Dizionario Italiano





tànto 
tàn|to
pronuncia: /ˈtanto/
aggettivo

* si elide raramente davanti a vocale, ma sempre nell'espressione tant'è; è generalmente anteposto al sostantivo; talvolta accompagnato dall'articolo o dall'aggettivo quello, per maggiore enfasi; ha valore più intensivo e più esteso di molto e grande

1 con nomi non numerabili: molto, in gran quantità; così grande, così lungo, ampio, esteso, forte, intenso, vivo, spiccato, eccelso, illustre, importante ecc.; abbiamo davanti tanto tempo | c'è tanta miseria nel mondo! | una persona di tanta dottrina | non c'è mai stato tanto lavoro da fare | dopo tanto tempo lo ricordo più | ho avuto proprio tanta pazienza con voi | dopo tanto lavorare non abbiamo concluso niente | ci vuole tanto tempo per rispondere? | dopo tanto studiare | ho davanti tanto tempo per studiare | dopo tanto cercare ha finalmente trovato | c'è tanto spazio giù nel cortile | che se ne fa di tanti soldi? | avevano tanta sete | c'era tanta gente | oggi tira tanto vento | ha avuto tanto sfortuna | ho tanta fame | con tanto vento non vorrai uscire vestito così | cosa te ne fai di tanto denaro? | è meglio esser prudenti, con tanti malintenzionati che girano | devi fare ancora tanta strada? | ci onoriamo della presenza di tanto ospite | un uomo di tanta fede | una donna di tanto buonsenso | non ho mai avuto tanto desiderio di un caffè! | dopo tanti mesi non me la sento di chiamarlo | non credevo ci volesse tanta pazienza per sopportarti | tante preoccupazioni per nulla! | dopo tanto studiare ha finalmente un buon lavoro | fa tanto caldo | come ha fatto a salire a tanta altezza? | tanto rumore per nulla | ho avuto sempre tanta pazienza con te | tante fatiche | gli ho scritto tante volte | ho tanti grattacapi | l'ho aspettato per tanti anni | ho avuto tanta paura | ti ammiro perché hai tanta pazienza | ha tanto coraggio | c'è tanta neve | un uomo di tanto ingegno è sprecato in quel posto | avete invitato tante persone | come mai tante mosche in questa stanza? | c'è sempre tanta ironia nel suo sguardo | ci vuole tanta pazienza | ho tanto sonno | c'è tanto ignoranza a questo mondo | ho tanta sete | tante premure | non faccia tanti complimenti! | perché tanta gente oggi per la strada? | quando / fu fatto il nido di malizia tanta [Dante] | stupisce Loridan che tanto core, tanto amor, tanta fede abbia un fanciullo [Ariosto] | nulla a tanto intercessor si neghi [Tasso] | o ciechi, il tanto affaticar che giova? [Petrarca] | con tutti gli onori che spettano a tanto ospite, a tanto signore; a' giusti prieghi [Metastasio] | all'udir parole d'un tanto signore [Manzoni]

2 molto, parecchio, numeroso, abbondante (per numero o quantità); è al plurale con entità numerabili, e si rafforza iterandolo (anche col sostantivo sottinteso) tante grazie! | dopo tanti e tanti errori finalmente hai capito | tanti danari | ho mangiato tante fragole | due piatti di pastasciutta non sono tanti per lui | tante altre persone non sono venute | era così infuriato, che tre non erano tanti a reggerlo | gli vuole tanto bene | è una ragazza che non fa tanti complimenti | ho fatto tanti ma tanti errori! | ha passato tanti guai | tanti auguri da parte mia | ne racconta tante | ha dovuto tante volte rinunciare | se ne dicono tante | tanti saluti a casa | tante buone cose | ha tanti e poi tanti soldi | dicono che abbia tanti appartamenti | c'è veramente tanta gente | senza tanto cercare | è uno che non fa tante storie | ubbidisci subito, senza tante storie | una villa come ce ne sono tante | ti faccio tanti auguri | a che servono tanti libri? | ho tanti impegni, ma tanti | ha detto tanti mai spropositi | ne ha prese tante | ho tanta fame | gliene disse tante | grazie tante! | tante cure | tanti uomini | non avevo mai visto tante navi | in quel luogo c'erano tanti alberi | senza tanto insistere | tante scuse | senza andare tanto per le lunghe | c'era tanta tanta folla | ne guadagna tanti | che fa qui tanta gente? | ne spende tanti ti meriteresti tanti e poi tanti schiaffi | ne ha proprio tanti da buttare? | hanno tanti bambini | gliene ha date tante | te l'ho detto già tante volte | c'erano tante persone di riguardo | tanto pane | ha tanti problemi | ho tante novità da raccontarti | lo ha messo alla porta senza tanti complimenti | uno stipendio così è tanto per quel poco che fai | cento euro mi paiono tanti per un oggetto come questo | vieni qui senza fare tante storie | tanti saluti anche da parte di mia sorella | pare che abbia tanti amici | ne ha fatte tante anche lui | un uomo che possiede tanto denaro | ne combina tante | rivolta s'era al Sol che la rïempie / come quel ben ch'a ogne cosa è tanto [Dante] | le tante mie giovenili storture, di cui mi toccherà di arrossire in eterno [Alfieri]

3 in correlazione con che e con da, introduce una proposizione consecutiva ha invitato tante persone che non si stava più nella stanza | abbiamo tanti debiti da far paura | c'era tanta gente che non si poteva entrare | ha tanto pane da sfamarsi | dice tante sciocchezze che non lo sopporto | ha tanta volontà che riesce in ogni cosa | ha tanto bisogno che non si vergogna di chiedere | non c'è tanta stoffa da bastare per un vestito | ha tanto denaro da permettersi ciò che vuole | ho tanto sonno da morire | tante risate da scoppiare | ho tanto lavoro che non so da dove iniziare | ho tanta fame da svenire | hanno tanti soldi che non sanno come spenderli | ho tanta paura da non sapere cosa fare | ne ha tanto che basti | mi tornò tanto vigore che io non mi avedevo se io avevo più febbre e più paura di morte [Cellini] | si faceva tant'olio, che ogni povero veniva a prenderne, secondo il suo bisogno [Manzoni]

4 in proposizioni comparative, in correlazione con quanto, indica corrispondenza di numero o quantità ha tanta bontà quanto sapere | non ho tanti libri quanti ne hai tu | spende tanto denaro quanto guadagna | ci sono tanti posti a sedere quanti sono gli spettatori | in un poligono, gli angoli sono tanto quanti sono i lati | vale tanto oro quanto pesa | ha tanto danaro quanto basta | ho tanto denaro quanto lui | prendi con te tanto denaro quanto occorre | devi comprare tante lampade quante sono le stanze dell'appartamento

5 altrettanto; anche in funzione correlativa, con una altro tanto o con come si sono comportati come tanti sciocchi | col male che ha, ogni goccia d'alcol è per lui tanto veleno | tante parole, tanti errori | tante parole, tante sciocchezze | ho cambiato cento euro in tante monetine | tanti servitori tanti nemici | ho cambiato i miei dieci euro in tante monete da un euro | tanti paesi tante usanze | tante teste e tante opinioni diverse | stavano lì a guardare come tanti deficienti | stavano lì, tutti a bocca aperta come tanti stupidi | tanti ne guadagna tanti ne spende | tutto il mio lavoro se ne va in tanto sudore | si comportano tutti come tante pecore | il mangiare gli si cambia in tanto veleno | tanti me ne hai dati, tanti te ne ho restituiti

6 indica un numero o una quantità generica che non si può, non si sa o non si vuole determinare o che si enuncia in modo generico a titolo esemplificativo m'è costato trecento e tanti | peserà due chili e tanti | nel duemila e tanti ce la faremo anche noi | nell'anno milleduecento e tanti | un tanto per cento | (un) tanto il mese | costa un tanto al chilo | ha quel tanto e basta | nell'anno milleottocento e tanti | il treno parte alle cinque e tanti | fammi la nota di quanto hai speso, euro tanti per quale cosa ecc. | riscuote la pensione ai tanti del mese

7 preceduto da ogni, ha valore distributivo ogni tanti anni | una palestra ogni tanti studenti | ogni tanti mesi | ogni tanti chilometri si deve verificare il livello dell'olio | ogni tanti invitati compreremo una bottiglia di vino | ogni tante settimane | ogni tanti anni c'è un'eclissi di Sole | ogni tanti chilometri c'è un distributore | ogni tanti giorni | ogni tante persone | il fenomeno si ripete ogni tanti giorni | ogni tante ore di viaggio dovremo fermarci | ogni tanto

 
MASCHILE
FEMMINILE
SINGOLARE
SINGOLAREtanto
PLURALEtanta
PLURALE
SINGOLAREtanti
PLURALEtante
continua sotto




sostantivo maschile

* si elide raramente davanti a vocale, ma sempre nell'espressione tant'è; è generalmente anteposto al sostantivo; talvolta accompagnato dall'articolo o dall'aggettivo quello, per maggiore enfasi; ha valore più intensivo e più esteso di molto e grande

grande quantità, quasi eccessiva devi considerare sia il tanto sia il poco | non trascurare il poco per il tanto | il tanto e il poco sono concetti relativi | il tanto nuoce | si accetta il tanto e il poco | di inglese so quel tanto che mi basta per farmi capire | con valore neutro, preceduto dall'articolo indeterminativo: esprime una quantità o un'estensione che non interessa o non si sa precisare o su cui si vuole ironizzare gli dà un tanto al mese per i vizi | il salame costa un tanto all'etto | pago un tanto al mese di affitto | quest'automobile consuma un tanto al chilometro | mi dà un tanto al mese | con quel tanto che mi passi non riesco ad andare avanti | pagare un tanto al giorno | costa un tanto al metro | gli do un tanto alla settimana per le piccole spese

 
MASCHILE
FEMMINILE
SINGOLARE
SINGOLAREtanto
PLURALE
PLURALE
SINGOLARE
PLURALE



pronome indefinito

* si elide raramente davanti a vocale, ma sempre nell'espressione tant'è; è generalmente anteposto al sostantivo; talvolta accompagnato dall'articolo o dall'aggettivo quello, per maggiore enfasi; ha valore più intensivo e più esteso di molto e grande

1 al plurale, con valore indeterminato: molti, un gran numero di persone; taluni, certuni, parecchi, molti tanti di noi | tante di noi | tanti dicono che non sia vero | tanti dicono che … | tanti lo trovano antipatico | fra i tanti che sono venuti c'è anche il sindaco | è uno dei tanti che si credono furbi | tanti lo trovano antipatico | tante si sono innamorate di lui | tanti mi suggerivano di andarmene | tanti dicono che non avresti dovuto farlo | tante erano invidiose di lei | eravamo in tanti | qui sei uno dei tanti | tanti ci credono | siamo in tanti ad aspettarti

2 in correlazione con quanto, indica corrispondenza di numero o quantità; altrettanto, nella stessa quantità dammi quel tanto che basti | ho avuto tanto io quanto lui | è tanto alta quanto la madre | tanto peggio quanto meglio | prendine tanti quanti te ne servono | prendine pure tanti quanti ne occorrono | siamo in tanti quanti non osavo sperare | comprane tante quante ne servono | dammene tanto quanto basta | comprane tanto quanto basta | di sciocchezze, nessuno ne ha mai dette tante | saremo presenti tanto io quanto lui | il denaro? ne ho tanto quanto basta | devi comprare dei quaderni, tanti quanti sono le materie | tanto m'è bel, quanto a te piace [Dante]

3 riferito a cose e a persone, con valore neutro: parecchio, molto, troppo mi sembra tanto pagare così di affitto | non ho tanto da dire | come puoi mangiare tanto? | di pane, ne mangia sempre tanto | se vuoi dei libri, ne ho tanti | una persona come tante | tanto disse e tanto fece che lo convinse ad accettare | ho bevuto tanto da scoppiare | è tanto che aspetto | era tanto che lo desiderava | s'è rifatto vivo dopo tanto | se ti piacciono i libri, qui ne troverai tanti | penso di essere una ragazza come tante | quanti anni ho io? tanti! | sono goloso di cioccolata e ne ho sempre tanta in dispensa | la cerca delle noci rendeva tanto e tanto, che un benefattore, mosso a compassione del povero cercatore, fece al convento la carità d'un asino [Manzoni]

4 con valore neutro e significato desumibile dal contesto (riferito a denaro, tempo, spazio ecc.): una gran quantità per stasera mi rimane tanto da studiare | oggi c'è tanto da fare | c'è tanto da aspettare | c'è tanto per la stazione? | non ci vuol tanto a capirlo | guadagnare tanto | mi piacciono le ciliegie, dammene tante | ha ereditato tanto | da qui alla stazione c'è tanto | fare tanto per qualcuno | si spende tanto per le vacanze | non dovevi spendere (così) tanto! | è da tanto che aspetto | da tanto aspettavo questo momento | non ci voleva poi tanto per convincerlo | è tanto che non lo vedo | è tanto che gli ho scritto | spendere tanto | chi riceve tanto e chi niente

5 indica un numero o una quantità indeterminata che non si può, non si sa o non si vuole specificare, desumible dal contesto ha tanto da vivere | gli diede tanto che potesse vivere | non credevo di dover aspettare tanto | dei soldi che ti do, tanti sono per la casa, tanti per le tue spese | tanto mi dai e tanto ti devo rendere | hanno appena tanto da vivere | tanto vale che le diciamo tutto | tanto mi basta | una frase come se ne sentono tante; talvolta la quantità o la misura è desumibile dal gesto che accompagna l'enunciato uno strato spesso tanto | tagliamene tanto | è lungo tanto | da allora è cresciuto almeno tanto | è più alto di tanto | è più basso di tanto | è più largo di tanto | versamene tanto così

6 in espressioni familiari di tono enfatico, indica una quantità indeterminata di qualcosa specificata da un partitivo un uomo con tanto di barba | un uomo con tanto di baffi | spalancò tanto d'occhi | lo salutò facendogli tanto di cappello | restò con tanto di naso | ho qui tanto di licenza | ho tanto di ricevuta | era vestito di tutto punto, con tanto di papillon | si è presentato con tanto di smoking | questa mi porse tanto di gravezza … / ch'io perdei la speranza de l'altezza [Dante] | il contadino entrò in casa chiudendo la porta con tanto di catenaccio [Collodi]

 
MASCHILE
FEMMINILE
SINGOLARE
SINGOLAREtanto
PLURALEtanta
PLURALE
SINGOLAREtanti
PLURALEtante
continua sotto




pronome dimostrativo

* si elide raramente davanti a vocale, ma sempre nell'espressione tant'è; è generalmente anteposto al sostantivo; talvolta accompagnato dall'articolo o dall'aggettivo quello, per maggiore enfasi; ha valore più intensivo e più esteso di molto e grande

1 con valore di neutro: questo, ciò, tutto ciò tanto ti serva di risposta | per ora tanto ti basti | tanto ti serva di lezione | ve l'ho già detto, e tanto basti! | ti ho detto ciò che avevo da dirti, e tanto basta | tanto dovevo dirti per scrupolo | ti ho già raccontato prima cosa avvenne, e questo è tanto | a tanto non seppi trattenermi | e con tanto la riverisco | tanto ti serva di replica | e 'l mio maestro sorrise di tanto [Dante]

2 nel linguaggio burocratico: tutto quanto, per riassumere quanto si è detto tanto dovevamo comunicarle

 
MASCHILE
FEMMINILE
SINGOLARE
SINGOLAREtanto
PLURALEtanta
PLURALE
SINGOLAREtanti
PLURALEtante



congiunzione

* si elide raramente davanti a vocale, ma sempre nell'espressione tant'è; è generalmente anteposto al sostantivo; talvolta accompagnato dall'articolo o dall'aggettivo quello, per maggiore enfasi; ha valore più intensivo e più esteso di molto e grande

1 con valore avversativo: ma comunque, tuttavia, infatti inizia pure ad andare, tanto io ti raggiungo dopo | non gridare, tanto nessuno ti sente | prendi pure la mia penna, tanto adesso non mi serve | ha un bel gridare, tanto non gli danno retta | può dire quello che vuole, tanto non ci andremo | si impegna, ma tanto a chi interessa? | entra, entra, tanto sono già pronta!

2 con valore conclusivo esprime sfiducia o rassegnata accettazione non avvilirti, tanto ormai è fatta | è inutile gridare, tanto non ci sentirebbe nessuno | tanto sei fatto così, non ci posso far niente | non preoccuparti, tanto ormai è fatta | domanda pure, tanto non verremo a capo di nulla | lascialo fare, tanto cosa ce ne importa | non prendertela, tanto non serve a niente | puoi andarci, tanto non gliene importa molto

3 specialmente iterato, con valore conclusivo: ancora se tu fossi ricco, tanto tanto capirei come ti comporti




avverbio

* si elide raramente davanti a vocale, ma sempre nell'espressione tant'è; è generalmente anteposto al sostantivo; talvolta accompagnato dall'articolo o dall'aggettivo quello, per maggiore enfasi; ha valore più intensivo e più esteso di molto e grande

1 a tal punto, in tal misura, così, in tal modo, in tale misura non ridete tanto | che c'è tanto da guardare? | non è il caso di preoccuparsi tanto | non vale la pena di prendersela tanto | non pensavo che si sarebbe offeso tanto | perché ti affatichi tanto? | che cosa hanno da criticare tanto? | studia tanto volentieri! | perché gridate tanto? | andiamo tanto d'accordo! | non studiare tanto | sarebbe simpatico se non parlasse tanto | o Morte, Morte / cui tanto invoco [Alfieri] | non sono mai stato tanto attaccato alla vita [Ungaretti]; anche accompagnando le parole con un gesto è alto tanto e largo tanto

2 in correlazione con che e con da, introduce una proposizione consecutiva implicita o esplicita è tanto giovane che sembra un bambino | potresti essere tanto gentile da farmi passare avanti? | sono tanto felice che non posso stare fermo | vi ha tanto amato da sacrificarsi per voi | è tanto pallido che sembra malato | è tanto sciocco da non capire | è tanto noioso che non lo sopporto più | è stata tanto ingenua da credere a tutto | vuoi essere tanto gentile da passarmi quel giornale?

3 in correlazione con quanto, che, come, così, sia, nei comparativi di uguaglianza o nelle proposizioni comparative: altrettanto, in misura equivalente, in egual misura, così è tanto bella quanto sciocca | non è tanto furbo quanto si potrebbe immaginare | non lo ama tanto per la sua intelligenza, quanto per i suoi soldi | è tanto brutto quanto intelligente | una ragazza tanto furba quanto disonesta | è tanto buono quanto bello | non è tanto intelligente quanto suo padre | non è tanto onesto quanto sembra | non lavora tanto quanto potrebbe | quanto più si studia, tanto più s'impara | quanto più lo conosco, tanto meno lo apprezzo | voglio bene tanto a te quanto a tua sorella | mi piacciono tanto la musica classica che quella moderna | è tanto svelto quanto preciso | lo faccio non tanto per lui, quanto per i suoi genitori | è tanto bella quanto modesta | scrive tanto quanto parla | non studia tanto quanto potrebbe | non è poi tanto furbo quanto sembra | lo ammiro non tanto per la sua ricchezza, quanto per la sua disinvoltura | voglio bene tanto a voi quanto a loro | ammiro tanto il tuo coraggio come la tua gentilezza | tanto più lo conosco, tanto più l'ammiro | quanto più lo frequento, tanto meno mi trovo imbarazzato

4 comunque, tuttavia, in ogni modo perché te la prendi, tanto non serve | prendilo pure, tanto ne ho un altro | è inutile che tu insista, (perché) tanto non l'avrai vinta | per noi, tanto, va sempre bene | ho fatto di tutto, (ma) tanto so già che non otterrò nulla | è meglio spender tutto, tanto si muore

5 assai, molto, grandemente; anche rafforzato con iterazione; anteposto ad avverbi di modo e aggettivi qualificativi equivale al superlativo mi piace tanto la torta di mele | scusatemi tanto | tanto peggio per te | mi dispiace tanto tanto | vorrei tanto vederti | studia tanto e poi tanto | lo desidero tanto | saluta tanto tuo fratello | senza pensarci tanto | è tanto vecchio | gli sono tanto affezionato | lo feci tanto volentieri | me ne andai tanto a malincuore | tanto meglio così! | è tanto bella | sono stato tanto male | ti desideravo tanto | sono tanto contento | camminare tanto mi stanca | ti ringrazio tanto | vengo tanto volentieri | ti trovo tanto ingrassato | non sono più tanto giovane | ti vedo addolorato, ma proprio tanto | se non vieni, tanto meglio | sono tanto tanto contento per voi | sei tanto gentile, ma tanto

6 solamente, soltanto (anche con valore ironico) tanto per gradire | apre la bocca tanto per parlare | preparo una torta tanto per fare qualcosa | tanto per cambiare oggi vado al lavoro | si fa tanto per parlare | dice questo tanto per parlare | una volta tanto possiamo concederglielo | gliel'ho dato tanto per accontentarlo | si fa tanto per dire | accetterò tanto per gradire | tanto per cambiare, ne ha combinata una delle sue | per una volta tanto potresti venire anche tu | se fa tanto di venirmi a tiro, lo concio per le feste | dammene due dita, tanto per gradire | voglio andare al mare, tanto per cambiare | facciamo una partita a carte, tanto per passare il tempo | sto facendo un pullover, tanto per fare qualcosa


permalink
<<  tantite tantoche  >>

continua sotto


Locuzioni, modi di dire, esempi


tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo zampino = || buone cose! tante (belle) cose! tante (buone) cose! = arcaico espressione generale di commiato e di augurio || fare tanto di cappello a uno = salutare qualcuno levandosi il cappello in segno di rispetto | figurato mostrare la propria ammirazione riconoscendo i pregi di una cosa o i meriti di qualcuno || fare tanto che = sforzarsi, adoperarsi per ottenere qualcosa fino a che non si è riusciti tanto ha fatto che si è comprato la casa || tanto che = introduce una proposizione temporale: finché, fino al momento in cui lavorerò tanto che sarà necessario | lo curerò tanto che ne avrò bisogno | introduce una proposizione consecutiva: cosicché, di modo che ha insistito tanto che ho ceduto | il malato peggiorò, tanto che lo trasferirono in terapia intensiva || così tanto per dire = tanto per parlare del più e del meno, senza un impegno particolare || se tanto mi dà tanto = se le conseguenze sono in proporzione alle premesse || dirne tante = raccontare molte sciocchezze non prestargli credito, ne dice tante | rimproverare pesantemente gliene ho dette tante per il voto || non è da tanto = di cosa: non ha tale valore | di persona: non ha tali capacità || tanto fa ... tanto vale = è la stessa cosa || e grazie! tante grazie! = si dice ironicamente quando altri ci annuncia una cosa già nota, ovvia o che non poteva essere altrimenti || per intenderci tanto per intenderci = si dice per precisare, per sottolineare o per mettere in chiaro qualcosa al fine di mettersi d'accordo senza equivoci || men(o) che meno men(o) che mai tanto meno = esprime decisa negazione: assolutamente no, a maggior ragione non ho mai lavorato il sabato e ora meno che mai | men che meno mi confiderò con lui | non ho voglia di uscire, men che meno di andare a ballare | non mi piace il melone e tanto meno l'anguria || avere tanto in mano = figurato disporre di argomenti o prove valide || meno… (e) più quanto meno… tanto più (o viceversa) = indica una correlazione inversa tra i dati correlati meno lo tocchi, e più funziona || meno… (e) meno quanto meno… tanto = indica una correlazione decrescente tra i dati correlati meno lavori, meno prendi di stipendio || è un modo di dire per modo di dire così per dire tanto per dire = a titolo di esempio, per esempio o per attenuare il senso di un discorso o per togliere valore assoluto alle proprie parole affermando che non vanno prese seriamente o che non sono state dette di proposito ho detto così per modo di dire || prenderne tante = essere picchiato di santa ragione || hai proprio tanto tempo da buttare? = si dice a chi si perde in inezie || senza tanti quinci e squindi = familiare con immediatezza, semplicità, senza tanti complimenti || venire a tanto che … = ridursi al punto, al termine che … per paura di questo lupo vènnono a tanto, che niuno era ardito d\'uscire fuori della terra [Francesco] || insino a tanto = letterario (con valore congiuntivale) finché || senza tanti squinci e squindi = raro familiare con semplicità, alla buona, senza troppi complimenti || fare tanto d\'occhi, guardare con tanto d\'occhi = spalancare gli occhi per meraviglia, stupore, sorpresa || guardare con tanto d\'occhi = guardare con grande stupore, con estrema meraviglia || sbarrare, spalancare, sgranare, stralunare gli occhi; far tanto d\'occhi = aprire gli occhi completamente per meraviglia e simili || stare a occhi aperti o con tanto d\'occhi = vigilare attentamente || stare poco, molto, tanto a fare qualcosa = impiegare poco, molto, tanto tempo || averne viste tante = avere avuto tante esperienze || tutto, tanto di guadagnato = tanto meglio || sono tanti quante sono le stelle del cielo = sono moltissimi || sin tanto che = raro vedi —> sintantoché || tanto nomini = letterario locuzione latina espressione usata, specialmente in senso ironico, dopo un nome proprio che dovrebbe impressionare per la sua importanza | locuzione latina propriamente è l'abbreviazione della locuzione latina «tanto nomini nullum par elogium» (a nome così grande nessun elogio è adeguato), epigrafe del monumento a Machiavelli || a dir tanto, a far tanto = al massimo, tutt'al più saranno state, a dir tanto, le nove || a tanto fino a tanto che = a tal punto || con tanto di… = con valore rafforzativo, per accentuare una situazione: addirittura con…, proprio con… sempre seguito da un partitivo con tanto di baffi | ascoltare con tanto d'orecchi | si presentò con tanto di documenti | mi guardava con tanto d'occhi | davanti a lui mi levo tanto di cappello | il cameriere con tanto di guanti bianchi | l'ho visto con tanto di barba e baffi | mi ha mandato il suo libro, con tanto di dedica || da tanto = da molto tempo da tanto volevo dirtelo | di molto valore, capace di simili cose, di solito una cosa positiva il quale fu da tanto …, che egli paceficò il figliulo col padre [Boccaccio]; al contrario, in frasi negative di solito si riferisce a una cosa non buona non lo facevo da tanto | tu non sei da tanto | non è uomo da tanto; non mi stimi da tanto? | non lo credevo da tanto || non più di tanto, non più che tanto = non molto, poco, non in modo particolare o addirittura niente non mi preoccupo più di tanto | ti interessa? — Non più di tanto | non se ne cura più che tanto | non se la piglia più di tanto | non ci pensò più che tanto e agì immediatamente | si dà da fare non più che tanto || ogni tanto = qualche volta, di quando in quando, saltuariamente, a intervalli più o meno radi ogni tanto viene a farci visita | ogni tanto un po' di svago ci vuole || di tanto in tanto = lo stesso che ogni tanto, ma indica una durata minore e frequenza più rara di tanto in tanto mi concedo una vacanza | di tanto in tanto bisogna pur divertirsi || tanto di guadagnato, tanto meglio = meglio così, è meglio per noi, è più un vantaggio che altro se vuole andarsene, se ne vada, tanto di guadagnato! || né tanto né quanto = niente affatto, nulla, per niente non mi interessa né tanto né quanto | non mi piace né tanto né quanto | non me n'importa, né tanto né quanto | non me ne voglio occupare, né tanto né quanto | ciò non mi riguarda né tanto né poco || tanto è, tant'è = in ogni caso, comunque tant'è, fa sempre di testa sua | | è proprio così, infatti | è lo stesso, è la stessa cosa se non puoi uscire, tant'è che me ne vada a casa | tanto è far male una cosa che non farla affatto | realtà è questa, c'è poco da fare forse si poteva ottenere di più, ma tant'è | se non possiamo arrivare prima di notte, tant'è, partiamo domattina presto | che pasticci mi fate? Tant'è; siete tutti così [Manzoni] || tant'è vero che = formula che introduce e avvalora una conclusione non ne poteva più, tant'è vero che se n'è andato || tanto che = cosicché arrivarono tardi, tanto che avevamo già finito di cenare | fino al momento in cui, finché, fintantoché a me pare che noi abbiamo a ricogliere tutte quelle che noi vederem nere, tanto che noi ci abbattiamo a essa [Boccaccio] || in tanto = raro intanto, in questo stesso tempo così dicevo: in tanto / ella piangea più forte [Pascoli] || in tanto… in quanto… = per questo … perché … in tanto ne parlo in quanto ne sono sicuro | una cosa in tanto sembra bella in quanto piace || tanto fa, tanto vale, tanto varrebbe = è lo stesso, sarebbe meglio se tu lo devi fare, tanto fa che tu lo faccia subito | se le cose stanno così, tanto varrebbe rinunciarvi | tanto vale che ce ne andiamo subito | tanto fa che ti aiuti, così farai presto | tanto varrebbe rifare tutto da capo | tanto vale dirglielo subito | tanto varrebbe ricominciare il lavoro | se debbo andarci per niente, tanto fa, resto qui | se siamo sicuri di non riuscire, tanto fa rinunciare fin da ora || non tanto per… quanto per… = non per… ma piuttosto per… lo abbiamo promosso non tanto per il profitto, quanto per l'impegno | lo faccio non tanto per me quanto per te | lavora non tanto per guadagno quanto per passione | l'ho fatto non tanto per lui, quanto per suo padre | non tanto per il denaro, quanto per la soddisfazione | mi fermai all'osteria di Manera, non tanto per riposarmi che per non arrivare al Pavaglione ancora in tempo per vedermi dar del lavoro [Fenoglio] || tanto … quanto = sia … sia, così … come mi ha impressionato tanto la sua intelligenza quanto la sua audacia | vorrei vendere tanto questa casa quanto quella in campagna | mi hanno deluso, tanto l'uno quanto l'altro | è un colore che sta bene tanto alle bionde quanto alle brune || tanto più che … = per aggiungere un nuovo motivo, un più valido argomento a quanto già detto dovrebbe preoccuparsi, tanto più che si tratta di sua sorella | non dovevi parlarne a nessuno, tanto più che t'avevo pregato di non farlo | ritengo inutile scrivergli, tanto più che deve arrivare lui stesso uno di questi giorni | non insistere, tanto più che non ho voglia di parlare || non tanto = poco, pochissimo guadagna non tanto | è bella? — Non tanto || poco o tanto = sia quanto sia poco o tanto, questo è tutto || una volta tanto = una buona volta, una sola volta, almeno questa volta lascia perdere, una volta tanto | una volta tanto potresti venire anche tu | per una volta tanto te lo posso permettere || tanto per dire = a titolo di puro esempio || tanto per fare qualcosa = per tenersi comunque occupato mi sono messo a scrivere, tanto per fare qualcosa | si gioca, tanto per passare il tempo || tanto per gradire = solo per cortesia accetterò un bicchierino, tanto per gradire || tanto per cambiare = ironico nuovamente, come al solito tanto per cambiare è in ritardo | tanto per cambiare, piove anche oggi || tanto per… = esclude ogni altro fine lo fa tanto per darci fastidio | tanto per non perdere tempo || di tanto in tanto = di quando in quando || tanto … che o tanto … come = sia l'uno che l'altro, nello stesso modo tanto è ladro chi ruba che chi tiene il sacco | ci andiamo tanto io che lui || senza pensarci tanto = con decisione o con leggerezza || un tanto, un tantum, un tot = indica una quantità indeterminata che non si vuole o non si sa specificare ci spetta un tanto a testa | gli passa un tantum al mese | costa un tot al chilo | viene un tanto alla dozzina | costa un tantum al metro | lavora a un tanto la settimana | dà denari a prestito a un tot per cento || due, tre, quattro … volte tanto = il doppio, il triplo, il quadruplo … di qualcosa di strada, devi farne tre volte tanta | ne ho visti quattro volte tanti | i prezzi oggi sono tre volte tanto || se tanto mi dà tanto = (specialmente in senso figurato) se le cose stanno o procedono così, se questi sono i termini della questione, in base a queste premesse; si dice soprattutto nel dedurre da un fatto reale un prevedibile sviluppo se tanto mi dà tanto finirà che un giorno ci cacceranno || è già tanto = è già gran cosa è già tanto se finiremo tra un mese | è già tanto che sia stato promosso || fare tanto di cappello a qualcuno = manifestare a qualcuno la propria ammirazione || dirne, raccontarne tante = riferire fandonie, spacconate, vanterie, cose inventate, esagerate || prenderne tante = ricevere botte in gran quantità || darne tante a qualcuno = picchiare ben bene qualcuno || combinarne, farne tante = provocare guai o commettere tante scorrettezze, disastri e simili; combinarne di tutti i colori || ascoltare con tanto d'orecchi = ascoltare molto attentamente || guardare con tanto d'occhi = guardare con meraviglia, spalancando gli occhi per lo stupore, l'ammirazione, la sorpresa e simili || rimanere con tanto di naso = restare male, avvilito, deluso, scornato restò con tanto di naso || fra non tanto = fra breve tempo || or non è tanto = letterario poco tempo fa || dirne tante a qualcuno = rimproverare aspramente qualcuno, insultarlo, offenderlo || averne passate tante = essere passato attraverso molte esperienze e peripezie, specialmente negative o dolorose || tante grazie o grazie tante = espressione di ringraziamento; anche in senso ironico || tanti saluti; tante (belle) cose! = comuni formule di congedo || senza tanti complimenti, senza tante storie = simili senza tutti questi complimenti, ecc. || ai tanti del mese = a una certa data tutti i mesi || senza tanti discorsi = senza andare per le lunghe, con franchezza || tanto fatto = arcaico grosso così, molto grosso || vale tanto oro quanto pesa = si dice di cosa di grande valore o di persona di grandi virtù, meriti e qualità || senza tanti perché = senza chiedere tante spiegazioni || in tanto…, in quanto = introduce una proposizione causale con valore limitativo con il verbo all'indicativo in tanto l'uomo è superiore alla bestia in quanto controlla i propri istinti || non tanto per… quanto per = ma piuttosto è noto non tanto per gli scritti, quanto per i dipinti || tanto (o) quanto = pressappoco, più o meno, circa credo che sia costato una ventina di euro — Sì, tanto quanto | letterario un poco fermati tanto o quanto, e guardami [Leopardi] || salutamelo tanto = ironico oltre il significato proprio, si dice di cosa o persona che non si vuol più rivedere o di cui non desideriamo parlare || se tanto mi dà tanto = di dice per suggerire conseguenze negative che possono dedursi da un evento o dal comportamento di una persona || essere uno dei tanti = si dice di persona che non eccelle particolarmente || uno dei tanti = una persona comune, uno qualsiasi || molte, tante, spesse volte = spesso || una (buona) volta, una volta tanto = alla fine, finalmente, specialmente come espressione di impazienza o fastidio sta' zitto una buona volta! | se stesse zitto una volta tanto! | smettila una buona volta! | muti una volta quel suo antiquo stile [Petrarca] | a noi / morte apparecchi riposato albergo, / ove una volta la fortuna cessi / dalle vendette [Foscolo] || una volta tanto = ogni tanto, non sempre, eccezionalmente || tanto avanti = figurato arcaico a tal punto, tanto oltre



Proverbi


chi parla poco, dice tanto || chi ruba poco va in galera, chi ruba tanto fa carriera || chi studia tanto impara poco, ma chi studia poco impara niente || chi tanto e chi niente || chi tanto si liscia, più brutta si fa || di qui a cent’anni, tanto varrà il lino quanto la stoppa || è meglio diventar rosso una volta, che pallido tante || è tanto colpevole il ladro, quanto chi gli tiene il sacco || i mulini di Dio macinano adagio, tanto più amare sono le semole || il cavallo tanto va tanto vale || il magnano tanto salta con le bolge quanto senza || il male non vien mai tanto tardi, che non sia troppo presto || il mare tanto inghiottisce i savi, quanto i pazzi || in questo mondo meschino, quando si ha tanto per il pane, non si ha tanto per il vino || la catena tanto lega il padrone quanto lo guarda || la virtù non è mai tanto bella come quando combatte il vizio || l'amore fa tanto ma i soldi fanno tutto || l'amore si trova tanto sotto la lana che sotto la seta || l'ultima delle tante le paga tutte quante || l'uomo tanto vale, quanto si fa valere || l'uomo vale tanto quanto sa || magnano tanto salta con le bolge quanto senza || male non vien mai tanto tardi, che non sia troppo presto || manca tanto la pazienza ai poveri, quanto la compassione ai ricchi || quando mignola d'aprile, ammannisci un buon barile; quando mignola di maggio, n'avrai tanto per assaggio; quando mignola di giugno, t'ungerai appena il grugno || nebbia a ottobre e pioggia a novembre, fanno scendere tanti beni dal cielo || nessun furbo è tanto furbo che un altro furbo non l'accocchi || nessun muro è tanto forte quanto l'unione e la concordia || nessuno è tanto povero che non possa arricchirsi di ogni virtù || nessuno è tanto vecchio che non creda di vivere ancora un anno || nessuno vive mai così tanto che non volesse vivere ancora || non fu fatta mai tanto liscia di notte, che non si risapesse di giorno || non ha Venezia tanti gondolieri quanti Vicenza conti e cavalieri || non pelar tanto la gallina che strilli || non si dee dar tanto a Pietro, che Paolo resti indietro || non si è mai tanto poveri da non poter almeno promettere || non si sta mai tanto bene che non si possa star meglio, né tanto male che non si possa star peggio || non sono in Arno tanti pesciolini quanti in Venezia gondole e camini || non va mai tanto male che non possa andare peggio || non v'è mai tanta pace in convento come quando i frati portano tonache uguali || pasqua tanto desiata, in un giorno è passata || per leggere e non capire, tanto vale starsene a dormire || piante tante, spighe poche || quanto è più alto il monte tanto più profonda è la valle || quanto minor bisogno ha di denaro, tanto più gode averne il vecchio avaro || quanto più la matassa è arruffata, tanto meglio si accomoda || quanto più la volpe è maledetta, tanto maggior preda fa || quanto più manca la roba, tanto più cresce lo strepito || tanta bocca ha il barile, quanta la botte || tanta nebbia di marzo, tanti temporali d'estate || tante teste e tanti pareri || tante teste, tante opinioni || tante teste, tanti cervelli || tante tramute, tante cadute || tante volte al pozzo va la secchia, ch'ella vi lascia il manico o l'orecchia || tante volte si tira al cane per fare insulto al padrone || tanti galli a cantar non fa mai giorno || tanti ha fastidi chi dee avere, che chi deve dare || tanti ne nasce tanti ne muore || tanti paesi tante usanze (o tanti costumi) || tanti pochi fanno un tanto || tanti servitori tanti nemici || tanto bastasse la mala vicina, quanto basta la neve marzolina || tanto beve l'oca quanto il papero || tanto caca un bue, quanto un uccellino || tanto cammina lo zoppo quanto lo sciancato || tanto cocchiume vuole una botte piccola, quanto una grande || tanto è a dir pennecchio, quanto ladro di Fucecchio || tanto è darci vicin che non ci còrre || tanto è dir pietra in uscio, come uscio in pietra || tanto è dire raperino, quanto ladro e assassino || tanto è il mal che non mi nuoce, quanto il ben che non mi giova || tanto è il troppo quanto il troppo poco || tanto è ladro chi ruba, come chi tiene il sacco || tanto è l'amore, quanto è l'utile || tanto è mercante chi compra quanto chi vende || tanto è mercante quello che perde che quello che guadagna || tanto è morir di male, quanto d'amore || tanto è stimato l'uom quanto si stima || tanto è tenere che scorticare || tanto fumo poco arrosto || tanto ha fastidi chi ha da avere, quanto chi ha da dare || tanto mangia il povero quanto il ricco || tanto muore chi ha da avere, che chi ha da dare || tanto ne va a chi tiene, quanto a chi scortica || tanto pane, tanto sant'Antonio || tanto razzola la gallina che trova la sua pipìta || tanto razzola la gallina, che scuopre il coltello che l'ammazza || tanto sa altri quanto altri || tanto sparpaglia una gallina, quanto radunan cento || tanto tuonò che piovve || tanto va la capra al cavolo, che ci lascia il pelo || tanto va la gatta al Iardo che ci lascia Io zampino || tanto va la rana al poggio, che ci lascia la pelle || tanto va l'oca al torso, che ci lascia il becco || tanto va l'orcio per acqua, che si rompe || tanto vola il parpaglione intorno al fuoco, che vi s'abbrucia || tanto, a servir chi non conosce, vale chi serve ben, quanto chi serve male || tra tanti muli ci può stare un asino || un uomo senza prudenza tanto vale, come la minestra senza sale || vista torta, mal animo mostra; vista all'ingiù, tristo e non più; vista all'insù, o pazzo o tanto savio che non si possa dir più


continua sotto


Sfoglia il dizionario

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

tantan, tan-tan (s. masch.)
tanteuxenite (s. femm.)
tantieme (agg. e s. masc.)
tantino (agg. indic. e pron. indic.)
tantite (s. femm.)
tanto (agg.)
tanto (s. masch.)
tanto (pron. indef.)
tanto (pron. dim.)
tanto (cong.)
tanto (avv.)
tantoche (cong.)
tantomeno (avv.)
tantosto (avv.)
tantra (s. femm.)
tantrico (agg.)
tantrismo (s. masch.)
tantristico (agg.)
tantum (s. masch.)
tantum ergo

Sfoglia il dizionario italiano a partire da:


---CACHE--- 5