa desidera? | che cosa dici mai! | cos'hai? | cosa stai facendo? | che allegria c'è? | guarda che cosa mi doveva capitare! | non capisco che cosa pretendi | non capisco che cosa vuoi fare | a cosa pensi? | che cosa fai? | cosa diavolo stai facendo! | dimmi a cosa stai pensando | che cosa credi? | dimmi cosa ti occorre | (che) cosa mi tocca sentire! | cos'hanno di bello, tutti costoro? [Manzoni]

20 preceduto da la quale, funge da neutro del pronome relativo, specialmente riferito a quanto detto precedentemente hai voluto fare come volevi tu, la qual cosa mi ha irritato

 
MASCHILE
FEMMINILE
SINGOLARE
SINGOLARE
PLURALEcosa
PLURALE
SINGOLARE
PLURALEcose

permalink
<<  cos cosà  >>

continua sotto


Locuzioni, modi di dire, esempi


essere addentro alle segrete cose = con valore ironico: avere accesso a informazioni riservate, essere ben introdotto in ambienti di difficile accesso || cosa affare di giorni = cosa affare che dura poco, o che deve succedere fra poco tempo || aggiustare le cose = porre rimedio a una situazione difficile o negativa || far cadere cascare le cose dall'alto = concedere qualcosa con aria di degnazione, come se si trattasse di un enorme favore, esagerandone l'importanza, e le difficoltà o facendo aspettare lungamente || guardare le cose dall'alto = giudicare le cose con distacco, senza coinvolgimenti o con superiorità, da un punto di vista elevato, con assoluta obiettività || capire una cosa per un'altra = fraintendere || tra le altre cose = tra l'altro, inoltre, oltre al resto || dire una cosa per un'altra = confondersi nel parlare, usando una parola al posto di un'altra || cose dell'altro mondo cose da pazzi da matti = cose inconcepibili, fatti inauditi, assurdi, incredibili; si dice per sottolineare l'assurdità di un fatto, di un comportamento, di un ragionamento || sopra ogni (altra) cosa = più di tutto, sopratutto || essere tutt'altra cosa tutto un'altra cosa = essere radicalmente, completamente diverso, non avere alcuna relazione se paghi tu, allora è tutt'altra cosa | entratovi al servizio del padre, il quale era stato tutt'un'altra cosa [Manzoni] || abbi la ragione per guida anche nelle piccole cose = || lasciare che le cose vadano come vogliono = non opporsi o non intervenire || capire le cose per aria = capire al volo, subito, prima ancora che le cose siano dette esplicitamente || dire una cosa a mezz'aria = non dirla esplicitamente || non dire una cosa neanche all'aria = non confidare una cosa a nessuno || cose discorsi parole in aria = cose, discorsi vani, senza costrutto, senza fondamento || arrivare a cose fatte = arrivare quando tutto è finito, quando una situazione è già stata chiarita, un problema è già stato risolto, un fatto è ormai compiuto || avere una cosa da fare = dover fare o sbrigare qualcosa oggi ho da fare un versamento alla posta | ho un sacco di cose da fare || buone cose! tante (belle) cose! tante (buone) cose! = arcaico espressione generale di commiato e di augurio || bella cosa! = si dice per esprimere gradimento, soddisfazione, piacere || sarebbe una bella cosa = sarebbe un piacere, una soddisfazione, una cosa auspicabile || le cose si mettono bene = la situazione migliora || far la bocca a una cosa = assuefarsi al gusto di qualcosa, abituarsi al suo sapore | figurato prendere un'abitudine, specialmente piacevole | figurato considerare qualcosa come già conseguita o realizzata || brutta cosa = disgrazia || è buona cosa = è cosa ben fatta | è cosa giusta e opportuna || fare le cose come capita = agire senza preparazione, senza attenzione, senza accuratezza || sono cose che capitano = si dice per esprimere rassegnazione di fronte a disgrazie, contrarietà, disavventure che non sono inconsuete || cose che càpitano ai vivi = si dice per esprimere rassegnazione di fronte a disgrazie, contrarietà, disavventure che non sono inconsuete || cose che non gli entrano in capo = cose che non riesce a capire || fare le cose col capo nel sacco = agire senza riflettere, alla cieca, in modo sconsiderato, avventato || con ciò sia cosa che = vedi conciossiacosaché || gran cosa o gran che = cosa o opera meravigliosa, pregevole, spesso in frasi negative dove si tende ad attenuare un giudizio negativo quel film non è gran che | questo arrosto non è gran che || chiamare le cose con il loro nome = parlare chiaramente, schiettamente || credersi chissà che cosa qualche cosa una gran cosa = darsi delle arie, attribuirsi grande importanza || questa codesta cosa = ciò, questo || dire le cose come stanno = dire qualcosa chiaro e tondo, senza mezzi termini o eufemismi, chiaramente, con franchezza, schiettamente || cosa composta = diritto bene risultante dalla combinazione di altri beni che hanno e a volte conservano individualità economico-giuridica || contare valere qualche cosa = avere una qualche importanza, un qualche valore || avere qualche cosa contro qualcuno = portare rancore verso qualcuno || avere le proprie cose = popolare con valore eufemistico: avere le mestruazioni || cosa è cosa non è = familiare con uso interiettivo: senza ragione apparente, improvvisamente || di cosa in cosa = via via || le (sue) cose = popolare con valore eufemistico: le mestruazioni || non è (più) cosa = regionale nell'uso meridionale: non è possibile, è assurdo, non ha senso || Dio sa cosa = si dice per indicare l'incapacità a capire, a spiegarsi avvenimento o altrui opinioni || una cosa da non dire che non ti dico = è una cosa indescrivibile, terribile, incredibile ho passato una mattinata che non ti dico || una cosa che non si deve dire da non dirsi = una cosa segreta || dire cose di fuoco = fare dichiarazioni gravi e pesanti, lanciare minacce || cosa vuoi che ti dica = si dice per esprimere rassegnazione, per dire che non si può far nulla di fronte a un fatto compiuto, a un fatto ineluttabile o a una situazione sulla quale non si può intervenire || disporre di molte cose = possedere molti averi || diventare qualche cosa = salire in fama, fare carriera || vedere esaminare cosa per cosa = esaminare minutamente || fare le cose in famiglia = fare le cose privatamente, all'interno della famiglia, escludendo chi non ne fa parte | per estensione fare le cose alla buona, senza cerimonie una cena in famiglia || trattare le cose in famiglia = trattare le cose privatamente, confidenzialmente || la cosa familiare = letterario la famiglia || fare le cose a metà = fare poco e male di quanto si dovrebbe fare; non andare a fondo, non portare a termine ciò che si è iniziato || a cose fatte = quando tutto è finito, concluso; quando il fatto è ormai compiuto || cosa fatta = cosa conclusa, definitiva, fatto compiuto | cosa della quale si dà per certa la realizzazione o la conclusione l'affare è ormai cosa fatta || è cosa fatta = si dice di ciò che è concluso, di un problema risolto, di un affare ormai certo || per forza per necessità di cose = obbligatoriamente, per forza, necessariamente, secondo logica, a causa delle circostanze ci siamo trasferiti per forza di cose || cosa giudicata = fatto giuridico reso certo con una sentenza non è più appellabile || una cosa giusta = quanto basta, né troppo, né troppo poco || fare le cose in grande = fare qualcosa in grande stile, con grande magnificenza, lusso e pompa, con notevole impiego di mezzi, senza badare a spese o alle energie profuse || gran cosa = cosa o fatto eccezionale, notevole, di rilievo, specialmente in frasi negative la festa non è stata gran cosa || non è gran cosa = non è molto || cose grosse = fatti di notevole importanza, interesse o gravità; guai seri, dissapori sono successe cosa grosse | ho da raccontarti cose grosse | fra i due ci sono state cose grosse | dobbiamo aspettarci cose grosse || cose inalienabili = cose appartenenti al demanio pubblico per la loro stessa natura || quella cosa là = eufemismo: la vulva || lasciare una cosa com’è = non toccare una cosa, non apportarvi cambiamenti || lasciare le cose come stanno = non cambiare nulla || mandare tirare le cose in lungo per le lunghe = rimandare, protrarre, differire deliberatamente || le cose si mettono male = la situazione peggiora || sono cose che si sanno a memoria = si dice di cose ovvie e abituali che ognuno dovrebbe conoscere perfettamente || uno più uno meno una cosa più una cosa meno = indica un’approssimazione che non incide sostanzialmente sull’insieme il film dura due ore, minuto più, minuto meno | per quella pratica ci vogliono 30 giorni uno più uno meno || mettere a posto le cose = sistemare, riordinare, mettere in ordine | figurato risolvere un problema || cosa di nessuno = diritto calco dal latino «res nullius», cosa sulla quale non esiste e alcun diritto di proprietà pur essendo questi ammissibili per tale bene || nessuna cosa = niente, nulla || Cosa Nostra = associazione di famiglie mafiose, prevalentemente della Sicilia occidentale, regolate da un proprio organo di governo, detto Cupola | denominazione della mafia siculo-americana, attiva in Sicilia e negli Stati Uniti || cosa da nulla = inezia || cosa nuova = novità || ogni cosa qualunque cosa qualsiasi cosa = tutto || essere nella realtà nell'ordine delle cose = essere normale, naturale; accadere secondo il naturale svolgersi dei fatti || è poca cosa = è poco || poca cosa = fatto o cosa da poco, di scarsa quantità, qualità, valore, importanza || per prima cosa = innanzi tutto, sia nel tempo, sia come importanza per prima cosa mangiamo, poi discuteremo || le proprie cose = le proprie masserizie, i propri averi | popolare con valore eufemistico: mestruazioni || cosa pubblica = lo Stato, calco del latino «res publica» || cose pubbliche = cose destinate all'uso pubblico e per questa motivo sottratte alla libera commerciabilità || qualche cosa = vedi qualcosa || per la qual cosa = arcaico perciò || quella la qual cosa = quello || quelle cose quella cosa = eufemismo: i rapporti sessuali si sono infrattati e hanno fatto quelle cose || cose sacre = gli oggetti che necessari all'esercizio del culto || se cosa fosse = arcaico se avvenisse || cosa in sé = ciò di cui si parla in quanto tale, indipendentemente da opinioni, gusti, preferenze o punti di vista | filosofia secondo I. Kant, lo stesso che noumeno || la somma delle cose = letterario l'autorità dello stato, il potere politico, calco del latino «summa rerum» || è la stessa cosa = fa lo stesso, non c'è differenza || avere qualche cosa per la testa = avere delle preoccupazioni | avere un'idea, un progetto in formazione || cose turche = scherzoso si dice di cose terribili, impensabili, straordinarie o empie, da non credersi ieri sera ho fatto cose turche || esser (tutto) cosa di qualcuno = essere molto legato a qualcuno la donna mia ... par che sia una cosa venuta / di cielo in terra a miracol mostrare [Dante] || una cosa veloce = un rapporto molto rapido o incompleto || lasciare le cose a mezzo a metà = non terminare ciò che si stava facendo | figurato iniziare un discorso senza portarlo a termine lasciandolo in sospeso || fare le cose a misura = fare le cose con esattezza, con precisione, specialmente con accezione negativa riferita a chi si limita a fare o dare il minimo indispensabile, senza largheggiare || fare le cose a modo o ammodo o a modino o ammodino = fare le cose per bene, come si deve, come conviene o si addice || far le cose con modo e misura = fare le cose senza esagerare || essere nell'ordine delle cose = essere inevitabile, fatale || ordine di natura ordine naturale e familiare ordine delle cose = il modo in cui normalmente si svolgono gli avvenimenti naturali e umani | per estensione l’insieme delle leggi che regolano la natura | religione il complesso delle cause create da Dio, e con riguardo al fine ultimo dell'uomo, l'insieme dei mezzi disposti dal Creatore perché si possano raggiungere alcune fondamentali verità di fede || che ti prende cosa ti ha preso = espressioni di stupore, di imbarazzo, di rimprovero verso un comportamento strano, inesplicabile, anormale, inconsueto da parte di qualcuno || prendere una persona o una cosa per un’altra = scambiare una persona o una cosa per un'altra persona o altra cosa || non sapere come che cosa fare farci dire ecc. = figurato si dice per manifestare incapacità di decisione o incertezza sulla via da seguire per trarsi d’impaccio o altro || la cosa che tu sai = si dice in frasi con pronome relativo, facendo allusione a persone o cose note ma che, per motivi di discrezione e riservatezza, non si vogliono nominare o precisare l'affare che tu sai | la faccenda che tu sai | quel che voi sapete || sai una cosa? = vuoi sapere una cosa?, desideri che te la dica? || sapere (delle cose) del mondo = avere esperienza degli uomini e del loro modo di procedere del mondo seppi, e quel valore amai / al quale ha or ciascun disteso l'arco [Dante] | tu, che se' uomo e vai attorno e dovresti sapere delle cose del mondo... [Boccaccio] || so una cosa sola di non saper nulla = detto attribuito a Socrate, per lo più citato nella forma latina «hoc unum scio, me nihil scire» || Che (diavolo) vuoi? che cosa vuoi? = si dice in tono seccato quando si viene interrotti di frequente o importunati || la cosa mi diede subito nell'occhio = notai immediatamente quella cosa || è una cosa che mi sta a cuore = è una cosa che m'importa molto || stando ciò, stando così le cose, stando la cosa in questi termini = poiché la situazione è tale, dal momento che i fatti sono questi stando così le cose, me ne vado | stando così le cose, non posso continuare | stando così le cose, non accetto la vostra offerta || allo stato (presente) delle cose = nella situazione presente allo stato delle cose || mi fa male a sentire, sono cose che non posso sentire = si dice udendo racconti penosi, discorsi spiacevoli o ripugnanti, ecc. || cose viste e riviste = cose vecchie, stantie, arcinote, ovvie || essere addentro alle segrete cose = essere informatissimo su tutto (specialmente scherzoso) || la cosa mi diede subito nell\'occhio = notai immediatamente quella cosa || lasciare gli occhi sopra una cosa = guardare qualcosa con desiderio intenso senza poterla avere || sarebbe ora di fare una cosa = sarebbe tempo di fare una cosa || di chi, di cosa parlate? = a chi, a cosa vi riferite? || la cosa o la persona in parola = la cosa o la persona di cui si sta parlando proprio in quel momento || prendere una cosa sotto gamba = non dare alcuna importanza a qualcosa || è una cosa che mi sta a cuore = è una cosa che m\'importa molto || cose che non stanno né in cielo né in terra = cose assurde, incredibili, insensate, prive di senso, inverosimili || stando ciò, stando così le cose, stando la cosa in questi termini? = poiché la situazione è tale, dal momento che i fatti sono questi stando così le cose, me ne vado | stando così le cose, non posso continuare | stando così le cose, non accetto la vostra offerta || allo stato (presente) delle cose = nella situazione presente allo stato delle cose? non c\'era da far altro che separarsi [De Roberto] || vedere una cosa come sta = esaminare attentamente qualcosa, riflettervi sopra || cose mai viste sotto le stelle! = si dice per indicare cose eccezionali mai viste prima, inaudite || cosa non mai veduta = cosa nuova, straordinaria, meravigliosa || non è lecito, non è cosa lecita = è indecoroso, sconveniente, non è permesso; si dice per esprimere grave riprovazione certe espressioni non sarebbero lecite neppure fra persone volgari || cosa non mai veduta = cosa nuova, straordinaria, meravigliosa


Proverbi


chi pratica persone ricche e potenti ricava sempre qualche cosa || chi sta in ascolterìa, sente cose che non vorrìa


continua sotto


Sfoglia il dizionario

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

corvulture (s. masch.)
Corvulture (s. masch.)
corzanese (agg.)
corzanese (s. masch. e femm.)
cos (simb.)
cosa (s. femm.)
cosà (avv.)
cosacco (agg. e s. masc.)
cosale (agg.)
cosalità (s. femm.)
cosalite (s. femm.)
cosalizzare (v. trans.)
cosanato (s. masch.)
cosanico (agg.)
cosanolo (s. masch.)
cosare (v. trans e intr.)
cosarsi (v. pron. trans e intr.)
cosato (part. pass.)
cosca (s. femm.)
cosceneggiatore (s. masch.)

Sfoglia il dizionario italiano a partire da:


---CACHE---