Dizionario Italiano





èssere 
ès|se|re
pronuncia: /ˈɛssere/
sostantivo maschile

* (solo al singolare)

1 filosofia condizione e qualità di ciò che esiste o può esistere, di ciò che è nel senso più astratto e generale l'essere e il nulla | passare dall'essere al non essere | l'essere del mondo | discutere dell'essere e del non essere | l'essere e il divenire | in natura ogni cosa ha il suo essere | raggiungere la pienezza dell'essere | l'essere dell'uomo è diverso da quello delle cose | l'essere e l'essenza | indagare i problemi dell'essere | l'essere del mondo e l'esser mio [Dante]

2 natura, essenza conoscere il vero essere di qualcuno | conoscere qualcosa nel suo essere reale | conoscere qualcuno nel suo vero essere | tornare al primitivo essere | la ragione è l'essere dell'uomo | l'essere dell'uomo dista grandemente da quel delle bestie [Tommaseo]

3 letterario l'esistere, esistenza, vita l'essere e il nulla | il nostro essere è di breve durata | i genitori che ci hanno dato l'essere | pare che l'essere delle cose abbia per suo proprio ed unico obiettivo il morire [Leopardi] | la pura vita, cioè a dire il semplice sentimento dell'esser proprio [Leopardi]

4 raro stato, condizione in cui si trova una persona, specialmente dal punto di vista finanziario o della salute il nostro amico è ancora in buon essere | l'ho visto in cattivo essere

5 religione seguito da attributi come sommo, supremo, trascendente, assoluto, superiore, primario, anche con iniziale maiuscola: Dio

 
MASCHILE
FEMMINILE
SINGOLARE
SINGOLAREessere
PLURALE
PLURALE
SINGOLARE
PLURALE
continua sotto




sostantivo maschile

* (solo al singolare)

1 ciò che esiste; ente, creatura, organismo vivente, anche fantastico l'uomo è un essere razionale | esseri inanimati | gli esseri pensanti | l'essere umano | è un essere reale | Dio ha creato ogni essere | esseri animati | gli esseri della mitologia greca | tutti gli esseri viventi | tutte nature … si muovono a diversi porti / per lo gran mar de l'essere [Dante]

2 persona, individuo, creatura, spesso con valore spregiativo specialmente nel linguaggio familiare un essere spregevole | quell'essere si è dimenticato di fare la spesa | un essere razionale | chi è quell'essere? | esseri fatti a modo loro | l'essere amato | quell'essere del mio fidanzato | un essere intelligente | sei un essere fortunato | un essere insopportabile | un essere senza scrupoli | è un essere odioso | sei uno strano essere

 
MASCHILE
FEMMINILE
SINGOLARE
SINGOLAREessere
PLURALE
PLURALE
SINGOLAREesseri
PLURALE



verbo ausiliare

* svolge funzione di verbo ausiliare nei casi seguenti:

1 per tutti i tempi della coniugazione passiva dei verbi transitivi io sono amato | il libro è stato letto | la strada è stata riparata | il cibo è stato cucinato | oggi sarò operato | il pacco fu spedito | il vecchio ponte sarà demolito

2 per i tempi composti di tutte le forme riflessive e pronominali mi sono vestito | ti sei lavata | si è pettinato | ci siamo sporcati | voi vi siete picchiati | essi si sono arresi | si è rotta la radio

3 per i tempi composti dei verbi impersonali è piovuto | è nevicato | è accaduto

4 per i tempi composti di numerosi verbi intransitivi attivi, specialmente di quelli che indicano un modo d'essere o un movimento in relazione a una destinazione è arrivato ieri | sono partito oggi | sono ingrassato | sono dimagrito | sono corso al lavoro | sono andato a Milano | sono venuto da te

5 per i tempi composti dei verbi servili quando l'infinito del verbo che segue regge l'ausiliare essere non sono potuto andare | sono dovuto restare | non sono potuto venire

6 nella costruzione del si impersonale si è visto chi ha vinto | si era deciso di andarcene | si era stabilito di restare

Indicativo presente:  io sono, tu sei
Passato remoto:       io fui, tu fosti
Participio passato:        stato/a/i/e

Vedi la coniugazione completa
continua sotto




verbo intransitivo

* svolge funzione di verbo ausiliare nei casi seguenti:

1 avere realtà, esistere, senza alcuna determinazione, spesso in opposizione a sembrare, apparire, talvolta accompagnato dalla particella ci Dio è | bisogna prendere la vita com'è | avere o essere | non angosciarti per ciò che non è | penso, dunque sono | non preoccuparti per ciò che non è | essere o non essere, questo è il problema | sia fatta la luce, e la luce fu

2 essere effettivamente presente, specialmente in unione con le particelle ci e vi non c'era nessuno per la strada | sono con te | non c'è altro da fare | sono io in carne ed ossa | c'è un signore che ti cerca | chi è? | in questo è la difficoltà | c'è un ponte che scavalca l'autostrada | c'era una volta un re | sono qui per aiutarti | la felicità non è nel denaro | chi è siamo noi | c'era tanta gente | siete già qui? | vi è attesa per il suo discorso | lì vicino c'è un'edicola | la vera ricchezza non è nel denaro | in simili circostanze, l'annunzio d'una cosa la fa essere [Manzoni]

3 letterario vivere c'era in quel tempo un uomo | quando io non ci sarò più | ei fu [Manzoni]

4 burocrazia al passato remoto indica una persona defunta Piero del fu Luigi | il fu Mattia Pascal | Giacomo fu Pietro

5 trovarsi in un determinato luogo, stato, condizione; stare, spesso con le preposizioni a e in siamo tra amici | essere vicino | essere in rapporto con qualcuno | essere in basso | è in casa | essere nei guai | essere al sicuro | essere in guerra | lo stipendio è in pagamento | essere a casa | c'era molta gente a riceverlo | essere in pace | le piante sono in fiore | il libro era nella cassa | non so dove sono | essere in ansia | essere in viaggio | essere davanti | la casa è allo sfacelo | dov'è il mio libro? | essere alla fame | essere sotto | essere in abito da sera | l'entrata è da quella parte | essere al verde | essere in errore | essere in ufficio | essere nel vero | essere in amicizia con qualcuno | essere in alto | è da te | essere dappertutto | è a Roma | suo zio è ancora a tavola | essere all'oscuro di qualcosa | essere nei pasticci | la cambiale è in scadenza | essere nel letto | il mare è a 2 km da qui | la citazione è nel terzo capitolo | la gatta è in calore | voi non siete dalla mia parte | essere a scuola | essere in colpa | essere in miseria | essere dietro | il bar è in piazza | dove sei? | essere alla disperazione | sarai dei nostri | essere agli ordini di qualcuno | essere in collera | essere in cammino | essere sopra | essere a tavola | il caffè è lì | essere al settimo cielo essere al mare | essere a scuola | erano lì ad aspettarlo | essere al sicuro | eravamo tutti giù in strada | essere all'oscuro di qualcosa

6 avvenire, accadere, succedere che c'è | è stato un caso | che c'è? | c'è che sono stufo | cos'è stato? | cos'è stato? | può essere | quel che è stato è stato | com'è che..? | che sarà di me? | tutto può essere | che c'è? | quand'è che ci vediamo? c'è stato un temporale | che sarà di noi? | in questo campo vi fu una grande battaglia | quel che è stato è stato | sarà quel che Dio vuole | sarà quel che sarà | chissà che ne è stato di lui | ma non può essere! | è subito polemica | non può essere | che sarà di noi? | che ne sarà di lui? | che cosa c'è, adesso? | l'audaci imprese io canto, / che furo al tempo che passaro i Mori D'Africa il mare [Ariosto] | non amo che le cose che potevano essere e non sono state [Gozzano]

7 diventare quando sarò ricco | quando sarò grande | all'improvviso fu tempesta | quando sarò vecchio

8 provenire, avere origine, avere vita di dove siete? | siamo di Torino | sono di Ferrara | è di buona famiglia | onde fosti? e cui figliuolo? [Boccaccio] | a Giove diè Dardano figlio / onde fur Troia e Assaraco [Foscolo]

9 venire, giungere, arrivare, andare quando saremo a casa | l'anno scorso sono stato a Venezia | presto saremo al rifugio | aspetta che sia vicino | un attimo e sono da lei | sarò da te fra 5 minuti | sono subito da te | sono stato a Versailles | fra tre ore siamo in città | saremo a destinazione fra 2 ore | siamo stati a Parigi

10 significare, valere, pesare, costare questa è un'offesa | il pane è un kilo | questo palo è quasi sei metri | quanto è questa frutta? | quanto è questa carne? | le pesche sono tre chili | quant'è in tutto? | la stanza è tre metri per tre | sono nove euro

11 familiare capire, essere in ascolto ci sei?

12 appartenere in senso proprio quel posto è mio | il libro è di Laura | la sedia è del vicino | questi soldi sono della banca | il rasoio è di mio padre

13 appartenere, in senso figurato, a un gruppo politico o sociale o a una corrente di pensiero sono del tuo partito | siamo con voi! | il libro è di Carla | essere di famiglia contadina | sei o non sei per il divorzio? | essere contro il razzismo | allora, sei del numero anche tu? | sono dalla tua parte | sono tutti dalla tua parte | essere per la libertà di opinione | lui è dei nostri

14 equivalere, consistere il suo unico svago è il lavoro | tutta la sua gioia è nella famiglia | il tuo comportamento è un'offesa | in questo è la difficoltà | un insuccesso per lui sarebbe la fine

15 sussistere fama di loro il mondo esser non lassa [Dante]

16 in certi casi o serve ad attestare la realtà di un fatto o del suo modo di essere equivalendo a essere vero è così | non può essere! è proprio così | affermare ciò che non è | è come dice lui

17 con funzione di copula mette in relazione il soggetto col predicato, di solito costituito da un aggettivo o un sostantivo, e più raramente da un pronome o da un verbo sostantivato; (vedere anche gli esempi riportati per le altre accezioni) essere la metà | essere in ginocchio | la neve è bianca | il gatto è un felino | sono malato | essere il doppio | essere in piedi | questo è tuo | Piero è un amico | mio zio è un professionista | sono seduto | cavolo è un sostantivo | sono stanco | essere il primo | essere a sedere | Carlo è un artista | non so chi egli sia | essere in pochi | sono disteso | il cielo è nuvoloso | questo non è vivere

18 seguito dalla preposizione a significa: appartenere, spettare, importare, interessare, formando il dativo di possesso, secondo l'uso latino quel posto è a noi | la parola è alla difesa | a me non è la forma di Adone né le ricchezze di Mida [Boccaccio] | luoghi in contado, de' quali a ciascuna di noi è gran copia [Boccaccio] | a me molto non è perdere i passi, / perduta avendo ogni altra cosa mia [Ariosto]; anche essere ridotto, essere alla fame | essere agli sgoccioli | essere alla disperazione | essere al verde | essere alla frutta

19 seguito dalla preposizione da: introduce una determinazione del soggetto riguardo all'utilizzo, alla necessità, alla possibilità, alla convenienza, alla materia essere di appoggio | c'è da piangere | c'è da mettersi le mani nei capelli | ci sarebbe da guadagnare molto | c'è solo da aspettare | c'è da diventare matti | è difficile da dire | sono principi da dimostrare | c'è da impazzire | non è da tanto | questa tuta è da ginnastica | non c'è che da aspettare | non è da credere | la camicia è da lavare | è un comportamento da biasimare | questo non è da te | c'è poco da fare | c'è da mangiare per tutti | facile da fare | è difficile da spiegare | è ancora da vedere | non è da galantuomo fare così | è bello da vedere | ci sono molte cose da fare | c'è da attendere molto? | questo non è da te | non c'è nulla da dire | è facile da dire | non son cose da dirsi | è un problema difficile da risolvere | è un problema da considerare | i compiti sono da finire | c'è da spedire questa lettera | la camicia è da lavare | ma non eran da ciò le proprie penne [Dante]

20 seguito dalla preposizione di significa: appartenere, provenire per natali, fare parte di un gruppo il libro è di Corrado | essere della Juventus | è gente di montagna | quel gatto non è di nessuno | è del partito comunista | essere di Asti | essere di buona famiglia | la gonna è di Domenica | questa cicoria è del mio orto; essere costituito da una materia o caratterizzato da una qualità o da un'utilità essere di ferro | essere di guida | mi è stato di grande utilità | essere di turno | la vacanza sarà di 15 giorni | è un uomo d'ingegno | il palazzo è di 6 piani | l'auto è di mio cugino | essere di buon carattere | oggi sei tu di turno | essere d'impaccio | essere di servizio | essere di plastica | essere di conforto | essere di ostacolo | essere di guardia | la battuta era di dubbio gusto | sono di pessimo umore | essere d'aiuto | la statua è di bronzo

21 con la preposizione in significa: a vere un certo aspetto, presentarsi in un certo modo essere in buono stato | essere in abito da sera | essere in pessimo stato | essere in ghingheri | essere male in arnese | essere in gramaglie | essere in vestaglia | essere in ottima forma | essere in maniche di camicia | essere in pantofole; inoltre esprime approssimativamente gli stessi valori che assume con la preposizione a con la quale risulta così intercambiabile essere in casa

22 letterario con le preposizioni in e sul seguite da un verbo: stare per, essere in procinto di donna che in parturir sia [Dante] | era poi sempre sul chiedere a questo e a quello [Nievo]

23 seguito dalla preposizione con trovarsi in compagnia, andare insieme a qualcuno ero con Giacomo | la pace sia con voi; per estensione: essere d'accordo sono con te in questa lotta | sono con te quando dici queste cose; per estensione: essere in sintonia morale, sentimentale in questo triste momento sono con la tua famiglia | siamo tutti con lui in questa disgrazia

24 preceduto dalla preposizione per esprime una limitazione rispetto all'enunciazione che segue per essere intelligente lo è, ma non ci sa fare | per essere furbo, lo è abbastanza | per essere così giovane, ci sa fare

25 letterario seguito dalla preposizione per e da una forma verbale indica l'imminenza dell'azione espressa dal verbo che segue sono quasi per partire | siamo per andarcene | ma sei tu per lasciarmi un'altra volta? [Leopardi]

26 con la preposizione per seguita da una forma nominale indica destinazione, termine, convenienza, preferenza, causa questo regalo è per te | questo lavoro non è per te | c'è vino per tutti | è per questo che sono venuto | sono tutti per il Toro | qui siamo tutti per il comunismo | questi fiori sono per te | se non fosse stato per lui avremmo perso l'incontro | se è per il pagamento, non preoccuparti!

27 seguito da una frase introdotta da che ha funzione enfatica e rafforzativa è a te che parlo | sono stati loro a cominciare | è solo che mi sembra strano! | com'è che non ti sei più fatto sentire? | era per questo che ti chiamavo | è mio figlio che ha vinto la gara

Indicativo presente:  io sono, tu sei
Passato remoto:       io fui, tu fosti
Participio passato:        stato/a/i/e

Vedi la coniugazione completa
continua sotto




verbo impersonale

* svolge funzione di verbo ausiliare nei casi seguenti:

1 introduce un predicato che definisce un fenomeno, un fatto, un processo e simili, specialmente riferito al tempo e al clima sono due mesi che non fumo | beh, sa com'è | è sera | è già giorno | è caldo | che ore sono? | è nuvoloso | sono le tre | è tardi | è così | è buio | era il 2012 | che ora è? | è nuvolo | è presto | è mezzanotte | è Pasqua | è come dici tu | è Natale | era d'inverno | è brutto tempo | sono le undici | è proprio così | è l'una

2 seguito da un complemento e dalla congiunzione che, conferisce valore enfatico al complemento; nell'uso toscano spesso con gli come soggetto impersonale è per vederti che sono venuto | fu laggiù che lo incontrai | è per il tuo bene che lo faccio | è per lui che ti faccio questa domanda | era con tua sorella che volevo parlare | è per te che lo dico | è a Paolo che voglio parlare

Indicativo presente:  io sono, tu sei
Passato remoto:       io fui, tu fosti
Participio passato:        stato/a/i/e

Vedi la coniugazione completa

permalink
<<  essercito esserino  >>


Locuzioni, modi di dire, esempi


vuol essere un affare serio = sembra essere una faccenda lunga || essere altrove = essere in altro luogo | figurato essere distratto, o immerso nei propri pensieri e quindi estraneo alla situazione concreta in atto || essere al centro dei desideri dell'attenzione di qualcuno = costituirne l'oggetto principale || avere in essere = avere pronto; disporre il generale aveva in essere 6 divisioni | aveva in essere circa centomila euro per la sua impresa | fate che al nostro ritorno la scena sia in essere [Caro] || essere d’opinione d’avviso che = pensare, ritenere che || in buono in cattivo essere = di cosa: in buono, in cattivo stato | di persona: in buona, in cattiva salute | figurato in buona, in cattiva situazione finanziaria || sii buono sia buono = esortazione per indurre qualcuno a un atto pietoso, a una concessione || essere di buona famiglia = essere di elevata condizione sociale || essere di casa = essere amico intimo, frequentare assiduamente una famiglia o un luogo || com'è che? = perché?, come mai? || sarà quel che sarà sarà quel che Dio vuole = si dice per esprimere fatalismo rassegnato o fiducia nel destino || pare che sarà = tutto fa prevedere che sarà || sia quel che sia = succeda ciò che deve succedere || sia ... sia ...; sia che ... sia che ... = modi correlativi per esporre più eventualità tutte di pari validità || sia chi si sia = chiunque egli sia || come sarebbe a dire? = cioè? (esigendo una spiegazione) || com'è? = come va || come (se) nulla o niente fosse = con noncuranza, con naturalezza; con grande facilità || sia come sia = in ogni caso; || la pace sia con te! = formula augurale e di saluto || essere al corrente di qualcosa = essere a conoscenza di qualcosa, esserne informato || essere corrente a qualcosa = arcaico propendere, essere facilmente disposto a qualcosa essere corrente all'ira | essere corrente a credere || così sia! = formula conclusiva per esprimere accettazione, consenso o rassegnazione; si usa specialmente a conclusione di preghiere || dare l'essere = dare la vita || penso dunque sono = traduzione della locuzione latina «cogito ergo sum», il celebre assioma di Cartesio || ente essere supremo = religione lo stesso che Dio || (del) fu... = figlio del defunto... Pietro del fu Luigi | Mario fu Giuseppe || che è che non è = all'improvviso, tutt'a un tratto || ci sei! = hai capito || ci siamo! = siamo arrivati | figurato siamo giunti al punto, alla conclusione , a un punto importante || esservi = lo stesso che esserci || esserci per da essercene = esser sufficiente, bastante c'è da bere per tutti | ce n'è da vendere | c'è n'è anche per domani || essere in qualcuno = essere nelle condizioni di qualcuno se io fossi in te, cambierei lavoro || sarà! = si dice per esprimere approvazione a qualcosa appena detto da qualcuno, ma con riserva, facendo intendere che non si è del tutto convinti o non si crede totalmente || sarebbe? = cioè? (esigendo una spiegazione) || esserci = essere in quel luogo | esistere, essere presente || essere padre madre di famiglia = avere le responsabilità di un padre, di una madre || essere in gioco = correre un rischio, un pericolo è in gioco la nostra credibilità | essere il premio del vincitore || in essere = di persona: in vita, in buona salute, in prosperità | di legge, contratto e simili: in vigore, ancora valido | di situazione: in atto | di cosa: sussistere, essersi conservato || porre in essere = attuare, realizzare | approntare, predisporre || essere in sé = essere nel pieno delle proprie facoltà mentali; avere coscienza delle proprie azioni || essere da meno = valere di meno tu sei bravo, ma lui non è da meno || essere al quinto al settimo mese = si dice di donna che è in una certa fase della gravidanza || essere o non essere? = traduzione dell’inglese «to be or not to be?», dall'Amleto di Shakespeare | si dice per esprimere un dubbio esistenziale che al momento pare irrisolvibile || non essere = filosofia principio opposto e antitetico all'essere | per estensione il nulla || non siamo di questa opinione = non condividiamo questa opinione, la pensiamo diversamente || questa non è roba per te = questa cosa non ti si adatta, non ti si addice | questa cosa è irraggiungibile per te || non può essere = non è possibile || non è da tanto = di cosa: non ha tale valore | di persona: non ha tali capacità || sei dei nostri? = sei del nostro gruppo? stai dalla nostra parte? vieni con noi? || essere dalla parte di qualcuno = parteggiare per qualcuno || essere per qualcuno per qualcosa = essere favorevole a qualcuno o a qualcosa; preferire io sono per sono per la sincerità | sono per quel partito || essere da più = arcaico valere di più || c'è poco = manca poco || può essere = forse, è possibile || problema dell'essere = il problema ontologico || (e) sia pure! e sia! = si dice per concedere qualcosa o il consenso all'accedere di un certo fatto || quant'è? = quanto costa? | (più raramente) quanto pesa?, quanto misura? || essere di ritorno = ritornare || la scienza dell'essere = l'ontologia || siamo alle solite! = si dice per esprimere irritazione o malcontento per una situazione, in genere spiacevole, in cui ci siamo già trovati più volte || essere supremo = Dio || con tutto l'essere = con tutto il proprio essere, con tutta l'anima, con tutta la propria volontà, con tutte le proprie forze || c'era una volta = locuzione con la quale si iniziano molti racconti e favole || non esserci modo = non esser possibile non c’è modo di fare quello che chiedi || modo di essere di fare = atteggiamento, comportamento un modo di fare affabile | ha un modo di fare che non mi piace | un modo di fare cordiale | un modo di fare gentile || essere arrivare trovarsi a (o in) un punto morto = trovarsi in un momento, una situazione di stallo da cui non si vede possibilità di uscita le trattative sono a un punto morto || essere, sembrare uscito da uno scatolino = figurato sembrare un figurino, essere vestito con particolare cura || essere per via = essere ancora in itinere, non essere ancora arrivato || essere o lavorare sopra sé = arcaico lavorare in conto proprio, come padrone, non alle dipendenze di altri gli convenìa esercitare l\'arte altramente quando era sopra sé che quando era sotto altrui come discepolo [Sacchetti] || essere sopra di sé = essere pensieroso || essere sopra parto, o sopra a partorire = arcaico essere in procinto o sull\'atto stesso di partorire || essere sopra pensiero = vedi soprappensiero || essere sopra qualche ufficio = arcaico essere assegnato a un ufficio, averne l\'incarico fu da molte immondizie purgata la città da oficiali sopra ciò ordinati [Boccaccio] || essere sopra (a fare) una cosa = arcaico essere in procinto di fare qualcosa, o anche essere intento a farla, essere occupato in quella quelli della congiura fatta contro a Giano, essendo sopra rinnovare le leggi nella chiesa d\'Ognissanti ? [Compagni] || essere, andare sopra coperta, sopra tolda = marineria essere, andare sul ponte di una nave, di un\'imbarcazione || avere vita, essere in vita = vivere || essere di corvée = militare essere comandati a lavori di fatica, specialmente per il servizio interno dei corpi | figurato essere di turno in un lavoro, essere impegnato in un\'attività particolarmente faticosa e ingrata || essere in fin di vita, essere tra la vita e la morte = esser in fin di vita, sul punto di morire || essere in vita, avere vita = vivere, essere vivo || essere uniti per la vita e per la morte = essere uniti per sempre, nelle vicende liete o tristi || essere l\'ultimo dei Moicani = figurato essere l\'ultimo seguace di un\'idea ormai sorpassata, con riferimento al romanzo di J. F. Cooper «L\'ultimo dei Moicani», pubblicato nel 1826 || essere in predicamento di… = arcaico (seguito da un\'espressione qualificativa) avere fama di? | arcaico essere considerato per qualcosa Arrigo non fu in predicamento mai di gran cavalcatore [Biondi] || essere in predicamento = raro lo stesso che essere in predicato || essere in buon predicamento = arcaico godere di buona fama || essere in cattivo predicamento = arcaico godere di pessima fama || essere una tabula rasa = figurato essere del tutto privo di preparazione in un dato campo | avere la testa vuota || essere un ritrecine = arcaico detto di persona che si muove e agisce in modo veloce e affannato || essere, mettersi in urta = arcaico dissentire, essere in contrasto, in lotta; guardarsi con astio e rancore || essere maggiorenne e vaccinato = non essere più un bambino, avere l\'età e l\'esperienza sufficienti per assumersi le proprie responsabilità || essere, servire d\'accompagnatura = arcaico detto di due cose che si riscontrano, che sono poste simmetricamente || essere, restare il padrone del baccellaio = regionale nell\'uso toscano: essere, restare a capo di tutto o padrone di tutto o restare solo in campo, quindi libero di fare ciò che più piace || essere a disgrado = arcaico essere, riuscire sgradito || andare o essere in Emmaus = raro essere distratto o stordito, non aver posto mente a una cosa || essere alle 23 ore = figurato essere prossimi alla morte || essere l\'ora di fare qualcosa = essere venuto il momento adatto, opportuno è ora di andare § è ora di fare i compiti || esser buono, capace, abile solo a parole = vantarsi molto ma non fare nulla || essere di parola, essere un uomo di parola = tener fede agli impegni assunti, alla parola data || essere di poche o di molte parole = essere sbrigativo o loquace, amante o non amante delle chiacchiere || essere in parola con qualcuno = nel corso di trattative, aver assunto con qualcuno un impegno verbale sono in parola con lui per comprare la sua moto || non sono che belle parole = si dice di grandi promesse o grandi aspettative destinate a non realizzarsi || essere a un passo da qualcosa = essere molto vicino al raggiungimento di qualcosa || essere di passo in un luogo = essere di passaggio in un luogo, fermarvisi per breve tempo || essere in potere di qualcuno = dipendere dalla volontà di qualcuno || non può essere! = ha lo stesso significato della domanda: «ma come può essere avvenuto ciò?» || può darsi che, può essere che = è possibile che, è probabile che può darsi che dopo io esca § può essere che domani piova || esser sotto = detto di misura: approssimarsi ad essa per difetto è un po\' sotto il kilo || esserci qualcosa sotto = esserci cosa non chiara, non bella, supponendo l\'esistenza di fatti che qualcuno vuol tenere nascosti o un fine occulto, una frode, un inganno || essere sotto pressione = essere sottoposto a pressione, operare in condizioni di compressione, a pressione superiore a quella ambiente | di macchina a vapore: essere pronta a funzionare | figurato di persona: essere in periodo di grande attività, di studio intenso || essere sotto processo = subire un processo || qui c\'è sotto qualcosa = qui c\'è qualcosa di poco chiaro, di nascosto || essere bene o mal visto = essere in grazia o in odio || non essersi fatto vedere, non essersi visto = si dice di chi non è ancora arrivato o di chi non si è ancora mostrato in giro || non essersi visto = si dice di chi non è ancora arrivato ancora non si è visto || esser sul punto di = essere in procinto di || essere sul partire = stare per partire, pronto a partire || essere, andare sulla bocca di tutti = essere chiacchierato, oggetto di pettegolezzo || essere sulle spine = essere in grande ansia e a disagio || essere sullo stanco = essere un po\' stanco || essere, capitare come il cacio sui maccheroni = essere, capitare molto a proposito || essere la buona stella di qualcuno = essere la fortuna o il sostegno di qualcuno || essere la buona stella di qualcuno = essere la fortuna di qualcuno || essere un'acciuga = figurato scherzoso detto di persona molto magra || essere, mostrarsi aggrottato = essere, mostrarsi scuro in volto, molto preoccupato, irato o simili || esser verde come un aglio = avere una brutta cera || essere un'arca di scienza, di dottrina = si dice di persona molto colta ed erudita || essere un'arca di virtù, di santità = si dice di persona molto virtuosa || esser l'asso di briscola = figurato eccellere sugli altri, essere la persona più importante o autorevole in un gruppo || essere un asso fermo = figurato essere un assiduo frequentatore di un determinato luogo || essere avaro del proprio tempo = si dice di chi si dedica completamente al proprio lavoro o interessi || essere avaro di sé, della propria persona = si dice di chi si rende disponibile molto raramente ai rapporti umani || essere verde dalla bile = essere al colmo dell'ira o dell'invidia || essere, sentirsi bloccato = familiare essere inibito || mettersi in branco, essere nel branco, andare col branco, seguire il branco = figurato seguire conformisticamente la via della maggioranza; uniformarsi passivamente al comportamento della maggioranza o del proprio gruppo, senza distinguersi per originalità, indipendenza di giudizio ecc. || essere al confine tra la vita e la morte = essere moribondo || essere ai confini di qualcosa = essere all'estremo, al limite consentito || essere, trovarsi contento = essere favorevole, approvare, permettere, acconsentire siete contenti se vengo anch'io? § sei contento se ti vengo a trovare? || essere all'ergo = essere al dunque || essere asciutto come l'esca = figurato essere senza un soldo || essere parsimonioso, operoso come una formica = figurato lavorare alacremente, non sprecare mai nulla e risparmiare pensando al futuro || essere, mettersi in (gran) gala = vestirsi con gli abiti migliori, molto eleganti, quelli delle occasioni solenni || essere di gelo = figurato essere insensibile, avere un temperamento estremamente freddo || esserci del guasto = in un ambiente, società e simili: esserci corruzione, esserci del marcio in quella società c'è del guasto | con riferimento a persone: esserci del malumore, dei dissapori c'è del guasto tra loro || essere incarognito nel rancore, nel disprezzo = nutrire rancore, disprezzo con ostinato accanimento || essere sensibile agli incensi = figurato essere disposto a farsi adulare || essere, rimanere intesi = essere o restare d'accordo su qualcosa; spesso per confermare quanto è gia stato convenuto e concordato, anche tacitamente, in precedenza; talvolta anche in tono minaccioso di ammonimento siamo intesi!? || siamo intesi = siamo d'accordo; in frasi interrogative, anche con tono di ammonimento innanzitutto devi aver terminato i compiti, siamo intesi? || esser lesto = regionale nell'uso toscano: aver finito || essere più conosciuto della malerba = figurato detto di persona molto in vista, che si fa notare || essere, non essere da manco = letterario essere, non essere da meno || parere la camicia di Meo, essere come la camicia di Meo = regionale nell'uso toscano: si dice con riferimento a una faccenda lunga, a un discorso noioso che sembra non voler mai finire || essere ben messo = essere ben vestito, abbigliato con gusto e di tutto punto uscire di casa ben messo | essere corpulento, grosso di stazza, robusto, muscoloso un ragazzo ben messo | essere in buone condizioni di salute, in buona forma, fisicamente prestante l'ho trovato ben messo || essere messo male = essere malridotto | letterario essere malriposto io ho la prova che la sua fiducia era messa male [Svevo] || essere messo = familiare essere in una determinata situazione, specialmente in relazione al lavoro, agli impegni ecc. come sei messo nel pomeriggio? § domani sono messo male § dimmi come sei messo, che impegni hai || siamo ben messi! = ironico essere in una situazione critica, in un guaio || essere un buon mestierante = saper fare bene il proprio mestiere, pur senza eccellere, detto specialmente con riferimento ad artisti || essere una goccia d'acqua nell'oceano = figurato si dice di cosa trascurabile, che non ha importanza, valore o rilievo || essere ok = essere adatto, andare bene || essere oso = letterario osare || essere più papisti del papa = figurato essere più ligi alle norme tradizionali, più conservatori e simili, di chi rappresenta l'autorità costituita | sostenere un'idea con maggiore intransigenza dei suoi stessi promotori || essere pappa e ciccia con qualcuno = figurato familiare essere in stretto rapporto di amicizia, di confidenza con qualcuno, filare in perfetto accordo || essere una pappa fredda = figurato familiare si dice di persona insulsa, che non sa di nulla, o è priva di slanci, di entusiasmo come poteva vivere con quella pappa fredda questa ragazza che ha il sangue dentro le vene? [Palazzeschi] || essere parato al bisogno = essere pronto a ogni evento, e simili || essere in peduli = arcaico essere con le sole calze, senza scarpe || essere una pera cotta = essere debole, senza carattere | essere molto debole, fiacco, rammollito || essere sulle peste di qualcuno = essere sulle tracce di qualcuno, seguirlo da vicino, stare per scovarlo || essere, mettersi, venire, finire in potestà di qualcuno = arcaico essere sottomesso a qualcuno, in suo potere, in sua balìa, essergli sottomesso, dovergli obbedienza || essere un'acciuga = figurato scherzoso detto di persona molto magra || essere, mostrarsi aggrottato = essere, mostrarsi scuro in volto, molto preoccupato, irato o simili || esser verde come un aglio = avere una brutta cera || essere un'arca di scienza, di dottrina = si dice di persona molto colta ed erudita || essere un'arca di virtù, di santità = si dice di persona molto virtuosa || esser l'asso di briscola = figurato eccellere sugli altri, essere la persona più importante o autorevole in un gruppo || essere un asso fermo = figurato essere un assiduo frequentatore di un determinato luogo || essere avaro del proprio tempo = si dice di chi si dedica completamente al proprio lavoro o interessi || essere avaro di sé, della propria persona = si dice di chi si rende disponibile molto raramente ai rapporti umani || essere verde dalla bile = essere al colmo dell'ira o dell'invidia || essere, sentirsi bloccato = familiare essere inibito || mettersi in branco, essere nel branco, andare col branco, seguire il branco = figurato seguire conformisticamente la via della maggioranza; uniformarsi passivamente al comportamento della maggioranza o del proprio gruppo, senza distinguersi per originalità, indipendenza di giudizio ecc. || essere al confine tra la vita e la morte = essere moribondo || essere ai confini di qualcosa = essere all'estremo, al limite consentito || essere, trovarsi contento = essere favorevole, approvare, permettere, acconsentire siete contenti se vengo anch'io? § sei contento se ti vengo a trovare? || stiamo ad rem = locuzione latina non divaghiamo || essere, sembrare, parere un diavolo scatenato = essere infuriato, agitato o terribilmente vivace e sempre in movimento || essere un matto scatenato = figurato scherzoso essere completamente matto || essere fra Scilla e Cariddi = trovarsi tra due grandi pericoli || essere in stand-by = figurato familiare essere pronto a entrare in funzione; essere a disposizione || essere feroce come una tigre = figurato essere molto crudele || essere duro di timpani o di timpani grossi = essere duro d'orecchi, sentirci poco || essere in trattative = stare negoziando con qualcuno per arrivare a un accordo, specialmente economico || essere, sembrare un uccello fuori del nido, caduto dal nido = figurato sembrare impacciato, impedito, timido || essere alle due zappe = arcaico avere settantasette anni || essere, non essere uomo da … = essere, non essere capace di …: non è uomo da compiere tali gesti | non è uomo da fare simili cose || essere in un luogo in spirito = essere presente in un luogo con il cuore ma non di persona al tuo matrimonio non posso venire, ma ci sarò in spirito | non potrò venire alla cerimonia, ma sarò con voi in spirito | saremo vicini in spirito anche se tanto lontani || essere nelle migliori condizioni di spirito = sentirsi nella miglior disposizione d'animo || essere il numero uno = essere il primo di una serie | figurato familiare essere eccellente, capace, il o il migliore in assoluto o il primo nel suo genere (anche in giudizî negativi) è il numero uno degli scrittori | questa è musica numero uno | è un galantuomo numero uno | nemico pubblico numero uno | come scienziato è il numero uno al mondo | un pranzo numero uno | nel suo campo è il numero uno | è un imbecille numero uno || essere in atto = essere in corso di realizzazione | filosofia avere raggiunto la compiutezza della propria essenza || essere in asciutta = zootecnia si dice di bovina che ha sospeso la lattazione || esser santo = ecclesiastico essere stato dichiarato santo dalla Chiesa || essere una mano santa = essere un rimedio utilissimo, infallibile e quasi miracoloso il suo intervento è stato una mano santo per tutti noi || vivere, essere nel mondo della luna = figurato essere fuori dalla realtà || essere come le ciliegie, che l'una tira l'altra = si dice di cose che si susseguono || essere teso come un arco = essere in condizioni di estremo nervosismo || essere atto alle armi = militare essere idoneo al servizio militare || essere nella bagna = regionale nell'uso settentrionale: essere in un pasticcio || aver lasciato questo mondo, non essere più di questo mondo e simili = essere morto || credere di essere il padrone del mondo = di dice di persona superba o prepotente, che vuole imporre la propria volontà || essere solo al mondo, non avere nessuno al mondo = non avere più né famiglia né familiari, aver perso tutte le persone care; anche, privo di amici || essere, stare al mondo = essere vivo, esser nato || essere fuori del mondo = essere distaccato dalla realtà, non avere la minima cognizione del reale || essere fuori del mondo = non rendersi conto della realtà || finché sarò in questo mondo = finché sarò vivo || non è la fine del mondo, non cascherà il mondo e simili = figurato si dice per attenuare quanto si dirà in seguito; non è un male irreparabile non sarà la fine del mondo se stai a casa un giorno | non aver paura, non casca il mondo per rassicurare || essere, sembrare un budda = si dice di persona grassa e dall'aspetto calmo, imperturbabile e impenetrabile || non siamo stati a balia insieme = frase risentita di richiamo all'ordine di chi si prende troppe confidenze || essere in balìa di qualcuno, di qualcosa = essere nel potere di qualcuno o di qualcosa || essere una barba d'uomo = essere molto esperto e capace, di gran valore, di grande abilità e simili || essere in acque basse = passarsela male, essere a corto di quattrini || essere in basso = essere in condizione spregevole || navigare, essere, trovarsi in basse acque = essere in cattive condizioni finanziarie || essere a bordo = marineria essere imbarcato | essere su un aeromobile o altro mezzo di trasporto || non esser degno di sciogliere i calzari a qualcuno = essere inferiore a qualcuno, senza paragone || essere in carica = carica ricoprire un ufficio ed esercitarne le funzioni il ministro in carica | il presidente in carica | il direttore in carica || essere a carico di qualcuno = farsi mantenere da qualcuno; vivere a spese di qualcuno || essere di carne e ossa = partecipare della natura umana, con le esigenze, i limiti e le debolezze proprie dell'umanità | esser soggetti a errare, a cadere in colpa || essere carne e unghia = essere in rapporti molto stretti con qualcuno || essere della carne di Adamo = essere uomo e quindi peccatore, soggetto a errare, a cadere in colpa || essere di carne debole = essere soggetto a peccare, a cadere in colpa || non esser né carne né pesce = essere privo di caratteristiche definite, difficilmente catalogabile, mancare di personalità, di carattere, oppure di un ruolo o posto definito || parere, sembrare, essere di cera = figurato parere, sembrare, essere molto delicato || essere in cera = agricoltura si dice del grano, quando, dopo la fioritura, presenta tante vescichette formate da una membrana piena di liquido trasparente e mucoso || essere molle, malleabile come la cera = di cosa: essere molto malleabile | figurato di persona: essere molto arrendevole, facilmente influenzabile || essere, stare sul chi vive o sul chi va là = figurato essere, stare in allarme, all'erta || essere, sentirsi costipato = medicina soffrire di stitichezza | medicina popolare avere il raffreddore || c'è modo e modo = esistono forme più corrette, più adatte || c'era una volta = esisteva una volta, formula di apertura di favole e fiabe || essere ridotto a colonia = politica essere privato dell'autonomia e di una parte dei diritti politici e civili, detto di uno uno stato divenuto soggetto o satellite di un altro || essere tutti di un colore = avere tutti le stesse idee || sia come sia, fosse come fosse = conferiscono valore avversativo-limitativo a una frase o sequenza di discorso rispetto a quanto detto in precedenza: comunque stiano, o stessero le cose, in ogni caso sia come sia, andrò a trovarlo || com'è che … ?, come va che … ? = per qual ragione?, qual è il motivo per cui…? (com'è che non ti fai più vivo?); || come essere = quasi || essere come = essere lo stesso che || essere contro = essere ostile || avere la vista corta, essere corto di vista = essere miope | figurato essere poco lungimirante || essere a corto di qualcosa = non avere a sufficienza di qualcosa, scarseggiarne, esserne poco fornito sono a corto di quattrini | era a corto di argomenti | è a corto di denaro || essere ad armi corte, ai ferri corti = scontrarsi | figurato discutere in maniera aspra e risolutiva || essere corto a quattrini, a soldi, a denaro ecc. = raro essere a corto, scarseggiare di quattrini, soldi, denaro ecc. || essere fuori dalla grazia di Dio = religione raro essere in peccato mortale | figurato essere furibondo, fuori di sé || essere in grazia di Dio = religione non essere in peccato mortale || Dio sia con te!, Dio ti assista! = espressioni di augurio || Dio ti assista!, Dio ti salvi!, Dio sia con te!, Dio ti guardi! = espressioni di augurio || era ancora nella mente di Dio = si dice alludendo a persona che, nel tempo di cui si parla, non era ancora nata o a fatto che non era ancora avvenuto || essere un dio = figurato familiare essere bravissimo in geometria è un dio || essere nel fiore dell'età, nella più bella età = essere nella nella giovinezza || essere avanti, innanzi con l'età = essere attempato || siamo a posto! = espressione che in genere indica soddisfazione dello stato o della condizione raggiunti (anche con valore antifrastico e ironico) adesso che siamo senza benzina, siamo a posto! || essere una persona a posto = essere persona assennata, degna di stima e di fiducia || essere, sentirsi a posto con la propria coscienza = avere la coscienza tranquilla, non avere nulla da rimproverarsi || essere a posto col vestito, con i capelli, ecc. o avere il vestito, i capelli a posto ecc. = essere in perfetto ordine, esteriormente impeccabile || essere a posto = di cose: essere in ordine, ben assegnate e sistemate | di persone == avere un buon lavoro || essere interrogato dal posto = scuola di alunno che viene interrogato senza essere chiamato presso la cattedra || non c'è più posto = non ci sono più tavoli, posti disponibili || esser fatto per qualche cosa = essere portato per qualcosa, averne speciale attitudine non son fatto per lo studio; anche reciprocamente lo studio non è fatto per me || esser sicuri del fatto proprio = non aver dubbi su ciò che si afferma o si vuole, o su ciò che s'intende fare || fatto si è che, fatto sta che, sta di fatto che, il fatto è che = anteposte alla frase a cui appartengono: infatti, in realtà, in sostanza; per introdurre o concludere sintetizzando l'esposizione dell'argomento di cui si parla fatto sta che da quel momento non si è più visto | non so cosa sia successo, il fatto è che non mi ha più scritto | fatto sta che alla fine ce ne siamo andati | fatto sta, che quel poveretto è morto lì || essere su un terreno fermo = figurato essere al sicuro || essere ai ferri corti = essere in forte contrasto con qualcuno, prossimi a uno scontro violento || essere in una botte di ferro = essere ben al sicuro, al riparo da ogni pericolo || essere un raccomandato di ferro = godere di raccomandazioni potenti e influenti || essere il fico dell'orto = arcaico essere il prediletto di qualcuno || esser pieno di fichi = figurato regionale nell'uso toscano: tutto lezzi || essere, trovarsi, sedersi in prima fila = in un allineamento: sedersi, trovarsi davanti a tutti | nei cinema o nei teatri: occupare i primi posti | figurato trovarsi nella posizione più esposta al pericolo | figurato essere, trovarsi in posizione di spicco rispetto agli altri essere in prima fila nella lotta per i diritti civili || essere al principio della fine = essere nella fase iniziale della crisi, essere all'inizio del crollo definitivo || essere alla fine; essere in fin di vita = essere vicino a morire, essere in agonia o in punto di morte || essere la fine del mondo = per iperbole essere assolutamente eccezionale un arrosto che è la fine del mondo! | quella ragazza è la fine del mondo || esserci dentro fino al collo = essere completamente coinvolto in qualcosa || essere fonte di = causare, provocare essere fonte di preoccupazione | essere fonte di guai || essere formale = filosofia nella scolastica: l'oggetto nella sua esistenza extramentale, effettiva, in contrapposizione all'essere oggettivo || essere con, avere, tenere un piede nella fossa = essere prossimo a morire, per malattia o vecchiaia | per estensione essere in grave pericolo || non c'è (più) freno = si dice a proposito di manifestazioni di licenza, d'immoralità, di violenza || essere a frutto = zootecnia detto di animale in grado di riprodursi || essere il gallo del pollaio = si dice di uomo solo in mezzo a molte donne | essere il beniamino delle donne || essere il gallo della Checca = essere il beniamino delle donne, avere fortuna con le donne || essere il gallo di monna Fiora = regionale nell'uso toscano: essere il beniamino delle donne, avere fortuna con le donne || esser (in) quattro gatti = essere pochissimi, detto di compagnia composta di poche persone eravamo in quattro gatti || vivere, essere come cane e gatto = essere in perenne litigio, non potersi soffrire a vicenda, essere in continua discordia || essere il buono o il cattivo genio di qualcuno = esercitare buona o cattiva influenza su qualcuno, consigliarlo in bene o in male, influenzarlo positivamente o negativamente lei fu per lungo tempo il mio buon genio || c'è gente = c'è qualcuno c'è gente in bagno, devi aspettare | stasera c'è gente a cena || essere nel giusto = avere ragione || siamo giusti! = esortazione a giudicare in modo obiettivo e imparziale siamo giusti!, non poteva andare meglio di così || essere in gloria = essere estasiato | popolare essere ubriaco || salire, essere assunto alla gloria (dei cieli) = salire, essere assunto al paradiso || avere l'udito grosso; essere grosso d'udito = essere duro d'orecchio, essere un po' sordo; || essere grossa = familiare di donna == essere incinta || esser grosso di mente, di cervello, d'ingegno = essere poco intelligente, ottuso, tardo || stare, essere incontro a qualcuno = arcaico essere avverso, contrario, sfavorevole a qualcuno || non sono più io = si dice alludendo a mutamenti, per lo più negativi, nello stato di salute, nelle condizioni di spirito, ecc. voi mi levate sì, ch'i'son più ch'io [Dante] || non voglio essere più io se domani stesso non te lo restituisco = modo familiare di garantire, assicurare, e simili || io son io e tu sei tu, = si dice per sottolineare una differenza di carattere, grado, condizione sociale e simili fra noi e altri oppure per per sottolineare differenze di carattere e di opinione || non sono più io se … = esprime certezza assoluta di fare qualcosa non sono più io se non consegno entro stasera || è un'ira di Dio = familiare si dice per indicare persona o cosa terribile e pericolosa || essere accecati dall'ira = essere tanto adirati da perdere il controllo di se stessi || essere in ira a qualcuno = essere odiato o malvisto da qualcuno o averlo nemico || essere in ira alla sorte, ai numi, agli dèi = si dice di persona disgraziata, perseguitata dalla sfortuna o dall'infelicità; talvolta si dice anche riferito a persona malvagia || essere in ira alle Muse = si dice di colui che non è ispirato dalle Muse, e quindi un cattivo poeta || sembrare, essere un'ira di Dio = si dice di persona o cosa gravemente nociva o molesta, che rappresenti un flagello, un malanno, e simili || essere un'ira scatenata = si dice di persona infuriata || essere in un lago di sangue = essere completamente insanguinato || essere in un lago di sudore = essere molto sudato || essere la lancia spezzata di qualcuno = spregiativo essere il compagno fidato, fedele, difensore accanito di qualcuno, detto per lo più per indicare chi sta intorno a un personaggio influente || essere della lega = essere della combriccola || essere legato mani e piedi = figurato essere impossibilitato ad agire liberamente son qui legato mani e piedi all'ufficio, non posso allontanarmi || essere la stampella di qualcuno; fare da stampella a qualcuno = figurato costituire l'unico sostegno e appoggio di qualcuno un piccolo partito che fa da stampella a un governo pencolante || essere o stare tra letto e lettuccio = essere abitualmente malaticcio || essere a letto = esservi per riposare o dormire, detto più spesso per malattia || essere buttato giù dal letto = essere svegliato prima del solito e con decisione || essere in un fondo di letto = esser malato da lungo tempo || essere in un letto di rose = essere in lieta, in ottima condizione; per lo più in frasi negative non ero certo in un letto di rose || essere in un letto di spine = essere in una situazione difficile, in ansia, in preoccupazione || essere inchiodato a letto, in un letto = essere gravemente infermo, colpito da lunga e grave malattia || essere, trovarsi, mettere nel o sul letto di Procuste (o meno bene Procruste) = essere, mettere nella situazione di chi è obbligato a tenersi entro limiti troppo stretti, o più genericamente in una situazione intollerabile || esser (lì) lì per … = essere sul punto di …, in procinto di … essere lì lì per partire | ero lì lì per cedere | erano lì lì per accettare | era lì per piangere | l'estate è lì lì per scoppiare | quando Renzo … fu lì per entrare, colui, senza scomodarsi, lo guardò fisso fisso [Manzoni] || col lavoro siamo lì = stiamo quasi per finire il lavoro || essere sempre lì = essere alle solite || … siamo lì = poco ci manca se non è mezzogiorno, siamo lì | se non costerà mille euro, saremo lì | se non sono mille siamo lì | se non sono le cinque siamo lì || siamo ancora lì = siamo alle solite, al solito punto, al punto di prima || essere come la chiave e il materozzolo = arcaico si dice, di cose o persone sempre in coppia, inseparabili || essere tocco nelle facoltà mentali = essere un po' matto || non c'era uomo nato = arcaico non c'era nessuno || essere come Oreste e Pilade = letterario essere amici inseparabili || essere senza rivali, non temere rivali = essere o ritenersi nettamente superiore a qualsiasi possibile emulo || stare, essere a scotto da qualcuno = arcaico ricevere il vitto da qualcuno, mangiare presso di lui || essere fuori di senno = sragionare || essere al settimo cielo = essere al colmo della gioia, della soddisfazione, della beatitudine, della felicità ecc. || il essere al sizio = arcaico essere agli estremi || non è una merce, non sono merci = detto di cose o beni spirituali che, in quanto tali, non si possono acquistare per denaro o trovare in vendita || essere alla mercé di qualcuno = arcaico essere in potere, in arbitrio di qualcuno || io sono mia = politica negli anni Settanta: slogan del movimento femminista con cui si ribadiva il diritto della donna a gestire autonomamente la propria vita, specialmente sessuale || essere motivo di = essere causa, fonte sei motivo di gioia per i tuoi || essere in moto = di veicolo: essere in movimento | di macchina: essere in funzione | di motore: essere acceso | per estensione di persona: essere in movimento, essere in cammino | figurato di persona: che è in solerte azione per uno scopo determinato la polizia è in moto per catturare i banditi | gli scienziati sono in moto per trovare un vaccino || essere un mulino a vento = figurato si dice di persona incostante, facile a cambiare idee e propositi, volubile, privo di fermezza di idee, di carattere || essere, stare tra il sì e il no = essere incerto, indeciso, in dubbio || com'è noto = come si sa, come tutti sanno || è (universalmente) noto che… = tutti sanno che … || essere oltre in una cosa = raro essere assai avanzato in una cosa || essere oltre negli anni = essere di età avanzata, essere vecchio || essere oltre la settantina = avere più di settant'anni || essere in orario = essere puntualmente all'ora stabilita, al momento previsto, senza anticipo né ritardo arrivare in orario | partire in orario || che vuoi, sono anch'io di carne e ossa! = frase che si dice a giustificazione di un errore, di una debolezza || esser tutt'ossa, essere o ridursi pelle e ossa = di dice per indicare magrezza eccessiva || essere (ridotto) all'osso = essere all'estremo, aver finito le riserve, la roba, i risparmi, non aver più nulla da ricavare o da guadagnare || essere bagnato fino all'osso = essere bagnato fradicio || essere guasto, corrotto nelle ossa = essere completamente marcio || essere di buon osso = raro avere una fibra resistente || essere di carne e d'ossa = essere, come ogni uomo, soggetto a passioni, errori, difetti, debolezze e simili || essere innamorato fino all'osso = essere follemente innamorato || essere un osso in gola = si dice di persona antipatica, di cosa che dia preoccupazione e fastidio o a cui non ci si riesca a rassegnare || essere un sacco d'ossa = essere molto magro || esser pace = arcaico essere pari e patta, detto di gioco che si conclude alla pari | arcaico detto, di obbligazione che si soddisfa amichevolmente e simili || essere nella pace di Cristo = si dice di chi è morto santamente || essere del parere che/di = reputare, stimare opportuno, ritenere di fare qualcosa sono del parere che sia meglio accettare | era del parere di soprassedere || non essere del parere di qualcuno = pensarla diversamente da qualcuno non sono del vostro parere || essere dello stesso parere di qualcuno = pensarla in modo uguale a qualcuno || essere di poco pasto = mangiar poco || esser tondo di pelo = arcaico essere d'ingegno grosso || essere a un pelo da … = essere lì lì per … || essere d'un pelo e d'una buccia = arcaico essere della stessa natura || … che è un piacere = familiare moltissimo, in modo che dà soddisfazione, in maniera che soddisfa, che appaga (anche in senso antifrastico) mangia che è un piacere | piove che è un piacere | questo vino si beve che è un piacere | il dente mi fa male che è un piacere || è un piacere, sarà un piacere per me = formula di cortesia con cui si accetta di fare cosa proposta da altri || essere, non essere un piacere = essere, non essere fonte di soddisfazione, di compiacimento è un piacere vederlo mangiare || … che è un piacere = si dice di cosa o azione che rechi conforto; anche in senso antifrastico studia che è un piacere | piove che è un piacere || non è un piacere! = non mi diverte affatto || è un pianto! = si dice di cosa o persona che suscita fastidio o noia, deludente o insopportabile || essere accollacciato nel parlare o nello scrivere = figurato raro usare un linguaggio castigato || non c'è can che abbai = non c'è nessuno || camminare, essere sull'orlo dell'abisso = figurato essere in una situazione molto precaria e rischiosa, a un passo dalla completa rovina || essere (ridotto) all'ablativo = arcaico familiare essere senza soldi, sprovvisto di tutto; allo stremo delle forze e delle risorse essere all'ablativo | stare all'ablativo | restavano forse ottanta uomini, e tutti ridotti all'ablativo in fatto di armi, munizioni e fondi [Fenoglio] || essere in fase calante = figurato essere in lento, ma continuo declino | figurato essere in difficoltà dopo un lungo sforzo || essere a buon porto = figurato essere a buon punto, in una fase molto avanzata di un'attività qualsiasi || essere in porto = figurato essere al sicuro, in salvo non correre più rischi o pericoli | figurato essere al termine di un’impresa || essere, stare accorto = fare molta attenzione, esser cauto || parere, essere come un acquaio o come una gola d'acquaio = si dice di chi mangia di tutto con ingordigia || essere come il diavolo e l'acquasanta = si dice di persone o cose incompatibili, inconciliabili, che non vanno d'accordo || essere presso a fare = raro essere sul punto di fare, stare per fare qualcosa || siamo tutti figli di Adamo = siamo tutti mortali, o fragili, soggetti a peccare, e simili || essere, restare, rimanere addietro = lasciarsi superare nel cammino o nella corsa | per estensione di orologio: che ritarda il suo movimento e segna minor tempo del giusto | figurato trovarsi in stato di arretratezza, progredire poco rispetto ad altri, rimanere arretrato nel campo del sapere e simili || essere in prova di = arcaico essere in procinto di l'alma … in prova stassi / d'abandonarmi [Bembo] || non essere un adone = essere brutto || non è un adone = scherzoso è bruttino, è brutto || essere, parere, sembrare un quadro = si dice di cosa reale che è talmente perfetta da non sembrare reale ma opera di un artista; anche come interiezione pare un quadro! || questo è quanto = questo è tutto, si usa per terminare un discorso || essere quattro noci in un sacco = arcaico essere pochi ma rumorosi || essere in tutt'altre faccende affaccendato = aver ben altro da fare || il re è nudo = figurato un personaggio o una situazione appaiono come realmente sono, al di là di ogni finzione o ipocrisia || essere, mettersi a regime = alimentazione seguire una determinata dieta con rigore | figurato limitarsi o rinunciare a qualcosa che si vorrebbe avere o fare || essere mal ridotto = essere in pessimo stato, malconcio riguardo a condizioni fisiche, economiche, spirituali; è riferito a persone e a cose || essere d'aggravio a qualcuno = arcaico essere di peso a qualcuno, cagionargli dispendio, vivere a suo carico || essere in rotta, alle rotte con qualcuno = arcaico essere in collera con qualcuno, avere rotto i rapporti è in rotta con il fratello per questioni d'interesse || essere per le rotte = arcaico essere rovinato || andare, essere in rotta = militare si dice di formazione militare sconfitta e in ritirata disordinata || fare rotta per, essere in rotta per = marineria aviazione navigare verso questa o quella meta; essere diretti a || non c'è schermo (da o contro qualcosa) = non c'è riparo, non c'è possibilità di difendersi || il film sarà presto sugli schermi = il film apparirà presto nelle sale cinematografiche || non essere alieno da qualcosa = essere disposto, propenso a qualcosa non sono alieno dal credergli || essere alieno da una cosa = non esservi portato, inclinato a qualcosa, o non pensar affatto a farla, rifuggirne essere alieno dai compromessi || essere pieno di sé = essere borioso, vanitoso, vanaglorioso, presuntuoso, avere troppo alta stima delle proprie capacità, dei propri meriti, del proprio valore || uscire di sé, essere fuori di sé = non aver più il dominio dei propri atti e delle proprie parole per ira, gioia, dolore; non riuscire a dominarsi || essere in sé = essere in piena coscienza, nel pieno possesso delle proprie facoltà mentali || non essere in sé = non essere nel pieno possesso delle proprie facoltà mentali || come se niente fosse = fingendo di ignorare qualcosa gli parlai come se niente fosse | entra ed esce come se niente fosse || essere al seguito di persona = accompagnare una persona in un viaggio o in un'impresa || essere sensibile ai complimenti = provarne piacere, essere contento di ricevere complimenti || essere sensibile alle premure altrui = apprezzare con gratitudine le premure altrui, esserne commosso || essere sensibile alle ingiustizie = soffrire delle ingiustizie, esserne vivamente addolorato, risentirne gravemente || esser vecchio come l'alleluia = essere vecchissimo || essere, stare tra il sì e il no = essere indeciso, incerto || le due decisioni sono in alternativa = le due decisioni si escludono a vicenda || essere altrove col pensiero, aver la testa altrove = essere distratto, assente, pensare ad altro || essere una biblioteca ambulante = scherzoso sapere tutto || essere all'amen = essere alla fine, alla conclusione giungere all'amen || ridursi a, essere, sembrare uno spettro = per iperbole si dice di persona dalla figura magra e emaciata, che denota grave decadimento fisico e psichico sembra uno spettro || non è il caso di farne un affare di stato = non è il caso di sollevare tanto scalpore per fatti di così poca importanza || essere in stato di colpa = essere colpevole || essere in stato di fare qualcosa = essere in grado di fare qualcosa, averne le capacità o le possibilità || essere in stato di grazia = religione essere in grazia di Dio | figurato essere in una condizione di euforia, di particolare efficienza psicofisica o creativa || essere, durare in stato = arcaico essere nella prosperità, in buone condizioni di fortuna || essere in stato interessante = fisiologia essere in stato di gravidanza || non essere in stato di fare qualcosa = non essere in condizioni di fare qualcosa || non è ammissibile = è inaccettabile || essere o rimanere suonato = essere imbrogliato oppure sconfitto; subire un danno o uno scorno non previsto || non è da te = non è degno di te un'azione del genere non è da te || essere bell'e andato = essere rovinato, perduto, scaduto assai nella salute | essere morto || esserci aria di tempesta = figurato si dice quando si prevedono liti o rimproveri || c'è odore o aria di tempesta = figurato si avvicinano rimproveri o sgridate || essere un tipo = si dice di persona non particolarmente bella ma interessante, dotata di personalità e di un certo fascino || ma sai che sei un bel tipo! = si dice a una persona che ha un carattere difficile || essere, non essere il tipo = essere una persona che fa, o non fa, determinate azioni non è il tipo da fare simili scherzi || non è il mio tipo = si dice di persona che non attrae fisicamente || essere in tiro = di motore: essere sotto spinta | familiare di persona: essere elegante, azzimato o vestito per fare colpo mettersi in tiro || essere sotto tiro = armi trovarsi sotto il fuoco di un'arma | figurato essere sottoposto a critiche, attacchi polemici e simili || essere, venire, capitare a tiro = popolare essere, venire, capitare alla giusta distanza, al punto giusto, a portata di mano || esseri animati = gli animali e l'uomo || essere ben animato verso qualcuno = essere ben disposto verso qualcuno || esser fuori di tono = stonare, essere stonato | figurato esser stordito, perdere il filo del ragionamento || essere o sentirsi in tono = stare bene, essere o sentirsi in forma || essere giù di tono = essere depresso, o non pienamente in forma; || essere in tono = essere intonato, in armonia con qualcos'altro essere in tono con l'ambiente | un arredamento in tono con l'ambiente di quella casa || essere su di tono = sentirsi nel pieno delle forze || essere saldo come una torre = figurato di persona: essere stabile, incrollabile, irremovibile || essere una torre d'avorio = figurato essere di costumi irreprensibili, d'onestà inespugnabile, detto specialmente di donna di incrollabile purezza



Proverbi


chi troppo ride senza essere contenti, è un riso che non passa i denti || chi vuol essere un capo, deve saper far da ponte || chi vuol vedere quel che ha da essere, veda quello che è stato || dimmi chi fosti, e ti dirò chi sei || dimmi chi pratichi, e ti dirò chi sei || dimmi chi sono, e non mi dir chi ero || dimmi con chi vai (o bazzichi o pratichi) e ti dirò chi sei || essere come le tre grazie || essere falsi come l'acqua || essere l'amico del giaguaro || essere sotto le luci della ribalta || essere un adone || fa' che devi, e sia che può || fa' di essere tale quale vorresti essere tenuto || felice non è chi d'esserlo non sa || fine del soldato, è l'essere ammazzato || i matrimoni sono, non come si fanno, ma come riescono || i quattrini non sono ogni cosa || il parentato dev'esser pari || il pensare è molto lontano dall'essere || il silenzio è la più bella qualità dell'ignorante, ma possederla non significa essere ignorante || in questo mondo bisogna essere o incudine o martello || l’intelletto deve essere principe, la volontà suddita e la coscienza giudice || la donna oziosa non può essere virtuosa || la moglie di un uomo dotto dovrebbe essere un libro || la preghiera dovrebbe essere la chiave del giorno e la serratura della notte || la vera nobiltà deve essere accompagnata dall'onestà || la vita è già mezza trascorsa quando si sappia che cosa sia || l'amico deve essere come il denaro || le amicizie devono essere immortali, e le inimicizie mortali || le cose non sono come sono, ma come si vedono || le cose rare sono le più care || le malattie ci dicono quel che siamo || l'innamorato vuol essere solo, savio, sollecito e segreto || l'intelletto deve essere principe, la volontà suddita e la coscienza giudice || l'ira del padre deve essere sempre paterna || l'ordine ci dev'essere, ma non in casa mia, disse la cattiva massaia || lupo d'esser frate ha voglia ardente mentre è infermo; ma sano se ne pente || manda via la malinconia, quel che ha da essere convien che sia || meglio è vedova sedere, che essere maritata e male avere || meglio essere invidiati che compatiti || meglio essere previdenti che penitenti || meglio essere un cortese morto che un villano vivo || molti hanno insegnato a ingannare temendo d'essere ingannati || nessuno può essere savio e sicuro, se non chi è onesto || nobile coraggio fa il bene senza esserci costretto || non ci sarebbe il presente senza il passato || non d'onde sei, ma d'onde pasci || non è sempre savio chi non sa essere qualche volta pazzo || non essere incivile per troppa civiltà || non passa giubilèo che ognun non sia castigato || non possono d'ugual merito essere tutti, gusta i bei, se ne trovi, e lascia stare i brutti || non può essere buon re degli altri chi non lo è di se stesso || non puoi vedere il bosco se sei tra gli alberi || non sa che cosa sia il male, chi non ha provato il bene || non sono in Arno tanti pesciolini quanti in Venezia gondole e camini || non tutte le pecore sono per il lupo || non tutti sono malati quelli che sono nel letto || para via la malinconia, quel che ha da essere convien che sia || parentato dev'esser pari || parere e non essere é come filare e non tessere || pensare è molto lontano dall'essere || per chi vuol essere libero non c'è catena che tenga || per essere amabili, bisogna amare || per essere felici bisogna occupare poco spazio e cambiare poco luogo || per essere perdonato bisogna perdonare || per essere ricco bisogna avere un parente a casa del diavolo || per essere un buon comandante, bisogna aver fatto una grande guerra || fare o essere come i ladri di Pisa che il giorno leticano e la notte vanno a rubare insieme = detto di persone che si bisticciano e sì maltrattano all'apparenza, ma poi in realtà se la intendono; o anche di persone che si bisticciano e fanno pace facilmente tra loro || per tutto vi son guai || per viver bene, esser liberi conviene || perché a Dio piaccia la tua preghiera, deve essere breve, pura e sincera || pesce che va all'amo, cerca d'esser gramo || più alta è la condizione, più si deve essere umili || povera la donna che si pente d'essere stata buona ! || prendi il tempo per essere felice: è la musica dell'anima || prendi il tempo per essere gentile: è la chiave della felicità || prima d'essere con altri discreto, arrendevole, prima di usar troppo delicatamente seco, guarda ch'egli non ne abusi || puoi essere colto, ricco, illustre e chiaro, se non hai civiltà sei un somaro || puoi leggere quel che sei stato, ma non scrivere quel che sarai || quando crediamo d'essere a cavallo siamo per terra || quando si è certi di non essere obbediti non bisogna comandare || quando si ride senza essere contenti è un riso che non passa i denti || quel che oggi è utile domani può essere dannoso || quello che si appare, si deve anche essere || rispetta se vuoi esser rispettato, ama e sarai per ugual modo amato || se la pillola avesse buon sapore, dorata non sarebbe per di fuore || se le donne fossero d'oro, non varrebbero un quattrino || se l'invidia fosse febbre, tutto il mondo n'avrebbe || se l'orgoglio fosse un'arte, vi sarebbero molti maestri || se nel fiume non ci sono più pesci, il prezzo dei gamberi cresce || se non c'è inverno, non c'è estate || se non ci fosse il se e il ma si sarebbe ricchi || se non ci fosse il vai con Dio, bel mestier sarebbe il mio || se non è zuppa è pan bagnato || se v'è in paese una buona moglie, ciascuno crede che sia la sua || se vuoi essere forte, vinci te stesso || se vuoi giustizia, sii giusto || sempre si dice più che non è || si perde molto, per essere stolto || sii come il legno di sandalo che profuma la scure che lo taglia || sii guardingo ma non sospettoso || sii mille volte disgraziato piuttosto che una sola ingiusto || sii paziente col rivale, avrai lode universale || sii prima garzone, poi maestro || silenzio è la più bella qualità dell'ignorante, ma possederla non significa essere ignorante || tu vuoi le lodi e me perciò hai lodato, ma io non voglio mentir per esser grato || tutte le dita non son pari || tutti i guai son guai, ma il guaio senza pane è il più grosso (o il più grave) || tutti i gusti son gusti || tutti i liberi sono ricchi e tutti gli schiavi sono poveri || tutti i mesi non son di trentuno || tutti i vizi sono veleni || tutti siam di creta e Dio è il vasaio || tutti siamo figliuoli d'Adamo || tutti son bravi quando il nemico fugge || tutto è bene ciò che finisce bene || tutto il bianco non è farina || tutto il cervello non è in una testa || un buon naturale val più di quante lettere sono al mondo || un cuor fido non vuole essere offeso || un uomo onesto non cessa di essere tale per l'abbaiar di un cane || utile non può esser né grato, il regalar prosciutto a un assetato || prima d'essere aceto fu vino = si dice di chi da buono è diventato cattivo, specialmente per colpa d'altri


* per le locuzioni e gli esempi, vedere anche sotto ciascun lemma specifico associato a essere

Sfoglia il dizionario

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

essequire (v. trans.)
essequito (part. pass.)
essera (s. femm.)
essercitare (v. trans.)
essercito (s. masch.)
essere (s. masch.)
essere (s. masch.)
essere (v. aus.)
essere (v. intr.)
essere (v. imp.)
esserino (s. masch.)
essexite (s. femm.)
essi (pron. pers.)
essicante (agg.)
essicare (v. trans e intr.)
essicazione (s. femm.)
essiccabile (agg.)
essiccagione (s. femm.)
essiccamento (s. masch.)
essiccante (part. pres.)

Sfoglia il dizionario italiano a partire da:


---CACHE--- 4