Dizionario Italiano





grànde 
gràn|de
pronuncia: /ˈgrande/
aggettivo

quando è premesso al sostantivo che determina, può subire l'elisione grand’, davanti a vocale: un grand’amico, un grand'esperto, un grand'ostacolo, un grand'impegno, una grand'emozione, un grand'uomo, una grand'attrice; nell'uso moderno prevale la forma senza elisione: grande artista, grande avvocato, grande opera, grande amico, grande emozione | davanti a consonante è possibile il troncamento gran: un gran fuoco, un gran divertimento, un gran cantante, un gran lavoro, un gran fannullone, un gran giocatore, un gran lavoratore, un gran lavoro, un gran fannullone, un gran giocatore, un gran lavoratore, una gran pazienza, un gran concerto, un gran capo, un gran donna; davanti a s impura, z, x, gn, ps e pn di norma non si fa il troncamento: un grande spavento, un grande pneumatico, un grande scalatore, una grande stima, una grande zizzania, una grande gnocca, una grande zazzera, un grande xenofobo, un grande psichiatra, dei grandi sospiri; tuttavia nell'uso è frequente anche la forma tronca: un gran spavento, un gran pneumatico, un gran scalatore, una gran stima, una gran zizzania, una gran gnocca, una gran zazzera, un gran xenofobo, un gran psichiatra, dei gran sospiri | accanto alle forme regolari del comparativo più grande e del superlativo grandissimo, esistono anche le forme organiche maggiore e massimo di origine latina | l'elisione e il troncamento e la posizione dell'aggettivo prima o dopo il nome influiscono notevolmente sull'efficacia e talvolta anche sul significato delle singole proposizioni; c’è gran differenza fra un grand'uomo e un uomo grande, tra un gran libro e un libro grande, e tra un gran dolore, un grande dolore e un dolore grande

 
MASCHILE
FEMMINILE
SINGOLARE
SINGOLAREgrande
PLURALEgrande
PLURALE
SINGOLAREgrandi
PLURALEgrandi
continua sotto




sostantivo maschile

al contrario dell’aggettivo non si elide né si tronca

 
MASCHILE
FEMMINILE
SINGOLARE
SINGOLAREgrande
PLURALE
PLURALE
SINGOLAREgrandi
PLURALE

permalink
<<  grandangolo grandeggiare  >>


Locuzioni, modi di dire, esempi


un grande abisso = propriamente: un abisso molto profondo | figurato si dice alludendo a differenze di valore o d'idee incolmabili tra me e lui c'è un grande abisso || abbi piuttosto il piccolo per amico che il grande per nemico = || avanzare a grandi a grandissime giornate = procedere facendo maggior cammino di quanto si è soliti fare in un giorno || se ne dice un gran bene = se ne parla molto bene || avere tenere in buon in gran conto qualcuno = stimare molto qualcuno, tenerlo in grande considerazione || a grado a buon grado a grande grado = con gradimento, con soddisfazione, con piacimento || camera grande camera di levante camera di ponente = pesca varie parti che compongono una tonnara || grande capo = storia epiteto che gli indiani d'America riferivano al presidente degli Stati Uniti | ironico scherzoso dirigente autorevole o autoritario di un ufficio || andare fuggire di gran carriera = andare o fuggire di corsa, con molta fretta || grande come una casa = enorme, grandissimo || cavaliere di Gran Croce = il grado più alto di molti ordini cavallereschi || gran cosa o gran che = cosa o opera meravigliosa, pregevole, spesso in frasi negative dove si tende ad attenuare un giudizio negativo quel film non è gran che | questo arrosto non è gran che || gran che = cosa (o persona) di una qualche importanza, specialmente in frasi di valore negativo si crede di essere un gran che | non ho combinato gran che | questa macchina non è un gran che | si crede tanto in gamba, ma non è un gran che | questa stoffa non è un gran che || credersi chissà che cosa qualche cosa una gran cosa = darsi delle arie, attribuirsi grande importanza || fare gran conto di qualcuno = stimare, apprezzare qualcuno || di gran corso = di gran lunga || fare le cose in grande = fare qualcosa in grande stile, con grande magnificenza, lusso e pompa, con notevole impiego di mezzi, senza badare a spese o alle energie profuse || gran cosa = cosa o fatto eccezionale, notevole, di rilievo, specialmente in frasi negative la festa non è stata gran cosa || non è gran cosa = non è molto || gran croce = il grado più alto negli ordini cavallereschi divisi in più classi; si abbrevia gr. cr. | per estensione persona insignita di tale onorificenza || gran cuoco = storia nel Medioevo, lo stesso che gran cuciniere || grande curvatura = anatomia il fianco sinistro dello stomaco || gran libro del debito pubblico = finanza l'insieme dei registri in cui l'amministrazione iscrive i debiti consolidati dello stato || il gran giorno il gran dì = il giorno di un importante avvenimento giunse infine il gran giorno | letterario il giorno del Giudizio Universale la vesta ch'al gran dì sarà sì chiara [Dante] || ai gran dì = arcaico d'estate || il gran padre degli dèi = storia per i Romani: Giove | storia per i Greci: Zeus || è un gran dire = raro purtroppo è la verità è un gran dire che tanto i santi come i birboni gli abbiano a aver l'argento vivo addosso [Manzoni] || disegnare a grandi linee = tracciare le principali linee di contorno che sono sufficienti ad delineare l'abbozzo della figura || grand'inverno grand'estate = letterario il colmo dell'inverno o dell'estate spighe, le quai soglion servar sotto i suoi tetti nel più gran verno [Alamanni] || una grande famiglia = famiglia numerosa | per estensione organizzazione nella quale i rapporti tra i membri sono di tipo familiare e informale || si è fatto un gran parlare di questo = se ne è parlato molto || gara di gran fondo = sport gara di fondo su distanza particolarmente lunga || alla grande = rispetto a una quantità: con grande ricchezza di mezzi, con fasto una festa alla grande | rispetto a una qualità: in modo straordinario, brillante vincere alla grande || da grande = in età adulta || fare grande = rendere illustre, famoso fece grande il nome della sua famiglia || fare il grande = ostentare potere, ricchezza, atteggiarsi a gran signore senza esserlo || in grande = in dimensioni o a un livello decisamente maggiore del consueto riprodurre in grande | produrre in grande | commerciare in grande | costruire in grande || gran guardia = storia nucleo di milizie agli avamposti, che aveva il compito di opporre la prima resistenza agli assalti del nemico || grande guerra = per antonomasia la prima guerra mondiale (1914-1918) || legamento sacrotuberoso o grande legamento sacroischiatico superiore = anatomia lamina fibrosa del bacino situata tra la spina iliaca posteriore, il margine posteriore della fossa iliaca esterna, le ultime vertebre sacrali e il coccige || legge dei grandi numeri = statistica legge in base alla quale la frequenza del verificarsi di un evento tende, quando il numero delle prove eseguite sia sufficientemente elevato, a coincidere con la sua probabilità || le lettere grandi = le lettere maiuscole || grande libro della natura dell'universo = la natura in quanto oggetto di osservazione, di studio e di arricchimento delle cognizioni umane || a grandi linee = per sommi capi, sommariamente, genericamente, senza scendere nei particolari raccontare un fatto a grandi linee | esporre un progetto a grandi linee || di gran lunga o arcaico di lunga = oltremodo, di molto, con una grande differenza, estremamente era di gran lunga più capace di noi | era di gran lunga il migliore | un prodotto di gran lunga più duraturo | errai, candido Gino; assai gran tempo, / e di gran lunga errai [Leopardi] | ei mostrava virtù di corpo e di animo grandissima, e di lunga tutti gli altri della sua età superava [Machiavelli] || grande magazzino = spazio di vendita di notevoli dimensioni e che vende svariati tipi di prodotti || grande male = arcaico accesso convulsivo dell'epilessia || massa grande piccola = ecclesiastico tipi di emolumenti per canonici || una gran mente testa = una persona di molto ingegno, dall'intelligenza superiore alla media || messa grande = la messa solenne, cantata; si contrappone alla messa piana || avere gli occhi più grandi del ventre = desiderare o chiedere più cibo o bevande di quanto lo stomaco non possa contenere || grande oriente = consiglio supremo della massoneria in ciascuno stato || a grande otta = arcaico assai per tempo || a o di gran passo = a passo accelerato, di fretta, speditamente, senza risparmio d'energia || i Quattro Grandi = storia i rappresentanti di Francia, Stati Uniti, Gran Bretagna, e Italia che dopo la I guerra mondiale stilarono il trattato di pace di Versailles | storia nel secondo dopoguerra, le quattro Grandi Potenze: Unione Sovietica, Francia, Gran Bretagna e Stati Uniti || i tre i quattro i sette grandi = politica i paesi al momento più forti politicamente o economicamente e i loro rappresentanti || riprodurre in grande = ingrandire || grandi russi = etnologia i russi propriamente detti, quello che abitano la Russia centrale; si distinguono dai piccoli russi e dai russi bianchi || gran signore = persona di grande dignità e cortesia, o che conduce vita comoda e lussuosa || grande di Spagna = titolo e dignità massima concessa dalla monarchia spagnola, a partire da Carlo V e che spetta ai maggiori vassalli della corona spagnola || è gran tempo = è molto tempo || i Tre Grandi = storia Stalin, Churchill, Roosevelt, e successivamente Truman, capi della condotta militare e politica della II guerra mondiale || il Gran Turco = storia titolo che gli Occidentali davano al sultano dell'Impero ottomano || disporre di grandi mezzi = disporre di notevoli ricchezze || essere gran parte di qualcosa = contribuire in modo determinante a qualcosa, sia idealmente, sia materialmente || gran tempo = letterario per molto tempo ben veggio or sì come al popol tutto / favola fui gran tempo [Petrarca] || volere molto bene un gran bene un bene dell'anima = amare molto, moltissimo litigano spesso ma si vogliono un bene dell'anima || la gran, la maggior, la massima, la più parte = la maggioranza, il maggior numero, quasi tutto la gran parte dell'opera era compiuta | un gruppetto di case, abitate la più parte da pescatori [Manzoni] || gran rabbinato = religione consiglio dei rabbini di Gerusalemme, suprema autorità rabbinica || gran sistema perfetto = storia nell\'antica musica greca: sistema modale, sistema tonale, sistema dodecafonico, ecc. | || appio grande = botanica altro nome comune della pianta altrimenti nota come sedano selvatico || Gran Can o Gran Cane = storia titolo dato nella tradizione occidentale da Marco Polo in poi all\'imperatore della Cina esser egli gran cane, cioè in nostra lingua grande imperatore [G. Villani] | questa Angelica era, / del gran Can del Catai la figlia altiera [Ariosto] || gran vita, da signore, da nababbo, da principe, da re = vita vissuta negli agi e nella ricchezza || grandi ventagli di mare = zoologia nome comune dei Celenterati del genere Gorgonia || Gran Mogol = storia titolo degli imperatori della dinastia mongola dei Moghul che dominarono sull\'India prima della conquista inglese || Gran pensionario d\'Olanda = storia titolo di un importante funzionario della provincia d\'Olanda nei secoli XVII e XVIII, che ricopriva incarichi direttivi || sagginella grande = ornitologia altro nome comune dell\'uccello altrimenti noto come piovanello (Calidris ferruginea) || grande bairam = religione festa della durata di quattro giorni che ha luogo settanta giorni dopo il piccolo bairam || per grande ora = per lungo tempo piangendo ogni dì per una grande ora [Boccaccio] || in gran parte = in buona parte, in misura o quantità notevole, soprattutto la colpa è in gran parte anche tua | il merito di questo lavoro è in gran parte tuo || la gran, la maggior, la massima, la più parte = la maggioranza, il maggior numero, quasi tutto la gran parte dell\'opera era compiuta | un gruppetto di case, abitate la più parte da pescatori [Manzoni] || passare una gran paura, una bella paura = prendere paura || a gran o grandi passi, con passi molto lunghi, a passi da gigante = rapidamente, in fretta, velocemente | figurato realizzando notevoli e rapidi progressi || fare il gran passo = decidersi a fare qualcosa di molto importante || grande passo, gran passo = azione molto impegnativa; scelta decisiva | la morte || il grande, l\'estremo passo = la morte || misurare il terreno a grandi passi = camminare su e giù nervosamente || Gran portolanato = storia durante la dominazione sveva, angioina e aragonese nell\'Italia meridionale: magistratura che provvedeva a far eseguire le disposizioni riguardanti la navigazione nei mari territoriali || grossa, gran berta = storia cannone a gran potenza di fuoco e lunga gittata, usato dall'esercito tedesco nella prima guerra mondiale || piante erbacee da grande coltura o da pieno campo = agricoltura specie erbacee coltivate su grandi estensioni e con l'impiego di macchine e attrezzi || il grande esodo = nel linguaggio giornalistico: la partenza dalla città degli abitanti durante le vacanze estive || in (gran) gala = con abiti molto eleganti, sfarzosi essere in gran gala § mettersi in gala || essere, mettersi in (gran) gala = vestirsi con gli abiti migliori, molto eleganti, quelli delle occasioni solenni || gran gala = marineria festone con bandiere da segnali teso tra la prora, la parte più alta degli alberi e la poppa delle navi, in segno di festa o per onorare una nazione straniera; è detta anche gran pavese || grande marabutto = marineria nelle antiche galee: la vela maggiore || La Grande Mela = appellativo familiare con cui negli Stati Uniti d'America è chiamata la città di New York || grande quanto un mignolo = figurato molto piccolo || grande pausa = medicina in semeiotica medica: l'intervallo di riposo del muscolo cardiaco tra il secondo tono e il primo tono del ciclo cardiaco successivo || di gran possanza = letterario vigoroso e coraggioso al tempo stesso molti cavalier di gran possanza [Tassoni] || grossa, gran berta = storia cannone a gran potenza di fuoco e lunga gittata, usato dall'esercito tedesco nella prima guerra mondiale || piante erbacee da grande coltura o da pieno campo = agricoltura specie erbacee coltivate su grandi estensioni e con l'impiego di macchine e attrezzi



Proverbi


chi pratica coi gran maestri, l'ultimo a tavola e il primo ai capestri || chi serve la moda, serve una gran tiranna || chi si fa beffa di un esil rivoletto, deve essere un gran fiume || chi si trova in libertá, ha gran bene e non Io sa || com'è grande il mare, è grande la tempesta || con gli inglesi i grandi servigi, coi francesi i riguardi e con gli italiani le maniere || cuor contento, gran talento || da diletto temporale, temer dei qualche gran male || dal detto al fatto, c'è un gran tratto (o c'è un bel tratto) || dal fiore al coppo, vi è un gran trotto || di gran prosperità, poca sicurtà || Dio ti dia figliuoli, e diateli grandi || donna che regge all'oro, val piu d'un gran tesoro || donna e vino, imbriaca il grande e il piccolino || donna, padella e lume, sono gran consumo || due dita di vino prima della minestra, è per il medico una gran tempesta || è gran follia non scaldarsi quando arde il fuoco || è gran pazzia il viver poco per morir ricco || è gran saviezza risparmiar la vecchiezza || è grande follia pagar caro il pentimento || è meglio essere piccolo padrone, che gran servo || è meglio viver piccolo, che morir grande || è più facile trovar dolce l'assenzio, che in mezzo a poche donne un gran silenzio || è un gran (o cattivo) sordo, quello che non vuole intendere || è un gran male non fare alcun bene || è un gran medico chi conosce il suo male || è un gran pittore quello che sa ritrarre se stesso al vero || figli (o figlioli) piccoli fastidi piccoli, figli (o figlioli) grandi fastidi grandi || figlioli piccoli fastidi piccoli, figlioli grandi fastidi grandi || figliuoli piccoli, dolor di testa; fanciulli grandi, dolor di cuore || fra sepolto tesoro e occulta scienza, non c'è gran differenza || gente assai, fanno assai, ma mangian troppo, (o grande schiamazzo e lavoro mai) || gente grande sprezza, piccola ingiuria || gli alberi grandi, fanno più ombra che frutto || gran dote, gran baldanza || gran fatica e poco guadagno, presto stancano || gran fecondità, non viene a maturità || gran fortuna passa, chi puttana lascia || gran giustizia, grande offesa || gran guadagno, rende facile il lavoro || gran nave, vuol grand'acqua (o grande mare) || gran nave, gran pensiero || gran nemico all'uomo, è il parer proprio || gran peccato, non può star celato || gran pericolo, gran guadagno || gran pesto, fa buon cesto || gran vantatore, piccol facitore || gran vittoria è quella che si vince (o che si ottiene) senza sangue || grande amicizia, genera grand'odio || grande amore, grande dolore || grandi ricchezze, mille pensieri || grand'ira, danno arreca || guerra spagnola, grande assalto e buona ritirata || i debiti dei poveri, fanno gran fracasso || i fichi bodoloni, fanno di grandi poveroni || i figliuoli succhiano la madre quando son piccoli, e il padre quando son grandi || i figliuoli quando son piccoli pestano sui piè, quando son grandi pestano sul capo || i gran dolori sono muti || i gran personaggi, o non hanno figliuoli o non son saggi || i grandi fatti non si compiono senza grandi pericoli || i grandi ingegni e le grandi fortune, non sempre vanno insieme || i grandi pensieri, non hanno posto in una testa piccola || i grandi pensieri, vengono dal cuore || i grandi spiriti, non camminano sulla via battuta || i ladri grandi, fanno impiccare i piccoli || i più grandi mali, vengono dall'abuso dei più grandi beni || il tempo bene speso è un gran guadagno || idee da gran signori, e entrate da cappuccini || iI tempo speso bene è un gran guadagno || il bisogno fa dir gran cose || il gran signor non ode, se non adulazion, menzogna e frode || il grande e il piccino si vestono a san Martino || il libro del perché è molto grande || il merito più grande è essere modesto || il mondo è un gran libro, di cui quelli che stanno a casa non leggono che una pagina || il piccolo fa il grande, e il grande fa il piccolo || il piccolo fa quel che puole, il grande quel che vuole || il più grand'uomo del mondo è quello che può dominare la propria volontà || il sangue del soldato fa grande il capitano || il santo è grande e il miracolo è piccolo || il savio è grande nelle piccole cose, il malvagio piccolo nelle grandi || il tempo bene speso è un gran guadagno || il tempo è un gran maestro || il tempo è un gran medico || la cucina piccola fa la casa grande || la fame gran maestra, anche le bestie addestra || la felicità sta in gran parte nella fantasia || la gratitudine è una gran ricompensa || la lontananza ogni gran piaga salda (o sana) || la miseria è un gran malanno || la più grande astuzia è quella di nascondere l'astuzia || la più grande viltà è quella di non far bene quando si può || la solitudine è un gran peso, quando non si ha dio per compagno || la veste copre gran difetti || ladro piccolo non rubare, che il ladro grande ti fa impiccare || le anime grandi hanno volontà, le volgari solo velleità || le case grandi dal mezzo in su non s'abitano || le fave nel motaccio, e il gran nel polveraccio || le grandi necessità insegnano a sopportare le piccole || le grandi ricchezze non ci fanno né più savi né più sani || l'economia è una gran raccolta (o un gran raccolto) || l'esperienza grandi cose insegna || letizia grande e gran malinconia, confinano ambedue con la pazzia || libro del perché è molto grande || lo sdegno è lo stimolo dei grandi fatti || lo sdegno fa far di gran cose || loda il gran campo e il piccolo coltiva || l'onore dei genitori è per i figli un gran tesoro || luglio dal gran caldo, bevi ben e batti saldo || luna piena di Natale, gran siccità e male || l'unione alla città è gran bastione || l'uomo ha grandi ali che non sa di possedere || mancamento d'argento, causa gran tormento || Milano la grande, Venezia la ricca, Genova la superba, Bologna la grassa, Firenze la bella, Padova la dotta, Ravenna l'antica, Roma la santa || molti rigagnoli fanno gran fiume || mondana felicità, più grande e più presto se ne va || nelle grandi acque si pigliano i pesci || nelle stracce e negli straccioni s'allevano di gran baroni || nessuna sventura è sì grande da avere qualche ventura in seno || non creder facilmente è gran saggezza || non è mai gran gagliardia, senza un ramo di pazzia || non è mai sì gran morìa, che non campi chicchessia || non fu mai grande gagliardia, senza un ramo di pazzia || non istà bene gran berretta a poco cervello || non si sente le campane piccole quando suonano le grandi || non vi sarà gran danno per nessuno, se ha un po' di male e di bene ciascuno || ogni rana si sente gran dama || ognun c'ha gran coltello non è boia || padre che ha figliuoli grandi, fuor li mandi || pan di sudore ha gran sapore || per essere un buon comandante, bisogna aver fatto una grande guerra || per le donne in convulsione, è un gran recipe il bastone || piccola acqua (o pioggia) fa cessar gran vento || piccola pietra gran carro riversa || piccole ruote portano gran fasci || piccolo fa quel che puole, il grande quel che vuole || piccolo vento accende fuoco, e il grande lo smorza || piedi piccoli in grandi scarpe non fanno un lungo viaggio || più facile trovar dolce l'assenzio, che in mezzo a poche donne un gran silenzio || più fuscelli fan gran fuoco || più grande è il coraggio, più tranquillo è il sangue || più grande è la necessità, più vicino è l'aiuto || più grande è l'eroe, più bella è la vittoria || più grande la necessità, più grande la preghiera || punisci i falli piccoli e vedrai che di rado punirai i grandi || quando il piccolo parla il grande ha sparlato || quando san Giorgio (aprile), viene in pasqua, per il mondo c'è gran burrasca || quegli tien gran prudenza che alla morte sempre pensa || ragione insegna che c'è gran divario tra l'uomo coraggioso e il temerario || sant'Antonio (gennaio), gran freddura, san Lorenzo (agosto) gran caldura, l'uno e l'altro poco dura || santo è grande e il miracolo è piccolo || scalzami piccolo e incalzami grande || s'è grande, è oziosa; s'è piccola, è viziosa; s'è bella è vanitosa; s'è brutta, è fastidiosa || se il grande fosse valente e il piccolo paziente e il rosso leale, ognun sarebbe eguale || se la donna di gran beltade non ha angelica onestade, non gli far veder le strade || sempre par più grande la parte del compagno || sotto il grande sasso, dorme il grande pesce || tanto cocchiume vuole una botte piccola, quanto una grande || tempo bene speso è un gran guadagno || tempo è un gran maestro || temporale di mattina è per la campagna gran rovina || tre sono le grandi sventure: perdere il padre nell'adolescenza, la moglie nella virilità e non aver figli nella vecchiaia || un gran principe sempre have, lunghe mani ed ira grave || un padre che ha figli grandi, fuori li mandi || una gran ruota che ognor gira è il mondo: chi è in cima oggi, domani sarà sul fondo || una grande paura nessun medico la cura || una piccola catena muove un gran peso || una piccola fatica ne risparmia spesso una grande || una piccola scintilla desta grande fuoco || veneziani, gran signori, padovani, gran dottori, vicentini, magna gatti, veronesi tutti matti, udinesi castellani, col cognome di Furlani, trevisani, pane e trippe, rovigotti, Bacco e pippe, cremaschi, fa cogioni, i Brescian, tagliacantoni, ne volete di p || virtù di silenzio è gran scienza || a san Martino si veste il grande e il piccino = a San Martino, bisogna coprirsi bene perché si è alle soglie dell'inverno || non è mai sì gran moria, che non campi chicchessia = non c'è male così grande da essere definitivo

* (raramente al femminile) persona adulta quel bambino che parla come un grande | l'ingresso è consentito solo ai grandi | uno spettacolo per grandi | i grandi debbono dare il buon esempio ai bimbi | la camera dei grandi | il bambino si comporta proprio come un grande | la camerata dei grandi | cosa farai da grande? | divertimenti per grandi | un bambino che ragiona come un grande | si comportano come i grandi | lascia parlare i grandi | letture per grandi | chi è quel grande che non par che curi / lo 'ncendio …? [Dante] # persona di spicco con meriti eccezionali o dotata di eccezionale ingegno, potenza, ricchezza un grande del cinema | un grande si solito disdegna onori e glorie | i grandi della letteratura | citare le parole di un grande | i grandi dell’antichità | inchinarsi ai grandi | i grandi dell'economia | quello scrittore è un grande | i grandi dello sport | i grandi della terra | i grandi della politica | quel cantante è un grande della lirica | i grandi della musica | i grandi sdegnano le miserie umane | seguire l'esempio dei grandi | attenersi all'esempio dei grandi | i grandi della storia | seguire l'esempio di un grande | quel grande, / che temprando lo scettro a' regnatori, / gli allor ne sfronda [Foscolo] | non tutti i grandi del mondo si servono dei doni di Dio a gloria sua, e in vantaggio del prossimo [Manzoni] # (talvolta con l’iniziale maiuscola) nel linguaggio giornalistico: una nazione che ha ruolo di grande potenza o che è nel gruppo delle nazioni più forti militarmente o economicamente; anche il leader di tale nazione i quattro Grandi | riunione al vertice fra gli otto grandi | i sette grandi hanno stretto un accordo | a Yalta si riunirono i tre Grandi # storia (con iniziale maiuscola) aggiunto al nome proprio, come appellativo di gloria Federico il Grande | Pietro il Grande | Caterina la Grande # storia (raramente femminile) nei Comuni medievali, i nobili della città i grandi della città; raramente come aggettivo per l'operazioni de' cittadini grandi e popolani grassi [G. Villani] # storia (raramente femminile) i nobili di un regno i grandi di Spagna # (solo maschile singolare) grandezza, per lo più in senso figurato vi è del grande nella sua follia | c'è del grande nelle sue trovate | quell'edificio ha del grande | fare le cose in grande | spettacolo che ha del grande | un comportamento che ha del grande | ammirare il grande nell'arte | commerciare in grande | c'è del grande in quel romanzo

Sfoglia il dizionario

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

grancia (s. femm.)
granciporro (s. masch.)
grancroce (s. femm.)
grandangolare (agg. e s. masc.)
grandangolo (s. masch.)
grande (agg.)
grande (s. masch.)
grandeggiare (v. intr.)
grandemente (avv.)
grandeur (s. femm.)
grandezza (s. femm.)
grandezzata (s. femm.)
grandguignol, grand-guignol (s. masch.)
grandguignolesco (agg.)
grandidierite (s. femm.)
grandiflora (agg. e s. masch.)
grandiflorina (s. femm.)
grandigia (s. femm.)
grandiglia (s. femm.)
grandiglione (s. masch.)

Sfoglia il dizionario italiano a partire da:


---CACHE---